venerdì 18 ottobre 2013

Psicologia Politica Spirituale Quotidiano Cronaca: ex 1° post introduttivo (23)

(23)
Nei post Psicologia Politica Spirituale Quotidiano Cronaca: ex 1° post introduttivo (22 e 23), ci sono molte NOTE copiate e incollate relative alla cospirazione a livello internazionale portata avanti dalla massoneria, gli illuminati, mentre, nei post successivi fino al (33), ci sono molte NOTE vecchie di qualche anno fa mischiate con diverse e numerose NOTE sulla politica internazionale, nonché, con molti ulteriori scritti copiati e incollati, sempre sulla politica internazionale, ma anche, sul Territorio Libero di Trieste e il porto franco internazionale di Trieste che per 60 anni l'Italia ha occupato tentando di far morire del tutto, inoltre, l'Italia compiendo tantissimi abusi nella provincia fantasma di Trieste, ma, agendo in modo ambiguo a livello internazionale per cercare di non violare in modo troppo palese il trattato di pace incondizionato del 1947, il trattato che l'Italia ha firmato come Stato perdente al cospetto di altri 25 paesi firmatari associati.


POLITICA INTERNAZIONALE SOTTOPOSTA AL FALSO PROCESSO DI PACE E SICUREZZA:

1)-IL FALSO GRIDO DI PACE E SICUREZZA CI SARÀ, il nuovo ordine mondiale forse potrebbe esserci in via ufficiale, ma probabilmente, non su tutto il globo, tuttavia, la terza guerra mondiale con armi di distruzione di massa ad oltranza da parte delle superpotenze, non ci sarà! (Copiati e incollati):"Onesto è colui che cambia il proprio pensiero per accordarlo alla verità. Disonesto è colui che cambia la verità per accordarla al proprio pensiero". Proverbio Arabo Nei media alternativi si sta sviluppando quasi il culto di Putin. Per loro, egli rappresenta un uomo con la forza e la convinzione di dire ai banchieri internazionali di andare al diavolo. Secondo questi analisti, in buona fede ma fuori strada, Putin sta avendo successo lì dove altri leader mondiali hanno fallito (John F. Kennedy, Hussein, ecc.). Per quanto sia romantico e piacevole immaginare un super-eroe che salva il mondo dai banchieri cattivi, niente può essere più lontano dal vero. Che Putin ne sia consapevole oppure no, sta facendo completamente il gioco dei capoccioni della BRI (Banca per i Regolamenti Internazionali, in inglese BIS), e tutto si sta svolgendo secondo il loro piano. Questo articolo argomenta il fatto che, sebbene Putin sembri resistere al sistema bancario internazionale ad un livello superficiale, ad un livello più alto egli ne è controllato. […] Prima di analizzare come Putin sia in processo di mettersi al comando della scacchiera internazionale, dobbiamo brevemente ricordare come il sistema bancario internazionale è organizzato. Livello 1: La Banca per i Regolamenti Internazionali: Il sistema bancario internazionale ha 3 livelli principali. I direttori esecutivi di questo grande schema economico, ovvero la BRI, con sede a Basilea, siedono a capotavola. La BRI stabilisce la politica economica globale manipolando i tassi di cambio delle valute (es. FMI), fissando i tassi di sconto, scegliendo quali nazioni vinceranno e quali perderanno, ecc. La missione della BRI è di far marciare le banche centrali del mondo verso il NWO da essa controllato. Livello 2: Le banche centrali. Il secondo livello di potere consiste nelle banche centrali mondiali, compresa la Federal Reserve, la quale è una cabala non eletta di banchieri privati che hanno sottratto il potere finanziario al Congresso e controllano il denaro della nazione. Succede lo stesso in ogni paese. Ovviamente, se un’entità controlla il denaro di un paese, controlla anche chi usa il suo denaro, tramite la creazione di un sistema predatorio di schiavitù del debito. […]. Le banche mondiali prendono ordini dalla BRI, perché la monetizzazione della valuta legale controllata da ogni banca centrale viene determinata dalla BRI. Livello 3: L’industria bancaria nazionale: Il terzo livello di questo empio sistema è costituito dalle istituzioni finanziarie di una nazione. Nel caso degli USA, la Goldman Sachs, le altre banche d’affari minori così come le megabanche (es. Bank of America, Chase, Wells Fargo, ecc.) Questi istituti implementano le politiche decise a Basilea. Le banche d’affari portano avanti la gestione quotidiana delle politiche che provengono dalla BRI. Infine, ci sono tutti gli altri, ovvero il gregge che non sa nulla di come funzioni tutto questo. Non illudetevi che si sviluppi all’improvviso la consapevolezza; la maggioranza di noi è troppo immersa nel sistema per raggiungere questo livello di conoscenza. Il progetto per costruire il New World Order Dall’accordo di Bretton Woods nel 1944, che ha istituito il dollaro come valuta di riserva mondiale e di conseguenza reso gli USA il poliziotto del mondo, gli americani hanno goduto del dominio economico perché, per comprare energia, il mondo doveva comprare dollari dalla Federal Reserve. Dopo l’abbandono dello standard aureo per la valuta legale, gli USA sono stati l’unica nazione a godere appieno di una valuta solvibile, e il loro tenore di vita ha rispecchiato questo status. Agli americani è stato concesso questo status privilegiato perché è stato loro compito, per conto della BRI, mettere insieme coalizioni di banche centrali per costringere le nazioni ribelli a conformarsi a questo sistema. E quando una nazione, come la Libia o l’Iraq, ha provato a rifiutare le politiche di schiavitù del debito di queste banche, i loro leader sono stati assassinati e i loro popoli sono diventati schiavi vincolati al debito. I costi per l’America consistono in: guerra perpetua, debito enorme e reputazione di “Grande Satana”. Praticamente tutti i paesi sono diventati vittime di questa tirannia, con due notevoli eccezioni: Russia e Cina. In misura minore, anche l’India è diventata problematica per la BRI, perché si è unita a Russia e Cina nell’usare la valuta nazionale e/o l’oro per il reciproco commercio, anziché il dollaro “d’ordinanza”. Se la BRI vuole realizzare il suo sogno di NWO, le economie di Russia, Cina e Stati Uniti devono essere tutte fatte a pezzi. Perché, quando il mondo sarà in rovina, dal caos emergerà l’ordine. Putin è la forza principale nel rendere questo possibile. Putin ha dato scacco matto alle banche centrali del livello 2. Putin sta sconfiggendo le banche centrali mondiali in modo duplice: Da una parte, sta guidando gli sforzi di eliminare il dollaro come valuta di riserva mondiale. Questo è stato il motivo delle crisi in Siria e Iran (la vendita di petrolio in cambio di oro anziché del petrodollaro), in cui Putin ha denunciato l’operazione false flag di Obama (l’attacco con armi chimiche ai ribelli siriani) per quello che era realmente. Inoltre Putin ha ora il potere di rifiutare il pagamento in dollari per le sue vendite di gas all’Europa. Se il petrodollaro muore, cosa succederà all’economia statunitense? In quel caso, scopriremo presto perché il Dipartimento di Sicurezza Interna ha acquistato 2,2 miliardi di munizioni da usare con i suoi 2.700 trasporti corazzati. Dall’altra parte, Putin rischia di diventare il maggiore fornitore di energia del pianeta. Con il recente accordo sul gas tra russi e cinesi, Putin sta indebolendo il controllo energetico goduto dalle banche centrali fin dalla creazione dell’Arabia Saudita. Putin sta sputando in faccia alla Federal Reserve, e alle banche centrali degli altri G7, incoraggiando l’Iran a vendere il suo petrolio in cambio di oro. Questo sta provocando una rivoluzione nella finanza internazionale. Putin ha anche abbastanza forza militare, e armi nucleari, per prevenire un’invasione convenzionale diretta della sua nazione. Si è messo in condizione di controllare il fabbrisogno energetico dell’Europa, e gli europei saranno presto costretti a decidere se scaldare le loro case o rimanere alleati militari degli USA. Ciò porterà alla disintegrazione della NATO, aumentando quindi la forza militare di Putin. Putin ha davvero ucciso il New World Order? La marcia dei G7 verso la sottomissione dei poteri nazionali alle banche centrali si è arrestata completamente. Russia, Cina, India e, in misura minore, Brasile e Sud Africa stanno forgiando il loro sviluppo economico indipendente. […] Cina e Russia possiedono entrambe armi nucleari e grandi eserciti. Per il momento, il sogno del NWO sembra essere morto. Oppure no? La BRI usa la strategia “terreno mortale” di Sun Tzu. Le banche centrali dei G7 sono impotenti contro Putin, perché le ha battute in astuzia ogni volta. Ma per i capoccioni a Basilea, le cose stanno procedendo secondo il piano. Se la BRI deve sacrificare alcune delle sue banche centrali per ottenere ciò che vuole, pazienza. Per la BRI non è un problema neanche far covare le condizioni per la prossima guerra mondiale. Più di 2000 anni fa, lo stratega militare cinese Sun Tzu impartiva una conoscenza di strategia militare che viene tuttora insegnata nelle nostre accademie e facoltà. Uno dei principi base di Sun Tzu consiste nel concetto di piazzare i propri soldati in un “terreno mortale”, se si vuole che facciano del loro meglio per vincere contro ogni probabilità. L’esempio migliore che viene in mente è l’invasione della Normandia a Omaha Beach il 6 giugno 1944. Quegli uomini vennero scaricati su di una spiaggia dove non c’era possibilità di ritirata, dove si poteva lasciare la spiaggia solo morti o vittoriosi. La BRI ha impiegato la strategia di Sun Tzu nel piazzare il suo secondo livello di potere, le banche centrali, su di un terreno mortale. O le banche centrali sconfiggeranno Putin, o moriranno. Tuttavia, prima che cominci il rigor mortis, le nazioni del G7 cominceranno una guerra mondiale per la sopravvivenza economica. Di nuovo, dal caos emergerà l’ordine. La terza guerra mondiale è inevitabile: Il fatto che le banche centrali non siano riuscite a conquistare e controllare Putin ha reso la terza guerra mondiale uno scenario probabile. Mentre Putin continua il suo percorso di distruzione del dollaro come valuta di riserva mondiale, la Federal Reserve cosa farà? Ci sarà una guerra per preservare lo status quo. Cina, Russia e Stati Uniti verranno portati allo scontro, le economie mondiali saranno cancellate assieme a miliardi di vite. In seguito al prossimo olocausto globale, i supremi capi finanziari del pianeta creeranno l’ordine, il NWO, dal caos. (Sarà un caso che ogni cittadino svizzero è obbligato ad avere un posto in un rifugio antiatomico? -ndt) Che sia o no favorevole al NWO, Putin si sta comportando esattamente come previsto. Statene certi: la BRI controlla le banche centrali, la finanza mondiale e anche Putin. Il NWO è vivo vegeto.

2) SULLE SCIE CHIMICHE, la miscela secca sparsa nei cieli: CHEMTRAILS 1998: I primi a parlare di SCIE CHIMICHE sono stati i canadesi. Le prime testimonianze della presenza di strane scie bianche nel cielo risalgono al 1996 in seguito alla segnalazione di alcuni cittadini americani. Questo non significa che il fenomeno sia iniziato precisamente in quell'anno: molto probabilmente la sperimentazione ha avuto inizio diversi anni prima ma in maniera non troppo evidente. Successivamente, con l'intensificarsi della quantità delle scie anomale, alcune persone hanno iniziato ad accorgersi dello strano fenomeno e a documentarlo. Le prime foto che testimoniano la presenza di strane scie nel cielo sono state scattate a Las Vegas il 10 gennaio 1996, seguite da diverse segnalazioni provenienti da altre città statunitensi. Successivamente, anche altri Paesi hanno iniziato a segnalare la presenza di queste scie nei loro cieli: Canada, Nuova Zelanda, Australia, Messico, Haiti, Porto Rico, Cambogia, Bahamas, Sud Africa, Inghilterra, Francia, Spagna, Germania, Olanda, Svezia, Scozia e Italia. Singolare è il caso della Croazia che ha visto queste scie per la prima volta il giorno successivo alla domanda formale di adesione alla Nato. Le scie segnalate, molto diverse dalle scie di condensazione, si incrociavano tra loro a forma di "X" o "#" creando nel cielo veri e propri reticolati e rimanevano sospese nell'aria per ore e ore espandendosi a dismisura e senza dissolversi completamente. Secondo queste prime testimonianze, le scie anomale erano il risultato del passaggio di aerei bianchi e senza insegna, avvistati anche in spazi aerei non adibiti al traffico civile. La prima protesta ufficiale contro questo fenomeno è arrivata dal Canada nel 1998 quando, in seguito ad una notevole presenza di scie anomale sopra la cittadina di Espanola, gli abitanti incominciarono ad accusare problemi di salute come: letargia, forti dolori alle giunture, perdita di memoria a breve termine, disturbi alle vie respiratorie, sintomi da depressione e sintomi simili a quelli influenzali. Le lamentele furono ignorate dal Governo dell'Ontario e così alcuni cittadini, prelevarono campioni di acqua e neve dalla propria terra e commissionarono analisi di laboratorio a proprio carico. Dall'esame dei campioni prelevati risultò che essi contenevano una quantità di particolato di alluminio venti volte superiore al limite indicato per l'acqua potabile. Con le analisi di laboratorio alla mano, si ricorse quindi ad una petizione presentata al Parlamento del Governo Canadese ad Ottawa, nella quale i cittadini chiedevano chiarimenti sulla natura del fenomeno e soprattutto esigevano che cessassero le irrorazioni chimiche sopra di loro. Dopo 45 giorni il Governo canadese rispose di non essere coinvolto in tali operazioni e che l'aviazione militare non aveva concesso permessi ad altri paesi di sorvolare il territorio Canadese a tale fine. Sempre in Canada, ad Edmonton (in Alberta), dopo la comparsa di numerose scie bianche cominciarono a morire le piante di una vasta area che in breve tempo divenne arida. Ad un'analisi chimica del terreno, risultò che la sua conduttività era sette volte superiore alla norma e questo a causa della percentuale altissima di bario e alluminio. In altre zone saturate dalle scie, fra le sostanze rinvenute si riscontrano oltre ad alluminio e bario anche titanio, bromuro e batteri. Di fronte alle insistenti pressioni di numerosi cittadini americani allarmati da queste anomalie nel cielo e dai risultati delle analisi di laboratorio effettuate, le autorità americane interpellate (EPA, NASA, FAA, NOAA) affermano tutt'oggi, senza portare prove concrete, che non vi è alcunché di anomalo in queste singolari scie e che si tratta di semplici scie di condensazione formate da vapore acqueo. Nel 2001, però, lo stesso governo americano parla di "chemtrails" in un documento ufficiale. Viene presentata una proposta di legge [HR 2779] per chiedere il bando delle armi nello spazio, firmata dal democratico Dennis J. Kucinich, e sottoposta all'esame di tre commissioni (scientifica, esercito, relazioni internazionali) della House of the Representatives degli USA (l'equivalente della nostra Camera dei Deputati): lo Space Preservation Act . In questo testo, e per la prima volta in un documento ufficiale, appare il termine chemtrails. Esse vengono definite come una tipologia di arma e vengono menzionate nella sezione "armi esotiche" insieme ad altri voci quali: armi al plasma, elettromagnetiche, soniche, ultrasoniche, psicotroniche, sistemi ULF (ultra low frequency) ad alta quota, sistemi di armi laser, armi biologiche e ambientali. Lo Space Preservation Act 2001 non viene approvato. L'anno successivo viene approvato lo Space Preservaction Act 2002: il capitolo riguardante le "armi esotiche", e quindi la voce sulle chemtrails, non compare. In Italia si inizia a parlare del fenomeno chemtrails grazie alla rivista Nexus. Le prime testimonianze arrivano nel 1999 dalla provincia di Rovigo e dal padovano ma col passare del tempo si è iniziato ad osservare scie chimiche da ogni parte della penisola. La loro presenza nei nostri cieli è stata particolarmente intensa nel 2003, anno in cui si è registrata una grande siccità e un'estate particolarmente calda. Verso la fine del 2006 si è assistito ad una massiccia irrorazione mai vista prima: per settimane, senza nemmeno un giorno di sosta, scie chimiche e passaggi di aerei a centinaia e centinaia, con un impressionante intensità in alcuni giorni. I primi cinque mesi del 2007 si sono stati caratterizzati dalla presenza quasi giornaliera delle scie chimiche nel cielo. In alcuni giorni la loro presenza è stata particolarmente "discreta": alte, non particolarmente lunghe, poco persistenti, in spazi aerei "abituali". In altri giorni, invece, il loro utilizzo è stato spudoratamente evidente: basse, lunghe da orizzonte a orizzonte, persistenti nell'aria per molte ore, in spazi aerei del tutto inusuali. Un esempio eclatante è stato ciò che è avvenuto il 22 gennaio 2007. Da tutta Italia sono state pervenute segnalazioni di un abnorme numero di scie chimiche visibili anche in spazi aerei dove di solito non passano aerei di alcun tipo. Sono stati fotografati veri e propri reticolati di scie chimiche e si sono contati un numero incredibile di aerei: 5-6 al minuto. Difficilmente un tale via vai può essere riconducibile al normale traffico aereo civile, soprattutto se questo avviene in alcuni giorni si e in altri no. Anche l'ipotesi di un'operazione militare in corso è poco credibile, in quanto è inverosimile che gli aerei militari effettuino delle esercitazione sopra i centri abitati. Una situazione simile si è verificata il 7 e l'8 maggio 2007, giorni in cui si è assistito a livello internazionale ad una massiccia irrorazione. Sono pervenute segnalazioni da tutto il centro-nord d'Italia, da molto altri stati europei, dal Canada e dagli Stati Uniti. Come si spiegano tutte queste scie concentrate in questi due giorni? Condizioni favorevoli alla formazione di scie di condensazione in mezzo mondo per circa 48 ore continue? E se anche fosse… come si spiega questo intenso traffico aereo concentrato in questi due giorni? Durante i mesi estivi sono state avvistate corte e di breve durata negli stessi spazi aerei dove i primi mesi dell'anno erano lunghe e persistenti. All'interno degli stessi spazi aerei dove i primi mesi dell'anno erano tante, basse, lunghe e persistenti, durante i mesi estivi ne sono state avvistate poche, alte, corte e di breve durata. Se è vero l'alto numero di scie che vediamo è dovuto all'incremento del traffico aereo non si spiega come mai proprio nel periodo estivo, periodo nel quale le compagnie aeree mettono a disposizione più voli, si sono viste così poche scie (e aerei). Il problema delle scie chimiche quindi riguarda l'Italia e non è recente. Nel corso degli anni ci sono state diverse interrogazioni parlamentari, esposti e denunce per chiedere alle autorità dei chiarimenti. Risposte serie ottenute? Nessuna. Come mai questa ritrosia nel parlare di un fenomeno che riguarda tutti? queste scie vengano rilasciate a quote molto più basse di quelle alle quali si possono formare le normali scie di condensa, e per questo motivo dovrebbe quindi trattarsi di scie anomale prodotte con mezzi artificiali. Uno può anche verificare la frequenza degli aerei sopra la propria zona e se corrisponde a quello che vede, tuttavia, meglio guardare direttamente in cielo ed osservare l'evoluzione delle scie, in nubi sottili che non spariscono, e dopo, la formazione di nubi. Quale sia il normale traffico aereo sopra la nostra testa, il tutto ci fornirà un termine di paragone abbastanza attendibile. Un aereo che dovesse viaggiare in incognito, non dovrebbe risultare su questo sito che si basa sulle informazioni provenienti dai transponder di bordo, il cui segnale viene captato da una stazione a terra, che a sua volta immette le informazioni sulla rete. L’attendibilità di questa rete di informazioni, dipende dalla presenza o meno di stazioni riceventi a terra, tuttavia ognuno potrà verificare l’attendibilità di questo sistema nella propria zona, semplicemente verificando se a ciò che si vede sulla schermata del sito, corrisponde ciò che si può vedere in cielo. Che schifo che fanno gli illuminati, fanno di tutto e di più per convincerci che la storia delle scie chimiche e una tesi assurda di complotto. Personalmente io stesso ho osservato una specie di neve bianca sparsa come in singoli fiocchi su un lato sporgente di un muro che non spariva nonostante ci fosse qualche grado sopra zero. La polvere bianca è uno dei componenti immessi nelle scie chimiche, inoltre, negli anni 90 i cieli sopra Trieste, dove io abito, erano diversi e si vedeva molto più spesso il sole. Dalla testimonianza di una persona, oggi di, pura le nebbia in pianura padana è quasi del tutto sparita, ovviamente, causa le scie chimiche miscelate per far venire la pioggia, e quindi, tendenti a condensare in gocce o fiocchi l'umidità presente nell'aria. Nel autunno del 1914 fino al 20 dicembre, a Trieste io ho osservato molta meno brina sulle macchine, oppure, niente, quando invece avrebbe dovuto esserci, inoltre, spesso io osservo delle nubi costanti e quasi omogenee sparse per l'orizzonte e formate cosi dai venti, di giorno, alla sera, all'inizio e durante la notte e molto anche di mattina di buon ora. Anche se non sono uno scienziato, nessuno può negarmi la realtà delle scie chimiche, neanche Renzi o Napolitano in persona. NOTA: Ma, mi chiedo, io non posso dire niente sulle scie chimiche solo per il fatto che non sono uno scienziato e non ho voce in capitolo? Io non accetto questo modo di pensare, inoltre, non è giusto dover subire in “eterno” in modo del tutto passivo, e quindi, visto che la tecnologia di internet mi da la possibilità di pubblicare in rete alcuni modi di pensare e di agire, io continuo a farlo mediante i miei blog, anche se forse potrei correre qualche rischio per la mia incolumità e non essendo sicuro sul fatto che qualche autorità o politico scomodo possa usare nel modo giusto le mie analisi. NOTA: Il 10 maggio 2015 di pomeriggio ho visto anch'io nel cielo sopra il golfo di Trieste quattro scie chimiche incrociate che se fossero state un poco più verso la perpendicolare tra di loro, avendo una barca e delle penne giganti, si sarebbe potuto giocare a tria. E qui, non si tratta di una foto che io ho visto su internet, e, per quanto gli illuminati vogliano screditare le informazioni su internet. Alcune scie chimiche vengono rilasciate sopra il mare o sulla terra ferma per poi essere spostate sopra il mare i residuati, per me assolutamente questo non smentisce il fatto che, lo scopo principale delle scie chimiche è quello di ridurre la popolazione a livello mondiale, nel contempo, per ricavare del profitto immediato e nel prossimo futuro, quando per l'appunto, una sola multinazionale spera di poter avere il monopolio di tutta l'agricoltura a livello globale. Di fatto, le scie chimiche vengono sparse per le guerra mete, per favorire le interferenze della basi HARRP e forse per favorire alcune comunicazioni di carattere militar. In quanto a internet, esso è una buona fonte neutra di informazioni, tuttavia, è pieno di disinformazione e di notizie spurie, e quindi, la rete dovrebbe essere usata e letta con testa. NOTA: Generalmente tutto quello che va su, prima o poi, deve ritornare giù, ma, siccome le scie chimiche vengono emanate di continuo, a seconda del tempo che fa, comunque sia, in più o in meno il pulviscolo delle scie chimiche continua a precipitare con costanza, ovviamente, se piove lo si può respirare di meno mentre se c'è molto vento in una zona, in quei giorni potrebbe precipitare meno pulviscolo gettato sopravento.

3) LE ANALISI SU RESIDUI DI SCIE CHIMICHE HANNO TROVATO PARTICELLE METALLICHE VARIE E COMPOSTI METALLICI. Questi includono alluminio, bario, cadmio, cromo, nichel, magnesio, manganese, ferro, stronzio, titanio e zinco . I metalli più frequentemente presenti sono in alluminio e bario. Il Bario è un metallo pesante, ed i suoi composti sono molto tossici all'interno del corpo umano, la sua tossicità è simile all’avvelenamento da arsenico. Carbonato di bario e il cloruro di bario, per esempio, sono usati come veleni per topi. Acqua potabile o aria respirabile contaminati da questi metalli, in particolare di bario, indeboliscono il sistema immunitario. Come dimostrano alcune ricerche: tutte le modalità di attivazione delle cellule T (le cellule che il corpo utilizza per identificare e combattere gli invasori come batteri e virus) sono state bloccate con dosi di bario. Poco solubili in acqua, i sali di bario sono altamente tossici, provocando una grave carenza di potassio, la tossicità del bario avviene appena con una parte per milione in acqua potabile. Campioni di acqua piovana raccolta dopo spruzzate di scie chimiche hanno trovato concentrazioni di bario parecchie volte superiori. Si verificano visite al pronto soccorso e negli ambulatori medici dopo irrorazioni pesanti di scie chimiche. Queste visite di solito comportano sintomi simil-influenzali e problemi respiratori. Migliaia di persone riferiscono gli stessi sintomi nello stesso momento, in diverse località spruzzate lo stesso giorno. Quando viene inalato, il bario si asciuga e provoca danni alle mucose che rivestono il naso, trachea e polmoni. Ciò si traduce in prurito agli occhi, bruciore alla gola, tosse, asma, allergie e sangue dal naso. Respirazione continua di bario può causare una infiammazione cronica dei polmoni. Uno dei primi sintomi di intossicazione da bario (e di altri metalli pesanti) è un gusto metallico in bocca. Altri sintomi includono disturbi respiratori, pressione arteriosa elevata, rallentamento del battito cardiaco, battito cardiaco irregolare, ronzio alle orecchie, nausea, vomito, prurito, crampi muscolari, tremori muscolari e paralisi possibile. Ma le scie chimiche contengono altre particelle tossiche che sono molto più pericolose. Si tratta di piccole fibre di plastica e silicio, queste fibre sono trasparenti o traslucide, e grandi solo un paio di micron. Sono quasi invisibili alla vista umana. Tuttavia, un breve video di Google. Queste fibre in plastica e silicio vengono spruzzate in molte aree popolate di tutto il pianeta. Milioni di persone inalano queste fibre invisibili, le trovano nella loro acqua, e le mangiano con loro cibo. Decine di migliaia di vittime innocenti stanno sperimentando devastanti problemi fisici, mentali ed emozionali. Una nuova malattia, in parte causata dall'ingestione di queste fibre spruzzate, si sta diffondendo in tutto il pianeta. Si chiama morbo di Morgellons. I sintomi di solito iniziano con una eruzione cutanea, pustole iniziano e scoppiano in diverse parti del corpo, queste pustole sono uniche perché trasudano piccole fibre di plastica e pus. Questa è una reazione naturale del sistema immunitario umano per cercare di espellere una sostanza estranea. Dal momento che queste fibre sono innaturali (plastica e silicio), la pelle non riesce ad espellerle in modo efficiente. Alcune fibre rimangono bloccate nei follicoli dei capelli. Altri si raggruppano sotto la pelle, alcune si dissolvono in macchie di plastica bianca o gialla. La pelle brucia o prude, compaiono graffi, si aprono lesioni e piaghe che non si rimarginano facilmente. Coloro che soffrono di questa malattia si sentono come qualcosa che striscia sotto la pelle. Le sensazioni sono snervanti e il dolore straziante. Alcuni di coloro che sono stati colpiti si sono suicidati. QUALI SONO LE MALATTIE CHE SI POSSONO CORRELARE ALLE SCIE CHIMICHE? E' noto che le chemtrails contengono elementi chimici e biologici dannosi. E' quindi possibile collegare il massiccio spargimento di vari veleni nell'ambiente sia all'insorgenza di nuove patologie sia all'incremento di malattie un tempo meno diffuse. Una sindrome causata dalle scie chimiche è il Morgellons, un terribile morbo che si manifesta con fibre di materiali sintetici che fuoriescono dalla pelle. Questi filamenti, contenuti nelle scie chimiche, al loro interno ospitano nanostrumenti in grado di replicare il D.N.A. di insetti, virus, parassiti con cui vengono a contatto. Ecco perché la malattia insorge di solito in seguito alla puntura di un insetto. Il Morgellons, caratterizzato da un prurito insopportabile, provoca un grave deperimento dell'organismo. La connessione tra scie chimiche e Morgellons è stata appurata da vari medici tra cui la dottoressa Hildegarde Staninger, il dottor Michael Castle, il dottor Edward Spencer, il dottor Karyo. Poiché, con le scie chimiche di polvere secca, sono sparsi diversi metalli (l'alluminio, il bario, il piombo etc.), si diffondono sempre più malattie come il Parkinson e l'Alzheimer. La causa del Parkinson è probabilmente da ricercarsi nell'accumulo di metalli nell'encefalo. Anche il Parkinson, sebbene se ne sospetti un'origine genetica, è legato presumibilmente all'accumulo di metalli nel cervello. Il bario è un veleno che attacca soprattutto i muscoli, cuore compreso. Può essere all'origine di ictus a loro volta legati alla fibrillazione atriale ed all'infarto miocardico. Molte forme tumorali (ad esempio i linfomi) sono connesse all'uranio e all'etilene dibromide, quest'ultimo è un insetticida ufficialmente bandito negli Stati Uniti. Se assorbito dall'organismo, può causare danni al sistema nervoso, edemi polmonari e sintomi quali dispnea, ansia, affanno, tosse. È molto irritante per le mucose e le vie respiratorie. Il dottor Donald Scott ritiene che la fibromialgia, l'Alzheimer, la sclerosi multipla, l'encefalomielite mialgica (o sindrome da affaticamento cronico), insieme con altre affezioni neurosistemiche, siano la conseguenza dell'aggressione del micoplasma, un batterio che è stato geneticamente modificato in vari laboratori canadesi e statunitensi e quindi sperimentato sulle popolazioni inconsapevoli. I micoplasmi sono stati e vengono sparsi - ricorda Scott - soprattutto con gli aerei. Lo studioso Tom Montalk ha individuato nelle chemtrails vari batteri: lo Pseudomonas eruginosa, Enterobatteri e la Serratia marcescens. Lo Pseudomonas eruginosa è un batterio che è stato modificato geneticamente da aziende come la Pathogenesis. Se inalato, può provocare immunodepressione e danni alle cellule in cui si insedia come ospite. Gli Enterobatteri sono microorganismi comprendenti l'Enterobatterio coli, la salmonella e la Klebsiella, responsabile della polmonite. La Serratia marcescens è un patogeno molto pericoloso che determina l'insorgenza della polmonite. Questo batterio, come emerge da documenti declassificati, fu sperimentato nel 1950 sulla popolazione, ovviamente inconsapevole, di San Francisco: causò vari decessi. Altri disturbi ed affezioni meno gravi, ma non per questo da trascurare sono dovuti all'inalazione ed alla ingestione di elementi chimici e biologici di varia natura: depressione, annebbiamento mentale, stipsi, sindromi para-influenzali, stanchezza cronica, difficoltà di concentrazione, amnesie... Un altro capitolo è costituito dalle patologie causate dalle intense e costanti emissioni elettromagnetiche inquadrabili in un piano di potenziamento delle trasmissioni a fini militari. Il Professor Levis elenca le principali sintomatologie connesse all'irradiazione di onde elettromagnetiche. Queste si possono riassumere nei seguenti problemi: sintomi cutanei (prurito, eritemi, allergie); del sistema nervoso, (disturbi del sonno, ansia, cefalee, emicranie, sindromi depressive...); del sistema muscolare (crampi, dolori muscolari, astenia); del sistema cardiovascolare (aritmie, disturbi della pressione arteriosa, ictus); del sistema ormonale e di quello immunitario (riduzione della sintesi della melatonina, alterazioni delle popolazioni linfocitarie); del sistema riproduttivo (aborti spontanei); del sistema acustico (tinniti), visivo, olfattivo, digestivo. L'esposizione alle radiazioni non ionizzanti è reputata da molti scienziati all'origine di neoplasie, soprattutto leucemie. Chi da tempo sogna di fare un viaggio a Mosca per vedere la neve fioccare sulla Piazza Rossa rischia di non poter più realizzare il proprio desiderio. Per volere del sindaco la neve potrebbe infatti essere messa al bando dalla capitale della Federazione Russa, e le cupole della Cattedrale di San Basilio ricoperte da un candido velo resteranno solo un ricordo nelle vecchie cartoline offerte ai turisti. L’IDEA - Yuri Luzhkov, primo cittadino di Mosca dal 1992, ha dichiarato che senza la neve gli inverni moscoviti peserebbero meno sulle casse della città, che tra l’altro diventerebbe decisamente più vivibile. Ed è per questo che ha pensato di proporre il lancio di un programma di controllo meteorologico che, in pratica, sfrutterà le tecniche già autorizzate dall’amministrazione cittadina per «rompere le nuvole» e garantire giornate di tempo buono in occasione di feste ed eventi importanti. SPARARE ALLE NUVOLE – Così la neve sarebbe definitivamente bandita da Mosca grazie alle sostanze – di solito ghiaccio secco o nitrato d’argento – che vengono sparate nelle nuvole per indurre la pioggia ed evitare che grandini, come qualcuno fa per esempio per proteggere le vigne prima della vendemmia. Senza contare che – fa notare ancora il sindaco – un aumento delle precipitazioni gioverebbe non poco alle campagne circostanti la città, che avrebbero così raccolti più generosi. Di parere opposto sono proprio gli abitanti delle regioni confinanti, i quali temono che l’aumento delle piogge finisca col causare allagamenti e danni. Ma alla fine la politica di taglio delle spese proposta dal sindaco potrebbe avere la meglio, dato che – stando alle stime di Luzhkov – il programma per il controllo meteorologico costerebbe solamente un terzo di quanto viene speso ogni anno per ripulire la città dalla neve.

4) LA COSPIRAZIONE A LIVELLO GLOBALE: NOTA: Con il passare degli anni ci sono i meglio informati o meno sviati fin dal principio ed i pochi rimasti con le idee chiare e senza il minimo ragionevole dubbio alla fine di un ciclo, ossia, il problema, la reazione e la soluzione. Ma, se hai le idee chiare gli illuminati non riusciranno più a sviarti nemmeno con 1500 versioni sull'11 settembre 2001, avendo tu capito fin dal principio che tale evento serviva come pretesto eccellente, e quindi, essendo stato voluto. Tuttavia, in cosa consiste la vittoria temporanea degli illuminati? Al momento della soluzione i pochi rimasti con le idee chiare ed impossibili da sviare devono comunque subire per la “accettazione” della soluzione da parte della maggioranza, anche se, più o meno di malavoglia che sia, come dire: bisogna adattarsi. In realtà non è così, in quanto, se tu prendi posizione a favore di Geova Dio, il tuo modo di agire sarà sempre superiore al piano intelligente ma diabolico degli illuminati che è soltanto furbo ed oppressivo verso la moltitudine al tempo presente, ma, per gli attuali massimi sistemi, non c'è futuro duraturo. NOTA: (Copiato e incollato): Il loro potere risiede nell'occulto e nell'economia, uno dei loro motti è: "il denaro crea potere". Possiedono tutte le banche internazionali, il settore petrolifero e tutti i più potenti settori industriali e commerciali; ma soprattutto sono infiltrati nella politica e comandano la maggior parte dei governi e degli organi Sovranazionali primi fra tutti l'ONU ed il Fondo Monetario Internazionale. Fine. Un esempio del loro modo di operare è l'elezione del Presidente degli Stati Uniti, chi tra i candidati ha più Sponsor sotto forma di soldi, vince le elezioni perché con questi soldi ha il potere di "distruggere" l'altro candidato. E chi è che sponsorizza il candidato vincente? Ovviamente gli Illuminati attraverso le loro molte organizzazioni di facciata: essi fanno in modo di finanziare entrambi i candidati, per mantenere il "gioco" vivo anche se loro hanno già deciso chi sarà il vincitore e a questo assicurano più soldi. NOTA: (Copiata e incollata): Tempo fa il compianto Stefano è riuscito ad ottenere 15000 fan in pochi giorni divulgando informazioni scomode che nessuno, e dico nessuno, aveva il coraggio di dire. Appena la nostra pagina ha iniziato ad esser condivisa Stefano ed io (mi aveva chiamato per aiutarlo a divulgare la verità) abbiamo iniziato a ricevere email alcune da parte di Carmine Martino di Coscienza sveglia ed altre da parte di Daniele di Lo Sai che ci intimavano di chiudere la pagina perché quello era il loro campo e certe notizie che davamo non erano a loro gradite.Poco tempo dopo Stefano è sparito.SVEGLIATEVI i veri membri del sistema sono questi complottisti della domenica!Daniele è pagato dalla massoneria per distogliere l'attenzione del pubblico complottista con le sue ridicole manifestazioni ed i suoi ridicoli articoli! SVEGLIATEVI! Molti di voi avranno già capito di come sia opera degli illuminati il naufragio della Concordia e sapranno che non è solo un caso che i ponti della nave si chiamassero come le nazioni europee che stanno collassando.Ma l'opera degli illuminati è ancora più subdola e va oltre il simbolismo. Un pescatore locale racconta come nella notte del disastro sentisse rieccheggiare un rumore metallico, quello stesso rumore avvertito durante le frequenti esercitazioni militari svoltesi in zona. Alcuni passeggeri della nave da crociera affermano di aver incrociato sul ponte un misterioso sceicco vestito con pelli di leopardo e circondato da un harem composto da donne "giunoniche", vere e proprie amazzoni. Altri riferiscono di come quelle donne si rivolgessero a lui con l'appellativo di "Papy". Un raccoglitore di datteri dichiara di aver assistito al trafelato sbarco dello sceicco e di come le amazzoni lo chiamassero "Rais". Troppe sono le coincidenze per essere considerate ancora tali, Gheddafi non è morto e loro lo sanno. Esistono almeno dieci ottime ragioni per rivedere la versione ufficiale che le autorità e i Media ci hanno trasmesso del duplice attentato a Oslo e Utoja. Di queste, almeno sei valgono come moventi che potrebbero aver spinto coloro che sostengono un Nuovo Ordine Mondiale ad attaccare la Norvegia in modo che il sangue fungesse da monito per il futuro. Propedeutico a ciò l’entrata della Norvegia nell’Unione Europea. In estrema sintesi: la mancata adesione all’UE; lo storico accordo di cooperazione siglato nel 2010 con la Russia e solo ora entrato in vigore; un’autonomia che si rispecchia in un Governo e un’economia forte che ha resistito alla crisi; una politica pronta a riconoscere la Palestina; le risorse di petrolio e gas e gli appalti ventennali sui pozzi iracheni; la decisione di ritirare le truppe dalla Libia; la spaccatura interna alla NATO facente capo a una politica filorussa; la presenza di una loggia massonica fondamentalista di culto svedese; le esercitazioni militari del governo norvegese che “avrebbero” – come nel caso dell’11/9 e di Londra 2005 - coperto l’operato dei terroristi. Infine, la testimonianza di numerosi sopravvissuti sull’isola di Utoja che ci fosse un vero e proprio commando che avrebbe affiancato Behring Brevik nella sua follia omicida. Partiamo dall’evidenza: la mancata adesione della Norvegia all’Unione Europea. In due occasioni un referendum popolare ha bocciato l’ipotesi di entrare a far parte dei Paesi membri. Il no definitivo è arrivato nel 1994. Non solo, secondo un sondaggio il 66% della popolazione sarebbe contraria all’annessione. Su questa decisione peserebbe la crisi che hanno attraversato diversi stati membri una volta entrati nella UE. Se da un lato pesa la recente indipendenza conquistata nel 1905 dal Paese dopo secoli di unione con Svezia e Danimarca, dall’altro il controllo delle acque territoriali con la pesca e l’accesso a risorse quali petrolio e gas votano a sfavore dell’adesione: in questo caso le loro acque potrebbero essere sfruttate anche da altri Paesi europei per la pesca, mentre dall’altro riceverebbero dure sanzioni per la caccia alle balene. Avendo sottoscritto il trattato di Schengen, la Norvegia non ha problemi con gli scambi economici, mentre un’eventuale adesione all’UE sarebbe controproducente per un Paese che ha standard ben al di sopra di quelli richiesti per l’annessione. La Norvegia si è dimostrata una Nazione autonoma, ricca, forte, che ha retto la caduta dei mercati e la conseguente crisi economica. Questa indipendenza non può che intralciare l’opera di coloro che vogliono Stati deboli per un’Europa forte che sostituisca le singole autorità nazionali. Nel progetto di costituzione di un Nuovo Ordine Mondiale, professato non solo dalle dinastie quali Rockefeller e Rotschild, ma anche da politici e capi di Stato, la mancata adesione al primo step rappresentato dall’UE non può che essere visto come un ostacolo da eliminare. Non si può escludere che entro un anno, dopo questo duplice attentato, venga riproposto il referendum per l’adesione all’Unione Europea e che questa volta il sì “magicamente” prevalga. Nella geostrategia disegnata dagli USA e professata dal mentore e consigliere ombra di Obama, Zbigniew Brzezinski, emerge un rigurgito di Guerra Fredda che vede l’America come pilastro politico ed economico degli equilibri mondiali a cui si contrappone l’asse costituito da Russia e Cina, le uniche antagoniste all’espansionismo imperiale americano. A questi due blocchi si aggiungono Paesi indipendenti e forti che sembravano non aver bisogno della guida e della protezione degli USA. Che credono – o meglio credevano – di essersi ritagliate un porto sicuro fuori dalla geopolitica globale. Tra questi Libia e Norvegia sono gli ultimi esempi – seppur diversi - in ordine di tempo. La Libia di Gheddafi è stata attaccata in quella che Obama ha definito incomprensibilmente una “non guerra” per ragioni che vanno ben oltre il mancato rispetto dei diritti umani. La decisione del Colonnello di abbandonare il dollaro per riprezzare petrolio, gas e altre materie prime e di adottare così una nuova valuta, il dinaro oro, può gettare una nuova luce sulle reali motivazioni che hanno portato a questo nuovo conflitto. Soprattutto a scaricare quello che per molti Paesi, Francia e Italia in primis, era considerato un valido alleato. Trent’anni fa in un intervista rilasciata alla Principessa giapponese Nakamaru, Gheddafi aveva previsto l’intervento della CIA sul territorio libico e nel Medio Oriente per militarizzare l’area e impadronirsi delle materie prime. La decisione di riprezzare petrolio e gas – proprio come aveva fatto Saddam Hussein nel 2001 riprezzando il petrolio sull’euro - avrebbe ovviamente condotto a una svalutazione del dollaro che avrebbe messo in serio pericolo l’economia statunitense già sul baratro della bancarotta. Similmente la Norvegia si stava dimostrando troppo indipendente per gli interessi globali delle stesse elite che hanno appoggiato l’intervento in Libia. La decisione di ritirare la propria partecipazione sul territorio libico a partire dal 1 agosto di quest’anno ha portato il Ministro della Difesa britannico ad accusare il Governo norvegese – così come quello olandese- “di non fornire sufficienti forze aeree per la campagna in corso”. A ciò si aggiunge l’accordo storico stipulato con la Russia, destinato a riscrivere gli equilibri economici mondiali. Il Trattato, firmato a Murmansk il 15 settembre scorso dal Primo ministro norvegese Jens Stoltemberg e dal Presidente russo Dimitri Medvedev, definisce la linea di demarcazione delle zone di influenza economica nel Mare di Barents, secondo un criterio che assegna, alle due nazioni, parti ritenute uguali, per regolare attività che vanno dalla pesca del merluzzo allo sfruttamento dei ricchissimi giacimenti petroliferi e di gas naturale in un bacino di 175 mila chilometri quadrati. Si può capire come tale asse strategico metta a rischio gli interessi e il controllo americano sul nostro continente. Anche in questo senso il duplice attentato può essere letto come un “avvertimento” a non procedere oltre… Oltre ai giacimenti di gas e petrolio, Norvegia e Russia si sono aggiudicate tramite la Statoil Hydro e la Lukoil, l’assegnazione degli appalti ventennali su uno dei maggiori giacimenti petroliferi nel Sud dell’Iraq: una riserva di 13 miliardi di barili di petrolio. La Statoil aveva già fatto tremare le lobby americane dopo essere entrata in un partneriato con la Gazprom per il maxi giacimento di gas a Shtokman… Inoltre la Norvegia si sarebbe macchiata, secondo fonte di Ha’aretz – di aver escluso per ragioni etiche quasi un anno fa due imprese israeliane dalla partecipazione dello sfruttamento dei giacimenti di petrolio nel Mare del Nord (http://www.haaretz.com/print-edition/business/norway-government-run-pension-fund-drops-africa-israel-group-shares-1.309874). Veniamo ora alla politica estera. La Norvegia non si è solo “macchiata” della colpa di voler ritirare le sue forze aeree dalla Libia, ma si è contraddistinta per una politica giudicata da alcuni “anti NATO”. Come riportato da Gianluca Freda(http://www.comedonchisciotte.org/site/modules.php?name=News&file=article&sid=8665) secondo il Cablegate di Wikileaks, il governo norvegese sarebbe stato accusato di far parte della cosiddetta “banda dei cinque” insieme a Francia, Germania, Olanda e Spagna. Le cinque nazioni avrebbero adottato una politica filorussa, creando così una frattura interna alla NATO. Il secondo peccato della Norvegia in politica estera sarebbe l’appoggio alla causa palestinese. Qui si possono comprendere meglio le voci che hanno parlato anche in questo caso, come nell’11/9, del coinvolgimento del Mossad nel duplice attentato. Ci torneremo più avanti. Il Ministro degli Esteri norvegese, Jonas Gahr Stoere, ha dichiarato in una conferenza stampa tenutasi a Ramallah, che il suo Paese era pronto a riconoscere il futuro Stato palestinese. Non solo. Il Partito Socialista di Sinistra di Kristin Halvorsen si è spinto oltre fino a chiedere di far votare una mozione in cui si chiederebbe un’azione militare contro Israele nel caso di un’azione violenta contro Hamas a Gaza. Il che è davvero troppo anche per un Paese come la Norvegia! A ciò si aggiunge l’esclusione delle due imprese israeliane dalla partecipazione dello sfruttamento dei giacimenti di petrolio e l’accusa che il Ministro degli Esteri israeliano Avigdor Liebermann mosse alla Norvegia di adottare politiche di antisemitismo. Allora Liebermann durante una riunione ONU a New York puntò il dito proprio contro il Ministro norvegese Jonas Gahr Store parlando di una sua connivenza con Hamas. Per chi fosse ancora scettico in merito, basti pensare alla casualità del Fato (sic!) che ha visto il paladino dello causa palestinese, il Ministro Gahr Store, chiedere la fine dell’occupazione israeliana proprio giovedì scorso… a Utoja, presso il campo estivo della gioventù laburista! Che coincidenza davvero! Si capisce che l’avvertimento di Liebermann non gli era bastato… Ma il Ministro degli Esteri non è il solo ad aver rischiato la pelle nel duplice attentato. Si pensi che il Primo Ministro Jens Stoltenberg aveva mandato i propri figli a prender parte proprio al campo di Utoja. I ragazzi e Gahr Store si sono salvati. Ma costoro avranno capito il monito? La lettura “alternativa” degli eventi ci spinge a constatare come ci sia stata un’accelerazione negli attentati “simbolici”, che dovrebbero fungere da avvertimento o da causa per una reazione da parte dei Governi. Quest’ultimo fu il caso dell’11/9 che condusse il Governo a rispolverare il Patriot Act che stava ammuffendo sulla scrivania di Bush jr. in attesa che un evento straordinario – “una nuova Pearl Harbour” come l’aveva evocata Brzezinski nel 1997 – sconvolgesse a tal punto l’opinione pubblica da poter stringere il cappio della sicurezza e trovare un movente per l’occupazione dell’Afghanistan e poi dell’Iraq, i cui piani di evasione ammuffivano insieme alla bozza del Patriot Act. Le conseguenze sono storia. (Continua):

5) La Pearl Harbour auspicata da Brzezinki avvenne puntualmente l’11/9. Ma un punto su cui si è troppo poco discusso è l’esercitazione condotta dal NORAD e dal Consiglio di Stato Maggiore riguardo alla simulazioni di un ipotetico attentato aereo. Il caso volle che l’attento avvenisse poco dopo l’esercitazione, senza che NORAD, FBI e CIA riuscissero a far abbattere gli aerei che ebbero il tempo di virare verso i loro obiettivi con tutta calma sorvolando diverse basi militari… anzi! Numerosi caccia vennero mandati fuori rotta sull’Oceano Atlantico nell’ambito della fantomatica simulazione. Ora, si vede che quando un inganno funziona coloro che si nascondono “dietro il trono”, hanno deciso di esportare le modalità dei false flagcambiando solo – su necessità – il capro espiatorio. Nel caso di Oslo – proprio come già avvenuto anche a Londra per gli attentati del 2005 – la polizia anti terrorismo norvegese stava eseguendo la tipica esercitazione con tanto di scoppio di esplosivi, all’insaputa degli ignari cittadini. Ora, non essendo capitato solo una volta, la coazione a ripetere della modalità dei servizi segreti supportati dal Mossad potrebbe aver firmato anche questa pagliacciata. La fantomatica esercitazione potrebbe essere servita - come nel caso dell’11 settembre e di Londra - a far agire indisturbati i veri responsabili degli attentati, in modo che potessero piazzare gli esplosivi. Così avvenne a New York, poi a Londra, ora a Oslo. Sono note le centinaia di testimonianze di cittadini americani che l’11/9 sentirono e videro esplodere delle cariche all’interno del World Trade Center. Basti pensare all’edificio numero 7 che crollò su se stesso in pochi secondi come in una demolizione controllata SENZA neppure essere stato colpito! Ora, senza tornare sulle anomalie dell’11/9, la stessa cosa sembra sia accaduta anche a Oslo. L’esercitazione militare che si è tenuta 48 ore prima in prossimità del teatro dell’Opera, può aver benissimo coperto e permesso il piazzamento dell’esplosivo che non si è ridotto soltanto a un’autobomba ma ha colpito diversi edifici governativi. Per chi si chiede che cosa c’entri il Mossad anche in questo caso, eccovi soddisfatti: come ha spiegato Gianluca Freda, «il Mossad opera in Norvegia in cooperazione con i servizi segreti locali, sotto la copertura del cosiddetto “Kilowatt Group”, una rete d’intelligence che vede la partecipazione, oltre che di Israele e Norvegia, anche di altri paesi quali Svizzera, Svezia e Sudafrica e che si maschera – manco a dirlo – sotto la finalità di facciata della “lotta al terrorismo”». Sul Kilowatt Group quel poco che si sa è emerso da alcuni documenti della CIA: è stato fondato nel 1977 ed opera a stretto contatto con il Mossad, «The group is dominated by Israel because of its strong position in the information exchange on Arab based terror group in Europe and the Middle East». Infine, è evidente che il duplice attentato non possa essere stato commesso da un’unica persona. Non solo perché non ci sarebbe mai riuscita, sebbene Hollywood ci abbia abituato a credere a tutto. Ora, neppure Bruce Willis avrebbe potuto farcela da solo. Che un 32enne emotivamente fragile, mitomane e bugiardo, con il pallino della politica, cristiano e razzista possa essersi trasformato nella nemesi di Jason Bourne è semplicemente ridicolo. Che fosse un massone – del terzo grado! – non cambia le cose. Costui è stato evidentemente aiutato da qualcuno. I testimoni dell’isola di Utoja hanno infatti raccontato di aver sentito gli spari provenire da diverse parti, avvalorando la pista di un commando. Neppure un esaltato può agire indisturbato per un’ora e mezza con un fucile automatico! Che poi sia stato libero di agire per tutto questo tempo è un’altra questione che coinvolge la responsabilità della autorità. Ora, che a nessuno sia venuto in mente il precedente del pluriomicida australiano Martin Byrant è sintomo della superficialità con la quale vengono affrontate e trattate le notizie. Anche Bryant – fisicamente simile a Behring, biondo, carnagione chiara, occhi chiari, sguardo spiritato – è stato accusato di aver ucciso da solo il 28 aprile 1996, 35 persone nella strage tristemente più nota della storia australiana. Emotivamente fragile, narcisista, violento, all’età di 31 anni è stato fermato come unico colpevole della strage di Port Arthur. Che abbia agito da solo, anche in questo caso, è improbabile. Bryant, inoltre, era stato sottoposto da adolescente a cure psichiatriche da uno dei responsabili del progetto Tavistock in Tasmania, una sorta di MK-ULTRA inglese. Il Tavistock avrebbe agito da copertura per esperimenti sulla psiche di giovani malati così come a partire dagli anni ’50 il progetto Monarch MK-ULTRA, portato avanti dalla CIA, sperimentò come gli abusi possono creare personalità multiple su cavie umane così da dar vita a super soldati o semplici sicari mentalmente manipolabili e all’oscuro di tale controllo mentale ma attivabili sulla base di semplici ordini vocali o visivi. L’MK-ULTRA ha avuto un suo “braccio” anche in Norvergia, così come il Tavistock in Australia. Il 4 settembre 2000 il Norway Post ha rivelato come il governo norvegese iniettò LSD e altre droghe a bambini e pazienti adulti in cura psichiatrica. Alla somministrazione di sostanze psicotrope si alternavano tecniche di privazione del sonno, della fame, elettroshock, radiazioni, ipnosi e abusi fisici per creare traumi ai pazienti. Tali tecniche sono state utilizzate anche da logge deviate della Massoneria: in tali casi si parla di Masonic mind control. La loggia a cui apparteneva Behring Breivik è la famigerata St Johannes Logen St Olaus di rito svedese. L’ex Illuminato Leo Lyon Zagami che ha messo a repentaglio la sua vita per denunciare gli abusi e le pratiche occulte e sataniche di questa frangia deviata della Massoneria, è stato costretto a riparare all’estero dopo essere stato arrestato per spionaggio dalle autorità norvegesi. Egli aveva fondato nel 2006 il progetto AKER LUX e il CLUB of NOW, con lo scopo di opporsi allo strapotere di questa frangia fondamentalista della Massoneria di rito svedese. In questo senso Zagami porta avanti da anni la denuncia del Rito Svedese e del suo legame con l’O.T.O. e il satanismo in generale. La possibilità che Behring Breivik, che era soltanto un iniziato al terzo grado, possa essere stato plagiato e manipolato dalla Loggia a cui apparteneva è evidente. Come spiegato da Zagami, il Rito Svedese della Loggia deriverebbe dal Rito della Stretta Osservanza Templare, fondato nel 1756 dal barone Karl Gotthelf von Hund, la cui frangia tedesca influì, secondo Zagami, nel retroterra esoterico che diede vita al nazismo. È altrettanto evidente che il duplice attentato, che ha ora come unico capro espiatorio un giovane uomo trentaduenne, è stato un monito per la politica del Governo norvegese. Un avvertimento a cambiare rotta, a sottostare alla creazione di un nuovo ordine mondiale e a sottrarsi alla cooperazione con la Russia. Un modo per far capire che l’indipendenza non è concessa. CONFRONTO CON LA REALTÀ: ORA STATE RESPIRANDO DIBROMURO DI ETILENE, NANOPARTICOLATI DI ALLUMINIO, BARIO, STRONZIO E FIBRE DI POLIMERI CATIONICHE CON MATERIALE BIOATTIVO NON IDENTIFICATO. L’ESPOSIZIONE CONTINUATA A LUNGO TERMINE A QUESTE TOSSINE DISTRUGGE IL SISTEMA IMMUNITARIO DEL CORPO, RENDENDOVI VULNERABILI A GRAVI INFEZIONI, MALATTIE E MORTE. Per chi dubita, la Sindrome di Morgellons è assolutamente reale. Essa è legata alla ricaduta delle Scie Chimiche, e deriva dalle tecnologia a base di nanoparticelle autoriparanti che si trova nello spray. Ufficialmente, il programma è chiamato: Geoingegneria Stratosferica ad Aerosol Recentemente, alla nostra manifestazione di Settembre anti-vaccini ho incontrato un padre agli ultimi stadi del Morgellons. In ogni caso, la sua vita è rovinata. Ha dovuto materialmente isolarsi dalla sua famiglia, come un lebbroso, perché è molto contagioso. I malati di Morgellons sono comunemente afflitti da fibre pelose protuberanti, nere, rosse o bianche, che si sviluppano sottopelle e crescono formando pustole disposte in modo casuale in tutto il corpo. La trama è simile alla parte inferiore di un materasso quando viene grattata, estremamente dolorosa e praticamente irreversibile. Lesioni e/o formazioni callose si formano sulle aree cutanee affette. Si stanno anche scoprendo invertebrati di tipo fibroso, vermiformi, e fibre di cellulosa, silicone, DNA, baccelli di insetti in queste vittime. Le fibre del Morgellons sono sensori (dispositivi di intelligenza artificiale), che misurano i livelli di PH e la temperatura corporea, la glicemia, i gas ematici e altre condizioni mediche - autoreplicanti prodotti in laboratorio, macchine di nanotecnologia autoriparanti (chiamati Nanosonde). La cura per i sintomi del Morgellons è lenta, con risultati variabili. È indispensabile mantenere adeguati livelli di alcalinità (superiori di 2/3 all’acidità) con un mantenimento quotidiano – con dosi regolari di Aceto di Mele Biologico. Il problema è che questa è una malattia molto insidiosa, programmata scientificamente per sconfiggere la vostra struttura cellulare e il sistema immunitario nel suo complesso. Dobbiamo scoprire chi c’è dietro al programma, e condurli tutti di fronte alla giustizia, assicurandoci, nel contempo, che le stesse scie chimiche siano bandite per sempre. Meritiamo di essere lasciati in pace, a vivere in modo naturale le nostre vite, senza dover vegetare in una condizione cronica di malattia. È a questo che tutto ciò ci porterà, se non contrattacchiamo adesso. La Sindrome di Morgellons è stata sviluppata ad un livello 5 di Armi Biologiche di Laboratorio; il suo obiettivo: VOI. I ricercatori del Morgellons, la dottoressa Hildegaard Stanninger e il dottor Karjoom, hanno annunciato la scoperta di nano-macchine autoreplicanti “che corrono senza controllo” nei corpi delle vittime del Morgellons. http://rense.gsradio.net:8080/rense/special/rensemorgellons7.mp3 Scoperta computazionale di strutture autoreplicanti prive di istruzioni in automi cellulari - Sommario: I modelli di automi cellulari, nella storia, hanno costituito un approccio importante nello studio delle proprietà dei processi informativi di autoreplicazione. Qui esploriamo la fattibilità dell’adozione di una programmazione genetica, in modo che, quando viene data una configurazione iniziale abbastanza arbitraria agli automi cellulari, essa genererà automaticamente un insieme di regole che faranno replicare la suddetta configurazione. Abbiamo scoperto che questo approccio funziona in modo sorprendentemente efficace per le strutture fino a 50 o più componenti. I meccanismi di replicazione scoperti dalla programmazione genetica funzionano in modo decisamente diverso da quelli dei replicatori del passato, progettati manualmente. Non vi è alcuna sequenza di istruzioni o braccio di costruzione identificabile, le strutture di replicazione generalmente traducono e ruotano mentre si riproducono, e si dividono attraverso un processo simile alla fissione, che coinvolge operazioni altamente parallele. Questo rende la replicazione molto rapida, e non è possibile identificare quale discendente sia il genitore e quale il figlio. La capacità di generare automaticamente strutture auto-replicanti di questo tipo ci ha permesso di esaminare i replicanti risultanti, in quanto le loro proprietà variavano sistematicamente. Inoltre, ha dimostrato la possibilità di produrre replicanti che depositavano simultaneamente strutture secondarie mentre si replicavano, come in alcuni modelli del passato progettati manualmente. Concludiamo che la programmazione genetica è uno strumento potente per studiare auto-replicanti che possono anche essere redditizi se usati in contesti differenti dagli spazi cellulari. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/19857141 L’EUGENETICA LEGATA ALLA RICERCA SULLE ARMI BIOLOGICHE AVVOLTA IN UN CAPPIO: ‛l’NHLBI rinnova I programmi di ricerca sulle nanotecnologie - 65 milioni di dollari in contratti per coadiuvare l’individuazione precoce della malattia, la consegna delle terapie. Il National Heart, Lung, and Blood Institute (NHLBI), parte del National Institutes of Health, offre 65 milioni di dollari per rinnovare i suoi Programmi per la Ricerca sulle Nanotecnologie, per aiutare i ricercatori a sviluppare strumenti basati su materiali progettati a livello molecolare per identificare ed attuare cure per le malattie cardiache, polmonari ed ematiche. I quattro contratti, che saranno finanziati per cinque anni, porteranno chimici, ingegneri e scienziati fisici e della materia, insieme con medici, biologi, ricercatori clinici dei campi di ricerca cardiologico, polmonare ed ematologico. Questi team interdisciplinari creeranno soluzioni nanotecnologiche per progetti come l’individuazione delle infezioni polmonari e la riparazione dei danni tessutali al cuore. http://www.nih.gov/news/health/sep2010/nhlbi-29.htm L’ATTUALE STRUTTURA NANOTECNOLOGICA NELLO SVILUPPO DI LABORATORIO: ‛L’organizzazione spaziale in nano-scala dei materiali metallici ed altri inorganici in oggetti 1D è un compito chiave nella nanotecnologia. Fibre e tubi su nano-scala sono modelli utili per questa organizzazione a causa della loro organizzazione intrinseca 1D. Le molecole biologiche fibrillari e gli insiemi biomolecolari sono eccellenti supporti fisici sui quali organizzare il materiale inorganico. Inoltre, questi assemblati biologici possono facilitare un’organizzazione di alto grado e un orientamento specifico delle strutture inorganiche, grazie al loro utilizzo di proprietà di riconoscimento biologico altamente specifiche. In questa mini recensione descriverò l’uso di biomolecole e insiemi biomolecolari, tra cui DNA, proteine, peptidi e perfino particelle virali, che sono modelli straordinari per l’organizzazione 1D dei materiali inorganici in filamenti. Questo varia da semplici tentativi di deposizione aelettrica su modelli biologici inerti all’uso avanzato di motivi strutturali e specifiche interazioni proteina-DNA per nano-bio-litografia, ma anche fabbricazione di compositi multistrato organici e inorganici. http://www.ncbi.nlm.nih.gov/pubmed/17181546 LA SINDROME DI MORGELLONS È ORA UNA NOTIZIA MOLTO DIFFUSA: “Riconosciamo che molte persone negli Stati Uniti e altrove siano attualmente affette da sintomi della costellazione che è stata definita Sindrome di Morgellons. Esse e i loro medici sono molto frustrati per l’assenza di prove chiare della possibilità che essa sia una condizione distinta, della sua possibile causa e del modo in cui essa può essere curata in modo efficace” US DEP’T OF HEALTH & HUMAN SERVICES “ ...caratteristici di questa condizione sono l'avere filati o fibre o materiale estraneo che proviene dalla pelle, in associazione con ferite e ulcere o sensazioni cutanee anormali come la sensazione punture di spillo, sensazione che qualcosa strisci sulla pelle. E quella è esattamente la definizione funzionale che useremo per questa analisi”. “Le persone che soffrono di questa condizione riportano una gamma di sintomi dermatologici, come eruzioni cutanee e ferite associate a sensazioni cutanee anormali come la sensazione che qualcosa strisci sulla pelle, la morda, sensazione di puntura e presenza di filamenti, fibre, altro materiale estraneo sulla cute o al di sotto di essa. Oltre a queste manifestazioni cutanee, molte persone affette riferiscono affaticamento, confusione mentale, perdita di memoria, dolori alle articolazioni e modificazioni della visione”. http://www.cdc.gov/media/transcripts/2008/t080116.htm Diario di Un Paziente Affetto dalla Malattia del Parassita di Morgellons http://www.rense.com/general63/diaryofamorgellons.htm UN MEMBRO DEL PARLAMENTO EUROPEO, FINALMENTE, SI CONFRONTA CON LE SCIE CHIMICHE: Il membro olandese del Parlamento Europeo Erik Meijer – Argomento: Le scie di condensazione degli aerei che non contengono più solo acqua ma provocano veli lattiginosi persistenti, forse dovuti alla presenza di bario, alluminio e ferro. La Commissione sa che dal 1999 la gente si è lamentata della crescente presenza nell'aria di scie di condensazione di un nuovo tipo, che a volte persiste per ore e che si diffonde in modo molto più ampio che in passato, creando veli lattiginosi che sono soprannominati ‛oscuramento aereo’’? http://www.avionews.com/index.phpcorpo=see_news_home.php&news_id=1077601&pagina_chiamante=index.php 
6) TEST BIOCHIMICI SEGRETI SUI CITTADINI INGLESI – (Copiato e incollato): Il Ministro della Difesa inglese ha trasformato ampie parti del paese in un laboratorio gigante per condurre una serie di test segreti sulla guerra batteriologica sulle persone. Un rapporto governativo appena rilasciato fornisce, per la prima volta, una esauriente storia ufficiale dei processi per le armi biologiche in Inghilterra tra il 1940 e il 1979. Molti di questi test hanno comportato il rilascio di sostanze chimiche potenzialmente pericolose e microorganismi su ampie porzioni della popolazione senza che alla gente fosse detto alcunché.Alcune famiglie nelle zone che hanno sostenuto l’impatto dei test segreti sono convinte che gli esperimenti hanno comportato, per i loro figli, difetti congeniti, handicap fisici e difficoltà di apprendimento. http://www.guardian.co.uk/politics/2002/apr/21/uk.medicalscience 1. Tra il 1955 e il 1963 gli aeroplani hanno volato dal nord-est dell’Inghilterra all’estremità della Cornovaglia lungo le coste meridionali e occidentali, facendo cadere enormi quantità di solfato di zinco e cadmio sulla popolazione.Le sostanze chimiche si sono spostate per miglia verso l’interno, la loro fluorescenza ha permesso di monitorare la diffusione. In un altro esperimento condotto usando solfato di zinco e cadmio, un generatore fu posto lungo una strada vicina a Frome, nel Somerset, da dove emise la sostanza chimica per un’ora. 2. Tra il 1961 ed il 1968 più di un milione di persone, lungo la costa meridionale dell’Inghilterra, da Torquay alla New Forest, furono esposte a batteri che comprendevano l’escherichia coli e il bacillus globigii, che simula l’antrace.Questi rilasci provenivano da una nave militare, l’Icewhale, ancorata al largo della costa del Dorset, che diffuse i microrganismi in un raggio tra le 5 e le 1o miglia. 3. Esperimenti DICE nel Dorset meridionale tra il 1971 e il 1975. Questi comportarono la diffusione nell’aria, ad opera degli scienziati militari, di imponenti quantità di batteri serratia marcescens, con un simulante dell’antrace e fenolo. 4. Batteri simili furono rilasciati nei ‛Sabotage Trials’ tra il 1952 e il 1964.Queste furono prove effettuate per determinare la vulnerabilità dei grandi edifici governativi e del trasporto pubblico agli attacchi. Nel 1956 dei batteri furono rilasciati nella Metropolitana di Londra all’ora di pranzo, lungo la Linea Nord tra Colliers Wood e Tooting Broadway. I risultati indicano che gli organismi si dispersero per circa 10 miglia. Prove simili furono condotti nelle gallerie che corrono sotto gli edifici governativi a Whitehall. 5. Gli esperimenti condotti tra il 1964 e il 1973 hanno compreso il far aderire germi ai fili delle ragnatele per controllare in che modo i germi sarebbero sopravvissuti in ambienti diversi. Queste prove furono attuate in una dozzina di luoghi in tutto il paese, compreso il West End londinese, Southampton e Swindon. Il rapporto dà anche i dettagli di oltre una dozzina di esperimenti sul campo più ridotti tra il 1968 e il ‛77. I VERI GRADI DEL POTERE – Il Progetto MK/NAOMI: Il Progetto Top Secret fu condotto negli anni ‛70 in una zona abitata da afroamericani a basso reddito che conteneva svariati edifici popolari appena costruiti. Un aereo dall’equipaggiamento speciale, in uno degli esperimenti più grandi, rilasciò 600.000 zanzare sull’area (forniti da Fort Detrick). In uno degli esperimenti di Avon Park circa 150.000 zanzare furono fatte cadere avvolte in involucri di carta progettati per aprirsi nell’impatto con il terreno. Ogni involucro conteneva circa 1000 insetti. Oltre alla Dengue, alcuni delle zanzare portavano anche la Febbre Gialla. http://www.truth-out.org/florida-dengue-fever-outbreak-leads-back-cia-and-army -experiments61565 IL PRIMO MINISTRO CANADESE LOUIS ST. LAURENT (1965) APPROVO' SEGRETAMENTE L’IRRORAZIONE INTENZIONALE E RIPETUTA, DA PARTE DEL GOVERNO, DI SOLFATO DI ZINCOE CADMIO (UN AGENTE CANCEROGENO) SULLA CITTÀ DI WINNIPEG, MANITOBA - ‛Nel 1953, il Governo Americano chiese se poteva testare una sostanza chimica sulla città di Winnipeg. Era una grande città con 500.000 persone, a miglia di distanza da tutto il resto. L’esercito americano spruzzò questa sostanza chimica cancerogena in forma attenuata all’1%, dicendo che era talmente diluita che nessuno si sarebbe ammalato gravemente; tuttavia, se le persone fossero giunte in ospedale con un raffreddore, mal di gola o tintinnio auricolare, i ricercatori avrebbero potuto determinare quale percentuale avrebbe sviluppato il cancro se la sostanza chimica fosse stata usata a piena potenza. Abbiamo individuato le prove che gli americani hanno sicuramente testato questa sostanza chimica cancerogena – solfato di zinco e cadmio – su Winnipeg nel 1953. Abbiamo scritto al Governo del Canada, spiegando che avevamo prove solide dell’irrorazione, e chiedendo di essere informati su quanto era arrivata in alto, nel governo, la richiesta di permesso per l’irrorazione. Non abbiamo ricevuto risposta. Poco tempo dopo, il Pentagono, il 14 Marzo 1997, ha tenuto una conferenza stampa in cui ha ammesso quello che avevano fatto. Gli aerei e gli autocarri dell’esercito americano rilasciarono la sostanza chimica 36 volte tra Luglio e Agosto 1953. Il Pentagono ne ebbe le statistiche, che indicavano che se la sostanza chimica rilasciata fosse stata usata pura, circa un terzo della popolazione di Winnipeg avrebbe sviluppato cancri nei cinque anni successivi’. http://www.cidpusa.org/A/mycoplasma.html#I_-_PATHOGENIC_MYCOPLASMA_Public law 105–85: sec. 1078. restrizioni all’uso di soggetti umani per la sperimentazione di agenti chimici o biologici. eccezioni: (1) Ogni scopo legato ad attività medica, terapeutica, farmaceutica, agricola, industriale o di ricerca. (2) Ogni scopo legato alla protezione da sostanze chimiche tossiche o armi o agenti biologici. (3) Ogni scopo di applicazione della legge, compreso quello relativo al controllo delle sommosse. http://www.dod.mil/dodgc/olc/docs/1998NDAA.pdf http://globalskywatch.com/chemtrails/ubbthreads.php?ubb=showflatNumber=45#Post45 Ma sì, Mario Monti è solo un tecnico. Essendo solo un tecnico se ne infischia della numerologia, ma sì. È solo un caso che sia entrato in senato l'undici novembre: 11-11-11 e che, sommando le cifre, si ottenga il 33 che, casualmente rappresenta il grado MASSONICO più alto. È un caso che la M di Mario Monti sia l'undicesima lettera dell'alfabeto e che MxM (11x11) faccia 121 che, rappresentato graficamente riproduca la piramide massonico-illuminati. Il loro piano finale è diabolico e consiste, a grandi linee, in questo. Dopo essersi finalmente accordati bene sul come, sul quando e sulle loro gerarchie interne, hanno intenzione di spingere noi che non siamo illuminati verso una violentissima rivoluzione planetaria (che avrà tra le sue cause anche il pessimo andamento dell'economia che loro controllano). Da questa rivoluzione, ovviamente, loro si terranno fuori. Questa guerra creerà un grande caos nella terra; i beni necessari per la sopravvivenza verranno a mancare. Il nemico verrà scelto per l'occasione, a seconda della convenienza ed anche questo nemico sarà all'oscuro del piano degli illuminati. Lo scopo sarò quello di impoverirci ulteriormente e renderci ancora più grati e dipendenti da loro quando interverranno in questa guerra per vincerla. Saranno i vincitori, avranno tutti i mezzi, il cibo, l'acqua, il denaro, qualunque cosa insomma e noi ci asserviremo a loro senza alcuna esitazione o senza alcuna altra scelta. Allora gli Illuminati avranno vinto. E non crediate che manchi molto. Quando ero nel NWO avevo un compito molto semplice: controllare i massoni minori. La borghesia sono secoli che si organizza in maniera sistematica, unendosi in circoli privati come le loggie massoniche e l'opus dei. Gli illuminati si sono infiltrati tra le gerarchie ed in silenzio comandano queste organizzazioni senza che esse lo sappiano. Io ero un Gran Maestro e dovevo fare in modo che i confratelli non anteponessero i loro interessi a quelli degli altri confratelli e sopratutto, non interferissero con i piani del NWO ma li assecondassero inconsciamente. Quando ciò non accadeva e non volevano correggere il tiro, questi misteriosamente morivano. Ho iniziato ad avere i primi dubbi quando venni a sapere di questo mio confratello morto con tutta la sua famiglia. Come è possibile che il Bene Superiore si persegua così? Appena espressi i miei dubbi a dei miei Fratelli Superiori iniziò il lavaggio del cervello. Passai anni in uno stato catatonico, a muovermi come un robot: "È giusto che i cieli siano irrorati di polimeri, è giusto che i vaccini causino l'aids ed il cancro, è giusto adorare Satana, è giusto... è giusto...". Un giorno venni contattato da una persona mai vista prima, che noi chiameremo Daniele, che mi aiutò ad uscirne e non senza difficoltà. Da quel momento io continuo la mia fuga e la mia campagna per la verità.-S-CI DISTRAGGONO DAL VERO PROBLEMA! METTONO IL PUNTO SULLA MONETA ELETTRONICA NASCONDENDO COSÌ IL VERO MOSTRO DEL SIGNORAGGIO! D'altronde che vi aspettavate da coloro che usano la maschera del sovversivo Guy Fawkes? Guy Fawkes era un membro della borghesia illuminata che voleva instaurare un nuovo ordine mondiale e spodestare il vecchio-D'altronde che vi aspettavate da coloro che usano la maschera del sovversivo Guy Fawkes? Guy Fawkes era un membro della borghesia illuminata che voleva instaurare un nuovo ordine mondiale e per spodestare il vecchio. Il Gruppo Bilderberg nasce nel 1952, ma prende questo nome solo nel 1954 quando il 29 maggio viene indetto il primo incontro presso l'Hotel Bilderberg di Oosterbeek in Olanda. Da allora le riunioni sono state ripetute 1 o 2 volte all'anno. All'inizio solo in Paesi Europei, ma dagli inizi degli anni '60 anche in Nord America. Tra i promotori del gruppo bisogna menzionare almeno due personaggi: sua Maestà il Principe Bernardo de Lippe di Olanda (ex ufficiale delle SS), che ne è rimasto presidente fino a quando nel 1976 ha dovuto dare le dimissioni per lo scandalo "Lockheed" e Joseph Retinger un "faccendiere" Polacco che si era costruito una fitta rete di relazioni tra personaggi della Politica e dell'Esercito a livello Mondiale. Retinger viene descritto come l'investigatore del gruppo, la sua visione era costruire un'Europa Unita per arrivare ad un Mondo unito in pace, dove potenti Organizzazioni Sovranazionali avrebbero garantito con l'applicazione delle loro ideologie, più stabilità dei singoli governi nazionali. Fin dalla prima riunione furono invitati banchieri, politici, universitari, funzionari internazionali degli Stati Uniti e dei paesi dell'Europa Occidentale per un totale all'incirca di un centinaio di personaggi, tra questi sembra anche Alcide De Gasperi. Ai tempi della costituzione l'obiettivo dichiarato ufficialmente era quello di creare l'unità Occidentale per contrastare l'espansione Sovietica. Dalla metà del secolo scorso la tecnologia umana ha fatto passi da gigante. Non so se vi rendete conto ma siamo passati dai forni a legna sino a sofisticatissimi microonde. Come mai è successa questa rivoluzione silente? Pensate che sia tutto merito nostro? Stolti. È un caso che l'inizio di questo boom tecnologico coincida con le prime segnalazioni di UFO crash?No. I rapporti umani-alieni esistono dall'alba dei tempi e sono provati dai continui ritrovamenti di pitture e testi misteriosi che ci informano su esseri venuti dal cielo, in uccelli di metallo, che aiutano i governanti infatti non è un caso che agli albori di ogni impero ci sia un misterioso protettore come non sono dei casi le somiglianza fra le mura inca e micenee e tra le piramidi maya e cinesi con quelle egizie. Ma di questo parlerò in futuro. La conoscenza va dosata. Torniamo a tempi più vicini. Penso che tutti abbiate letto del fatto di Roswell. Ora vi espongo la verità. I grigi collaborano con gli umani da tempi immemori per ottenere l'estrazione di rame ed oro ma essendo una razza pacifica preferiscono scendere a compromessi, compromessi che però raramente consistono in donazioni di sapere tecnologico. Quando una nave di vedetta si allontanava incauta dallo spazio aereo dell'alleato statunitense questo ha sganciato contro di lei dei missili per abbatterla e così rubare preziosa tecnologia. Questo è solo uno dei misteriosi avvenimenti accaduti e potrei citarne analoghi o simili anche per quanto riguarda l'altro lato della cortina di ferro. Come ho già detto: la conoscenza va dosata. Per motivi che vorrete comprendere non posso dichiarare la mia identità. Faccio il meccanico di aerei e lavoro per una nota compagnia, in uno dei centri di servizio di un grande aeroporto. Ho fatto alcune scoperte che credo troverete importanti. Prima di tutto devo spiegare alcune cose ...... sulla gerarchia nel mondo dei meccanici. È importante per quello che ho da dirvi, e per la causa per la quale state combattendo. I meccanici aspirano a lavorare su tre cose. Strumentazione di bordo, motori o comandi di pilotaggio. I meccanici addetti a questi tre settori sono considerati al massimo della scala gerarchica. Dopo di loro vengono i meccanici che lavorano sui sistemi idraulici e su quelli di aria condizionata. Poi vengono quelli che lavorano nella cabina passeggeri e in altri servizi non essenziali. Ma al fondo della scala ci stanno i meccanici e che lavorano sui sistemi di raccolta rifiuti. Nessun meccanico vuole lavorare sulle pompe, sui serbatoi, e sui condotti che servono a convogliare rifiuti dei gabinetti. Ma in ogni aeroporto dove io abbia lavorato ci sono sempre due o tre meccanici che lavorano volontariamente al sistema di rifiuti. Gli altri meccanici sono ben felici di lasciarglielo fare, per cui in tutti gli aeroporti sono sempre gli stessi due o tre meccanici ad avere quel compito. Nessuno li considera più di tanto, e gli altri meccanici non amano socializzare con quelli che lavorano ai sistemi di raccolta. In realtà, io stesso non avevo mai fatto caso a questa situazione, fino al mese scorso. Come quasi tutte le compagnie, la nostra ha degli accordi con le altre compagnie che fanno scalo al nostro aeroporto. Se loro hanno un problema con uno dei loro aerei, uno dei nostri meccanici se ne occuperà. Altrettanto, se uno dei nostri aerei ha un problema in un aeroporto dove è l'altra compagnia a gestire i servizi di manutenzione, saranno loro ad occuparsi del nostro aereo. Un giorno, il mese scorso, mi hanno chiamato per riparare un aereo di una altra compagnia. Quando è arrivata la chiamata non specificava il tipo di problema, e quando sono arrivato all'aereo ho saputo che si trattava del sistema di scarico. Al quel punto non potevo fare altro che infilarmi dentro, e cercare di risolvere il problema. Quando sono arrivato allo scomparto, mi sono accorto che c'era qualcosa che non andava. C'erano serbatoi, pompe, e tubature in più oltre a quelli previsti. Inizialmente ho pensato che avessero cambiato il sistema di scarico dei rifiuti, visto che da dieci anni non lavoravo più su questo tipo di aereo. Ma nel fare la mia riparazione, mi sono accorto che i serbatoi e le tubature supplementari non erano in nessun modo collegati al sistema di scarico dei rifiuti. Proprio in quel momento ho visto un altro meccanico della mia compagnia, e siccome era uno di quelli che lavorano normalmente su questo tipo di aereo, sono stato ben contento di lasciar finire a lui il lavoro. Mentre mi allontanavo gli io chiesto cosa fossero quegli elementi in più, e lui mi ha risposto: "tu preoccupati della parte di aereo che ti riguarda, che di questa me ne occupo io". Il giorno dopo stavo ricercando sul computer delle informazioni sugli schemi elettrici, e ho pensato di guardare anche cosa fossero quegli aggeggi in più che avevo visto. Con mio grande stupore mi sono reso conto che i manuali non riportavano assolutamente nulla di quello che avevo visto con i miei occhi il giorno prima. Mi sono persino collegato alle pagine della casa produttrice, ma non ho trovato assolutamente nulla. A quel punto mi sono deciso a scoprire a tutti i costi a cosa servisse quella roba. La settimana dopo avevamo tre nostri aerei nell'hangar per la revisione completa. Durante questi controlli ci sono meccanici che vanno e vengono dappertutto sull'aereo. Dopo aver finito il mio turno, ho deciso di dare un'occhiata al sistema di scarico di uno dei nostri aerei. Con tutti quei meccanici in circolazione ho pensato che nessuno si sarebbe accorto che ce ne fosse uno in più. E infatti l'aereo che ha scelto di guardare aveva proprio quei sistemi supplementari. Ho cominciato a seguire tubature, pompe, e serbatoi, finchè ho trovato quello che sembrava essere l'unità di controllo del sistema. Era una normalissima centralina di tipo areonautico, ma non aveva nessuna scritta al suo esterno. Vedevo i fili che andavano dalla centralina alle pompe e alle valvole, ma non c'erano i fili di comando che entravano nel box. Gli unici fili che entravano erano quelli dell'alimentazione elettrica, collegata al sistema centrale. Il marchingegno aveva un serbatoio grande e due serbatoi più piccoli. Era difficile capire bene all'interno del poco spazio che c'era, ma il serbatoio più grande aveva l'aria di contenere circa 250 litri. I serbatoi erano collegati a una valvola che entrava nella fusoliera subito dietro alla valvola di drenaggio del sistema dei rifiuti. Quando ho potuto seguire questo collegamento, sotto l'aereo, ho scoperto che era stato astutamente nascosto dietro al pannello di accesso alla valvola di drenaggio del sistema di scarico. Ho iniziato allora a seguire le tubature, partendo dalle pompe, e ho visto che portavano a una rete di tubature più piccole, che finivano nei bordi esterni delle ali e degli stabilizzatori orizzontali. Se osservate da vicino le ali di un grande aereo vedrete un gruppo di filamenti, più o meno dello spessore di un dito, che escono dal bordo posteriore delle ali. Questi filamenti servono a scaricare nell'atmosfera le cariche elettrostatiche che si accumulano su un aereo quando è in volo. Ho scoperto che le tubature del sistema misterioso erano collegate ad uno su tre di questi filamenti. Questi filamenti erano stati svuotati al loro interno, per permettere a qualunque cosa passi in quelle tubature di essere scaricata nell'atmosfera. Mentre stavo ispezionando l'ala, uno dei manager mi ha notato, e mi ha subito cacciato dall'hangar, dicendomi che il mio turno era finito, e che non mi era stato autorizzato nessuno straordinario. Nei giorni seguenti sono stato troppo occupato per poter proseguire la mia indagine. Due giorni dopo la scoperta, tardi nel pomeriggio, mi hanno chiamato per sostituire il sensore termico di un motore di un aereo che doveva decollare due ore dopo. Completato il lavoro, ho consegnato la documentazione. Mezz'ora dopo sono stato convocato dal direttore generale. Nel suo ufficio ho trovato ad aspettarmi il rappresentante sindacale e altre due persone che non conoscevo. Il direttore mi ha annunciato che era stato scoperto un grave problema. Mi ha detto che sarei stato segnalato e sospeso per aver consegnato documentazione falsificata. Mi ha messo in mano una notifica, dove si diceva che avevo consegnato documenti falsificati sul sensore del motore che avevo installato poche ore prima. Sono rimasto allibito, e ho cominciato a protestare, dicendo che il tutto era ridicolo, e che io il mio lavoro l'avevo fatto. Il rappresentante sindacale allora ha suggerito di andare a dare un'occhiata all'aereo, per vedere se si poteva chiarire la faccenda. Chiesi chi erano le altre due persone presenti, e il direttore mi disse che erano ispettori di sicurezza della compagnia aerea, ma non mi diede i loro nomi. Siamo andati all'aereo, che a quel punto doveva essere in volo, ma era invece parcheggiato sulla rampa di servizio. Abbiamo aperto il portello del motore e il rappresentante sindacale ha estratto il sensore. Ha guardato il numero di serie e ha detto che era lo strumento vecchio. A quel punto siamo andati nel magazzino ricambi, e dallo scaffale il rappresentante sindacale ha tirato giù la scatola, ancora sigillata, con il ricambio di cui avevo riportato il numero di serie, nella documentazione che avevo consegnato. Mi hanno sospeso dal lavoro per una settimana senza paga, e mi hanno detto di andarmene immediatamente. Quella sera ero in casa, a domandarmi cosa diavolo mi fosse successo, quando suonò il telefono. Una voce mi ha detto "ora lo sai cosa succede ai meccanici che ficcano il naso dove non devono. La prossima volta che metti le mani su un sistema che non ti riguarda, perdi il lavoro. Adesso però mi sento generoso, e credo che potrai tornare al lavoro molto presto". CLICK. Di nuovo, ero sconcertato. Mentre il cervello viaggiava impazzito, ho capito che quello che mi era successo doveva essere collegato direttamente all'indagine che avevo fatto sulle tubature misteriose. Il mattino dopo il direttore generale mi ha chiamato e mi ha detto che, grazie al mio eccellente passato, la mia sospensione era stata ridotta ad un solo giorno, e potevo tornare subito a lavorare. L'unica cosa che riuscivo a pensare era "che cosa stanno cercando di nascondere?", e "chi sono loro?" Quel giorno tutto procedette come se non fosse mai successo niente. Nessuno degli altri meccanici fece il minimo cenno alla sospensione, è il mio rappresentante sindacale mi disse di non parlarne con nessuno. Quella sera mi sono buttato in internet, alla ricerca di una risposta. Non mi ricordo bene il percorso che ho fatto, ma ad un certo punto sono finito su un sito che parlava di scie di condensazione legate a fattori chimici. In quel momento ho capito tutto. Ma il mattino seguente, al lavoro, ho trovato un biglietto nel mio armadietto, che era chiuso a chiave: "La curiosità è pericolosa. Non cercare in internet siti che non ti riguardano". Ci siamo. Ora lo so: loro mi controllano. Io non so che cosa "loro" stiano spruzzando, so solo che lo fanno. Immagino che utilizzino i cosiddetti "camion del miele", cioè i camion-cisterna usati per svuotare i rifiuti dei gabinetti degli aerei. Di solito gli aeroporti danno questo lavoro in appalto, e nessuno si avvicina troppo a quei camion. Chi ha voglia di stare vicino a un camion pieno di m-a? Sembra quindi logico che questi possono riempire i serbatoi di prodotto chimico, mentre svuotano quelli dei rifiuti dei gabinetti. Conoscono i piani di volo degli aerei e quindi è probabile che programmino la centralina in modo che inizi a spruzzare dopo aver raggiunto una determinata altitudine. I bocchettoni di scarico dei falsi filamenti sono così sottili che dall'aereo nessuno può comunque accorgersi di niente. 

7) (Copiato e incollato): Che Dio ci aiuti. IN MERITO ALLE SCIE CHIMICHE: Penso che voi tutti sappiate cosa sia il progetto haarp. Oltre a controllare il meteo agendo sulla ionosfera questo sistema di antenne è una nuova arma per il controllo dei terremoti."Come?" direte voi, semplice influenzando il campo geomagnetico. Per tentare di oscurare il tutto gli U.S.A. o, meglio, il N.W.O. pubblica sul suo sito i dati ma ha fatto uin errore infatti nell'occasione dei grandi terremoti in questi grafici compaiono enormi buchi. Questi terremoti non sono volti ad intimidire nazioni che resistono al nuovo ordine mondiale ma sono delle vere e proprie armi contro delle basi sotterranee nemiche. Sono noti a tutti i piani miliardari dei due blocchi durante la guerra fredda con lo scopo di costruire basi sempre più sofisticate. Il terremoto in Giappone non ha fatto altro che sollecitare una faglia vicino alla penisola russa della camchatca dove vi era una delle basi ex-sovietiche più importanti. Nella base russa si studiavano importanti armi chimiche da scatenare contro l'occidente ed il ramo occidentale degli illuminati. Spetta a voi credermi. Nel dubbio guardate i grafici dell'haarp. FINE. Tutti noi abbiamo sentito di come si sentisse Sara Tommasi: «Mi somministrano di nascosto sostanze che mi hanno fatta diventare malata di sesso - prosegue Sara Tommasi - per controllarmi mi hanno impiantato anche dei microchip». «In casa mia - aggiunge in un altro passaggio - entrano persone, spariscono cose e forse mi mettono anche dei gas. Sento un odore pesante, mi addormento e dormo tantissimo». E ancora: «C'è un sistema per uniformare una volontà comune, per mantenere lo stato delle cose in Italia. Potrebbero esserci dietro anche riti satanici». Infine, sul presidente del Consiglio Silvio Berlusconi, la showgirl dice: «Non ho mai preso soldi da Berlusconi, purtroppo no». fonte: ANSA. Questo è un chiaro esempio di controllo mentale volto a piegare il morale di una giovane, e avvenente, donna allo scopo di farla entrare nel SISTEMA. Ora voglio parlarvi di un caso ben più nascosto ossia di Selena Gomez e della sua omonima Selena Quintanilla Pérez.Selena Gomez porta lo stesso nome di Quintanilla in suo onore.La vecchia Selena era una cantante country testimone di Geova e come tutti loro era sottoposta alla manipolazione Monarch. Fu uccisa da una fan che, come dichiarato da amici della giovane, probabilmente era sottoposta a controllo mentale. Il suo secondo album si chiamò ‘Alpha’, il termine usato per la programmazione Monarch base. Ma torniamo alla giovane Selena. Selena Gomez, classe 92, inizia la sua carriera giovanissima, passando per la disney e diventando poi una stella della musica pop. Selena è seduta davanti ad uno specchio (classico attivatore del controllo mentale), mentre, parlando da sola, si congratula del fatto che presenterà gli Ema del 2011. I bambini vengono messi di fronte a specchi deformanti che li rendono più alti o più bassi a seconda della programmazione desiderata. Sotto droghe e ipnosi, i bambini non si renderanno conto della realtà fittizia che li circonda rendendo reale, la “favola” scritta all’interno della programmazione. Il programmatore può ipnoticamente creare delle allucinazioni visive, o può supportare l’illusione creata dando in mano alla piccola vittima una bambola, facedogli in realtà credere che sia un bimbo, o consegnare al bambino una matita che nell’illusione diventa un fiore. Durante la programmazione si recita molto e vi è una grande quantità di oggetti di scena. Quale bambino potrebbe riconoscere l’oro vero da quello falso? L’alterego di Selena, dall’aspetto di una scomposta e provocatoria rapper, in pesante contrapposizione con la Selena “normale”, timida e naive. La stanza rosa: Il simbolismo nel video è quasi assente, il problema è che gli illuminati sanno sempre come nascondersi alla luce del sole. Ciò che colpisce è la forte presenza del rosa: Le 2 Selena anche se completamente diverse nel modo di porsi, sono accumunate da quello che provano: entrambe si sentono le migliori. Da una parte c’è la straffotenza della rapper da una parte la fastidiosa presunzione di una rampolla snob. In un sistema standard 13x13x13 (numero massimo di personalità creabili) per la creazione di multi personalità , vengono utilizzati 13 colori. Questi sono rosa, arancio, giallo, bianco, rosso, marrone, blu, verde, nero, viola, argento, oro e platino, e chiaro: Rosa. Rappresentano gli alterego in stretto collegamento con il nucleo centrale residuo della personalità. Mantengono i reali sentimenti del “vero io” distaccati dalla programmazione trasmessa all’interno della famiglia e del culto. Questi alter ego vengono considerati deboli, perché molto emozionali e facilmente deprimibili. Sono altresì emotivamente fragili. SEX KITTEN (Ovvero come fare diventare una donna, una sottomessa schiava del sesso). Notiamo subito un reggiseno leopardato, simbolo della programmazione beta. Come ho detto poco fa, la simbologia tipica, è quasi assente, a parte per questo dettaglio che ci rivela che su di lei è stata eseguita della programmazione Monarch nel dettaglio quella beta (per la creazione di sex kitten, più avanti vedremo che nella giovane carriera della Gomez sono apparsi più volti segni di questa simbologia). CONCLUSIONE Gl illuminati stanno decidendo di uscire allo scoperto, il bombardamento mediatico con cui stanno “educando” la popolazione al loro linguaggio simbolico e alle loro “pratiche” è preoccupante. Con il passare del tempo si assisterà ad una diminuzione dell’età di queste star, nell’intento di normalizzare la sessualizzazione infantile. Questo è un obiettivo conclamato dell’agenda degli illuminati. Questa nuova moda serve nell’obiettivo di spingere le persone a dissociarsi e a non concentrarsi sulla propria personalità (in parole fiaccandoci la volontà). Finisco citando le parole della stessa Selena sul suo Alterego: “Essere lo strumento per interpretare questo personaggio è inequivocabilmente divertente. Infatti non ho mai davvero avuto il controllo artistico su questo genere di cose. [...] Lo abbiamo scelto perché ci sarebbe piaciuto fingere che fossi povera. [...] selenagomezwiki.info/selena-gomez-news/681-selena-gomez-shows-off-wardrobe-for-gangsta-rap-ema-promo-video/ E’ proprio divertente essere poveri! Un modo per difenderci dalle scie chimiche c'è ed è a portata di tutti. Ecco come si prepara il noto crystalbuster.: 1 tubo semplice di alluminio o acciaio o rame di diametro di 10/20cm. lungo 2 metri 30 Kg di graniglia di quarzo puro privo di coloranti. 30 litri circa di acqua. Si deve scavare una fossa larga 30 cm e profonda mezzo metro e versarci il quarzo per poi infilarvi il tubo sino a 30 cm di profondità ed orientarlo nella direzione di provenienza del vento più frequente nella zona. Una volta ricoperta la fossa non devi fare altro che introdurre l'acqua nel tubo e nell'area della fossa stessa. L'acqua non farà altro che funzionare da catalizzatore. Ripetere il procedimento di "annaffiamento" almeno una volta alla settimana. Purtroppo con la settima generazione di scie chimiche questo sistema si rivelerà inefficace ma ancora per circa un anno vi proteggerà. Secondo Stefano, nell'insieme dei suoi messaggi, comunque abbastanza ok, che afferma di aver appartenuto alla gang per il nuovo ordine mondiale, noi potremmo derivare da? Non trovate che sia strano che si dica sempre che discendiamo dalle scimmie o, meglio, da dei primati ancestrali e poi, quando si guardano le linee evolutive che trovate in qualsiasi libro si noti come, all'improvviso, ci sia stato un repentino aumento del volume cerebrale e che non si trovi il misterioso anello mancante che giustifichi ciò? E se noi fossimo risultati di esperimenti genetici compiuti da razze aliene a noi superiori? Però non ho prove tangibili, solo dubbi supportati da decine di racconti mitologici che parlano di divinità venute dal cielo che armeggiano con attrezzi per creare l'uomo. E se i potenti del mondo fossero a conoscenza della verità e la occultino da secoli prima facendo leva sulla religiosità e dopo sostituendo i dogmatismi religiosi con quelli scientifici? Io purtroppo non ho prove tangibili che non siano la mia parola quindi... un momento, e la teoria evolutiva dell'uomo ne ha prove? Fate voi i conti. Io vi insinuo solo il germe del dubbio. IL MIO COMMENTO: CI HA CREATO GEOVA DIO, E DI PROVE, C'È NE SONO TANTISSIME PIÙ O MENO SCHIACCIANTI, MA, ANCHE LA MANIPOLAZIONE MENTALE VERSO L'ERRATO MODO DI RAGIONARE È TANTA. Ci stiamo risvegliando sempre di più. Si chiama Max Schrems, è uno studente di legge austriaco e la stampa europea ha considerato la sua iniziativa alla stregua della pietra scagliata con la fionda da Davide contro Golia, il gigante mondiale dei social network Facebook. Schrems è riuscito a coinvolgere l’autorità garante per la privacy irlandese in una battaglia contro Zuckerberge soci per la tutela dei dati sensibili, che in Europa riguarda quasi 650 milioni di utenti. L’iniziativa che riscuote sempre maggiore successo è nata da una richiesta di accesso dello studente alle informazioni sul suo conto, che Facebook normalmente trattiene. Facebook gli ha inviato un cd room contenente 1.222 pagine di notizie sulle sue attività nel social network, seguendo quelle che sono le disposizioni normative europee. Analizzando i dati, Schrems è rimasto turbato per la quantità e qualità delle informazioni conservate. Ci vuole poco a capire che notizie come queste, spesso riservate, fanno gola a servizi d’intelligence di qualunque specie e natura, da quelli statali a quelli commerciali passando per quelli di organizzazioni terroristiche. L’audace austriaco con alcuni amici si è dato da fare promuovendo "Europe-v-Facebook”, una campagna on line con l’intento di scoprire il vaso di pandora del social network più diffuso e potente del mondo. Il sito, anche in lingua italiana, fa migliaia miglia di visitatori al giorno e c’è da scommettere che diventerà un simbolo del moderno consumatore, sempre più cittadino globale. In Italia iniziative come queste sono assenti. Il “Codice in materia di protezione dei dati personali” - D.Lgs. 30 giugno 2003 n. 196 – comunemente detto legge sulla privacy, è entrato in vigore il 1° gennaio 2004 ed è considerato da più parti un sistema inadeguato a stare al passo con le nuove tecnologie della rete, come del resto buona parte del diritto positivo, basti pensare alla legge sulla stampa che è del 1948, rivista nel 2004, ma impotente (nel bene e nel male) a disciplinare gli specifici settori della contemporanea società dell’informazione, dove chiunque può pubblicare ciò che vuole, magari allocando le informazioni visibili al mondo intero su dei server dislocati in paesi sperduti. Un tentativo globale di regolamentazione a tutela della privacy degli utenti di internet, si potrebbe attuare facendo nascere per trattato delle agenzie sovranazionali “tutelanti”, che avessero autorità su tutti gli stati aderenti. Ciò comporterebbe inevitabilmente che ogni stato cedesse un pezzo di sovranità ad un’autorità sovranazionale, operazione questa dai risvolti oscuri. Stando agli esempi sotto gli occhi di tutti, dove una finanza sovranazionale impone ormai l’agenda politica dei singoli stati, destituendo premier e dettando operazioni di macelleria sociale, riducendo governi e parlamenti ad uffici del registro, c’è da riflettere bene prima di avventurarsi su questi territori inesplorati. Nel ragionamento sin qua fatto, manca l’elemento soggettivo della questione, cioè il comportamento dell’utente della rete. E’ questa la sintesi della questione, il comportamento, l’arma da mettere in campo per limitare al massimo l’improprio utilizzo dei nostri dati sensibili, perché non dobbiamo mai dimenticare che siamo noi a fornire buona parte delle informazioni che ci riguardano. La parola d'ordine è attenzione, non abbassare mai la guardia di fronte a pc, smartphone e tablet. L'argomento dovrebbe essere trattato con i bambini in famiglia e nelle aule scolastiche. Ben vengano poi le iniziative alla Schrems per tenere alta l’attenzione dell’opinione pubblica. Sì festeggiamo l'arrivo di Monti, del salvatore Monti. Il demone Berlusconi è stato cacciato! Evviva la libertà. Ma sì, sono io a mettermi problemi per i rapporti di Monti con la Goldman Sachs e sono solo io a vederci del marcio in lui, in fondo è solo stato allevato dai gesuiti con i quali è ancora in contatto. Ma sì, che sarà mai, non è mica un massone di alto grado e quindi un illuminato. Ah, avete presente il palazzo Giustiniani che in questi giorni è al centro delle cronache perché è diventato il centro delle decisioni per il paese? Beh, è solo una coincidenza che sia la sede del Grande Oriente d'Italia.Puah, è roba da complottisti. “”Evviva monti! evviva la libertà!”” Facebook, che bel sito.Dal nulla un genio, da solo, ha creato questo paradiso per centinaia di milioni di persone. Centinaia di milioni di persone nello stesso sito, tutti che si vogliono iscrivere... tutti...Ma in fondo sono solo un complottista che vede il marcio ovunque. (Continua):

8) Lasciate perdere in fondo a quale organizzazione potrebbe mai interessare avere accesso ai dati ed alle menti di milioni di persone. È solo roba da complottisti. Oppure siete voi ciechi? Per anni sono stato membro del NWO e sono stato pure un loro schiavo mentale ma grazie alla mia auto-consapevolezza, al mio essere presente a me stesso, sono fuoruscito. Non posso dirvi molto ed al momento scrivo da dietro molti proxy ma voglio salvarvi rivelandovi i segreti degli illuminati. Esatto, gli illuminati. Sono gli illuminati a comandare il mondo dopo essersi introdotti tra i governi, gli istituti di credito, la massoneria ed anche ordini religiosi. Oggi vi parlerò delle famigerate scie chimiche. L'evidenza è sotto gli occhi di tutti ma i potenti non parlano perché è una verità scomoda. Cosa sono quelle scie anomale lasciate dagli aerei all'infuori delle rotte ufficiali?Molti di voi si sono avvicinati alla verità intuendo che sono degli "specchi" affinché si diffonda il segnale dell'haarp e che venga modificato il meteo ma non è solo questo perché ci sono differenti tipi di scie e, guardando il cielo, ve ne renderete conto anche voi. Oltre al controllo meteorologico lo scopo primario delle scie chimiche è il controllo della popolazione rendendola schiava del sistema attraverso la dipendenza verso farmaci e vaccini. È provato che le scie chimiche provochino il Morgellons ma quello che non si sa è che tale morbo è solo un effetto collaterale dovuto ad una passata generazione di composti (la quarta). I composti prevalentemente silicei contenuti nei serbatoi degli aerei in determinate, e rare, circostanze si accumulano sotto la pelle formando strutture bidimensionali complesse che provocano i sintomi. Ma a cosa servono questi composti? Semplice, ad abbattere il sistema immunitario ed a predisporci al controllo mentale. I composti di silicio, alluminio e bario (cito le concentrazioni maggiori) stimolano il sistema immunitario che è convinto di aggredire una malattia (malattia che non c'è) e che viene indebolito inducendoci a comprare farmaci su farmaci i quali agendo assieme ai depositi dovuti alle scie stimolano la corteccia cerebrale in modo che sia più ricettiva a determinati stimoli. Stimoli? Quali stimoli? Logico, tutto nella vita moderna è fatto in modo da lanciarci certi messaggi e renderci schiavi. Dalla televisione alla pubblicità sul web tutto, tutto che ci fa credere di avere bisogno di questo o quest'altro, tutto che ci fa credere che i potenti si adoperino per il nostro bene. Oltretutto non avete notato come negli ultimi anni le violenze siano aumentate? Non avete notato come gli attentati o anche le manifestazioni violente siano sempre di più? Coincidenza? Non credo infatti negli ultimi 15 anni, nella popolazione che abita in zone molto irrorate i casi di suicidio-omicidio- e stati di alterazioni violente sono aumentati del 87%. Svegliatevi, è l'unica salvezza. Il NWO assume oggi, alla luce di documentati studi, connotati davvero concreti che solo nell'apparenza o ad un indagine superficiale possono apparire misteriosi, ma sono certamente inquietanti. Una manovra globale in perfetto stile Orwelliano iniziata dai tempi antichi e messi in pratica sopratutto negli ultimi secoli. Ma chiariamo da un punto di vista filologico. Se viene definito Nuovo Ordine Mondiale dobbiamo innanzitutto chiederci se preesisteva un Antico Ordine. Rispondiamo affermativamente, l'antico ordine esisteva sin dai tempi della creazione, anche se molti oggi cominciano a perderlo seriamente di vista fuorviati dal quotidiano tam tam mediatico ormai in mano a dei poteri che tramite esso disinformano i popoli e li assoggettano a "pensieri" forzati verso la distruzione dell'interiorità. E la globalizzazione serve a prendere in mano la conduzione mentale degli umani verso uno stato di non autonomia di pensiero, azione, essere. Il paradosso è che si grida alla tolleranza deviando la concezione con il termine "uguali", ma la tolleranza è l'opposto, è per amore, accettazione delle diverse culture, popoli, pensieri.. mentre si vuole portare alla dittatura dell'uguale solo per scopi di potere. L'umano come tutto ciò che è creato è costituito da una parte di luce e una di ombra perché nel contrasto vi è la scelta e la crescita. Anche nella natura si rispecchia tali leggi date appunto per essere liberi di scegliere. Quindi l'uomo rispecchia, in un certo senso ciò che è nei cieli, dopo la morte e cioè spiriti del bene e del male, per tradurlo in modo contemporaneo equivalgono a quelle che oggi chiamiamo energie negative e positiva. Da quando esiste l'universo esiste questa lotta tra luce e tenebre e la lotta sta nel scegliere la giusta via, quella che il nuovo ordine mondiale vuole negare agli umani con svariate strategie. Sta a noi non temere di sapere, cercare e ascoltare il cuore perché lì vi è la verità che è una e da essa arriva la coscienza della scelta. Il cammino è lungo, ma la resistenza umana è ancor più grande se affiancata dalla volontà e dall'antico ordine: l'amore. David Icke, il coraggioso giornalista britannico, già redattore della BBC e di altri prestigiosi giornali che da diversi anni ci informa con i suoi libri sui poteri occulti, le loro trame e i complotti che cercano di rendere schiava l’umanità, è stato ospite a Bellaria del riuscitissimo MacroFest promosso dalla Macro Edizioni. Alle sue conferenze hanno assistito oltre 600 persone e in una pausa dei lavori abbiamo potuto scambiare un’interessante conversazione. Complimenti David, le tue conferenze hanno sempre un gran successo, come mai riesci ad interessare così tante persone? Senti, soltanto sette anni fa quando iniziarono ad invitarmi a parlare in giro mi ritrovavo a fare conferenze in Inghilterra o negli USA con poche decine di persone, sistemavo io le sedie e le rimettevo a posto alla fine. Poi, via via che approfondivo le mie ricerche e le comunicavo anche la gente che veniva ad ascoltarmi aumentava e così, oggi mi capita di parlare ad incontri con migliaia di persone. Da dieci giorni ad oggi ho parlato in Australia, Nuova Zelanda, USA, Bahamas e ora sono qui, sono passato per Londra e non sono neanche riuscito a vedere mia moglie, sono incasinato dai fusi orari e con una grande stanchezza addosso ma sono felice di essere qui. Non ho nessuna intenzione di mettermi sul pulpito e fare prediche, con queste mie conferenze cerco solo di smuovere la situazione, cerco di convincere la gente a non cercare qualcuno che gli dica cosa deve fare ma che sia in grado di decidere da se. Cosa è che ti chiedono e come è che li consigli? Quando qualcuno mi chiede: “E adesso cosa devo fare?” io rispondo sempre: “Quello che pensi vada fatto.” Tutti noi siamo come le gocce nel oceano e facciamo parte dell’infinito, perciò ognuno di noi sa bene quello che deve fare perché abbiamo tutti le stesse possibilità di trovare la nostra chiave personale per risolvere questi problemi. Abbiamo tutti gli stessi strumenti ma qualcuno lo capisce e qualcuno no. E questi ultimi pensano che non possono, che non riescono e rimangono così nella loro passività a farsi condizionare in tutto. Ogni volta che qualcuno di noi decide di fare qualcosa nella sua piena libertà è come se si togliesse un mattone da quel muro che hanno costruito per imprigionarci. Il tuo schema di piramide del potere pone al suo vertice il gruppo di quelli che tu chiami “illuminati” e che controllano tutti quelli che stanno sotto di loro. Secondo te ci sono dei potenti. Personaggi pubblici che ne fanno parte? Se stai pensando a personaggi come Bush, Berlusconi, Bin Laden ti sbagli. Loro sono solo delle marionette, degli esecutori che stanno qualche gradino più in basso. Questi personaggi stanno producendo tutta una serie di situazioni di crisi come quella che stiamo vivendo allo solo scopo di centralizzare il potere il più possibile. Dopo l’Unione Europea ora si sta facendo l’Unione Africana, il Nafta è stato solo il primo passo verso l’Unione Americana e già parlano di prossima Unione Asiatica e così poi saremo sistemati. Vanno a tappe forzate verso il totale potere di controllo sui popoli del mondo nelle mani di poche persone schiacciando i confini, le tradizioni, le culture, la storia, le costituzioni e noi non ce ne rendiamo ancora conto anzi, siamo portati a pensare che si tratta di un’evoluzione positiva. Ma ricordiamo che la centralizzazione del potere erode la libertà dell’umanità. Come vedi i fatti dell’11 settembre? L’11 settembre ha dato inizio ad un ciclo, e certamente pian piano la verità verrà fuori come l’altro giorno quando un giornalista australiano ha scritto che come minimo in Afghanistan sono già morti più civili innocenti che a New York o, come ipotizzano certi esperti che quei terribili attentati non sono stati organizzati da Bin Laden come ci vogliono far credere. Verrà il tempo in cui l’11 settembre perderà il potere che ha oggi dove le persone dicono “va bene, accettiamo tutto questo”, e quando l’appoggio di cui hanno bisogno per continuare questa guerra contro il cosiddetto “terrorismo” verrà meno inventeranno qualcosa d’altro perché le cose possano andare avanti così. Senza dubbio ci saranno altre e maggiori atrocità per giustificare lo sviluppo di questo programma diabolico. E su Bin Laden che cosa pensi? Ti dirò che la prima volta che vidi Bin Laden alla televisione dopo l’11 settembre dall’analisi del suo sguardo mi resi conto che non poteva essere un terrorista. Assolutamente no. Non c’entrava proprio niente con quanto accaduto l’11 settembre. Ma quando Bin Laden apparve di recente su Al Jazira non era lo stesso uomo che avevo visto precedentemente, era un entità completamente diversa, l’energia era completamente diversa e i suoi occhi erano totalmente differenti. Quando anni fa parlavo di clonazione e di controllo mentale e la gente mi rideva in faccia. Questo ora non succede più. Mi riferisco sempre al clonaggio di esseri umani. Oggi ci dicono che lo possono fare, ma già lo potevano fare da lungo tempo con i loro progetti e nei loro laboratori segreti con i loro esperti come il criminale nazista Mengele che hanno protetto per decenni negli USA in cambio della sua collaborazione. Mengele era un alto grado degli illuminati connesso ai Rotschild, chi fa parte di questa linea di sangue non ha le nostre stesse emozioni, sono freddi proprio come dei rettili. Realmente oggi non conosco che verità ci sia rispetto a Bin Laden, eccetto il fatto che lui non ha avuto niente a che fare con l’orchestrazione dei fatti dell’11 settembre. Potrebbe essere che Bin Laden ha imparato qualcosa durante la sua guerra antisovietica appoggiata dalla CIA. Ma che gioco sta facendo ora? Sappiamo tutti che la famiglia Bin Laden è stata socia degli Agnelli e del Gruppo Charlye che ha come suoi partner George Bush e James Baker, che era segretario di stato durante la guerra del Golfo. Ritornando a quello che dici sul controllo mentale, che tecnologie utilizzano? Naturalmente hanno tecnologie di dispositivi elettronici ultraminiaturizzati che, figurati, possono venire iniettati attraverso l’ago di una semplice siringa, poi si servono delle manipolazioni genetiche e del DNA, di particolari segnali radio ed emissioni elettromagnetiche, con il sapiente utilizzo di particolari vibrazioni che sono capaci di produrre anche per mezzo dei riti segreti di cui sono custodi. In questo modo riescono a controllare le persone, a farle pensare e agire come sta bene a loro e anche ad apparirci diversi da quei malvagi che sono in realtà. Prendiamo la musica ad esempio quella che tutti i giovani ascoltano cantata dalle star del momento. Questi personaggi come Britney Spears, Michael Jackson e Madonna sono telecontrollati, manipolati e manipolatori a loro volta. Madonna è anche stata fotografata mentre prendeva parte a riti satanici. Michael Jackson veniva abusato sessualmente fin dall’età di cinque anni da suo padre che era un noto satanista. Ma ti rendi conto che gente cattura i nostri giovani ammirano e idolatrano! A parte i testi delle loro canzoni e la musica, il lavoro che fanno per inserire vibrazioni subliminali nei brani moderni è incredibile, un grande produttore discografico che ho incontrato mi ha confidato che è una cosa molto diffusa e che in genere i cantanti e i musicisti non lo sanno ma che queste frequenze vengono aggiunte non durante il l’incisione in sala di registrazione ma mixati durante la fase di registrazione finale del disco o del CD. Così mentre noi ascoltiamo la musica che ci sembra normale questi segnali vengono captati dal nostro subconscio. John Lennon aveva scoperto tutto e stava facendo ricerche su questo scandalo, stava anche preparando un disco per farci conoscere queste problematiche. Purtroppo sono riusciti a fermarlo prima e il suo lavoro non venne mai portato alla conoscenza del pubblico. Grazie David, per tutto ciò che ci hai raccontato anche se sono tutte cose particolarmente inquietanti e, senti, è vero che ritornerai in Italia ancora e presto? Si è vero probabilmente ritornerò in Italia il prossimo maggio per una o più conferenze penso a Milano o a Roma. Sono io che ringrazio per l’intervista e saluto tutti gli amici di Nexus italiano. NOTA: L'impulso ed appetito sessuale può essere alimentato da una sostanza immessa nelle scie chimiche, come pure, la ribellione, ecc ecc.? Per il sesso molto determinante è il pensiero e quello che si vede e continua a guardare con gli occhi. MIE NOTE FINALI: Sono Stefano ed ero un membro del New World Order A volte quello che ormai sembra normale, normale non è: In Canada nella città di Espagnola nel 1998-99 una operazione militare congiunta tra Stati Uniti e Canada a causato molti disturbi di salute ai cittadini. All'inizio le autorità canadesi hanno cercato di nascondere, dimostrandosi anche il Canada, uno stato non tanto democratico e comprato dagli illuminati. Le analisi chimiche della neve rivelarono un contenuto di particelle di alluminio di sette volte superiore al limite consentito per l'acqua potabile più particelle di quarzo. Oggi di, le scie chimiche vengono sparse su tutti gli USA, in Europa ed Italia compresa, io stesso, lo scrivente, ho osservato tante volte le scie chimiche ed i risultati che dopo producono. Con le scie chimiche si può sia sopprimere la pioggia che favorirla, ma, nella mia zona di residenza, Trieste, e quindi, anche in Italia, le scie chimiche favoriscono la formazioni di nubi anomale e di nubi “normali” favorite dalle scie chimiche e la pioggia. Nel mese di luglio del 2014 ha piovuto per 25 giorni su 31, eppure, ho parlato con una persona che ritenevo un amico, e dopo avergli mostrato una scia chimica lui la ha presa alla leggera come se fosse la condensa normale lasciata dagli aerei. Anche nei cieli di Trieste si notano tutte queste scie chimiche e la formazioni di tutte queste nubi sottili anomale per poi formarsi molto di più le normali nubi che generalmente danno la pioggia, ovviamente, non sempre. Inoltre, rispetto a 15 anni fa vedo che il cielo generalmente appare come più sporco e torbido, salvo quei pochi giorni in cui la bora riesce a spazzare via anche i residuati delle scie chimiche dando il cielo terso. (A volte, il vento di bora fluisce solo a bassa quota ma di solito quando c'è vento da nord il cielo tende a pulirsi anche a quote più alte. Comunque, gli aerei che sciano le scie chimiche generalmente li vedo volare a quote più basse rispetto i normali aerei di linea, tra l'altro, con scia molto meno visibile e di brevissima durata.) NOTA: Il discorso sull'evoluzione in parte è vere in quanto la teoria dell'evoluzione evoluta fino ad oggi è una balla colossale, tuttavia, gli odierni "alieni", se ci sono, sono una progenie creata da Satana dalla vita e DNA degli stessi esseri umani che in buona parte e/o successivamente sono stati rapiti. Un disegno diabolico di Satana, come satanico è il disegno degli illuminati per portare il Nuovo Ordine Mondiale. NOTA: Saremo noi a fermare gli illuminati? Il problema è che ci sono tanti idioti e comprati che gli ubbidiscono e che si fanno comprare! Inoltre, ci sono infinite notizie, analisi e conoscenza su internet, molte coso sono vere e con le giuste sfumature, altre cose sono false o non presentate in perfetta verità, tuttavia, tutto questo fa perder molto tempo e può esasperare la persona, e quindi, è meglio conoscere l'essenziale da internet senza ossessionarsi, studiare la Bibbia e schierarsi dalla parte di Geova Dio, facendo una vita per lo più tranquilla e semplice. 

9) Io non ero ben informato e per due giorni ho creduto alla versione ufficiale, dicendo, qui non si tratta di un auto-attentato del 11 settembre, ma, dopo questa spiegazione, non ho più alcun dubbio, se l'aereo si disintegrato in tanti piccoli pezzi e sparso in un territorio troppo vasto e con troppe barriere, inoltre, le 170 vittime essendoci state comunque, ma, alla luce di questa spiegazione, molto probabilmente tutti i media, sotto la dittatura NATO, ci hanno mentito. 5 VERITA' NASCOSTE sul disastro AEREO DEL VOLO 9525: (Copiato e incollato): Germanwings (Airbus A320): l'aereo sarebbe esploso-disintegrato in volo durante un fallito test militare degli Stati Uniti con armi laser di nuova generazione. Ma i giornalisti telecomandati dalla CIA in Italia starebbero mostrando in queste ore una messa in scena in cui il co-pilota Andreas Lubitz viene fatto passare per un "DEPRESSO". E' solo un modo per distrarre il pubblico dalle evidenze oggettive. Vediamoci chiaro. PUNTO 1. Infatti, gli aerei della flotta Lufthansa-Germanwings sono tutti collegati al sistema di monitoraggio della Lufthansa Aviation Center: "è inconcepibile che non avessero notato che uno dei loro aerei di linea stava precipitando nel Sud della Francia" (vedi fonti). Infatti ufficialmente non c'è stato alcun allarme "scramble", che il centro di controllo avrebbe dovuto lanciare in caso di improvviso cambiamento di rotta. L'allarme "scramble" avrebbe comportato l'intervento sul posto di caccia intercettori nel giro di pochi minuti. Ma secondo le informazioni fornite dalle autorità e dai giornalisti subito dopo il disastro aereo, il centro di controllo non avrebbe lanciato questo allarme, poi a partire dal 27 marzo è stato affermato che l'allarme era stato lanciato ma che i caccia Mirage erano arrivati in ritardo: perché? 8 minuti erano pochi? Forse per rimediare alla prima figuraccia (peggiorandola)? O per distrarre l'opinione pubblica dalle evidenze? Le contraddizioni tra le diverse versioni ufficiali dimostrano la facilità con cui le autorità statali e i giornalisti di regime nei paesi NATO non si fanno scrupoli di mentire. Qualche giorno dopo, Lufthansa ha fatto sapere che il disastro aereo è stato frutto di un "atto ostile" coperto da una polizza assicurativa sottoscritta "per rischi di guerra", che coprirà una parte dei risarcimenti per 6 milioni e mezzo di dollari circa. Non solo. PUNTO 2. L'aereo Germanwings sembra sia esploso in aria, infatti le immagini dei soccorritori mostrano l'assenza di un punto unico d'impatto, semmai c'è una vasta area di diversi ettari, piena di rottami, situazione tipica dopo la caduta dei resti di un aereo esploso in volo. A riscontro di ciò, esiste la testimonianza di abitanti della zona fra cui il sig. Pierre Polizzi, che gestisce un camping sulle Alpi francesi nei pressi della zona dell'abbattimento dell'aereo, e che ha dichiarato all'Associated Press di aver sentito due forti boati, il primo lungo 8 secondi (l'esplosione?) e poi un secondo rumore dopo circa 30 secondi dal primo (la caduta dei detriti al suolo?). Non solo. PUNTO 3. Esercitazioni militari degli Stati Uniti in quella stessa zona aerea sembra che fossero in corso d'opera proprio nelle ore della caduta dell'aereo Germanwings, con attività di simulazione di guerra aerea con sistemi laser sperimentali ad alta energia. L'incidente sarebbe così stato causato direttamente da un test fallito del sistema di difesa aerea HELLADS degli USA contro immaginari obiettivi russi simulati, durante un'esercitazione in ambito NATO. Queste armi laser ad alta energia sarebbero in grado di fare esplodere e disintegrare in piccoli pezzi sia missili sia testate intercontinentali, ma anche un aereo in volo. In questa ipotesi, dapprima le anomalie elettriche nell'atmosfera (forse provocate da un test fallito del sistema HELLADS americano) avrebbero portato l'aereo ad una rapida discesa, e poi sarebbe avvenuta l'esplosione finale a bassa quota (vedi fonti: testimoni avrebbero sentito forti boati a bassa quota) a causa della stessa tecnologia militare. La porta della cabina di pilotaggio sarebbe stata forzata dal Comandante perché il sistema di chiusura elettronico sarebbe rimasto bloccato a causa delle anomalie elettriche, generate dal sistema HELLADS, prima della presunta esplosione-disintegrazione finale, e in corrispondenza con l'inizio della fase di discesa rapida del velivolo. Non sappiamo se ci diranno mai la verità, né pretendiamo che questa sia la verità, ma questa intanto è un'ipotesi che non potrebbero mai raccontarci, neanche se fosse confermata dalla NATO (impossibile che lo facciano). Non solo. PUNTO 4. Molti piloti tedeschi di aerei civili quel giorno si sono rifiutati di volare, forse per via di tali esercitazioni militari degli Stati Uniti nei cieli dell'Europa, e comunque solo dopo aver ricevuto la notizia del disastro aereo (se l'incidente fosse dovuto al gesto isolato di un pilota "depresso" non avrebbero avuto motivo di rifiutarsi di volare, a meno che tutti i piloti fossero depressi in massa...), infatti anche in passato esercitazioni simili sembra che abbiano dato problemi seri ai voli di aerei civili inclusi quelli della Lufthansa. "Un test simile aveva quasi causato la distruzione del Volo LH1172 della Lufthansa sulla Francia solo due settimane fa, e che esattamente come il Volo 9525 della Germanwings era disceso rapidamente prima che i piloti e i controllori del volo potessero riprenderne il controllo" (cit., vedi fonti in fondo a questo post). Inoltre, anomalie elettriche sarebbero state riscontrate in tutta l'area: Sud Francia, Svizzera e Nord Italia. Non solo. PUNTO 5. Subito dopo il disastro aereo della Germanwings, Obama si è rifiutato di incontrare il capo della NATO Stoltenberg. Come mai? Il disastro sarebbe avvenuto durante esercitazioni militari in ambito NATO e avrebbe fatto infuriare Obama per il disastro accaduto, una vera e propria tragedia per il Pentagono che ha perso anche una delle sue maggiori esperte in sicurezza e guerra elettronica (vedi fonti). La campagna giornalistica orchestrata dalla CIA in Occidente (in collaborazione con le sub-agenzie d'intelligence francese e tedesca) per incolpare il defunto co-pilota Lubitz servirebbe ad insabbiare il caso e creare un capro espiatorio. Le dichiarazioni ufficiali dei capi di Stato dei paesi NATO (Merkel, Hollande, Rajoy) avrebbero la funzione di rafforzare l'operazione di copertura mediatica messa in campo dalle agenzie d'intelligence occidentali tramite i propri giornalisti affiliati. IL VIDEO 3D Per rendere il tutto più credibile agli occhi dell'opinione pubblica, le agenzie d'intelligence hanno fatto confezionare una simulazione video 3D sugli ultimi "8 minuti" prima dello schianto, che viene mostrato in continuazione nelle tv e nei siti internet al punto da farlo sembrare reale. Però non viene spiegato che in queste situazioni il centro di controllo avrebbe dovuto lanciare l'allarme "scramble", che consiste nell'immediata spedizione di caccia intercettori che nel giro di pochi minuti controllano l'aereo in volo. Invece le autorità statali hanno raccontato che lo "scramble" non c'è stato. IL GIALLO DELLE 2 SCATOLE NERE Dal contenuto di una sola delle due scatole nere (quella che conteneva i dati di volo sembra che non avesse più la scheda di memoria) sono state diramate informazioni contraddittorie: per esempio, per decifrare le voci dei piloti ci è stato raccontato dalle tv che ci vorrà molto tempo, forse anche giorni o settimane, a causa dei rumori di fondo... mentre invece, stranamente sarebbero bastati solo pochi minuti per riconoscere il presunto "respiro" del co-pilota, diventato il capro espiatorio della strage... L'unica scatola nera mostrata al pubblico era arrugginita e sarebbe un vecchio modello non più in uso negli aerei attuali. Inoltre, la ruggine non avrebbe avuto il tempo di formarsi nel giro di così poco tempo. Anche il file audio della presunta scatola nera era stato pubblicato su Youtube e riproduceva gli ultimi 60 secondi, ma presto è stato messo offline: la registrazione della traccia audio sembra fosse stata manipolata o non era congrua con la versione ufficiale data dalle autorità statali. Una presunta copia degli ultimi 60 secondi l'abbiamo ritrovata in un blog italiano, qui: http://ow.ly/KZ3Zi La seconda scatola nera avrebbe dovuto contenere gli importantissimi dati di volo, ma inspiegabilmente le autorità statali hanno dichiarato di aver ritrovato solo l'involucro della scatola nera priva della scheda di memoria. In pratica, l'opinione pubblica è stata presa in giro in maniera da non poter avere accesso ai dati delle vere scatole nere dell'aereo; qualcosa del genere era accaduto con le 2 scatole nere recuperate intatte a seguito all'abbattimento dell'aereo malese MH17 lo scorso luglio, colpito dai caccia ucraini durante la nota operazione false-flag seguita da analoga campagna mediatica russofobica in Italia e negli altri paesi NATO-USA. IL GIALLO DEL SEGNALE RADIO LANCIATO DAL PILOTA La presunta iniziativa del co-pilota di avviare una procedura di discesa potrebbe essere spiegata, secondo questa ipotesi, come conseguenza delle anomalie elettriche generate per un presunto errore dal sistema HELLADS, prima della presunta esplosione-disintegrazione in volo a bassa quota. Il laser ad alta energia avrebbe spezzato la struttura metallica dell'aereo, disintegrandolo in massima parte, lasciando intatta la testa dell'aereo. Secondo quanto riportato dal giornale tedesco Stern, il pilota dell'aereo avrebbe lanciato un segnale radio di allarme urgente "PAN PAN" durante la rapida discesa dell'aereo (forse dovuta ad anomalie elettriche causate dall'attacco laser di HELLADS) prima della presunta esplosione-disintegrazione o comunque di raggiungere il suolo. Questa notizia è stata negata poi dalla compagnia aerea. Il segnale radio "PAN PAN" è un'allarme di urgenza che indica la trasmissione di un messaggio urgente riguardante la sicurezza di una persona o del velivolo. LA COPERTURA GIORNALISTICA ORCHESTRATA DAGLI STATI UNITI L'obiettivo principale dell’operazione di copertura giornalistica orchestrata dalla CIA e dalle sue sub-agenzie d’intelligence occidentali sarebbe quello di distrarre il pubblico da ciò che vede, costringendolo invece a concentrarsi sul soggetto presunto "depresso", capro espiatorio di tutti i mali. Strano che una persona presentata dai giornali come "gravemente depressa" insista per continuare a lavorare, pur avendo pronto un "certificato medico" per quel giorno (lo dice la versione ufficiale diffusa dalle autorità statali e dai giornalisti di regime): in genere i certificati medici si chiedono per giustificare un'assenza quando non si vuole andare a lavorare. LE PRIME NOTIZIE SONO ARRIVATE DAGLI STATI UNITI Strano che nelle indagini sia stata chiamata ad intervenire immediatamente l'FBI, inoltre, le prime notizie approfondite sono arrivate dagli Stati Uniti, dal New York Times (NYT). Sembra che a New York la sapessero lunga, molto più dei giornalisti di Parigi o di Berlino che si sono accodati. In realtà tutti i giorni i giornalisti europei affiliati alle sub-agenzie europee della CIA rilanciano gli articoli pubblicati dai giornalisti americani, fedeli alle direttive dell'ufficio stampa del Pentagono. Spesso quello che vi raccontano è di una fantasia incredibile, irreale. LE IMMAGINI DELLA ZONA DEI SOCCORSI Basterebbe guardare le foto aeree della zona dei soccorsi in cui sono stati ritrovati i piccoli pezzi dell'aereo in frantumi, eccetto la testa dell'aereo... manca un unico punto ben identificabile dell'impatto, di cui si parla ma di cui nessuno ha mai mostrato una foto che ne dimostrasse l'esistenza. Non si hanno avuto notizie neppure dei 2 grandi motori a turbine. Da ciò si capisce che l'aereo sarebbe esploso, o in parte disintegrato, in aria prima di cadere al suolo. I resti dell'aereo sono stati ritrovati in un'area di diversi ettari alle pendici del massiccio dei Trois-Eveches in Alta Provenza, una zona che sembra caratterizzata da strati di roccia calcarea. Se l'aereo avesse urtato la cima di una montagna, sarebbero rimasti i segni dell'impatto, o sarebbe rimasto un cratere, ma non si hanno avuto evidenze di questo tipo. (Continua):

10) LE DISASTROSE ESERCITAZIONI MILITARI della "NATO" - "L’abbattimento del Volo 4U9525 della Germanwings, nel sud della Francia potrebbe essere stato il “risultato diretto” di un fallito test dell’US Air Force con il suo High Energy Liquid Laser Area Defense System (HELLADS, in italiano: "Sistema di difesa a laser liquido ad alta energia", ndr) nel tentativo di abbattere un veicolo di rientro di un ICBM durante un'esercitazione militare in ambito NATO, ma che invece avrebbe finito per distruggere l’aereo civile uccidendo i 150 passeggeri a bordo" (cit.). - "Quasi 37 aerei della NATO presero parte al test missilistico degli Stati Uniti, e un solo jet militare italiano commutò il transponder sul codice di emergenza #7700 dopo aver visto il Volo 9525 della Germanwings precipitare" (cit.). - Inoltre, "la struttura militare USA-UK-EU compromette spesso i voli civili con le esercitazioni nel continente, come l’anno scorso quando circa 50 aerei scomparvero temporaneamente dai radar di Austria, Germania, Repubblica Ceca, Slovacchia, tra il 5 e il 10 giugno" (cit.). - "Il 3 febbraio un test dell’HELLADS dell’US Air Force mirò a un vecchio satellite meteo, spazzato via dall’orbita con un’esplosione causata da surriscaldamento interno" (cit.). - "Se gli occidentali volessero sapere la verità sulle innumerevoli vite distrutte dai loro capi militari in guerre simulate? Nessuno saprebbe la risposta" (cit.). (Le citazioni virgolettate, di cui sopra, sono tratte dal sito informativo Aurora, vedi fonti). LA FOLLIA MILITARISTA DEGLI STATI UNITI Il militarismo della NATO guidato dagli Stati Uniti, oltre a mettere in pericolo la sicurezza e la pace in tutta Europa, ha portato ad un continuo aumento delle spese militari e delle esercitazioni aeree nei cieli europei, con conseguenze facili da immaginare per la sicurezza dei voli civili. Queste informazioni vengono tenute nascoste all'opinione pubblica italiana ed europea per paura di rivolte della popolazione, già stremata dalla lunga crisi finanziaria a cui è stata costretta dalle leggi imposte dalle lobby bancarie e militariste di Bruxelles dove, non a caso, ha sede anche il quartier generale della NATO. # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # ##### AGGIORNAMENTO dell'1 aprile 2015 #### - NEWS UFFICIALE: per Lufthansa è stato un "atto ostile" coperto da una polizza assicurativa sottoscritta "per rischi di guerra", che coprirà una parte dei risarcimenti per 6 milioni e mezzo di dollari circa. - IL GIALLO DEI CELLULARI DEI PASSEGGERI I giornalisti europei affiliati alla CIA hanno oggi iniziato a far circolare le prime voci false sull'esistenza di video amatoriali attribuiti ai passeggeri dell'aereo, video che sarebbero stati registrati negli ultimi istanti prima del presunto schianto. Sono stati un giornale francese e un giornale tedesco a pubblicare questa falsa notizia. Infatti, le autorità statali francesi hanno subito smentito i due giornali, ma stranamente hanno anche fatto appello a chiunque possegga "illecitamente" i cellulari delle vittime, per riaverli indietro prima possibile: potete immaginare l'attendibilità di video provenienti da cellulari rubati. Solo i soccorritori e gli inquirenti potevano accedere alla zona del disastro. Le autorità americane (FBI) sono coinvolte direttamente nelle indagini. La NSA è la sub-agenzia della CIA, in cui lavorava Edward Snowden, ed è specializzata nello spionaggio delle comunicazioni private in tutto il mondo e nella produzione di contenuti digitali falsi da far circolare su internet. E' possibile che un cellulare sottratto agli inquirenti ricomparirà misteriosamente nei prossimi giorni, stavolta con un video. Fonti di questo aggiornamento: - Disastro Germanwings, spunta video degli ultimi istanti del volo. Procuratore: "Agli atti non c'è", 01/4/2015, http://www.repubblica.it/…/germanwings_video_mistero_a320…/… - Germanwings, assicuratori accantonano 300 mln di dollari per i risarcimenti, http://it.euronews.com/…/germanwings-assicuratori-accanton…/ # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # # Ghinotto di Tacco per "Informare per Sopravvivere" FONTI: - https://aurorasito.wordpress.com/…/un-test-degli-usa-avreb…/ - http://www.dailymail.co.uk/…/headlines-news-Germanwings-pla… - https://aurorasito.wordpress.com/…/obama-infuriato-per-lin…/ - http://www.scomunicando.it/…/germanwings-e-se-ci-stessero-r… - "Dopo l'incidente aereo il personale non vuole volare": http://www.corriere.it/…/germanwings-prima-tragedia-low-cos… - http://rt.com/…/165872-military-exercises-planes-disappear…/ - Mappa della zona di diversi ettari su cui sono stati recuperati i resti dell'aereo: http://images.scribblelive.com/…/4bd5f7af-8eba-4aa9-b414-e9… - La Francia chiede l’intervento dell’FBI per le inchieste sul disastro: http://www.meteoweb.eu/…/germanwings-francia-chiede…/419458/ - Il giornale tedesco Stern riporta la notizia di un presunto segnale radio d'urgenza lanciato dal pilota poco prima del disastro aereo: http://www.stern.de/…/germanwings-flugzeugabsturz-bergungsa… - Spiegazione del significato dell'allarme "PAN PAN": http://www.egmdss.com/gmdss-courses/mod/resource/view.php… - Galleria di foto aeree che mostrano l'area del disastro grande diversi ettari (manca un unico punto d'impatto, che sarebbe necessario a sostenere la tesi dell'incidente causato dal co-pilota presunto "depresso"): http://tg24.sky.it/…/airbus_germanwings_caduto_relitto_foto… - La seconda scatola nera non si trova: http://www.ilsole24ore.com/…/germanwings-ripresi-soccorsi-a… - La simulazione video diffusa dai media di regime si concentra sul bottone che blocca la porta della cabina di pilotaggio: http://www.meteoweb.eu/…/disastro-germanwings-dramm…/419542/ - Sistema HELLADS degli Stati Uniti (Sistema di difesa a laser liquido ad alta energia): http://it.wikipedia.org/…/High_Energy_Liquid_Laser_Area_Def… Il funzionamento di HELLADS consiste nel puntare l'obiettivo, che può essere un missile o un aereo, seguendolo nella sua traiettoria e riscaldandolo fino a causare l'esplosione per l'eccessiva temperatura raggiunta. - Altre informazioni sul sistema HELLADS: http://www.airforce-technology.com/…/high-energy-liquid-la…/ - L'esistenza delle armi laser ad alta energia è una realtà. Il programma di sviluppo del sistema HELLADS esiste fin dal lontano 2001. La conferma dell'esistenza di queste tecnologie in dotazione all'aviazione americana viene dal sito ufficiale dell'agenzia del governo americano, che si chiama DARPA fondata nel 1958 (Defense Advanced Research Projects Agency), qui la fonte: http://www.darpa.mil/…/High_Energy_Liquid_Laser_Area_Defens… - Il testimone: http://www.blitzquotidiano.it/…/aereo-germanwings-caduto-p…/ - altri testimoni locali confermano di aver sentito forti rumori a bassa quota: http://www.youtube.com/watch?v=mKVv_B24xAU - Riprese video della vasta area in cui sono stati ritrovati i resti dell'aereo abbattuto mostrano l'assenza di crateri d'impatto (anche 2 grandi motori a turbina sembra scomparsi) ma la presenza di materiale bruciacchiato e in fumo: http://www.youtube.com/watch?v=YYFYJzHzjzY ‪#‎germanwings‬ ‪#‎stocoicomplottisti‬ NOTA BENE: Queste ipotesi potrebbero essere vere o false, e non pretendono di essere oro colato, è tutto da verificare. Emendamenti e aggiornamenti potrebbero essere apportati nel corso dei giorni. La verità probabilmente non si saprà mai. Noi intanto la cerchiamo insieme a voi. Questo è lo spirito con cui è stato scritto questo post e ti chiediamo di rispettarlo se vuoi commentare il post. Non pretendiamo che queste ipotesi siano vere al 100%, ma le fonti citate sono verificabili e di pubblico dominio, basta andare a leggerle per vedere che abbiamo solo messo insieme una serie di notizie che contrastano con la versione filo-governativa diffusa dai giornalisti stipendiati. Non significa che siano necessariamente vere, dipende dall'attendibilità delle fonti. Forse tra 30 o 50 anni ne sapremo di più di adesso. Noi per parte nostra non ci guadagniamo nulla scrivendo qui, vi abbiamo dedicato un weekend libero di fine marzo 2015, siamo solo esseri umani attivi e critici che si pongono domande sensate e cercano risposte ragionevoli nel mare di disinformazione con cui tv e giornali ci bombardano ogni giorno. CRONOLOGIA E DATA DI STESURA DI QUESTO POST La maggior parte del post è stato scritto il 27 marzo quando le informazioni della versione ufficiale di pubblico dominio erano quelle che avevamo scritto all'epoca. Poi, nel corso del tempo, sia la versione ufficiale riferita dai media nazionali filo-governativi sia la versione ufficiale data dalle autorità statali è progressivamente cambiata, com'è normale in un evento d'attualità. ESCLUSIONE DI CONFLITTI DI INTERESSI Gli autori delle fonti citate non corrispondono agli autori di questo post. Le fonti citate nel post sono indipendenti dai gestori di questa pagina. Non raccogliamo click per poi rivendere la pagina a terzi: la pagina "Informare per Sopravvivere" esiste da anni e non è in vendita né lo sarà mai. Garantito. NOTA PER GLI SCETTICI Se volete credere ciecamente alla versione data dalle televisioni e appoggiata dai capi dei governi francesi e tedeschi (paesi NATO), siete liberi di farlo ma ciò non vi da il diritto di insultare chi la pensa diversamente. Non ci assumiamo alcuna responsabilità per l'uso improprio di questo pagina. Se odiate questo post, ignoratelo. Invece, suggerimenti e osservazioni critiche sono benvenute, anche se la pensate in maniera opposta o diversa da noi, a condizione che siate disposti a confrontarli apertamente con quelle degli altri. Grazie per la collaborazione. REGOLE PER I COMMENTI Qualsiasi insulto, diffamazione, commenti di troll che intervengono fuori argomento (off topic), tentativi di derisioni e volgarità verranno cancellati e chi li scrive verrà bannato/bloccato, nel rispetto del nostro e del vostro tempo. Grazie. ARTICOLI E CONSIDERAZIONI CORRELATE - I mezzi d'informazione europei diffondono menzogne sotto pressione della CIA americana, lo rivela Udo Ulfkotte giornalista tedesco ora pentito: http://youtu.be/Fm0HX1sDqY0 - Per l’aereo Germanwings precipitato sulle Alpi francesi la scatola nera sarebbe stata decifrata a tempo di record, in meno di 48 ore. Ma per le scatole nere recuperate intatte dai resti dell’aereo malese MH17, abbattuto nell'ex Ucraina, dopo 8 mesi non ci sono ancora i risultati delle indagini. Le 2 scatole nere sono in mano alle autorità dell'Olanda (paese della NATO) e il loro contenuto non è mai stato reso pubblico. Anche in questo caso la NATO ha nascosto all'opinione pubblica verità scomode: l'aereo malese è stato abbattuto da caccia ucraini a luglio scorso, mentre Obama e i giornalisti italiani affiliati alla CIA hanno subito scaricato le responsabilità alla Russia, ma segretato il contenuto scomodo delle 2 scatole nere. Perché? http://www.pandoratv.it/?p=3112 - La CIA ha rifiutato di rilasciare le immagini satellitari e le intercettazioni riguardanti l'abbattimento dell'aereo malese MH17: http://sputniknews.com/military/20150327/1020072414.html - Secondo le autorità statali e i giornalisti affiliati alla CIA dovremmo credere che, mentre a New York gli aerei sarebbero capaci di incendiare e far crollare interi grattacieli d'acciaio (come ci raccontarono sui fatti dell'11 settembre 2001), in Francia invece gli aerei non lascerebbero neppure l'ombra di un piccolo cratere e i 2 grandi motori a turbina (acciaio o titanio) sarebbero scomparsi inghiottiti dalle montagne. Ci credono così creduloni? - Paul Craig Roberts (ex consigliere di Reagan) spiega perché Washington sta distruggendo il mondo: http://tinyurl.com/UsaDistruggonoilMondo-Roberts - Strage del Cermis, 3 febbraio 1998: 4 piloti americani della base NATO di Aviano causarono il disastro in cui morirono 20 persone. Sono rimasti impuniti. Le autorità americane non hanno fatto nulla per punire i responsabili di quella strage e i governi italiani hanno lasciato che le basi americane continuassero le loro attività in Italia: http://espresso.repubblica.it/…/cermis-il-pilota-confessa-1… - La Verità Nascosta sulla strage di Odessa: il ruolo di "Pravy Sektor", il gruppo armato d'ispirazione neonazista appartenente alla rete della Gladio filo-americana in Ucraina, il gruppo è stato addestrato da istruttori della CIA: http://www.youtube.com/watch?v=KnqxtGxZqEY http://ow.ly/y1X41 ("La prova del 9" su Odessa) http://ow.ly/y20V7 (La verità non detta di Piazza Kulikovo, IIBC) - L'educazione razzista nelle nuove scuole ucraine è iniziata subito dopo il colpo di stato "americraino" del febbraio 2014: http://tinyurl.com/razzismoscuoleucraine - Gli Stati Uniti aiutano i neonazisti della giunta militare di Kiev da almeno un anno, alcune prove: http://tinyurl.com/UsaAiutanoNeonazistiUcraini http://tinyurl.com/UsaAiutanoNeonazistiUcraini2 - Rivelazioni di un ex funzionario americano sulla strage di Parigi: http://tinyurl.com/falseflagcharliehebdo Ghinotto di Tacco per Informare per Sopravvivere.

11) LA SCIENZA MARCIA E LA MENZOGNA GLOBALE: (Copiato e incollato, e, nessun video su questo blog, ovviamente): Le menzogne della scienza ortodossa, della medicina ufficiale, della storia. La verità sulle Scie Chimiche, sul signoraggio e sull'incombente dittatura globale del "Nuovo Ordine Mondiale". Tempo di Agire. Mi rivolgo ai miei lettori, che vogliano girare questo appello ad altri amici con la speranza di continuare tale catena virtuosa in felice progressione. Non possiamo lasciare solo chi si impegna nell’informazione su temi spinosi e segretati mettendo a rischio la propria incolumità. Dobbiamo agire. Leggi il resto dell'articolo. La disbiosi ed il cibo che cura - informazioni su dieta GAPS e dieta paleolitica. Per informazoni sul metodo di cura della dottoressa Campbell-McBride (basato sulla dieta e sui probiotici) vedi http://disbiosi.blogspot.it/ mercoledì 30 marzo 2011. Uranio impoverito in guerra, uranio radioattivo in pace: lo scandalo della Francia contaminata. Il video qui sotto è la prima parte di un'inchiesta trasmessa nel 2009 dalla rete televisiva nazionale francese FRANCE 3 intitolata "Uranio: lo scandalo della Francia contaminata", che qui potete visionare coi sottotitoli in italiano. Nel video si vede una giornalista che, armata di contatore geiger, verifica la presenza di radioattività in diversi siti francesi: rifiuti radioattivi nascosti un po' dappertutto, utilizzati anche per costruzioni pubbliche. In più di 25 dipartimenti della Francia sono stati abbandonati 300 milioni di tonnellate di rifiuti radioattivi, praticamente senza alcun controllo. Tra il 1945 ed il 2001 le miniere di uranio hanno funzionato a pieno regime per l'ente energetico nazionale. Da dieci anni sono stati abbandonati tutti i controlli su queste scorie dell'industria nucleare, inoltre è stato complicato l'iter legislativo per la risoluzione del problema. Nel video si denuncia la presenza di migliaia di tonnellate di rifiuti radioattivi ad esempio sotto il parcheggio di uno stadio di calcio, circa 70 cm sotto la pavimentazione. Residui di una lavorazione industriale che rilascia una radioattività 60 volte superiore a quella naturale, residui in certe zone abbandonati praticamente a cielo aperto, persino in zone dove anche i bambini potrebbero venire a giocare, a scavare, a manipolare terriccio radioattivo. Degli operai che hanno lavorato contribuendo (inconsapevoli) a creare questa tragica realtà molti sono morti a causa della radioattività; quelli che sono rimasti in vita confermano di essere stati incaricati di svolgere queste pericolose e criminali pratiche di avvelenamento radioattivo dell'ambiente. Se volete potete visionare su youtube anche la seconda e la terza parte del documentario. mercoledì 30 marzo 2011. Uranio impoverito in guerra, uranio radioattivo in pace: lo scandalo della Francia contaminata. Il video qui sotto è la prima parte di un'inchiesta trasmessa nel 2009 dalla rete televisiva nazionale francese FRANCE 3 intitolata "Uranio: lo scandalo della Francia contaminata", che qui potete visionare coi sottotitoli in italiano. Nel video si vede una giornalista che, armata di contatore geiger, verifica la presenza di radioattività in diversi siti francesi: rifiuti radioattivi nascosti un po' dappertutto, utilizzati anche per costruzioni pubbliche. In più di 25 dipartimenti della Francia sono stati abbandonati 300 milioni di tonnellate di rifiuti radioattivi, praticamente senza alcun controllo. Tra il 1945 ed il 2001 le miniere di uranio hanno funzionato a pieno regime per l'ente energetico nazionale. Da dieci anni sono stati abbandonati tutti i controlli su queste scorie dell'industria nucleare, inoltre è stato complicato l'iter legislativo per la risoluzione del problema.Nel video si denuncia la presenza di migliaia di tonnellate di rifiuti radioattivi ad esempio sotto il parcheggio di uno stadio di calcio, circa 70 cm sotto la pavimentazione. Residui di una lavorazione industriale che rilascia una radioattività 60 volte superiore a quella naturale, residui in certe zone abbandonati praticamente a cielo aperto, persino in zone dove anche i bambini potrebbero venire a giocare, a scavare, a manipolare terriccio radioattivo. Degli operai che hanno lavorato contribuendo (inconsapevoli) a creare questa tragica realtà molti sono morti a causa della radioattività; quelli che sono rimasti in vita confermano di essere stati incaricati di svolgere queste pericolose e criminali pratiche di avvelenamento radioattivo dell'ambiente. Se volete potete visionare su youtube anche la seconda e la terza parte del documentario. Di fronte ad una simile mostruosa opera di contaminazione della nazione francese e della sua popolazione, una contaminazione che tocca indistintamente tutte le persone senza distinzione tra età, censo e appartenenza di classe, come fare a non vedere una sistematica intenzione da parte di chi governa per esporre a pericolose fonti di radioattività i propri cittadini/sudditi? Come non vedere la convergenza tra l'uso dell'uranio impoverito in guerra e dell'inquinamento da uranio in tempi di pace? Chi nega l'esistenza delle scie chimiche spesso usa come pretesto lo pseudo ragionamento: "Se lo facessero davvero avvelenerebbero anche se stessi ed i propri familiari, quindi non possono farlo". In realtà, invece esistono prove storiche che le scie chimiche sono state utilizzate da almeno 40 anni e quello che hanno fatto con le scie chimiche l'hanno fatto anche col nucleare e con diversi altri veleni. Diversamente affermano di pensare invece i negazionisti della rete nazionale antinucleare. (http://www.facebook.com/pages/RNA-RETE-NAZIONALE-ANTINUCLEARE/157563117360?ref=sgm) che parlano della nocività del nucleare per poi nascondere agli italiani la pericolosità delle scie chimiche, la realtà del signoraggio e la questione dei terremoti artificiali. Ho provato a dialogare coi gestori di quel gruppo ma ho avuto solo "risposte" basate su parole d'ordine del tipo "non abbiamo niente a che fare coi complottisti"; di fronte a mie richieste di chiarimento sul perché non credessero né al signoraggio né alle scie chimiche hanno saputo solo ribadire che si distanziano dai complottisti punto e basta ... davvero un bell'argomentare. Insomma questa patetica rete azionale antinucleare tende a distanziarsi da chi oltre a denuncia il nucleare denuncia il signoraggio, le scie chimiche ed altre cose di cui quasi nessuno ha il coraggio di parlare. Il loro comportamento è quindi del tutto assimilabile a quello di un Luca Mercalli (meteorologo!) che a parole denuncia l'inquinamento ambientale ma poi nega le scie chimiche, dei verdi che per bocca di un loro leader (Pecoraro Scanio) hanno il barbaro coraggio di parlare di scie di condensa, della Legambiente che pur avendo piena conoscenza del fenomeno non osa denunciarlo. Evidentemente, se pure in queste organizzazioni esistono delle persone in buona fede, ai livelli più alti troviamo solo persone che con le loro colpevoli omissioni affiancano il lavoro di disinformazione degli agenti del CICAP. E se non ci credete provate a segnalare sul loro sito il problema delle scie chimiche o delle armi tettoniche. Non dissimile è la funzione del movimento Zeitgeist, costituitosi a partire dal famoso film di pseudo-informazione sulle verità nascoste del sistema, ma che curiosamente pur parlando di signoraggio tace clamorosamente sull'altro argomento tabù, ovvero le scie chimiche. Fra l'altro ho avuto modo di constatare che i leader di questo movimento Zeitgeist lasciano sul web commenti fin troppo simili a quelli dei disinformatori che negano le scie chimiche; in sostanza invece di negare le scie chimiche, perché così facendo perderebbero molti adepti consapevoli del fenomeno, dicono che servirebbero maggiori informazioni, studi più precisi etc. Mercoledì 30 marzo 2011: Uranio impoverito in guerra, uranio radioattivo in pace: lo scandalo della Francia contaminata. Il video qui sotto è la prima parte di un'inchiesta trasmessa nel 2009 dalla rete televisiva nazionale francese FRANCE 3 intitolata "Uranio: lo scandalo della Francia contaminata", che qui potete visionare coi sottotitoli in italiano. Nel video si vede una giornalista che, armata di contatore geiger, verifica la presenza di radioattività in diversi siti francesi: rifiuti radioattivi nascosti un po' dappertutto, utilizzati anche per costruzioni pubbliche. In più di 25 dipartimenti della Francia sono stati abbandonati 300 milioni di tonnellate di rifiuti radioattivi, praticamente senza alcun controllo. Tra il 1945 ed il 2001 le miniere di uranio hanno funzionato a pieno regime per l'ente energetico nazionale. Da dieci anni sono stati abbandonati tutti i controlli su queste scorie dell'industria nucleare, inoltre è stato complicato l'iter legislativo per la risoluzione del problema. Nel video si denuncia la presenza di migliaia di tonnellate di rifiuti radioattivi ad esempio sotto il parcheggio di uno stadio di calcio, circa 70 cm sotto la pavimentazione. Residui di una lavorazione industriale che rilascia una radioattività 60 volte superiore a quella naturale, residui in certe zone abbandonati praticamente a cielo aperto, persino in zone dove anche i bambini potrebbero venire a giocare, a scavare, a manipolare terriccio radioattivo. Degli operai che hanno lavorato contribuendo (inconsapevoli) a creare questa tragica realtà molti sono morti a causa della radioattività; quelli che sono rimasti in vita confermano di essere stati incaricati di svolgere queste pericolose e criminali pratiche di avvelenamento radioattivo dell'ambiente. Se volete potete visionare su youtube anche la seconda e la terza parte del documentario. Di fronte ad una simile mostruosa opera di contaminazione della nazione francese e della sua popolazione, una contaminazione che tocca indistintamente tutte le persone senza distinzione tra età, censo e appartenenza di classe, come fare a non vedere una sistematica intenzione da parte di chi governa per esporre a pericolose fonti di radioattività i propri cittadini/sudditi? Come non vedere la convergenza tra l'uso dell'uranio impoverito in guerra e dell'inquinamento da uranio in tempi di pace? Chi nega l'esistenza delle scie chimiche spesso usa come pretesto lo pseudo ragionamento: "Se lo facessero davvero avvelenerebbero anche se stessi ed i propri familiari, quindi non possono farlo". In realtà, invece esistono prove storiche che le scie chimiche sono state utilizzate da almeno 40 anni e quello che hanno fatto con le scie chimiche l'hanno fatto anche col nucleare e con diversi altri veleni. Diversamente affermano di pensare invece i negazionisti della rete nazionale antinucleare. (http://www.facebook.com/pages/RNA-RETE-NAZIONALE-ANTINUCLEAR/157563117360?ref=sgm) che parlano della nocività del nucleare per poi nascondere agli italiani la pericolosità delle scie chimiche, la realtà del signoraggio e la questione dei terremoti artificiali. Ho provato a dialogare coi gestori di quel gruppo ma ho avuto solo "risposte" basate su parole d'ordine del tipo "non abbiamo niente a che fare coi complottisti"; di fronte a mie richieste di chiarimento sul perché non credessero né al signoraggio né alle scie chimiche hanno saputo solo ribadire che si distanziano dai complottisti punto e basta ... davvero un bell'argomentare. Insomma questa patetica rete azionale antinucleare tende a distanziarsi da chi oltre a denuncia il nucleare denuncia il signoraggio, le scie chimiche ed altre cose di cui quasi nessuno ha il coraggio di parlare. Il loro comportamento è quindi del tutto assimilabile a quello di un Luca Mercalli (meteorologo!) che a parole denuncia l'inquinamento ambientale ma poi nega le scie chimiche, dei verdi che per bocca di un loro leader (Pecoraro Scanio) hanno il barbaro coraggio di parlare di scie di condensa, della Legambiente che pur avendo piena conoscenza del fenomeno non osa denunciarlo. Evidentemente, se pure in queste organizzazioni esistono delle persone in buona fede, ai livelli più alti troviamo solo persone che con le loro colpevoli omissioni affiancano il lavoro di disinformazione degli agenti del CICAP. E se non ci credete provate a segnalare sul loro sito il problema delle scie chimiche o delle armi tettoniche. Non dissimile è la funzione del movimento Zeitgeist, costituitosi a partire dal famoso film di pseudo-informazione sulle verità nascoste del sistema, ma che curiosamente pur parlando di signoraggio tace clamorosamente sull'altro argomento tabù, ovvero le scie chimiche. Fra l'altro ho avuto modo di constatare che i leader di questo movimento Zeitgeist lasciano sul web commenti fin troppo simili a quelli dei disinformatori che negano le scie chimiche; in sostanza invece di negare le scie chimiche, perché così facendo perderebbero molti adepti consapevoli del fenomeno, dicono che servirebbero maggiori informazioni, studi più precisi etc. Di fronte ad una situazione in cui fin troppo spesso ci si sveglia sono una cappa bianca fatta di scie che si incrociano formando una scacchiera nel cielo, oppure si osserva il cielo azzurro diventa bianco nel breve volgere di 90 minuti per il passaggio di una trentina di aerei che rilasciano scie espanse e persistenti, certe argomentazioni non possono certo reggere: è decisamente impossibile pensare che le "scie di condensa" (di cui parlano i nostri governanti) negli ultimi 4 anni abbiano improvvisamente iniziato a stravolgere il cielo come non era mai accaduto prima. Maggiori informazioni sulle oscure finalità del progetto del movimento Zeitgeist le potete trovare in un interessante articolo sul blog nwo-truthresearch. Posts tagged nitrato d’argento. La verità sulle scie chimiche: 3 mesi. by clubdelmistero in Leggende metropolitane. Che cosa sarebbero (il dubitativo è d’obbligo) le scie chimiche. Con il termine chemtrails (chemical trails), i complottisti (ossia coloro che vedono trame oscure ovunque) indicano scie di colore (generalmente) bianco che, costituite da una serie di sostanze chimiche (e biologiche, ma perfino tecnologiche: alcuni aerei rilascerebbero sostanze per riflettere le onde ELF allo scopo di causare malattie mediante onde elettromagnetiche tarate su una frequenza che il nostro cervello scambierebbe per propria!) di diversa natura, presumibilmente pericolose per l’integrità nostra e/o del nostro pianeta, verrebbero caricate su serbatoi specifici per essere irrorate clandestinamente ogni giorno nell’atmosfera da aeroplani (militari e/o di linea bianchi e senza insegna) viaggianti a basse quote. Si dice che in concomitanza con l’immissione delle scie chimiche la temperatura e l’umidità si alzino (per poi calare in maniera brusca), arrivino forti piogge, grandinate e trombe d’aria. Le scie chimiche persisterebbero nel cielo, prima di dissolversi, più a lungo rispetto alle normali scie di condensazione: nubi di vapore acqueo più gas di scarico note come contrails (condensation trails) che normalmente vanno a costituirsi dietro il motore, ma anche lungo la superficie delle ali, o a livello dello scarico del generatore di bordo, dalle quali secondo alcuni ‘schiechimisti’ ma non secondo altri, sarebbero facilmente distinguibili. Le contrails (= scie di condensazione) si formano dall’acqua dello scarico dei motori dei velivoli e da quella dell’atmosfera attorno ai velivoli stessi in determinate condizioni meteorologiche. Le scie di condensazione sono innanzitutto costituite da acqua in forma di minuscoli cristalli di ghiaccio, però se si formano nello scarico dei motori comprendono i residui della combustione del carburante: pertanto, senza scomodare congiure e complotti, dovremmo preoccuparci del massiccio inquinamento atmosferico dovuto al traffico aereo in aumento e non pensare all’aggiunta di ulteriori veleni immessi con dolo. I più estremisti tra i truthers (= ‘cercatori di verità’) si spingono ovviamente oltre ed asseriscono che TUTTE le scie in realtà siano chimiche e che abbiano iniziato a ‘colorare’ i nostri cieli da una ventina d’anni (qualcuno azzarda perfino dal 1945) aggiungendo che la presenza delle chemtrails sia stata fin da subito giustificata con le scie di condensazione. I primi rapporti sulla formazione delle contrails, benché inizialmente non si sapesse come si producessero, risalgono invece agli anni compresi tra le due Guerre mondiali (su molti testi è possibile imbattersi in immagini d’epoca che ritraggono bombardieri della Seconda guerra mondiale che immettono la classica scia di condensa): Appleman provò che, quando l’aria attraversata da un aereo è fredda e umida, la sua miscelazione con il gas di scarico del velivolo stesso dà semplicemente luogo alla formazione della scia che è paragonabile (gas di scarico a parte) alla nuvoletta che talora esce dalle nostre bocche durante le giornate fredde. Come, quando e perché è nata la teoria delle scie chimiche. La teoria della (presunta) esistenza delle scie chimiche cominciò a circolare a partire dalla seconda metà degli anni Novanta del secolo scorso: il responsabile della ‘voce’ fu un americano, già patito di bioterrorismo di nome Richard Finke, che fece sua l’ipotesi del giornalista radiofonico Bill Brumbaugh, in base alla quale le strisce bianche, lasciate nei nostri cieli dai velivoli, sarebbero state riconducibili al didromo etilene, un pesticida (altamente tossico) spruzzato per colpire determinati gruppi etnici e/o religiosi, e la diffuse tramite posta elettronica in una lista tematica sul bioterrorismo. La notizia, che venne fornita senza che ci si preoccupasse di corredarla dei risultati di esami chimici effettuati sulle scie o sul carburante (indicato come il vero portatore del veleno), fu ripresa da alcune riviste complottiste come il National Enquirer ed in particolare dal giornalista americano William Thomas che ne parlò ampiamente anche nel corso di un’intervista radiofonica alla trasmissione Coast to Coast presentata dal giornalista ed ufologo Art Bell. Successive analisi sul carburante degli aerei dimostrarono l’assenza del pesticida, ma la leggenda urbana iniziò il proprio inesorabile cammino e grazie al passaparola ad ogni passaggio veniva aggiunto qualche (inquietante) particolare. Mentre quella delle scie chimiche diventava una brutta e falsa storia destinata però a prendere piede, il ‘buon’ Finke si organizzava per garantire consulenza difensiva alla bioguerra e lo faceva con un discutibile socio: Larry Waine Harrys (che era stato precedentemente arrestato in quanto detentore di alcune fiale con il batterio della peste), il che induce a considerare l’eventualità che Finke si fosse preparato il terreno per sfondare in affari con la propria società, la LWH Consulting. Mia considerazione: Oggi di, non possiamo neanche sapere con certezza da che parte stà il governo russo e fino a che punto rifiuta il nuovo ordine mondiale, una situazione, che merita di essere scritta con la prima lettera in minuscolo. Chi le diffonde(rebbe). NOTA: (Copiata e incollata): Non è semplice, francamente, immaginare chi potrebbe avere interesse a causare pandemie (a meno che non disponga di un antidoto), ad avvelenare l’atmosfera, provocare catastrofi naturali, (esecutori e mandanti vivono forse in un bunker?) insomma cui prodest? Infondo siamo tutti sotto lo stesso cielo. I cospirazionisti nipponici ritengono che dietro il rilascio di scie chimiche ci sia la Corea del Nord, ma si pensa anche ad atti di terrorismo biologico estremo; qualcuno sostiene che a capo di queste operazioni vi siano i nostri stessi Governi (in combutta con CIA, NASA, KGB e perfino Vaticano): operazioni militari gestite dai Servizi Segreti, o forse volute da società private molto potenti. Attualmente di questo argomento si discute molto (per lo più a sproposito) soprattutto in rete, dove sono nati molti blog e forum: si vaga annaspando nel campo delle ipotesi, finendo con il perdere completamente di vista come sia iniziata questa faccenda in cui la fervida immaginazione di Brumbaugh, le pseudo-tecnologie e la pseudoscienza si sono mescolate alimentando la teoria di un complotto governativo (che sarebbe cominciato nel 1992, forse organizzato sotto la copertura dell’Hight Frequency Active Auroral Research Program, nota come HAARP) od eversivo che starebbe, seppur in maniera molto lenta, compromettendo la nostra salute e/o quella della Terra. In realtà un complotto (di questo genere), affinché vada a buon fine, necessita sia coinvolto (e che vi collabori) il minor numero possibile di individui per scongiurare il rischio che qualcosa filtri, inoltre ci si chiede: com’è possibile che per diffondere sostanze invisibili all’occhio umano (batteri, virus, etc.) si scelga di renderle evidenti in ‘bande’ che persistono nel cielo così a lungo e di farlo per oltre vent’anni?
12) Mistero Marx – Illuminati – Chi sono i signori del mondo? Londra, New York, Francoforte – di Giorgio Bongiovanni – Chi sono i signori del mondo responsabili dell'attuale cataclisma mondiale? Si fanno chiamare Illuminati. Essi appartengono a tredici delle più ricche famiglie del mondo e sono i personaggi che veramente comandano il mondo da dietro le quinte. Vengono anche definiti la Nobiltà Nera, i Decision Makers, chi fa le regole da seguire per Presidenti e Governi. La loro caratteristica è quella di essere nascosti agli occhi del pubblico. Il loro albero genealogico va indietro migliaia di anni e sono molto attenti a mantenere il loro legame di sangue di generazione in generazione senza interromperla. La stirpe di Satana e la linfa vitale della moneta-debito. Il loro potere risiede nell'occulto e nell'economia, uno dei loro motti è: "il denaro crea potere". Possiedono tutte le banche internazionali, il settore petrolifero e tutti i più potenti settori industriali e commerciali; ma soprattutto sono infiltrati nella politica e comandano la maggior parte dei governi e degli organi Sovranazionali primi fra tutti l'ONU ed il Fondo Monetario Internazionale. Un esempio del loro modo di operare è l'elezione del Presidente degli Stati Uniti, chi tra i candidati ha più Sponsor sotto forma di soldi, vince le elezioni perché con questi soldi ha il potere di "distruggere" l'altro candidato. E chi è che sponsorizza il candidato vincente? Ovviamente gli Illuminati attraverso le loro molte organizzazioni di facciata: essi fanno in modo di finanziare entrambi i candidati, per mantenere il "gioco" vivo anche se loro hanno già deciso chi sarà il vincitore e a questo assicurano più soldi. Il Nuovo Ordine Mondiale: l'obiettivo degli Illuminati. Quale è l'obiettivo degli Illuminati? Semplice! Creare un Unico Governo Mondiale ed un Nuovo Ordine Mondiale, con a capo loro stessi per sottomettere il mondo a una nuova schiavitù, non fisica, ma "spirituale" ed affermare il loro credo: l'ideologia Luciferiana. Questo obiettivo non può essere conseguito nel periodo di una vita ed evidentemente le sue origini sono antiche e risalgono già al 1700 quando il complotto venne formalizzato, con l'elaborazione di veri e propri documenti programmatici. Genesi degli Illuminati e Protocolli dei Savi di Sion. Nella prima metà del 1700 l'incontro tra il Gruppo dei Savi di Sion e Mayer Amschel Rothschild, l'abile fondatore della famosa dinastia che ancora oggi controlla il Sistema Bancario Internazionale, porta alla redazione di un manifesto: "I Protocolli dei Savi di Sion". In 24 paragrafi, viene descritto come soggiogare e dominare il mondo con l'aiuto di un sistema economico. Sempre Mayer Amschel Rothschild aiutò e finanziò l'ebreo Adam Weishaupt, un ex prete gesuita, che a Francoforte creò un Gruppo Segreto dal nome "Gli Illuminati di Baviera". Weishaupt prendendo spunto dai "Protocolli dei Savi di Sion" elaborò all'incirca verso il 1770 "Il Nuovo Testamento di Satana" un piano che avrebbe dovuto portare, non più gli Ebrei ma un gruppo ristretto di persone (gli Illuminàti o Banchieri Internazionali) ad avere il controllo ultimo del mondo intero. Rothschild, Weishaupt e l'agenda degli Illuminati. La strategia di Weishaupt era basata su principi molto fini e spietati: 1) Creare la divisione delle masse in campi opposti attraverso la politica, l'economia, gli aspetti sociali, la religione, l'etnia etc .. Se necessario armarli e provocare incidenti in modo che si combattano e si indeboliscano; 2) Corrompere (con denaro e sesso) e quindi rendere ricattabili i politici o chi ha una posizione di potere all'interno di uno stato; 3) Scegliere il futuro capo di stato tra quelli che sono servili e sottomessi incondizionatamente; 4) Avere il controllo delle scuole (licei ed Università) per fare in modo che i giovani talenti di buona famiglia siano indirizzati ad una cultura internazionale e diventino inconsciamente agenti del complotto; 5) Controllare la stampa, per poter manipolare le masse attraverso l'informazione; 6) Abituare le masse a vivere sulle apparenze e a soddisfare solo il loro piacere, perché in una società depravata gli uomini perdono la fede in Dio. La strada della libera sottomissione delle masse. Si doveva arrivare a creare un tale stato di degrado, di confusione e quindi di spossatezza, che le masse avrebbero dovuto reagire cercando un protettore o un benefattore al quale sottomettersi liberamente. .. Nel 1871 il piano di Weishaupt viene ulteriormente completato da un suo seguace Americano Albert Pike che elabora un documento per l'istituzione di un Nuovo Ordine Mondiale attraverso tre Guerre Mondiali. Il suo pensiero era che questo programma di guerre avrebbe generato nelle masse un tale bisogno di pace, che sarebbe diventato naturale arrivare alla costituzione di un Unico Governo Mondiale. Non a caso dopo la Seconda Guerra Mondiale venne fatto il primo passo in questa direzione con la formazione dell'ONU, che possiamo definire la polizia del mondo degli Illuminati. NOTA: Come il vaticano e i gesuiti hanno creato questo sporco sistema schiavitù che sta' distruggendo l'umanità. Le leggi canoniche e le bolle papali: Capire come funziona questo principio, che regola la nostra intera vita abbiamo bisogno di fare ulteriori premesse. Cosa sono le leggi? Tutte le leggi derivano da Canoni, ovvero dal Diritto Canonico, perché tutte le leggi, direttamente o indirettamente, hanno a che fare con la Legge Divina ed Ecclesiastica. Ma i Canoni in particolare sono norme o principi che traggono valore dal fatto di non essere mai stati contestati (tacito assenso). Ecco alcuni canoni, norme o principi, universalmente riconosciuti, perché nessuno ha mai detto che non lo debbano essere (molti sono per altro condivisibili perché sono alla base della civile convivenza). ►1) tutti debiti devono essere pagati; ►2) tutti i contratti devono essere onorati; ►3) tutte le controversie portate di fronte alla legge, devono essere risolte di fronte alla legge (ovvero, se tu ricevi un’accusa, per quanto infondata, per quanto ingiusta, per quanto immorale, per quanto illegale non puoi ignorarla. E tuo l’onere di dimostrare l’infondatezza di quella accusa davanti alla legge di fronte alla quale è stata portata); ►4) qualsiasi affermazione, se non viene contestata diventa valida. (importantissimo punto! Ricevi una multa, una sanzione ingiusta, viene fissata un’udienza e tu non ti presenti, cavoli tuoi, sarà chi di dovere a decidere per te e senza di te). ■ Nota al punto 4): Il 99% delle procedure giudiziarie si basa sulla presupposizione di qualcosa, ma il 99% degli esseri umani non si preoccupa di comprendere quali siano queste presupposizioni, o non si preoccupa di rifiutarle. In altre parole il Sistema è ancora adesso basato sul sacramento della confessione, proprio come ai tempi dell’Inquisizione, cioè è indispensabile che tu accusi te stesso. In mancanza di questo atto di auto accusa non si può procedere. ►5) Il Diritto è gerarchico, discende sempre e comunque dal Diritto Divino: sopra a tutto c’è il Diritto Divino che, come tale, discende dal Divino Creatore, poi c’è il Diritto Naturale e poi il Diritto Positivo (leggi nazionali, internazionali, amministrative, private ecc…), il Diritto Positivo appartiene al gradino più basso nella scala gerarchica. ■ Nota al punto 5): Ogni proprietà costituisce un diritto associato ad un trust, cioè ad un sistema fiduciario. I potenti, l’élite mondiale, sanno da sempre che la proprietà è un concetto fittizio. Infatti come puoi possedere un pezzo di terra? La terra, i fiumi, i laghi, i mari appartengono al Pianeta. Ma anche una casa; come puoi fisicamente possedere una casa o un’automobile? Sono tutte cose per cui esistono “titoli di proprietà” e sono titoli fittizi, costituiscono cioè diritto d’uso della casa, dell’automobile e della terra finché sei vivo. Quando sarai morto, cosa succederà a quella casa, a quell’automobile o a quel pezzo di terra, se non esistono disposizioni testamentarie, non dipende più da te. Così la casa, intesa come muri, mattoni e intonaco e la casa intesa come titolo e cioè come trust, o come sistema fiduciario, sono quindi due cose ben diverse. Il sistema fiduciario, il titolo, prevede tre parti in gioco: un esecutore, un amministratore e un beneficiario. L’esecutore è sempre quello che “concede il titolo” e in questo caso è sempre lo Stato, l’amministratore è quello che amministra il titolo (catasto o Comune), il beneficiario, in questo caso sei tu, cioè il cosìddetto “proprietario” di quel bene. Fin qui tutto più o meno normale, è tutto chiaro e non c’è nulla di strano; rimane da capire se e come, questo sistema, venga usato contro di noi. FACCIAMO UN ENORME PASSO INDIETRO NEL TEMPO L’attuale sistema, che è basato sul concetto di proprietà, è stato creato dagli antichi romani, i quali hanno disseminato il loro “diritto” in giro per il mondo e sappiamo come (è un karma pesantissimo che noi “italici” dobbiamo espiare nei confronti di tutto il mondo). Ogni terra conquistata e distrutta veniva iscritta in un “registro” conservato a Roma e ogni nuova terra dell’Impero poteva essere di proprietà solo di un cittadino romano. Ancora oggi quindi noi viviamo in un sistema che si tramanda dall’esistenza dell’Impero Romano che di fatto, non è mai finito. Con le invasioni longobarde, Papa Leone III, incorona Pipino il Breve come Re dei Franchi e poi Carlo Magno come Imperatore del Sacro Romano Impero. ► 1 BOLLA PAPALE (trust) Quindi il sistema che abbiamo oggi nell’organizzazione della proprietà e del diritto e quindi del denaro e quindi della politica, nasce nel 1302 (il 18 novembre), che è la data della pubblicazione della Bolla Papale scritta da Papa Bonifacio VIII, che aveva come titolo “UNAM SANCTAM ECCLESIAM”. Bonifacio VIII è considerato uno degli uomini più corrotti, malvagi e potenti della storia della Chiesa e del mondo, tanto che lo stesso Dante lo mette nei gironi più bassi dell’Inferno. Questa Bolla Papale determina il primo sistema fiduciario ancora valido oggi. Bonifacio VIII, in questa Bolla, afferma che Dio aveva affidato tutti i titoli e le proprietà della Terra al Vaticano. Questa affermazione non venne mai contestata e quindi, in base al punto 4) del Canone di Diritto (vedi sopra) divenne valida. Il Vaticano perciò, nomina l’esecutore, l’amministratore e il beneficiario di questo sistema fiduciario. L’Esecutore è l’Ordine Minore dei Francescani unito con L’Ordine dei Gesuiti (braccio armato?) ed è ben visibile nello stemma sulla pubblicazione dell’enciclica. L’amministratore è il Papa e i beneficiari di questo trust sono tutti gli uomini del mondo. In pratica e tradotto in altri termini, la Bolla Papale del 1302 usa la metafora del Diritto Marittimo e dell’Ammiragliato (Bibbia) affermando che l’Unam Sanctam Ecclesiam e quindi la Prima e Unica Santa Chiesa è l’Arca di Noè, perché mentre tutto il mondo era sommerso dalle acque, l’unica cosa che si elevava al di sopra era l’Arca. Quindi tutti gli esseri umani, a partire da quel giorno, certificato dalla Bibbia come Codice di Diritto Nautico, sono dispersi in mare. E il Papa dunque reclama tutta l’autorità, tutta la proprietà, sia spirituale che temporale, fino a quando i “dispersi” torneranno a reclamare i loro diritti. Cosa che finora, dal 1302, non è mai avvenuta, perché tutte le Nazioni si basano su quel sistema giuridico. Questo Diritto proclamato da Papa Bonifacio VIII si basa per Diritto Divino, ecco perché non possiamo parlare di politica senza parlare di religione o di economia e finanza senza parlare di religione. ► 2 BOLLA PAPALE (trust) Il secondo trust, creato sempre in Vaticano, risale al 1455, cioè circa 150 dopo la Bolla di Bonifacio VIII (quindi ancora mai contestata dopo 150 anni). Questa seconda Bolla è di natura testamentaria, cioè il Papa dispone, al momento della sua morte e della morte dei futuri Papi, come deve funzionare il diritto d’uso di tutti i privilegi e di tutte le proprietà derivanti dalla Bolla precedente di Bonifacio VIII. Testamento di cui l’esecutore è la Curia Romana, l’amministratore è il Collegio dei Cardinali e il Beneficiario, questa volta è il Re, sulla terra di proprietà del Papa. Quindi in due parole Dio ha dato tutto il mondo al Papa e il Papa concede pezzi di questo mondo ai Re. Per cui da quel momento i Re del mondo hanno un mandato divino. Questa enciclica del 1455 (l’8 gennaio) si chiama “ROMANUS PONTIFEX” e fu emanata da Papa Niccolò V. Cito un breve estratto significativo: “Poiché abbiamo concesso precedentemente, con altre lettere nostre, fra le altre cose, piena e completa facoltà al Re Alfonso V di invadere, ricercare, catturare, conquistare, soggiogare tutti i Saraceni e qualsiasi pagano e gli altri nemici di Cristo, ovunque essi vivano, insieme ai loro regni e ducati, principati, signorie, possedimenti e qualsiasi bene, mobile e immobile, che sia di loro proprietà e di gettarli in schiavitù perpetua e di occupare, appropriarsi e volgere ad uso e profitto proprio, signorie, possedimenti e beni, in conseguenza della garanzia data dalla suddetta concessione, il Re Alfonso V (di Portogallo n.d.r), o il detto infante a suo nome, hanno legittimamente e legalmente occupato isole, terre, porti , acque e le hanno possedute e le posseggono e ad essi appartengono e sono di proprietà “de jure” del medesimo Re Alfonso V e dei suoi successori, possono compiere e compiano questa pia e bellissima opera, degna di essere ricordata in ogni tempo, che noi essendo da essa favoriti per la salvezza delle anime e il diffondersi della fede e la sconfitta dei suoi nemici, consideriamo un compito che concerne Dio stesso, la sua fede, la Chiesa Universale, con tanta maggiore perfezione, in quanto rimosso ogni ostacolo, diverranno consapevoli di essere fortificati dai più grandi favori e privilegi concessi da noi e dalla Sede Apostolica.” ► 3 BOLLA PAPALE (trust) Appena 30 anni dopo circa, nel 1481 (il 21 giugno), viene emanata la terza Bolla, il terzo trust, o diritto fiduciario da Papa Sisto IV, chiamata “AETERNIS REGIS CLEMENTIA”, che si diversifica dalla Bolla precedente di poco, in quanto il “bene” concesso ai Re non è più la terra, ma sono gli esseri umani che abitano quella terra, che da quel momento vengono considerati incompetenti, incapaci e dunque soggetti ad amministrazione coatta. In realtà questa Bolla di Sisto IV realizza la visione illuminata di Bonifacio VIII per cui gli esseri umani sono dispersi in mare e quindi nulla ci appartiene, siamo in bancarotta, perché non siamo mai tornati a reclamare i nostri averi e diritti e quindi è lo Stato che si deve prendere cura di noi per il nostro bene. QUESTO È IL SISTEMA IN VIGORE ANCORA OGGI [piccola postilla: gli originali delle Bolle del 1302, del 1455 e del 1481, non sono visibili, questo perché fino al XVIII secolo, il Vaticano scriveva le proprie Bolle non su carta, considerata un mezzo privo di vita e quindi privo di valore: a quei tempi (solo due secoli fa!) un documento per essere valido doveva essere scritto su un materiale vivente. Era perciò firmato con il sangue ed era scritto su una pergamena di pelle umana. Parentesi nella parentesi: la recentissima firma della Regina Elisabetta del - criminale! - trattato di Lisbona, è stata fatto su una pergamena di capretto, poiché la Regina, come beneficiaria di un diritto divino, non può firmare un documento "morto". Non è tutto, la storia notifica, che le Bolle Papali erano scritte su pergamene di pelle di bambini, questo spiegherebbe perché sarebbe imbarazzante per il Vaticano mostrare gli originali.] Approfitto di questa piccola interruzione del racconto per sottolineare che non c’è nessun riferimento negativo a tutte le persone di Buon Cuore (con la B e C maiuscole!) che seguono e vivono secondo l’etica giusta e generosa della Chiesa Cattolica. Il riferimento semmai è solo rivolto a quella “setta” che gestisce il mondo all’interno della Città del Vaticano. E sarebbe importante invitare i Veri Cristiani che si riconoscono in un Dio giusto e misericordioso, a pretendere, indagare e far luce su quello che avviene all’interno di quelle mura. Altrimenti, davvero, non ne usciremo mai! FONTE : http://www.iconicon.it/blog/2013/02/il-sistema-delle-bolle-papali/ Nota: L'UOMO PIÙ POTENTE DEL MONDO è "IL PAPA NERO" anche a capo dello Ior? (Si, non essendo la stessa persona corrispondete al Papa dei cattolici, naturalmente): Ma, Dopo il falso grido di pace e sicurezza verranno espropriate tutte le ricchezze anche al Papa nero oppure Nicola Nicolas farà fusione con un'altra corporazione? Comunque andranno le cose, Dio farà distruggere Babilonia la Grande e la testa di molti capi potrebbero cadere. Ma, oggi di, chi può vantarsi di essere l'uomo più malvagio e/o pericoloso e/o più potente del mondo?

13) NICOLA TESLA: (Copiato e incollato): Lo spazio atmosferico dove si propagano le onde elettromagnetiche nelle radiocomunicazio. L'uomo è come un pescatore saggio che gettò la rete in mare e la ritirò piena di piccoli pesci. Tra quelli il pescatore saggio scoprì un ottimo pesce grosso. Rigettò tutti gli altri pesci in mare, e poté scegliere il pesce grosso con facilità. Chiunque qui abbia due buone orecchie ascolti!" * * * Il fantasma di Tesla. Notizie tratte dal Forum RogerK.net Tesla aveva scoperto che poteva far risuonare elettricamente la Terra come una campana, con un rintocco ogni due ore. Secondo lo scienziato la frequenza della risonanza elettrica terrestre era di dieci cicli al secondo (il valore usato oggi è di 7,8 cicli). Lo scopo era studiare le onde radio a bassissima frequenza capaci di raggiungere qualsiasi luogo, sia sulla superficie, sia sotto il mare. Tesla dimostrò che l’energia elettrica può essere diffusa utilizzando la superficie terrestre, sfruttando la zona atmosferica dove risiede la risonanza di Schumann e, chiunque, sintonizzandosi con opportuni apparecchi, può ottenere corrente gratuitamente. Aveva trovato il sistema di produrre plasma elettromagnetico prima ancora che si coniasse il termine. La miscela di ioni e elettroni scoperta, oggi viene chiamata "Gas ionizzato" ed è in grado di sprigionare luce e calore. È il funzionamento del Sole. I brevetti di Tesla sono stati menzionati nella costruzione di armi dotate di proiettili al plasma capaci di neutralizzare satelliti spia, che fanno parte del progetto "Scudo stellare". Tesla era anche in grado di produrre la risonanza del campo elettrico terrestre e dominare di conseguenza il tempo meteorologico. Il nostro pianeta è circondato da una particolare carica elettrica, che inizia a 80 km dalla Terra, nota come ionosfera. Fra questa e il suolo esiste una zona con un potenziale costante di 220 volt per metro dentro il quale noi viviamo. Quindi il nostro corpo ha una data quantità di elettricità misurabile, ma è anche circondato e penetrato da molti campi elettrici, magnetici e gravitazionali generati dalla Terra e dagli altri pianeti; campi elettromagnetici dovuti agli ultravioletti, campi generati da emittenti radio, apparecchi televisivi, videoregistratori, telefoni e così via. Oggi sappiamo che il Sole con la sua energia e la sua attività determina il clima sulla Terra, ne influenza l'ecosistema e di conseguenza l'esistenza degli esseri viventi su di essa. Sappiamo che l'attività solare si manifesta nelle macchie solari prodotte dalla differente velocità di rotazione di due campi magnetici: quello polare e quello equatoriale. Queste eruzioni sprigionano intensi campi magnetici che riducono il flusso di energia e producono perturbazioni fisiche sulla Terra. Infatti, attraverso il "vento solare", gli elettroni e l'idrogeno ionizzato si propagano ovunque, interferendo con il campo magnetico terrestre, contribuendo all'esistenza delle due fasce di Van Allen, ove si accumulano le particelle elettriche che modificano gli effetti climatici. Esiste una zona nell’atmosfera carica di elettricità fra la superficie e la ionosfera, conosciuta come "cavità Shumann"; in pratica un grande condensatore che Tesla riuscì a far vibrare con l’energia elettrica. Nessuno avrebbe potuto esaurire l’energia trasmessa in quel momento. TESLA PARLÒ DELLA POSSIBILITÀ DI TRASMETTERE CALORE AL POLO NORD, DI FORMARE IL GHIACCIO AI TROPICI; INVIARE FOTOGRAFIE E TRASMETTERE MUSICA IN OGNI ANGOLO DELLA TERRA; DISTRIBUIRE ELETTRICITÀ GRATUITA E ILLIMITATA OVUNQUE. Tesla aveva scoperto che la Terra rispondeva a vibrazioni elettriche di una determinata velocità e se venivano prodotte onde stazionarie intorno al globo, utilizzando il campo elettrico terrestre, era possibile trasmettere elettricità senza dispersione di energia. Si racconta che ebbe l’occasione di sperimentare anche l’effetto delle vibrazioni meccaniche prodotte da un meccanismo consistente in una piattaforma montata su cuscinetti elastici azionata da aria compressa. Vibrazioni rivelatesi curative di problemi di digestione ed altri disturbi e con le quali Clemens curò la sua stipsi. Quando l’inventore ancorò il meccanismo ad una colonna di ferro del suo laboratorio, con l’aumento della frequenza raggiunse un livello in grado di far vibrare l’intero edificio con il pericolo di provocare un crollo. Rinunciò così a procedere oltre. Tesla dichiarò di svolgere esperimenti tesi a imbrigliare l’energia dei raggi cosmici e costruire un dispositivo funzionante attraverso l’utilizzo di tale energia. Aggiunse che i raggi cosmici ionizzano l’aria creando particelle libere come ioni ed elettroni; le cariche vengono catturate in un condensatore che funziona come scarico per il circuito del motore. Gli esperimenti erano volti ad utilizzare la Terra come conduttore trasformandola in un gigantesco trasmettitore elettrico, aprendo la possibilità di comunicare e trasmettere potenza attraverso la crosta terrestre. Intendeva concepire una stazione trasmittente in grado d'inserire energia elettromagnetica nella crosta fino a raggiungere la risonanza elettrica della Terra stessa, in modo da utilizzare il pianeta per intercettare energia, usufruendo delle stazioni riceventi dislocate opportunamente sul globo. Lo scienziato scoprì, trasmettendo frequenze estremamente basse, che poteva alterare le correnti nell’alta atmosfera e modificare il clima. Inoltre, utilizzando tali onde, si poteva interagire con l’attività bioelettrica del cervello e con la naturale vibrazione delle molecole del corpo, manipolando la biofisica umana. Presso Colorado Springs aveva concepito un nuovo sistema di esplorazione geofisica utilizzando oscillatori meccanici inventati in precedenza. Gli esperimenti non furono portati a termine perché si accorse che potevano generare terremoti artificiali di inaudita potenza, modificando le naturali frequenze di cui sono dotati tutti i corpi e sfruttando quella che chiamò "frequenza risonante", a mezzo della quale un corpo si mette a vibrare fino alla rottura. Difatti se il trasmettitore avesse inviato una forte energia in un solo punto si sarebbe verificata una distruzione totale. E ancora, parlò inoltre di una macchina "volante, pesante, solida e stabile, in grado di muoversi a volontà nell’aria in ogni direzione e in perfetta sicurezza, a velocità mai raggiunte, indipendentemente dalle condizioni atmosferiche; capace di sostare nell’aria anche in presenza di forti venti... ma non è questo il tempo per parlarne”. Navi che potevano volare utilizzando energia elettromagnetica trasmessa da trasmettitori simili a quelli concepiti a Colorado Springs. Perfezionò un apparecchio per inviare energia nello spazio interstellare che in pratica era un prototipo del Laser e di un ordigno al plasma che produceva particelle ad alta energia nella ionosfera. Nel 1940, in un’intervista sul "New York Times", dichiarò di poter consegnare al governo il segreto della sua "teleforza" con la quale si poteva distruggere il motore di un aereo: era il famoso "raggio della morte". Il dipartimento della guerra la considerò la farneticazione di un pazzo. Fra la notte del 5 e quella dell’8 gennaio 1943 Tesla morì nella stanza dell’Hotel New Yorker. Il cadavere venne ritrovato due giorni dopo. La notte dell’8 il nipote ed altri due uomini rovistarono nella sua stanza in cerca di un testamento, mai trovato, e altri scritti conservati nel Museo a Belgrado. L’FBI confiscò tutto quanto rimaneva dello scienziato. Un’invenzione risultò depositata nel 1932 presso la cassaforte dell’hotel Grosvoner Clinton, ma l’albergo rifiutò di consegnarla all’FBI. Tutto il suo lavoro fu dichiarato Top Secret dall’FBI, dalla marina militare e dal vicepresidente. Il 12 gennaio 1943 si svolsero i funerali nella cattedrale St. John di New York. La vicenda Tesla ci spinge ad analizzare più da vicino alcune cose a lui collegate: Nel laboratorio a Menlo Park, nel New Jersey, Thomas Alva Edison, si dedicò allo studio della dinamo e produsse una lampada ad incandescenza; nel 1890 nacque la "Edison General Electric Co.". Nel 1892 dalla fusione fra la "Thomson Houston Co." guidata da Charles Coffin ebbe origine la "General Electric Co.". Nel 1917 fu costituita la "GE Aircraft Enginers" per la fabbricazione dei motori aeronautici; nel 1930 il primo reparto della "GE Plastics" in seguito agli esperimenti condotti da Edison riguardo ai filamenti plastici per le lampadine effettuati nel 1893. Nel 1919 la GE formò la "RCA", "Radio Corporation of America", che nel tempo, a causa della potenza di trasmissione raggiunta si ripartì in altre due società: il network rosso, la "NBC", "National Broadcasting Company", e il network blu, la "ABC", "America Broadcasting Company". Quando scoppiò la seconda guerra mondiale l’RCA era divenuta parte integrante della struttura della difesa americana, in seguito alla messa a punto di un altimetro di alta precisione per le missioni di bombardamento ad alta quota. Sempre dell’RCA il trasmettitore portatile indossato dagli agenti segreti dislocati in territorio nemico, non rilevabile dai tedeschi, con il quale comunicare direttamente, senza usare codici criptati, con il pilota di un aereo che sorvolava la zona. Il presidente era il generale David Sarnoff, nato a Minsk, Russia, nel 1891, che aveva lavorato nella "Marconi Wireless Company". Sembra fosse il telegrafista che ricevette l’S.O.S. dal Titanic nell’Aprile 1912. Reclutato in seguito nell’esercito, divenne direttore della Divisione della guerra psicologica col grado di generale di brigata, famoso per le dichiarazioni a favore della guerra fredda. Si parla della sua presenza durante avvistamenti definiti "non convenzionali" (UFO) avvenuti nel 1946 in Svezia e nel 1966 sopra la base militare di Andros nelle Bahamas. Faceva parte di una équipe di esperti militari e in lui viene indicata la persona che ordinò il sequestro dei filmati e intimò, all’operatore che li aveva eseguiti, il silenzio. Era considerato un esperto in materia di UFO, cosa risultata molto utile nella conduzione della RCA. Le apparecchiature della base di Andros erano state fabbricate dall’RCA, di conseguenza il generale Sarnoff viene indicato quale membro di una struttura coperta che si serviva dell’RCA per scopi "occulti" oltre a quelli ufficiali. La messa in onda di alcune trasmissioni tipo "Dark Skies", nelle quali si parla liberamente del gruppo "Majestic 12", e di altre trasmissioni riguardanti gli UFO, come la famosa "Guerra dei Mondi", testimonierebbero che tale uso si è protratto nel tempo e non sia avvenuto per caso. La progettazione di radar e di altri strumenti molto sofisticati per le forze armate e la commessa militare di oltre un miliardo di dollari negli anni sessanta aveva conferito all’RCA un posto importante nel meccanismo bellico statunitense; i suoi affari non erano più solo radiofonici. Nel tempo raggiunse un'invidiabile posizione nel panorama economico nazionale e mondiale. Il procuratore distrettuale Garrison, che sosteneva l’ipotesi dell’assassinio di Kennedy da parte dei sostenitori della guerra fredda, definì il gruppo RCA/NBC, impegnato in una intensa campagna d’informazione ostile al procuratore, come "la lunga mano del Governo Invisibile". Da segnalare infine che Guglielmo Marconi credeva negli extraterrestri, secondo le numerose dichiarazioni rilasciate a riguardo; dopo gli esperimenti eseguiti nel 1933 s’incontrò con David Sarnoff quando questi era un personaggio di rilievo dell’Intelligence statunitense. Nel 1993 il dipartimento della difesa americano dichiarò di aver iniziato a costruire un centro ricerche nel campo delle alte frequenze applicate alle aurore boreali, per esperimenti riguardo alla risonanza della Terra e dell’atmosfera. Un progetto da 30 milioni di dollari l’anno, che si serve di immense riserve di gas e petrolio appartenenti alla società ARCO e che, per la sua straordinaria potenza e polivalenza, è considerato da molti l’arma ultima degli USA. Un sistema tecnologico militare capace di scannerizzare il sottosuolo alla ricerca di basi segrete sotterranee, o silos di missili, in grado di interrompere tutte le comunicazioni Hertz, emettere onde ELF in grado di influenzare il comportamento umano, modificare il tempo atmosferico, provocare terremoti o tsunami e bloccare ogni meccanismo elettronico. Un’arma che agisce sulla ionosfera con conseguenze imprevedibili e indescrivibili, presentato dal Pentagono come un innocuo esperimento, un’innocente ricerca sulla ionosfera al fine di migliorare le comunicazioni... Magda Haalvoet, eurodeputata belga, afferma che questo tipo di armamento implica conseguenze tecnologiche disastrose e mette in pericolo la democrazia delle Nazioni. La sigla HAARP significa "High Frequency Active Auroral Research Project": "Metodo ed apparecchiatura per l’alterazione di una regione dell’atmosfera, ionosfera e/o magnetosfera terrestre". L’area interessata si trova a Gakona, in un terreno situato a Nord Est di Anchorage in Alaska, nel Golfo del principe Guglielmo di proprietà del Dipartimento della Difesa USA; consta di 360 antenne alte oltre 20 metri. Doppie antenne a dipoli incrociati, una coppia per la banda bassa da 2,8 a 7 Megahertz e un’altra per la banda alta da 7 a 10 Megahertz; che trasmettono, a 350 chilometri di distanza, un raggio di energia ad alta frequenza nella ionosfera; alimentate da sei turbine di 3600 CV che bruciano qualcosa come 95 tonnellate di diesel al giorno, per generare oltre 1,5 miliardi di Watt. Una zona scelta per la sua vicinanza al Polo e alla zona di concentrazione delle linee magnetiche del nostro pianeta; per la presenza di fonti energetiche naturali situate nel sottosuolo e per la distanza dai centri urbani. La Ionosfera è costituita da particelle ionizzate cariche di energia all’altezza media di 48 chilometri fino a 800 chilometri dalla superficie terrestre; un cuscino ad alta densità energetica che è vitale per il pianeta e che protegge i suoi abitanti dagli effetti nocivi del sole. Il sistema HAARP si basa sulle ricerche di Bernard Eastlund, che ha preso spunto dai lavori di Nikola Tesla; ricerche che dovevano servire ad Eastlund per scoprire vasti giacimenti di gas naturali che la compagnia petrolifera ARCO stava cercando in Alaska ed hanno fruttato dodici brevetti fra il 1987 e il 1994, la proprietà dei quali è detenuta dalla società APTI-ARCO, un consorzio petrolifero dietro al quale si celano la Marina, l’Aviazione, e il Dipartimento della Difesa degli Stati Uniti. Anche il fisico nucleare Edward Teller, noto per essersi dedicato alla costruzione della bomba all’idrogeno ed ha contribuito al sistema "Guerre Stellari", ha collaborato al progetto. Brevetti di Tesla riguardavano il metodo e il dispositivo per alterare uno strato dell’atmosfera terrestre, ionosfera e magnetosfera e creare un ciclotrone artificiale per riscaldare una zona di plasma e produrre uno scudo di particelle relativistiche ad un’altezza superiore della superficie terrestre. Collegati al progetto vi sono oltre 400 brevetti, per la maggior parte armi offensive che sfruttano il sistema d’irraggiamento a fascio diretto dalla Terra verso lo spazio. Si può dirigere l’energia ad alta frequenza verso un’antenna ricevente, ovunque, anche in centri urbani. Si può interferire con ampie zone dell’atmosfera per abbattere qualsiasi tipo di oggetto volante. Anche la Russia si è dedicata ad una simile ricerca prima della divisione del suo territorio. Vi sono altre installazioni simili in varie parti del pianeta: ad Arecibo, a Fairbanks in Alaska, a Tromso in Norvegia, a Pine Bush in Australia ed a Steeplebush in Inghilterra. Sicuramente se ne stanno costruendo altre. Si è saputo che l’impianto pilota di Gakona è in grado di irradiare 1.700.000.000 Watt nell’atmosfera. Il progetto HAARP rappresenta lo sviluppo negativo dell’invenzione di Tesla. Egli odiava la guerra e, a tal proposito, dichiarò: "Non si può abolire la guerra mettendola fuori legge. Non vi si può porre fine disarmando i forti. Ma si può fermarla rendendo tutti i paesi in grado di difendersi. Ho appena scoperto una nuova arma di difesa che, se verrà adottata, trasformerà completamente i rapporti tra le nazioni. Le renderà tutte, grandi e piccole che siano, invulnerabili a qualsiasi attacco proveniente da terra, dal mare o dall’aria. Bisognerà, in primo luogo, costruire una grande officina per fabbricare quest’arma, ma quando sarà completata, sarà possibile distruggere uomini e macchine in un raggio di 320 Km." Nel 1934 Tesla descrisse in un articolo un’apparecchiatura simile al laser, affermando: "Questo strumento proietta particelle che possono essere relativamente grandi o microscopiche, che permettono di trasmettere a gran distanza un’energia milioni di volte più forte di quella ottenibile con qualsiasi altro raggio. Così una corrente più sottile di un filo può trasmettere migliaia di cavalli vapore. E nulla le può resistere." Le onde a bassa frequenza, ELF, generate dal sistema, possono influenzare le attività cerebrali. Nel 1952 il Dr. Jose Delgado, professore dell'Università di Yale, scoprì che si poteva modificare il comportamento emozionale del pensiero. Il Dr. Robert Becker dimostrò che tali onde potevano provocare paura, depressione, desideri. Nel 1970 Zbignieu Brezinski, fondatore della commissione trilaterale David Rockfeller’s pubblicò un libro sulla possibilità di controllare il clima per produrre periodi di prolungata siccità o inondazioni. Da segnalare che Brezinski era anche direttore della sicurezza nazionale del presidente Carter e fondatore della "Federal Emergency Management Agency". Cinesi e russi denunciano da tempo la possibilità che un paese, nello specifico gli Stati Uniti, possa alterare le forze della natura sconvolgendo il regime delle piogge. Dichiarano di avere forti preoccupazioni per gli esperimenti americani in Alaska, definendo il progetto HAARP un’arma geofisica con la quale condizionare il clima alterando attraverso l’emissione di microonde la temperatura e l’umidità. L’intensità e la frequenza dei disastri che si sono registrati in questi ultimi anni sarebbero da imputare ai test del progetto HAARP, in quanto in tale progetto verrebbero usati metodi in grado di provocare terremoti e modificare le precipitazioni, la temperatura, il livello del mare, la caratteristica della luce solare. Nel 2002 ben 220 deputati della Duma firmarono un appello indirizzato all’ONU per chiedere la messa al bando degli esperimenti elettromagnetici dell’HAARP ritenuti una nuova arma in grado di influenzare gli elementi naturali con le onde ad alta frequenza. Il progetto è tuttora in opera. (Continua): 

14) Nel 1914 Harry Grindell Matthews dichiarò di aver inventato un raggio invisibile, conosciuto come il "raggio della morte", capace di bloccare qualsiasi motore, riprendendo un vecchio un progetto di Tesla per teletrasportare energia elettrica. Durante una dimostrazione sarebbe riuscito a bloccare il motore a scoppio di una moto, a far esplodere polveri a distanza ed accendere una lampada senza fare uso di corrente elettrica. Il Ministero dell’Aviazione inglese non fu convinto dalla prova, in quanto il suo raggio di azione era attivo entro diciotto metri. Nel 1925 Grindell si recò in America e al suo ritorno in patria dichiarò di aver venduto il brevetto agli USA. Da quel momento lo scienziato venne dimenticato; morì nel 1941. La sua tecnologia fu impiegata per proiettare in cielo immagini pubblicitarie. Non fu l’unico a costruire un sistema per generare un raggio simile, in tale impresa si cimentò, e sembra con esiti positivi, anche Guglielmo Marconi. A convalidare tale impresa, pur in modo indiretto, un testimone di tutto rilievo: Rachele Mussolini. Nel suo libro "Mussolini privato", descrive cosa le accadde una mattina del 1936 mentre percorreva con l’auto la Roma-Ostia: "Un giorno, alla fine di giugno del 1936, a pranzo, avevo detto a Benito che nel pomeriggio mi sarei recata ad Ostia a controllare alcuni lavori in una proprietà agricola. Mio marito sorrise e mi disse: Trovati sull’autostrada fra le tre e le tre e mezza. Qualcosa ti sorprenderà." Secondo quanto riportato nel libro, a metà strada l’auto si fermò e nonostante che l’autista facesse di tutto per rimetterla in moto, la macchina non ne volle sapere. Accadde lo stesso a tutte le auto che si trovarono in zona, sia quelle che viaggiano verso Ostia, sia quelle dirette verso Roma. Rachele guardò l’orologio: erano le 3,10. All’autista disse di aspettare fino alle 3,30. L’uomo chiese perché aspettare tanto, ma dopo aver visto inutili i suoi tentativi di far ripartire il motore, alla fine si arrese. Alla 3,35 Rachele Mussolini disse all’autista di riprovare a far ripartire l’auto. Inutile dirlo l’auto si rimise in moto. La sera a cena narrò l’accaduto a tavola e Mussolini confermò che era stato fatto un esperimento segretissimo in quel punto dell’autostrada. "Un’invenzione di Marconi che può dare all’Italia una potenza superiore a quella di tutti gli altri paesi del mondo. Marconi sta continuando le ricerche." Mussolini spiegò alla moglie che Marconi utilizzando un raggio misterioso poteva interrompere il circuito elettrico dei motori di qualsiasi tipo. Purtroppo Marconi era devotissimo alla chiesa, causa l’annullamento del matrimonio dalla sacra rota, e papa Pio XI, saputo della cosa, si allarmò e chiese allo scienziato di non proseguire le ricerche. Da Donna Rachele sappiamo che Marconi riferì tutto a Mussolini che, non volendo inimicarsi il Papa, lasciò libertà di scelta allo studioso, il quale sospese le ricerche ma non distrusse la documentazione e la scoperta stessa. L’anno dopo, il 1937, Marconi morì. La cosa è più che certa, dato che lo stesso duce lo confermerà a Ivanoe Fossati, il 20 Marzo 1945, in una intervista. "È vero sulla strada di Ostia, ad Acilia Marconi ha fermato i motori delle automobili, delle moto. L’esperimento fu ripetuto sulla strada di Anzio; a Orbetello aerei radiocomandati furono incendiati a duemila metri di altezza." Al giornalista Mussolini disse che Marconi ebbe degli scrupoli e chiese consiglio al Papa che gli disse di nascondere la scoperta. Disse anche che non si sentì di obbligarlo nella scelta, pur facendogli presente che la scoperta poteva essere fatta da altri e utilizzata contro l’Italia, ma lo studioso morì improvvisamente poco tempo dopo. Vi sono inoltre due fatti da registrare. Primo: sembra che nel 1939 nella città di Essen, nell’ora di punta del traffico, tutto quanto era elettrico e meccanico si bloccò per dieci minuti: auto, camion, moto, orologi. I giornali non menzionarono l’accaduto. Era stato sottratto ai fascisti il progetto del raggio della morte? Secondo: il segreto di Marconi lo conosceva un certo Pier Luigi Ighina, suo collaboratore, un radiotecnico milanese che per dieci anni fu aiutante dell’inventore; fu lui a scoprire l’"atomo magnetico" che si trova in mezzo agli altri atomi e fornisce loro il movimento continuo. Dividendolo scoprì il "monopolo magnetico". Isolando gli atomi della materia dagli atomi magnetici i primi non hanno la possibilità di muoversi e la materia non si trasforma, quindi l’atomo magnetico produce anche le variazioni degli atomi della materia. Secondo quanto dichiarato da Ighina il monopolo è il principio positivo o negativo dell’energia solare che giunge sulla Terra; viene bloccata e riflessa divenendo energia terrestre. Dall’interazione dell’energia solare con quella terrestre si produce materia. Ighina aveva inventato una macchina capace di controllare le nuvole con la quale liberava il cielo dalla loro presenza. Per riuscire a fare questo aveva sepolto quintali di polvere di alluminio sotto il prato del suo giardino trasformandolo in un monopolo magnetico. Durante il Primo Congresso Internazionale di Medicina Ufficiale e Naturale di Milano venne proiettata una videocassetta del filmato inerente al dissolvimento dell’agglomerato nuvoloso sul cielo di Imola, con la ricomparsa del sereno nella zona interessata e trattata da Ighina con monopoli magnetici. Una scoperta che poteva risolvere il problema delle siccità e delle alluvioni nel mondo. L’atomo magnetico è più piccolo degli altri atomi e pulsa più velocemente. Ighina costruì un’apparecchiatura per regolare le vibrazioni atomiche magnetiche basata sull’energia dell’atomo magnetico; con tale energia secondo l’inventore si poteva guarire qualsiasi malattia, fondere metalli a distanza, produrre energia elettrica, investigare nel sotto suolo alla ricerca di giacimenti petroliferi e falde acquifere, aumentare la produzione agricola. (Il progetto Haarp?) Da quanto dichiarato da Ighina sembra che Marconi sia rimasto ucciso dal suo stesso esperimento durante il quale aveva provocato l’interruzione della circolazione del sangue; perché come spiegò il radiotecnico i monopoli scompongono la materia sulla stessa materia. Se ne accorse quando vide la salma e osservò sotto la pelle alcuni "gnocchetti neri". I medici diagnosticarono la morte in seguito ad un attacco di angina pectoris. In merito a questo "raggio invisibile", o "della morte", negli anni '90 giornali e TV diffusero la notizia che la polizia statunitense sarebbe stata dotata di un meccanismo capace di bloccare il motore dell’auto usata dai malviventi per darsi alla fuga. Tutto questo porta a pensare alla tecnologia in possesso degli UFO, dato che in molti casi di avvistamenti i motori delle auto si bloccano, la luce elettrica viene a mancare, ogni meccanismo si ferma. Fenomeni riscontrati anche nelle vicende riguardanti il famoso Triangolo delle Bermuda, fenomeni che interessano campi elettromagnetici. Sembra però che tale progetto sia stato abbandonato perché in virtù del suo ampio raggio d’azione, fermerebbe anche i pacemakers e interrompe la corrente nelle abitazioni circostanti al luogo di azione. L’apparato costruito da Tesla proiettava particelle, grandi o microscopiche, in modo da concentrarle in una piccola area e inviarle a grandi distanze utilizzando energie "trilioni di volte" più potenti di quelle attualmente in uso. Un fascio più sottile di un capello a cui niente resiste. Una tecnologia che può diventare un’arma capace di abbattere migliaia di aerei a 400 chilometri di distanza, un acceleratore di particelle oggi in uso nei laboratori nucleari e nello scudo spaziale. Atto a produrre un’arma al plasma. In virtù di questo, qualcuno lo ha indicato come l’autore involontario dell’esplosione del 30 giugno 1908 nella Tunguska, in Siberia. Esiste la strana coincidenza che lo stesso giorno in si manifestò il fenomeno in Russia, l’inventore, stava eseguendo un esperimento con lo scopo di inviare un’onda di immensa energia e stabilire la comunicazione con una spedizione artica, localizzata nella linea retta compresa fra il laboratorio e il luogo dell’esplosione. Dato che il suo trasmettitore poteva generare una forza distruttiva pari a una bomba all’idrogeno di 10 megatoni, è stato fatto due più due. Non esistono però prove a conferma, nonostante che l’esplosione della Tunguska non abbia lasciato crateri prodotti da meteoriti o comete, caduta di UFO; non ci furono segnalazioni in merito a tali fenomeni. L’unico effetto prodotto alcuni giorni dopo, una luce aurorale anomala che potrebbe far pensare all’uso di apparecchiature da parte di Tesla; apparecchiature che oggi farebbero parte del progetto HAARP. Nonostante questo rimangono molti interrogativi: doveva avere una potenza di 30 megatoni e per raggiungerla doveva coinvolgere più centrali, quindi non si poteva nascondere il fatto; inoltre risultano testimonianze contraddittorie riguardo alla traiettoria. L’unico che poteva far luce sull’evento era proprio Tesla, ma mantenne il riserbo più assoluto in merito ai progetti che potevano produrre armi ad energia distruttiva. A Tesla è legata una storia riguardo ad un’auto elettrica. Si racconta che nell’estate del 1931 le strade della cittadina di Buffalo fossero percorse da una Pierce Arrow che non presentava emissione di fumi dal tubo di scarico in quanto avrebbe avuto uno motore elettrico e non combustione interna. Era guidata da tale Petar Savo indicato come un giovane parente di Tesla, un personaggio che parlando dello scienziato si riferiva a lui come "zio". Noi sappiamo che il nome del nipote controllato dall’FBI era diverso. Sembra che nei primi del novecento le auto elettriche avessero buone prospettive; in molti avevano anticipato veicoli alimentati da batterie. L’auto a benzina necessitava di una valvola a farfalla, una manovella per far girare il motore, acqua per un radiatore, quando proprio a quel tempo vi erano poche officine per auto e un normale elettricista poteva eseguire la manutenzione del semplice motore a corrente continua. Nessun inquinamento, velocità contenuta e meno incidenti mortali, costi ribassati anche a livello produzione, non ci sarebbe stato bisogno di un accordo di Kyoto che nessuno rispetta, non avremmo avuto, come lo abbiamo oggi, un problema con i paesi islamici e non avremmo alimentato e finanziato di conseguenza il terrorismo. I grandi magazzini impiegavano camion elettrici, così i medici e le donne perché tali auto erano più facili da guidare, ma questo solo in città; le strade americane venivano percorse da veicoli con motore a combustione interna, più veloci e con maggiore autonomia. "Detroit Electric", "Columbia", "Baker", "Rauch & Lang" e "Woods" furono le principali aziende tra quelle che producevano questo tipo di veicoli elettrici. Le batterie erano però scarse, pesanti, ingombranti, al piombo, le auto avevano prestazioni limitate, oltre gli 80 Km/h la batteria si poteva deteriorare. Richiedevano molto tempo per la ricarica per un’autonomia massima di 160 chilometri. Quindi quando l’affidabilità e la velocità delle auto a benzina migliorò le auto elettriche sparirono. Petar Savo era stato nell'esercito austriaco ed era un esperto pilota; intervistato nel 1967, raccontò l’episodio dell’auto elettrica che collaudò per conto di Tesla. "La Westinghouse Electric" e la "Pierce-Arrow" avevano preparato un’auto sperimentale seguendo le indicazioni di Tesla con finanziamenti della "Studebacker Corporation". Aveva un motore elettrico a corrente che poteva raggiungere 1.800 giri al minuto, senza spazzole, raffreddato da una ventola frontale e due terminali di alimentazione sotto il cruscotto. Savo racconta che Tesla sollevò il cofano, fece qualche regolazione, posizionò 12 valvole termoioniche in un dispositivo all’interno di una scatola di circa sessanta centimetri per trenta e alta quindici. Poi eseguì la connessione al motore. L’auto percorse circa 80 chilometri attorno a Buffalo, raggiungendo i 145 km/h in perfetto silenzio. A detta di Tesla il dispositivo che alimentava l’auto era in grado di alimentarlo per sempre e soddisfare il fabbisogno energetico di un'abitazione; l’inventore affermò che sfruttava una "misteriosa radiazione proveniente dall'etere, disponibile in quantità illimitata". L’auto aveva una batteria ricaricata da una antenna che entrava in sintonia con la risonanza di Schumann intorno ai 7,83 Hz. Una valigia come quelle dei ricevitori a bassa frequenza rimodulava la corrente alternata del campo magnetico terrestre in corrente continua necessaria alla batteria fornendo una quantità illimitata di energia. Considerando tutto questo non possiamo fare a meno di pensare che la Grande Piramide potesse assumere la funzione di quella valigetta, assorbendo dalla Terra energia elettrica per distribuirla senza l’uso dei fili, sfruttando proprio la risonanza di Schumann sulle frequenze di 30 Hz riscontrata nella costruzione. Gli esperimenti durarono una settimana, l’auto percorse vari tipi di strade alla velocità di 150 chilometri orari, dopodiché venne consegnata in tutta segretezza in una fattoria vicina a Buffalo e Tesla si portò via il suo dispositivo. Nel 1933 per problemi amministrativi la "Pierce Arrow" venne liquidata e la storia si ferma qui. Nel New York Daily News del 2 aprile 1934 un articolo intitolato "Il sogno di Tesla di un'energia senza fili vicino alla realtà", si parlava di un "esperimento programmato per spingere un'automobile utilizzando la trasmissione senza fili di energia elettrica". Nello stesso periodo la "Westinghouse Corporation" pagò per la sistemazione di Tesla al "New Yorker Hotel" di New York , dove visse per tutto il resto della sua vita. Tesla venne anche reclutato dalla Westinghouse per ricerche non ben specificate sulle trasmissioni senza fili ed egli interruppe le sue dichiarazioni pubbliche sui raggi cosmici. Leggende metropolitane, o studiati cover up su invenzioni che potevano danneggiare il potere di qualcuno? Su tutta la storia non vi sono molti riscontri. Riguardo le auto all’Idrogeno, oggi parliamo di auto con motore a celle di combustibile, a idrogeno. Una nuova frontiera già disponibile che viene ostacolata esclusivamente da problemi politici visto che quelli economici potranno essere risolti nel momento in cui si passerà ad una produzione industriale con l’abbattimento dei relativi costi. In soli cinque anni, massimo sette, si potrebbe riconvertire l’intero parco auto, azzerare il tasso d’inquinamento mettendosi in regola con l’accordo di Kyoto e sganciarsi dal petrolio e da tutti i problemi che dal suo uso derivano. Ironia della sorte la cella a combustibile (4), o pila a gas, fu ideata nel 1839 da William Grove, un curioso avvocato del Galles con l'hobby della chimica. Durante un esperimento di elettrolisi, procedimento attraverso il quale si può separare idrogeno e ossigeno dall’acqua, si accorse che, nel momento in cui le batterie che alimentavano le celle elettrolitiche venivano escluse, il processo riprendeva al contrario; cioè l’idrogeno e l’ossigeno si riunivano generando elettricità. La comunità scientifica pur interessata inizialmente preferì optare per la dinamo, scoperta poco tempo dopo da Werner Siemens. Passarono 120 anni prima che la NASA adottasse le "fuell cells" per il progetto Apollo e invogliasse il loro uso a livello industriale. Infatti, a partire dagli anni ’60, le pile a combustibile sono state utilizzate per tutte le missioni spaziali sia Apollo, sia Shuttle, al fine di produrre acqua ed energia elettrica nello spazio. La cella, in pratica, si comporta come un generatore di energia elettrica prodotta attraverso la reazione chimica controllata tra idrogeno e ossigeno grazie a un catalizzatore di platino. Si verifica il consumo di un combustibile, nel caso idrogeno e ossigeno, con emissione di vapore acqueo. Non più camere di scoppio, pistoni, combustione. Fra i cinque tipi di celle a combustibile, le più interessanti sono quelle ad acido fosforico e a membrana scambiatrice di protoni detta anche Pem. Le prime usate negli impianti di potenza, le seconde nella locomozione dei veicoli. Le pile Pem sono state sviluppate alla fine degli anni Cinquanta negli Usa, dalla "General Electric", e grazie alla collaborazione con la "Ballard Power Systems", società canadese di alta tecnologia, e con l’inglese "Johnson Matthey", specializzata in catalizzatori, il costo del platino in una cella Pem è sceso drasticamente. Oltre al settore dell'autotrazione, i campi di applicazione delle "fuel cells" sono la produzione di energia, apparecchiature per telecomunicazioni, sistemi di alimentazione per cellulari, personal computer e fabbisogni domestici. Il metodo più economico per disporre di idrogeno è estrarlo dal gas naturale ma, con tale procedimento, noto come "Steam Reforming", viene liberata come sottoprodotto anidride carbonica; un secondo sistema è produrlo partendo dall’acqua, separandolo dall’ossigeno attraverso l’elettrolisi. La scelta vincente è rappresentata dalle celle a combustibile alimentate da idrogeno se ottenuto dall’acqua attraverso l’energia elettrica prodotta da fonti rinnovabili. L’acqua generata dalle "Fuel Cell" è così pura che viene bevuta dagli astronauti sullo Shuttle. In occasione della rassegna IFA, la più grande Fiera dell’Elettronica del mondo, tenutasi a Berlino nel settembre del 2005, è stata presentata, dalla Toshiba una piccolissima centrale, costituita da una mini cella a combustibile alimentata da un’alta concentrazione di metanolo (99,5%) come combustibile. Uno strumento idoneo e alternativo per ricaricare le batterie di Notebook, audio digitali, dvd portatili, telefoni cellulari. Pesa 8,5 grammi e produce 100 milliwatt di energia in un compatto che misura appena 22x56x4,5 mm. Per il suo funzionamento necessita solo di 2 millilitri di combustibile per assicurare 20 ore di autonomia in un riproduttore di MP3 audio. (Continua):

15) Le Piramidi potevano essere state immense celle a combustibile per fornire energia al popolo che occupava le terre tredicimila anni fa. Secondo Alan Alford la Camera della Regina nella Grande Piramide di Giza, sarebbe stata il punto dove si doveva trovare la cella energetica idonea a produrre la separazione fra l’ossigeno e l’idrogeno; il sarcofago nella camera del Re il recipiente dove avveniva la combustone controllata dell’idrogeno; le cinque stanze sopra tale camera, ossia il Ded, il dispositivo di raffreddamento. Alford ipotizza che nelle 27 nicchie allineate nella Grande Galleria e adesso vuote, si trovavano cristalli capaci di risuonare a diverse frequenze e impiegati per comunicare. Questo ci porta a fantasticare ancora un po' e a compiere un viaggio fino ad Atlantide. Secondo quanto riportato riguardo alle dichiarazioni del veggente Cayce, la civiltà Atlantidea disponeva di una avanzata tecnologia, comprendente anche "i raggi distruttivi"; Cayce parlò di televisione, aeromobili, quando ancora non esistevano; dichiarò che quel popolo era capace di alterare la struttura atomica dei cristalli per ricavare enormi quantità di energia, attraverso un sistema che ricorda quelli descritti da Tesla. I cristalli sarebbero stati isolati in un edificio "foderato di pietra non conduttrice". La descrizione ricorda le torri di vetro girevoli di cui disponevano i Thuata de Danan, protagonisti delle saghe irlandesi, rivestite appunto di un materiale isolante a protezione delle radiazioni emanate dalle armi nemiche. I documenti con le descrizioni per costruire tali "pietre" verrebbero custoditi in tre posti diversi: nei templi di Atlantide sommersi a Bimini, in un tempio in Egitto e nel tempio di Itlar nello Yucatan. Cayce parlò anche di Faser e Maser, l'energia derivante dalla luce polarizzata, dicendo che proprio il cattivo uso di tale energia scatenò forze incontrollabili che causarono la distruzione del continente. Nel 1970 il Dottor Ray Brown durante un’immersione con alcuni suoi amici nelle acque del triangolo delle Bermuda, vicino alle isole Bari, Bahamas, vide, a quaranta metri di profondità, una vasta città sommersa e una piramide con un'apertura sulla sua sommità. Ecco la sua testimonianza: "La costruzione era in pietra liscia, le giunzioni fra i blocchi si distinguevano appena. L'apertura era una specie di pozzo che immetteva in una stanza interna rettangolare. Completamente priva di alghe e coralli e stranamente ben illuminata senza che ci fosse nessuna luce diretta. Vidi qualcosa che riluceva. Dal soffitto pendeva un’asta metallica con incastonata una pietra rossa sfaccettata e affusolata in punta. Sotto di essa un basamento in pietra sono sopra una piastra sempre di pietra, sulla quale due mani di bronzo, annerite da evidenti bruciature, sorreggevano una sfera di cristallo. Non riuscendo a smuovere l’asta e la pietra rossa, afferrai il cristallo e venni via. Mentre uscivo da quel luogo mi parve di avvertire una presenza. All'interno di questo cristallo rotondo vi era una serie di forme piramidali, tre per l’esattezza e tenendolo in mano si avvertiva una vibrazione." Pervaso dal timore che la sfera gli fosse confiscata non ne ha rivelata l’esistenza fino al 1975, nel corso di una conferenza a Phoenix, né il punto esatto del suo ritrovamento e cosa ne è stato del cristallo. Il particolare delle mani metalliche che sorreggono un cristallo, rammentano le mani degli isolatori che sostengono le "lampade" rappresentate sulle pareti di Dendera. Il fatto che siano state viste annerite e bruciate significa che erano state sottoposte ad un fortissimo calore, quindi la piramide catalizzava una sorta d’energia indirizzandola, attraverso l’asta, nella sfera di cristallo. La pietra rossa poteva essere un rubino, pietra solitamente usata nei laser per concentrare e proiettare l’energia. In quanto alla sfera vi sono testimonianze che parlano di fenomeni paranormali; di metalli che in contatto con essa si magnetizzano temporaneamente; l’ago della bussola girerebbe prima in senso orario e poi in senso opposto. Si è parlato di casi di guarigione dopo averla toccata. Un collegamento al teschio di cristallo? Speculazioni? Fatto che non si può negare. Il cristallo della sfera testimonia l’esistenza di civiltà in possesso di una tecnologia avanzatissima perché perfino gli esperti dell’Istituto Smithsoniano di Washington hanno dichiarato che, solo dopo il 1900 siamo entrati in possesso di una tecnologia con la quale poter tagliare il quarzo e ricavarne una sfera perfetta. Dal passato saltiamo al futuro in quanto Tesla non era in accordo con Einstein riguardo alla curvatura dello spazio per lui impossibile: "Se esistesse non si spiegherebbe il moto dei corpi come li osserviamo. Solo un campo di forza può spiegarlo e la sua assunzione dispensa la curvatura spaziale dell’esistere." Tesla condivideva la visione della luce intesa come particella e come onda; lavorava ad un progetto relativo ad una "barriera di luce" in grado di alterare tempo, spazio, gravità e materia. Voci dal sapore di leggenda abbinano il suo nome al "Progetto Filadelfia" riguardante la sparizione di una nave e il suo equipaggio dopo averla esposta ad un forte campo magnetico. Qualcosa che potrebbe fornire la spiegazione delle strane sparizioni nel famoso triangolo delle Bermude. Oggetto dell’esperimento il cacciatorpediniere Eldridge D173 che finì avvolto da una strana nebbia luminescente e verdastra appena i generatori magnetici furono messi in funzione. La nave sparì davanti agli occhi degli osservatori rimasti a bordo della SS Furuseth e della SS Malay, lasciando ben visibile la sua impronta nell’acqua, all’interno di un campo di forza di forma sferica di circa cento metri d’ampiezza. L’Eldridge fu vista apparire e scomparire a Norfolk in Virginia e l’equipaggio subì conseguenze sconvolgenti devastanti. Uomini che apparivano e sparivano in ogni luogo si trovassero. La storia venne rivelata da un non ben identificato Carl Allen in corrispondenza epistolare con il dottor Morris Jessup, astronomo e ricercatore, autore di un libro collegato alla storia, "The case for the Ufo". Jessup morì in circostanze misteriose e sospette. La vicenda è stata divulgata da Manson Valentin con il quale Jessup era in contatto e, successivamente, da Charles Berlitz che intervistò Valentin. Queste le vicende collegate a Tesla, un personaggio scomodo all’epoca e sicuramente lo sarebbe anche ai nostri tempi, ma riconosciuto come l’inventore del mondo che noi conosciamo; senza di lui non saremo giunti a questo grado di sviluppo tecnologico. 150.000 documenti custoditi nel Museo a lui intestato a Belgrado testimoniano la sua grande conoscenza dell’elettromagnetismo, la sua capacità di visualizzare nella mente il problema e passare alla soluzione senza dover stilare disegni ed effettuare calcoli. La sua mania di perfezionismo, l’enorme serietà, le doti di eloquenza; l’amore per la natura che lo spingeva a compiere lunghe passeggiate. Appare come un uomo che desiderava una società sana e giusta, retta da principi egualitari, "non dominata dagli interessi egoistici di oscuri manovratori dell’economia e della politica; individui privi di coscienza che perseguono i propri interessi non tenendo conto dei danni provocati all’umanità." Consapevole che il mondo è governato da pochi furbi e facoltosi, come lui li definiva, nascosti nelle stanze del comando, intenti a raggirare una massa di illusi, poveri, indifesi ignoranti. Sapeva come cambiare gli equilibri mondiali ponendo a "disposizione di tutti illimitate e smisurate sorgenti di energie che avrebbero diffuso il benessere, creato cultura, conoscenza e consapevolezza; portando il mondo ad un autocontrollo; togliendo ai gruppi di potere l’opportunità di manipolare la massa per conseguire il loro egoistico interesse". Utopia. Per queste sue idee Tesla fu contrastato. Nell’elite militare e industriale del tempo figuravano uomini come John Rockefeller Jr., Julius Rosenwald, Henry Ford, Harvey Firestone, Herbert Hoover, il generale Pershing (5); ben consapevoli che le invenzioni di Edison non avevano un futuro, ma Edison era asservito al sistema, Tesla, al contrario, lo combatteva. Per questo vennero tagliati i fondi all’inventore; le sue invenzioni non dovevano modificare lo status quo raggiunto, non in quel momento, il cambiamento richiedeva tempo. Il genio invece innesca salti quantici nello sviluppo tecnologico che costringono a cambiamenti repentini degli equilibri; quindi chi gestisce il potere deve bloccarli o rallentarli con ogni mezzo. Lo fecero passare per pazzo; lo fu quando scoprì le frequenza di risonanza della Terra; ma cinquanta anni dopo Shumann disse che aveva ragione. Lo dotarono di poteri extraterrestri quando pilotò il battello col radiocomando; ma i tedeschi in guerra fecero lo stesso con i missili ed oggi si fa uso delle "smart bombs" guidate da Laser e GPS. L’unità di misura del flusso magnetico porta il suo nome, un onore concesso a pochi, a riconoscimento del suo enorme e indiscusso talento; ma non fu premiato con il premio Nobel come avrebbe meritato; gli fu conferita solo la Edison Medal. La cerimonia avvenne il 18 maggio 1917. Nell’occasione, uno dei membri della "Enginering Society Building" chiuse il suo discorso, nel quale elogiava i meriti dell’inventore croato, dicendo: E alla fine Dio disse "Sia Tesla e la luce fu". Note: 1. L’elettricità statica varia dai 20.000 ai 50.000 volt. Il corpo umano tende ad immagazzinare tale elettricità naturalmente. 2. Considerando il principio dell’attrazione dei poli opposti, qualsiasi magnete libero di ruotare tende a orientare il proprio polo sud verso quello nord terrestre; ed è quello che fa l’ago di una bussola perché è un piccolo magnete i cui poli si orientano parallelamente alle linee dello spettro magnetico terrestre. Fenomeno possibile in quanto la Terra è una gigantesca calamita. 3. Tutte le macchine per la risonanza magnetica nucleare sono calibrate con l’unità di Tesla, da 2 a 9. Un Tesla equivale a 1000 Gauss (unita di misura del flusso magnetico). Estremamente importante per la diagnosi degli organi interni del corpo umano specie in caso di tumori e processi degenerativi del cervello e della colonna vertebrale. Più forte è il campo magnetico più forte la quantità dei segnali radiofonici tratti dagli atomi del corpo e quindi più alta la qualità delle immagini. I nuclei atomici mostrano la loro presenza assorbendo o emettendo onde radio una volta esposti ad un campo magnetico sufficientemente forte. Il segnale dell’idrogeno nel tessuto canceroso è diverso da quello di un tessuto sano perché i tumori contengono più acqua e quindi più atomi di idrogeno. La preparazione all’esame è insolita in quanto è necessario lasciare fuori della stanza ogni oggetto metallico smontabile, comprese protesi dentarie, acustiche e di altro tipo. 4. La Cella a combustibile è come un piccolo generatore che produce energia da combustibili quali l’idrogeno o l’alcool per generare una reazione chimica senza combustione o uso di parti mobili come le turbine. 5. Pershimg John Joseph generale statunitense (1860-1948) che durante la prima guerra mondiale venne nominato comandante capo delle forze nordamericane in Europa e che sotto la sua direzione costituirono uno dei principali fattori della vittoria alleata. Il bulbo di tesla. Il bulbo di tesla è un potente sistema per la trasmissione dell’energia distanza inventato dal genio assoluto del ventesimo secolo Nikola Tesla. Rientra nella categoria delle invenzioni soppresse dai gruppi elitari che governano il mondo ma dalle informazioni, pur se frammentarie, che abbiamo è possibile retroingegnerizzarlo basandoci sugli scritti di Tesla stesso e sulle conoscenze che abbiamo nella fisica dell’etere. Il bulbo di tesla ha tre applicazioni principali tutte e tre troppo importanti per i potenti motivo per cui hanno soppresso tutto dopo aver ucciso Nikola Tesla. Lo si può usare per: 1.trasmettere l’energia a distanza senza perdite e in overunity estraendo energia addizionale dall’etere che collassa. 2.come forma di propulsione ad effetto di campo e quindi antigravità. 3.come arma...è un efficente cannone al plasma in grado di operare in aria e non nel vuoto. Lo scopo della nostra ricerca è di capirne al meglio il funzionamento e replicarlo. Come è fatto e come funziona. Nikola Tesla scoprì che usando un impulso a bassa frequenza focalizzato come un raggio, avrebbe causato, ad un quarto d’onda, l’eruzione di una onda d’urto elettromagnetica più intensa che avrebbe eccitato i gas atmosferici portandoli allo stadio di plasma e creando così un’onda d’urto secondaria esplosiva la quale collassando avrebbe generato una implosione nell’etere. Durante l’implosione dell’etere Tesla notò un forte incremento nell’energia trasmessa e un abbassamento della temperatura tipico del regime sintropico. L’onda a bassa frequenza veniva usata solo come “portante” per creare una zona conduttiva nell’aria focalizzata mentre l’onda “stimolante” (così la definì) era ad alta frequenza. Il bulbo è di vetro e all’interno viene fatto il vuoto (in seguito Tesla dice che non serve il vuoto giustamente), in esso troviamo una semisfera di alluminio con davanti un anello di metallo. Dagli scritti emerge che Tesla alimentava la semisfera con bassa frequenza mentre l’anello veniva alimentato ad alta frequenza da bobine di tesla. Purtroppo Tesla non scrisse mai veri e propri libri di teoria ne si dilungava molto nelle spiegazioni, lui era soprattutto uno sperimentatore e quindi è tipico ritrovarsi davanti le sue invenzioni con pochi dettagli, se poi aggiungiamo il fatto che gran parte dei suoi scritti furono sequestrati e classificati dall’FBI dopo che lo uccisero nel 43 è chiaro che con una semplice lettura possono sorgere molti dubbi. Di primo acchito si potrebbe credere che la semisfera sia alimentata da un semplice generatore a bassa frequenza ma questo non avrebbe senso! Se fosse veramente così il sistema sarebbe solo un banale trasmettitore a bassa frequenza con accoppiato un altro trasmettitore ad alta frequenza. Se però si conosce il resto del lavoro di Tesla sulle onde longitudinali e sull’evento radiante è possibile decifrare bene l’invenzione del bulbo. Innanzi tutto prendiamo in esame una breve descrizione di un suo esperimento. Tesla parla di un impulso elettromagnetico che è focalizzato e che porta con se una carica elettromagnetica che cresce esponenzialmente e questo impulso è a bassa frequenza. Qui Tesla non parla delle classiche onde trasversali ma parla di onde longitudinali, si parla quindi dell’evento radiante. Negli studi sull’ER notò che l’onda d’urto da esso generata ha effetti differenti a seconda della frequenza di pulsazione dell’onda longitudinale stessa. Alle basse frequenze l’onda radiante sposta la materia ed ha una forte azione di spinta, a questa spinta è associata una forte carica elettromagnetica. Alle alte frequenze diminuisce l’effetto di spinta ma aumenta la formazione di plasma e viene aggiunta più energia sintropica dall’etere che collassa diventando plasma. Inoltre Tesla specifica che la semisfera è alimentata ad alta tensione in continua. E’ chiaro quindi che la semisfera và alimentata da un circuito radiante che utilizza come sorgente alta tensione in continua, la bassa frequenza non è altro che la bassa frequenza di pulsazione del sistema radiante che pilota la semisfera. In questo modo dalla semisfera escono raggi collimati e altamente direttivi di evento radiante...onde d’urto che ionizzano l’aria creando un percorso conduttivo. A questo punto lo schema ha molto più senso e si capisce perchè l’anello è invece alimentato da normali tesla coil ad alta frequenza. Un esempio: usando una frequenza di pulsazione sulla semisfera di 60hz con una lunghezza d’onda di 3100 miglia si avrà la massima emissione di energia ad un quarto d’onda ossia a 775 miglia. Sovrapponendo una frequenza di eccitamento di 50 Mhz ad esempio si avrà una “implosione fredda” che assorbe calore dall’ambiente circostante facendo collassare l’etere (regime sintropico). Cambiando la lunghezza d’onda della portante longitudinale e la direzione di propagazione si può trasmettere energia in tutti i punti del globo. Riassumendo i concetti: la semisfera viene alimentata da un circuito radiante a bassa frequenza. Viene generata quindi una onda longitudinale collimata che crea un percorso nell’aria conduttivo con dei picchi corrispondenti ai picchi dell’onda longitudinale stessa. L’onda generata passa però attraverso l’anello che è alimentato da un tesla coil ad alta frequenza, in questa maniera l’alta frequenza si sovrappone alla portante longitudinale e crea gli effetti di collasso dell’etere sopra esposti. L’animazione seguente mostra il funzionamento del bulbo. Vedrete l’accensione dell’anello che crea il campo ad alta tensione e alta frequenza. Poi partono gli impulsi radianti che ci passano attraverso, nell’animazione ho messo un paio di cicli giusto per illustrare in maniera artistica il raggio Tesla che parte e che poi collassa. Perchè l’alta frequenza innesca l’implosione nell’etere? Perchè i vortici sferico toroidali che compongono la materia e l’energia di legame che li tiene uniti a formare le molecole hanno tutti una frequenza di risonanza tipica. Se ci agganciamo a questa frequenza li possiamo destabilizzare facendo loro emettere più energia di quella che assorbono dal campo scalare (i vortici implodono e abbiamo quindi la trasformazione della materia in etere) e possiamo anche spezzare i legami molecolari trasformando l’energia di legame sotto forma di etere in plasma, fenomeno che accade anche nelle celle elettrolitiche pulsate a frequenza di risonanza e nella sonoluminescenza. L’idea geniale di Tesla è stata quella di usare una onda longitudinale come portante per trasportare l’alta frequenza e amplicare gli effetti in sinergia. Applicazioni Free energy ed energia wireless. Il bulbo di Tesla permette di trasferire grandi quantità di energia a distanza in maniera collimata e senza perdite. A differenza dei tentativi di trasmissione dell’energia wireless con le microonde che invece sono difficili da collimare e hanno grosse perdite. Inoltre grazie al coinvolgimento del collasso di etere è plausibile l’applicazione del bulbo negli apparecchi free energy come le celle elettrolitiche pulsate alla frequenza di risonanza dell’acqua. Basterebbe usare la frequenza di risonanza dell’acqua e non sarebbe necessario un circuito radiante molto potente. Potenzialmente molti sistemi free energy beneficerebbero dell’applicazione del bulbo di tesla. Sistemi antigravitazionali. (Continua):

16) Collimando diversi raggi Tesla su un unico punto si otterebbe una forte differenza di pressione nell’etere il che genererebbe spinta ad effetto di campo ossia antigravità. E’ interessante sapere la storia che c’è dietro il bulbo di Tesla. Prima della seconda guerra mondiale Lenin fece una offerta molto proficua in termini di denaro a Tesla per avere questo apparato. Tesla rifiutò così come rifiutò di collaborare per scopi bellici o di potere. Tuttavia anche i nazisti si interessarono ai suoi progetti, inizialmente fù Wernher von Braun a sperimentare questa tecnologia nei laboratori americani di Los Alamos (il governo americano e i nazisti sono una unica entità) nel 1936. Hitler approvò la ricerca e Braun si trasferì in germania proseguendo gli studi a Peenemunde dove i nazisti sperimentavano le armi segrete. Braun fù anche nominato ubersturmbannfuehrer delle SS una alta carica nel sistema nazista. Che eroe dell’era spaziale! Altro che razzi sulla luna! La cosa più interessante è che i nazisti applicarono il sistema del bulbo di Tesla su un nuovo tipo di macchinario a propulsione antigravitazionale (loro costruirono i primi dischi volanti su base Schauberger) che aveva la forma di sigaro...infatti utilizzarono gli scafi dei sottomarini U-boat. Personalmente mi sono sempre chiesto come fossero disposti i motori antigravitazionali negli UFO (umani e non) a forma di sigaro. Tipicamente i velivoli antig sono a forma di disco perchè la massa deve essere contenuta all’interno del vortice sferico toroidale generato dal motore antig...ma allora perchè la forma a sigaro? Proprio perchè hanno usato una serie di bulbi di Tesla collimati per generare il campo, in tal caso la forma a sigaro è perfetta per rientrare in sezione nel percorso aperto dai bulbi nell’etere stesso. Cannone Tesla. Purtroppo per ogni scoperta c’è anche l’applicazione bellica. Il bulbo Tesla può sparare grosse bordate di energia che si concentrano in plasma, Tesla chiamava queste implosioni “l’energia nucleare dell’ambiente”. Ci sono buoni motivi per pensare che l’eplosione della Tunguska sia stata provocata inavvertitamente proprio da uno dei suoi esperimenti con i bulbi. Il periodo storico coincide così come coincide la fenomenologia dell’evento imputabile a una grossa quantità di etere che collassa in uno specifico punto. Scegliendo la lunghezza d’onda appropriata e la direzione voluta è possibile creare tali implosioni in qualsiasi punto del pianeta devastando intere aree così come creare terremoti e tsunami. Inquietante? Questa è la realtà...trovo più inquietante il fatto che l’umanità ignora completamente queste cose. Tornando sull’argomento anche Marconi conosceva questa metodologia, lui riusciva a bruciare in uno dei suoi esperimenti un intero gregge di pecore stando a migliaia di km di distanza. HAARP E' UN'ARMA DI DISTRUZIONE DI MASSA NON SOTTOPOSTA AD ALCUN NEGOZIATO. Da un punto di vista militare, HAARP è un'arma di distruzione di massa. Potenzialmente costituisce uno strumento di conquista in grado di destabilizzare selettivamente sistemi agricoli ed ecologici di intere regioni. Anche se non ci sono prove che questa mortale tecnologia sia stata usata, sicuramente le Nazioni Unite dovrebbero affrontare la questione della "guerra ambientale" a fianco del dibattito sugli impatti climatici dei gas-serra. Nonostante esista un ampio corpo di conoscenze scientifiche, la questione della deliberata manipolazione climatica per uso militare non è mai diventata esplicitamente parte della agenda delle Nazioni Unite sui cambiamenti climatici. "GUERRA CLIMATICA" La rinomata scienziata dott. Rosalie Bertell conferma che "gli scienziati militari degli Stati Uniti stanno lavorando sui sistemi climatici come potenziale arma. I metodi includono l'accrescimento delle tempeste e la deviazione dei fiumi di vapore dell'atmosfera terrestre per produrre siccità o inondazioni mirate. Già negli anni '70 il vecchio consigliere per la Sicurezza Nazionale Zbigniew Brzezinski aveva previsto nel suo libro "Tra Due Epoche" che: "...La tecnologia renderà disponibile, per i leader delle maggiori nazioni, tecniche per condurre una guerra segreta, per la quale sarà necessario considerare solo una minima parte delle forze speciali (...) Tecniche di modificazione del clima potrebbero essere impiegate per causare prolungati periodi di siccità o tempesta..." Marc Filterman, ex-ufficiale francese, descrive svariati tipi di "armi non convenzionali" che usano frequenze radio. Egli si riferisce alla "guerra climatica", indicando che gli Stati Uniti e l'Unione Sovietica già "...padroneggiano il know-how necessario per scatenare improvvisi cambiamenti climatici (uragani, siccità) nei primi anni '80...". Queste tecnologie rendono "...possibile provocare disturbi atmosferici usando onde radar a frequenza estremamente bassa...". IL PROGRAMMA "HIGH-FREQUENCY ACTIVE AURAL RESEARCH" – HAARP. Il HAARP con base a Gokoma (Alaska) - amministrato congiuntamente da Aviazione e Marina - è parte di una nuova generazione di armamenti sotto il controllo della Iniziativa di Difesa Strategica degli Stati Uniti. Approntato dal Laboratorio di Ricerca dell'Aviazione - Direzione Veicoli Spaziali, HAARP è costituito da un sistema di potenti antenne in grado di creare "modificazioni locali controllate della ionosfera". Lo scienziato dott. Nicholas Begich - attivista della campagna contro HAARP - descrive tale programma come "...una tecnologia di raggi estremamente potenti di onde radio che raggiungono aree della ionosfera (lo strato più alto dell'atmosfera) si concentrano su di essa e la riscaldano. A quel punto le onde elettromagnetiche rimbalzano sulla terra e penetrano qualsiasi cosa - viva o morta...". La dottoressa Rosalie Bertell descrive HAARP "...una gigantesca stufa in grado di causare la principale spaccatura della ionosfera, creando non tanto dei buchi quanto delle lunghe incisioni sullo strato protettivo che impedisce alle radiazioni mortali di bombardare il pianeta...". LA PAROLA AGLI AMERICANI Il sito ufficiale HAARP ci presenta un’innocente stazione scientifica dove gli scienziati sondano via radio quelle regioni dell’alta atmosfera preannuncianti lo spazio esterno, cioè la ionosfera e la magnetosfera. I titoli dei paragrafi esplicativi del sito sono peraltro scritti a mo’ di domande («Cos’è HAARP?», «Perché è coinvolto il Dipartimento della Difesa?», ecc.) Nel paragrafo titolato «HAARP è unico?», ci si affretta a precisare che anche altre nazioni studiano la ionosfera, come la stessa Russia o i Paesi europei (più il Giappone) del consorzio EISCAT, anche se le loro apparecchiature, site a Tromsoe in Norvegia, sono dei radar «incoerenti». Ma veniamo ai dettagli. Presso Gakona, circa 200 km a Nord-Est del Golfo del Principe Guglielmo, un terreno di proprietà del Dipartimento della Difesa USA fu scelto il 18 ottobre 1993 da funzionari dell’Air Force e a partire dall’anno seguente venne disseminato di piloni d’alluminio alti 22 metri, il cui numero è cresciuto di anno in anno fino ad arrivare a 180. Ognuno di questi piloni porta doppie antenne a dipoli incrociati, una coppia per la «banda bassa» da 2.8 a 7 MegaHerz e l’altra per la «banda alta» da 7 fino 10 MegaHerz. Tali antenne sono capaci di trasmettere onde ad alta frequenza fino a quote di 350Km, grazie alla loro grande potenza. A pieno regime, l’impianto richiede 3.6 MegaWatt (la potenza di 100 automobili), assicurati da 6 generatori azionati da altrettanti motori diesel da 3600 cavalli l’uno. Scopo ufficiale di queste installazioni è studiare la ionosfera per migliorare le telecomunicazioni. Allora ti illumino un po. Sappiamo che la terra è, effettivamente un corpo carico mediante processi almeno in parte in relazione ad una interazione della Magnetosfera terrestre con il flusso continuo di particelle negativamente caricate, chiamato vento solare, che dal centro del nostro sistema solare fluiscono verso esterno. Sappiamo che gli strati dell'aria sono conduttivi, pero in mezzo, sopra l'atmosfera c'e' spazio libero e questo può' contenere una carica opposta. Allora, la capacita può essere incomparabilmente grande. Sappiamo anche che uno degli strati piu alti dell'atmosfera della terra, la Ionosfera, è conduttivo. La terra possiede una naturale carica, negativa rispetto alla regione conduttiva del atmosfera, che inizia ad un'altezza di circa 50chilometri. La differenza di potenziale tra la terra e questo regione è nell'ordine di 400000 volts. Un trasmettitore sufficientemente potente produce una distorsione del campo che si propaga ovunque, sino al suo punto diametralmente opposto, da cui l'energia è riflessa verso il suo punto di origine. Dai studi di Tesla e quello che noi sappiamo l'aria se viene ionizzata con una forte scarica diventa conduttiva, perciò ne consegue che non che bisogno di una antenna alta centinaia di chilometri, ma besi creare un flusso di plasma abbastanza potente da raggiungere la ionosfera. Ma il bello non e finito qua, sappiano che c'è un punto della terra nella ionosfera fortemente carico, se si riesce andare in risonanza con questa fonte di energia illimitata, il gioco e fatto. L’oligarchia economica di allora, sostanzialmente la stessa di adesso, non volle assolutamente rinunciare ai suoi stratosferici profitti che provenivano dall’imporre ad ogni cittadino di pagare una quota per cucinare, illuminare la sua casa, scaldarsi, lavarsi, viaggiare, in definitiva per vivere nel mondo civilizzato. Per mantenere il suo strapotere non esitò ad impiegare ogni mezzo per screditare, annientare economicamente e moralmente l’uomo che costituiva una reale minaccia per i suoi profitti indiscriminati, anche se quello stesso uomo avrebbe potuto rendere il mondo di allora assai migliore e anche per tutte le generazioni a venire. Quell’uomo è il genio Nikola Tesla, che brevettò invenzioni che hanno comunque cambiato il mondo e morì solo e in miseria in una stanza di albergo. Molte delle sue invenzioni stanno riemergendo e sono in grado di migliorare ulteriormente la tecnologia del nostro tempo. Nikola Tesla è stato un fisico, inventore e ingegnere serbo naturalizzato statunitense nel 1891, nato a Smilijan il 10 Luglio del 1856 e morto a New York il 7 Gennaio del 1943. è conosciuto soprattutto per il suo rivoluzionario lavoro e i suoi numerosi contributi nel campo dell’elettromagnetismo tra la fine dell’Ottocento e gli inizi del Novecento. I suoi brevetti e il suo lavoro teorico formano la base del moderno sistema elettrico a corrente alternata (CA), compresa la distribuzione elettrica polifase e i motori a corrente alternata, con i quali ha contribuito alla nascita della seconda rivoluzione industriale. Negli Stati Uniti Tesla fu tra gli scienziati e inventori più famosi, anche nella cultura popolare. Dopo la sua dimostrazione di comunicazione senza fili (radio) nel 1893, e dopo essere stato il vincitore della cosiddetta “guerra delle correnti” insieme a George Westinghouse contro Thomas Alva Edison, fu riconosciuto come uno dei più grandi ingegneri elettrici statunitensi. Molti dei suoi primi studi si rivelarono anticipatori della moderna ingegneria elettrica e diverse sue invenzioni rappresentarono importanti innovazioni. Le scoperte di Tesla furono realmente rivoluzionarie per l’epoca e incredibilmente moderne. Alcune di esse avrebbero, se realizzate, cambiato completamente il volto del mondo garantendo energia pulita e gratuitamente a tutta l’umanità già oltre un secolo fa, risolvendo molti dei problemi ambientali e di accesso alle risorse a cui assistiamo oggi. In che modo? Sfruttando l’etere come fonte e veicolo di energia. Significativo l’episodio descritto dall’articolo tratto dal numero di Maggio-Giugno di Nexus Gold del 2005 firmato da Igor Spajic. La città di Buffalo, nel nord dello stato di New York negli USA, fu silenziosa testimone di un fatto straordinario nel corso di una settimana durante l’estate del 1931. Nonostante la depressione economica avesse compromesso la produzione e i commerci, la città nondimeno rimaneva una fucina di attività. Un giorno, tra le migliaia di veicoli che ne percorrevano le vie, una lussuosa automobile si fermò accanto, al marciapiede presso il semaforo di un incrocio. Un passante notò come si trattasse di una berlina Pierce-Arrow ultimo modello, coi fari che s’integravano con grazia nei parafanghi nel tipico stile di questa marca. Quello che caratterizzava l’auto in quella fredda giornata estiva era l’assoluta assenza di emissione di vapore o fumi dal tubo di scarico. Il passante si avvicinò al guidatore e attraverso il finestrino aperto commentò l’assenza di fumi dallo scarico. Il guidatore ringraziò il passante per i complimenti sottolineando che era così perché l’automobile “non aveva motore”. Questa dichiarazione non è stravagante o maliziosa come potrebbe sembrare. C’era una certa verità in essa. Infatti, la Pierce-Arrow non aveva un motore a combustione interna; aveva invece un motore elettrico. Se l’autista si fosse preoccupato di completare la sua spiegazione al passante, avrebbe potuto dirgli che il motore elettrico non era alimentato da batterie – ma da nessun tipo di “carburante”!!! L’autista era Petar Savo, e nonostante stesse guidando quell’auto non era il responsabile delle sue incredibili caratteristiche. Queste erano il lavoro dell’unico passeggero, un uomo che Petar Savo conosceva come uno “zio”: non altri che il genio dell’elettricità Nikola Tesla. Negli anni ’90 del 19′ secolo Nikola Tesla aveva rivoluzionato il mondo con le sue invenzioni per sfruttare l’elettricità, dandoci il motore elettrico a induzione, la corrente alternata (AC), la radiotelegrafia, il radiocomando a distanza, le lampade a fluorescenza ed altre meraviglie scientifiche. In realtà fu la corrente alternata polifase di Tesla e non la corrente continua di Thomas Edison ad inaugurare la moderna epoca tecnologica. Tesla non rimase a dormire sugli allori ma continuò a fare scoperte fondamentali nei campi dell’energia e della materia. Scoprì i raggi cosmici decenni prima di Millikan e fu il primo a sviluppare i raggi-X, il tubo a raggi catodici e altri tipi di valvole. Comunque, la scoperta potenzialmente più significativa di Nikola Tesla fu che l’energia elettrica può essere propagata attraverso la Terra ed anche attorno ad essa in una zona atmosferica chiamata cavità di Schumann. Essa si estende dalla superficie del pianeta fino alla ionosfera, all’altezza di circa 80 chilometri. Le onde elettromagnetiche di frequenza estremamente bassa, attorno agli 8 hertz (la risonanza di Schumann, ovvero la pulsazione del campo magnetico terrestre) viaggiano, praticamente senza perdite, verso ogni punto del pianeta. Il sistema di distribuzione dell’energia di Tesla e la sua dedizione alla free energy significavano che con l’appropriato dispositivo elettrico sintonizzato correttamente sulla trasmissione dell’energia, chiunque nel mondo avrebbe potuto attingere dal suo sistema. Torneremo più avanti su questo aspetto. Lo sviluppo di una simile tecnologia rappresentava una minaccia troppo grande per gli enormi interessi di chi produce, distribuisce e vende l’energia elettrica. La scoperta di Tesla finì con la sospensione dell’appoggio finanziario alle sue ricerche, l’ostracismo da parte della scienza ufficiale e la graduale rimozione del suo nome dai libri di storia. Dalla posizione di superstar della scienza nel 1895, Tesla nel 1917 era virtualmente un “signor nessuno”,, costretto a piccoli esperimenti scientifici in solitudine. Nei suoi incontri annuali con la stampa in occasione del suo compleanno, una figura sottile nel cappotto aperto di stile anteguerra avrebbe annunciato ai giornalisti le scoperte e gli sviluppi delle sue idee. Era un triste miscuglio di ego e genio frustrato. Nel 1931, Nikola Tesla compì 75 anni. In una rara dimostrazione di omaggio da parte dei media, la rivista Time gli dedicò la copertina e un profilo biografico. L’anziano ingegnere e scienziato appariva emaciato anche se non sofferente, i suoi capelli ancora di un nero lucido e lo stesso sguardo lontano nei suoi occhi di sognatore. Durante l’estate del 1931, Tesla invitò Savo a Buffalo, nello stato di New York, per mostrargli e collaudare un nuovo tipo di automobile che aveva sviluppato di tasca sua. Casualmente, Buffalo è vicina alle cascate del Niagara – dove era entrata in funzione nel 1895 la stazione idroelettrica a corrente alternata di Tesla che lo aveva innalzato al culmine della stima da parte della scienza ortodossa. La Westinghouse Electric e la Pierce-Arrow avevano preparato questa automobile elettrica sperimentale seguendo le indicazioni di Tesla. (George Westinghouse aveva acquistato da Tesla i brevetti sulla corrente alternata per 15 milioni di dollari all’inizio del 20′ secolo.) La Pierce-Arrow adesso era posseduta e finanziata dalla Studebacker Corporation, e utilizzò questo solido appoggio finanziario per lanciare una serie di innovazioni. Tra il 1928 e il 1933 l ‘azienda automobilistica presentò nuovi modelli con motori ad 8 cilindri in linea e 12 cilindri a V, i futuristici prototipi Silver Arrows, nuovi stili e miglioramenti di tecnica ingegneristica. La clientela reagì positivamente e le vendite della Pierce-Arrow aumentarono la quota aziendale nel mercato delle auto di lusso, nonostante nel 1930 quest’ultimo fosse in diminuzione. In una situazione così positiva, progetti “puramente teorici” come l’auto elettrica di Tesla erano all’interno di questa sfera concettuale. Nella tradizionale mistura di arroganza e ingenuità dell’azienda, niente sembrava impossibile. (Continua):

17) Così, per le sperimentazioni era stata selezionata una Pierce-Arrow Eight del 1931, proveniente dall’area di collaudo dell’azienda a Buffalo, nello stato di New York. Il suo motore a combustione interna era stato rimosso, lasciando intatti la frizione, il cambio e la trasmissione verso l’asse posteriore. La normale batteria da 12 volt rimase al suo posto, ma alla trasmissione era stato accoppiato un motore elettrico da 80 cavalli. Tradizionalmente, le auto elettriche montavano motori a corrente continua alimentati da batterie, dato che quella continua è il solo tipo di corrente che le batterie possono fornire. Si sarebbe potuto utilizzare un convertitore corrente continua/corrente alternata, ma a quei tempi tali dispositivi erano troppo ingombranti per essere montati su un’automobile. Il crepuscolo delle auto elettriche era già passato da tempo, ma questa Pierce-Arrow non venne dotata di un semplice motore a corrente continua. Si trattava di un motore elettrico a corrente alternata progettato per raggiungere 1.800 giri al minuto. Il motore era lungo 102 centimetri con un diametro di 76, senza spazzole e raffreddato ad aria per mezzo di una ventola frontale, e presentava due terminali di alimentazione indirizzati sotto il cruscotto ma lasciati senza collegamento. Tesla non disse chi costruì il motore elettrico, ma si ritiene che fu una divisione della Westinghouse. Sul retro dell’automobile era stata fissata un’antenna di 1,83 metri . Petar Savo raggiunse il suo famoso parente, come quest’ultimo gli aveva chiesto, e a New York salirono assieme su un treno diretto verso il nord dello stato omonimo. Durante il viaggio l’inventore non commentò la natura dell’esperimento. Arrivati a Buffalo, si recarono presso un piccolo garage dove trovarono la nuova Pierce-Arrow. Il Dr. Tesla sollevò il cofano e fece qualche regolazione sul motore elettrico a corrente alternata sistemato al suo interno. In seguito si recarono a predisporre gli strumenti di Tesla. Nella camera di un hotel delle vicinanze il genio dell’elettricità si mise a montare il suo dispositivo. In una valigia a forma di cassetta si era portato dietro 12 valvole termoioniche. Savo descrisse le valvole “di costruzione curiosa”, sebbene in seguito almeno tre di esse siano state identificate come valvole rettificatrici 70L7-GT. Furono inserite in un dispositivo contenuto in una scatola lunga 61 centimetri , larga 30,5 e alta 15. Non era più grande di un ricevitore radio ad onde corte. Al suo interno era predisposto tutto il circuito elettronico comprese le 12 valvole, i cablaggi e le resistenze. Due terminali da 6 millimetri di diametro e della lunghezza di 7,6 centimetri sembravano essere le connessioni per quelli del motore. Ritornati all’auto del l’esperimento, misero il contenitore in una posizione predisposta sotto il cruscotto dalla parte del passeggero. Tesla inserì i due collegamenti controllando un voltmetro. “Ora abbiamo l’energia”, dichiarò, porgendo la chiave d’accensione a suo nipote. Sul cruscotto vi erano ulteriori strumenti che visualizzavano valori che Tesla non spiegò. Dietro richiesta dello zio, Savo mise in moto. “Il motore è partito”, disse Tesla. Savo non sentiva alcun rumore. Nonostante ciò, coi pioniere dell’elettricità sul sedile del passeggero, Savo selezionò una marcia, premette sull’acceleratore e portò fuori l’automobile. Quel giorno Petar Savo guidò questo veicolo senza combustibile per lungo tempo, per circa 80 chilometri attorno a Buffalo, avanti e indietro nella campagna. Con un tachimetro calibrato a 190 chilometri orari a fondo scala, la Pierce-Arrow venne spinta fino a 145 km/h, e sempre con lo stesso livello di silenziosità del motore. Mentre percorrevano la campagna Tesla diventava sempre più disteso e fiducioso sulla sua invenzione; cominciò così a confidare a suo nipote alcuni suoi segreti. Quel dispositivo poteva alimentare le richieste di energia del veicolo per sempre, ma poteva addirittura soddisfare il fabbisogno energetico di un’abitazione – e con energia in avanzo. Pur se riluttante, inizialmente, a spiegarne i principi di funzionamento, Tesla dichiarò che il suo dispositivo era semplicemente un ricevitore per una “misteriosa radiazione, che proviene dall’etere” la quale “era disponibile in quantità illimitata”. Riflettendo, mormorò che “il genere umano dovrebbe essere molto grato per la sua presenza”. Nel corso dei successivi otto giorni Tesla e Savo provarono la Pierce-Arrow in percorsi urbani ed extraurbani, dalle velocità estremamente lente ai 150 chilometri all’ora. Le prestazioni erano analoghe a quelle di qualunque potente automobile pluricilindrica dell’epoca, compresa la stessa Pierce Eight col motore da 6.000 cc di cilindrata e 125 cavalli di potenza. Tesla raccontò a Savo che presto il ricevitore di energia sarebbe stato utilizzato per la propulsione di treni, natanti, velivoli e automobili. Alla fine della sperimentazione, l’inventore e il suo autista consegnarono l’automobile in un luogo segreto, concordato in precedenza – il vecchio granaio di una fattoria a circa 30 chilometri da Buffalo. Lasciarono l’auto sul posto, ma Tesla si portò dietro il suo dispositivo ricevitore e la chiave d’accensione. Questo romanzesco aspetto dell’affare continuò. Petar Savo raccolse delle indiscrezioni secondo le quali una segretaria aveva parlato delle prove segrete ed era stata licenziata. Ciò spiegherebbe un impreciso resoconto sulle sperimentazioni che apparve su diversi quotidiani. Quando chiesero a Tesla da dove arrivasse l’energia, data l’evidente assenza di batterie, egli rispose riluttante: “Dall’etere tutto attorno a noi”. Alcuni suggerirono che Tesla fosse pazzo e in qualche modo collegato a forze sinistre e occulte. Tesla fu incensato. Rientrò assieme alla sua scatola misteriosa al suo laboratorio di New York. Terminò così la breve esperienza di Tesla nel mondo dell’automobile. Questo incidente dell’infrazione nella sicurezza può essere apocrifo, dato che Tesla non disdegnava di utilizzare la pubblicità per promuovere le sue idee ed invenzioni, sebbene quando questi dispositivi mettevano in pericolo lo status quo dell’industria egli aveva ogni buona ragione per essere circospetto nei suoi rapporti. L’energia dell’etere a cui si riferiva Tesla è una forma di energia che i nostri antenati sembravano già conoscere; possiamo trovarne delle descrizioni simili collegate alla spiritualità e all’essere umano nei testi vedici sanscriti di migliaia di anni fa. Le intuizioni dello scienziato Nikola Tesla erano decisamente avanzate rispetto al tempo in cui visse. Le sue invenzioni ed i suoi studi non furono sempre incompresi (o ignorati) perché troppo al di là della media conoscenza delle leggi e dei fenomeni fisici. A distanza di anni, si vedono i risultati del suo lavoro. Chi studia Tesla, ammette che riuscì a comprendere nozioni che attualmente si iniziano solo ad intuire. Ciò che lui realizzò era il frutto di studi avanzati, tant’è che fu appena compreso dai suoi collaboratori. Forse, per le sue ricerche tanto rivoluzionarie da richiedere un approccio diverso alla fisica, ebbe la necessità di assimilare dalle discipline orientali un nuovo modo di spiegare e comprendere la realtà della natura. Tesla, certamente per questa motivazione, incluse l’antica terminologia sanscrita nelle sue descrizioni dei fenomeni naturali. Fin dal 1891 delineò l’Universo come un sistema cinetico riempito di energia imbrigliabile in ogni luogo. I suoi concetti durante gli anni successivi furono enormemente influenzati dagli insegnamenti di Swami Vivekananda, il primo di una serie di Yogi orientali che portarono la filosofia e la religione Vedica in Occidente. Dopo l’incontro con Swami e dopo aver continuato lo studio della visione orientale dei meccanismi che guidano il mondo materiale, Tesla iniziò ad usare le parole sanscrite Akasha e Prana, ed il concetto di etere luminifero (portatore di luce) per descrivere la fonte, esistenza e costituzione della materia. Concetto questo largamente impiegato in passato per spiegare molti fenomeni naturali, ma non si riuscì mai a definire matematicamente l’etere, come tessuto infinito e comune che permea tutto nell’Universo. Tali concetti propri dei moderni studi fisici sono affrontati nei Veda, una collezione di antichi scritti indiani composti da inni, preghiere, miti, cronache, dissertazioni sulla scienza, la natura ed il mondo reale, risalenti almeno a 5000 anni fa. La natura della materia, dell’antimateria e le concezioni sulla struttura atomica vengono descritte nei testi Vedici, con grande modernità di spiegazioni e dissertazioni. Generalmente tutti i timidi tentativi d’interpretazione della natura in testi di culture del passato peccavano di ingenuità concettuale, cosa assolutamente assente nei Veda, scritti in Sanscrito, la cui origine non è stata ancora capita totalmente. Studi condotti da linguisti occidentali suggeriscono che tale idioma sia nato sull’Himalaya e nel sud dell’India da migrazioni della cultura Indo-Ariana. Paramahansa Yogananda ed altri storici, comunque, dissentono, ritenendo non ci siano sufficienti prove in India per sostenere tale tesi. Ci sono parole in Sanscrito che descrivono concetti totalmente sconosciuti agli occidentali e singoli vocaboli richiederebbero interi paragrafi per la traduzione in una lingua occidentale. Tesla, dunque, utilizzava i termini vedici per cercare una chiave esplicativa delle sue idee sull’elettromagnetismo e la natura dell’Universo. Ma dove apprese i concetti Vedici e la terminologia Sanscrita? Molti sostengono attraverso la sua collaborazione con Swami Vivekananda. Nato a Calcutta, in India nel 1863, Vivekananda fu ispirato dal suo maestro, Ramakrishna, a mostrare all’uomo ogni manifestazione visibile del Divino. Nel 1893 intraprese un viaggio in Occidente, atteso dal Parliament of Religions tenuto a Chicago. Durante i tre anni nei quali girò gli Stati Uniti e l’Europa incontrò molti dei più conosciuti scienziati del tempo, inclusi Lord Kelvin e Tesla, il quale, specializzato nel campo dell’elettricità,rimase molto impressionato nell’ascoltare da Swami la sua spiegazione della cosmogonia Samkhya e la teoria dei cicli dati da Hindus. In particolare per la somiglianza fra la teoria di Samkhya sulla materia e l’energia e quella della moderna conoscenza scientifica. Fu ad un party in casa dell’attrice Sarah Bernhardt che avvenne il primo incontro fra Tesla e Vivekananda. In effetti, in una lettera ad un suo amico, datata 13 Febbraio 1896, il maestro annotò quanto segue: “… Mr. Tesla è rimasto catturato sentendo parlare del Vedico Prana, Akasha e il Kalpas, ed in accordo con lui sono convinto che siano le uniche teorie che la scienza moderna potrebbe appoggiare… Mr. Tesla pensa poi di poter dimostrare matematicamente che la forza e la materia siano riducibili ad energia potenziale. La prossima settimana gli farò visita per vedere questa dimostrazione matematica”. Vivekananda sperava che Tesla riuscisse a dimostrare che ciò che noi chiamiamo materia non è altro che energia potenziale, in quanto questo avrebbe riconciliato gli insegnamenti dei Veda con la scienza moderna. Swami arrivò alla conclusione che “in questo caso, la cosmologia Vedica sarebbe basata su sicuri fondamenti scientifici”. Ricostruire la teoria dell’Energia cosmica di Tesla è spesso difficile. I suoi documenti così come i suoi progetti sono stati rubati e ben nascosti, per poi divenire “riservati per motivi di sicurezza nazionale”, mentre i suoi 700 brevetti, al cui interno troviamo sporadicamente dei riferimenti, sono stati resi introvabili, come se si fossero dissolti nel vuoto, o nel forzieri delle società degli Illuminati. In occasione del suo 79° compleanno, nel 1938, cinque anni prima della sua morte, annunciò la più grandi scoperte della sua vita e disse che presto le avrebbe donato a tutto il mondo, non appena avesse completato lo sviluppo degli aspetti più segreti. Tesla si riferiva alla Teoria Dinamica della Gravità e all’Energia del Cosmo, che era poi la scoperta di una Verità fisica nuova, non c’è energia se non quella che riceviamo dall’ambiente. Nella sua breve introduzione alla teoria Tesla precisò che si riferiva a molecole ed atomi così come ai più grandi corpi stellari, “… a tutti i corpi presenti nell’universo in ogni fase della loro esistenza dalla formazione all’ultima disintegrazione”. La teoria della relatività spesso si riferisce ad “energia pura” in qualche “forma”, ma in realtà l’ energia è un “potenziale” astratto che è sempre nel futuro. Come si può distinguere le forze dell’universo in ciò che è puro o ciò che ha una forma?! Nei suoi scritti troviamo spesso espressioni poetiche, dall’enfasi di un vero visionario, come quella che descrive la terra come la “stella della nascita umana”, e che usando il “fulmine di Giove”, ( dio del cielo Indoeuropeo ) l’uomo “annichilisce il tempo e lo spazio”, alludendo one all’uso dell’elettro-propulsione (“fulmini”), per viaggiare velocemente e annullare tempo e spazio . Tesla dunque ha delineato la sua Teoria Dinamica della Gravità in una prosa onirica, di straordinaria bellezza. “L’etere è portatore di luce e riempie ogni spazio, l’etere agisce come forza creativa che dà la vita. Viaggia in “turbini infinitesimi” (“micro eliche”) prossime alla velocità della luce, divenendo materia misurabile. La sua forza diminuisce e arriva a terminare del tutto, regredendo in materia, secondo una specie di processo di decadimento atomico. Gli uomini possono dunque imbrigliare questi processi di passaggio dall’energia alla materia, e dunque può catturare materia dall’etere, alterare la grandezza della Terra, controllare le stagioni, guidare la rotta della terra attraverso l’Universo, come una navicella spaziale, e poi causare collisioni di pianeti per produrre nuovi soli e stelle e dunque, calore e luce. L’uomo può originare e sviluppare la vita infinitamente.” Tesla si riferiva ad un’ energia illimitata, catturata dall’ambiente che ci circonda, e la sua scoperta viene da un’altra ben più grande, quale la possibilità di convertire l’energia ad una forza più forte – mediante l’elettropulsione, che viene usata per controllare la forza di gravità più debole. Ma cos’è l’etere di Tesla? Non era né etere “solido” di Maxwell e Hertz, né quello gassoso di Lorentz. L’etere di Tesla consiste in “cariche immerse in un fluido isolante” che riempie ogni spazio. Le sue proprietà variarono a seconda del suo movimento relativo e dalla presenza di massa e di un ambiente elettrico o magnetico: l’etere di Tesla veniva irrigidito variando rapidamente forze elettrostatiche, e viene coinvolto così in effetti gravitazionali. “La terra è – come ha spiegato Tesla, una palla di metallo caricata che si muove attraverso spazio” e che crea un’enorme quantità di energia variando rapidamente forze elettrostatiche, che diminuiscono di intensità”. Lui illustra come i moti meccanici sono prodotti da una forza elettrostatica diversa che agisce attraverso un mezzo gassoso, che è eccitata dai cambi rapidi di potenziale elettrostatico. Se si presume che enormi stress elettrostatici agiscano, attraverso questo mezzo, variando rapidamente di intensità, si potrebbe muovere un corpo attraverso di lui. L’etere è normalmente neutrale elettricamente, e penetra ogni materia solida. “L’energia” non esiste in forma fisica, ma è “il potenziale di lavoro” è “tempo” che è una misurazione arbitraria della percentuale di moto della materia che attraversa lo spazio pieno di etere. Tutti gli eventi accadono nel presente, ed il “passato” e “futuro” sono soltanto metafore. Questa energia gratis che è illimitata è universalmente lavoro potenziale, creato dal moto perpetuo della materia e dal cambio perpetuo di forze più forti e più deboli attraverso le quale viene mantenuto l’equilibrio dell’universo. Quando la materia solida viaggia attraverso lo spazio, subisce il “vento dell’etere” e le differenze in potenziali elettrici provocano dei cambiamenti nel dislocamento elettromagnetico all’interno della massa ed del vento dell’etere. Il campo elettrico della terra crea il dislocamento magnetico all’interno dell’etere e lo accumula all’interno del campo elettrico di terra. La differenza tra il dislocamento magnetico all’interno di una massa ed il dislocamento magnetico fuori della massa dell’etere è la “gravità”. Il Governo Segreto ha finora controllato la tecnologia di elettropulsione per difendere gli interessi dei monopolisti internazionali. Le navi ad elettropulsione sono nascosti attraverso “effetti speciali”, e la disseminazione di false origini “aliene”, attraverso i gruppi di “UFOlogia” condotti da agenti segreti del governo. L’accesso alla verità consentirà la creazione della free energy che ci porterà alla conquista dell’indipendenza e alla sopravvivenza, e nonostante la confusione delle grandi bugie, e l’abuso giudiziale e socio-economico dallo stato sociale, noi possiamo riportare alla luce la scienza e la tecnologia vera. Ed è per lo stesso motivo che non verrà mai rivelato al mondo il segreto contenuto nella grande piramide, ovvero la torre djed (o zed) che altro non è se non una antichissima “Torre di Tesla”, ovvero quello strumento in grado di ricevere e inviare informazioni e potenza senza fili comunicanti propagando in tutto il pianeta l’energia così ricavata. Sostanzialmente la centrale energetica di tutto l’impero di Atlantide. Da sinistra a destra: posizione dello zed all’interno della grande piramide, rappresentazione pittorica della torre zed (torre di Tesla), torre/bobina di Tesla che fornisce energia alla “Lampada di Dendera” Anche Tesla cercò di costruire un simile apparecchio: La Wardenclyffe Tower (1901-1917), anche conosciuta come la Torre di Tesla, era una delle prime torri aeree senza fili intesa a dimostrare l’abilità di ricevere e inviare informazioni e potenza senza fili comunicanti. L’apparato del nucleo non fu mai completamente operativo e non fu completato a causa di problemi economici. (Continua):

18) La torre fu chiamata così dopo che fu acquistata da James S. Warden, un avvocato e banchiere dell’ovest che comprò possedimenti in Shoreham, Long Island, circa 60 miglia da Manhattan. Qui costruì una comunità di ritrovo conosciuta come Wardenclyffe-On-Sound. Warden credeva che con la messa in funzione del sistema mondiale di Tesla sarebbe nata nell’area una “città della radio”, e offrì a Tesla 200 acri (81 ettari) di terra vicino alla ferrovia su cui costruire la torre per telecomunicazioni senza fili e le attrezzature del laboratorio. L’edificio di mattoni di 94 per 94 piedi fu progettato dall’architetto Sanford White. La torre fu completata nel 1904 ma il trasmettitore non fu mai completamente finito a causa di problemi economici. Mentre lavorava per sviluppare una spiegazione per i due effetti osservati, menzionati sopra, Tesla comprese che l’energia elettrica poteva essere inviata fuori nello spazio e poteva essere scoperta da uno strumento ricevente nella vicinanza generale della fonte, senza il bisogno di alcun filo comunicante. Lui sviluppò due teorie riferite a queste osservazioni, in base alle quali: 1. Usando due fonti di primo tipo, posizionate in punti distanti della superficie della terra, è possibile incitare un flusso di corrente elettrica tra loro. 2. Incorporando una porzione della terra, come parte di un potente oscillatore di secondo tipo, il disturbo può essere impresso sulla terra e può essere rilevato “a grande distanza o anche su tutta la superficie del globo.” Tesla suppose, inoltre, che la Terra è un corpo carico vagante nello spazio. Grande importanza avrebbe, prima di tutto, stabilire cosa è la capacità della terra? e che carica contiene, se è elettrificata? Sebbene noi non abbiamo nessuna evidenza positiva di un corpo carico che esista nello spazio, senza altri corpi di carica opposta che sono vicini, esiste la probabilità che la terra sia un tale corpo, per quale che fu il processo di separazione da altri corpi – e questa è la visione accettata della sua origine – ha dovuto trattenere una carica, come accade in tutti i processi di separazione meccanica. Tesla era familiare con dimostrazioni che comprendevano la carica di bottiglia di Leida e sfere di metallo isolate con macchine di influenza elettrostatiche. Portando questi elementi molto vicini e facendoli toccare direttamente, per poi separarli, la carica può essere manipolata. Lui aveva certamente questo in mente, nella creazione della sua immagine mentale, non potendo sapere che il modello dell’origine della Terra era impreciso. Il modello, al momento, accettato di origine planetaria è quello dell’accrescimento e collisione. «Se fosse un corpo carico isolato nello spazio, la sua capacità dovrebbe essere estremamente piccola, meno di un millesimo di farad.» Noi, ora, sappiamo che la terra è un corpo carico, in seguito a processi -almeno in parte- relativi all’interazione tra il fascio continuo di particelle cariche chiamate vento solare, che fuoriesce dal centro del nostro sistema solare e la magnetosfera della Terra. E noi sappiamo anche che la stima della capacità di Tesla era corretta: la capacità della Terra è di circa 710 ?F. “Ma gli strati superiori dell’aria sono conducenti e così, forse, lo è il mezzo nello spazio libero oltre l’atmosfera e possono contenere una carica opposta. Così la capacità dovrebbe essere incomparabilmente più grande.” Noi sappiamo, ora, che uno degli strati superiori dell’atmosfera della Terra, la ionosfera è conducente. “In ogni caso è della più grande importanza avere un’idea di quanta elettricità la Terra contenga.” Un’altra cosa, di cui noi ora siamo consapevoli è che la Terra possiede una carica negativa esistente in natura riguardo alla regione che conduce dell’atmosfera, che comincia ad un’altezza di circa 50 km. La differenza potenziale tra la terra e questa regione è sull’ordine di 400 000 volt. Vicino alla superficie della terra c’è una campo elettrico diretto decrescente ed onnipresente di circa 100 V/m. Tesla si riferì a questa carica come il “niveau elettrico” o livello elettrico. “è difficile dire se noi mai acquisiremo questa conoscenza necessaria, ma c’è da sperare di sì, ed ovvero, per mezzo della risonanza elettrica. Se mai noi possiamo accertare a che periodo la carica della terra, quando disturbata, oscilla rispetto ad un sistema oppostamente elettrificato o circuito noto, noi certamente conosceremo un fatto della più grande importanza, per il benessere dell’umanità. Io propongo di cercare il periodo, per mezzo di un oscillatore elettrico o una fonte di corrente elettrica alternata…” Più di diecimila anni fa i nostri antichi padri, durante l’età dell’oro erano già in possesso delle conoscenze necessarie per farlo… Il perché oggi non si sia arrivati ad usare sistemi che “sfruttino” le free energy può essere inquadrato in due modi: uno scientifico-accademico e l’altro economico. Il primo tirerebbe in ballo innumerevoli principi fisici (in testa quello di conservazione dell’energia) che “matematicamente” escluderebbero la possibilità dell’esistenza di fonti di energia infinite e utilizzabili. Il secondo, vedrebbe entrare in campo un principio, forse non scritto, che vale nell’Economia: un prodotto, o un servizio, è sfruttabile quando è monopolizzabile ed esauribile. In altre parole, se esiste un prodotto, o un servizio, che non fa guadagnare nessuno non potrà mai essere messo a disposizione di qualsiasi utente. A monte di tutto: “Qualcuno deve guadagnare”. Le energie libere, quindi, per definizione non sarebbero commercializzabili: nessuno potrebbe vendere energia prodotta gratis o infinita poiché ognuno sarebbe indipendente e non avrebbe necessità di soggiacere alle leggi dell’economia mondiale. Se Tesla (o chi ne ha carpito e sfruttato le scoperte) avesse individuato il modo di generare infinita energia, per le motivazioni appena descritte, è normale che oggi non se ne sappia nulla e che ufficialmente non se ne parli. Lo stato attuale dell’economia è fondato proprio sulla necessità di un monopolizzatore che guadagna e un utente finale che spenda. La banalità di questo concetto è tale che purtroppo tutti ne sono consapevoli e ne intuiscono le probabili conseguenze. Le free energies annienterebbero i vari monopoli, non essendo più indispensabili lo sfruttamento delle fonti di energia naturali né il denaro utile al loro possesso da parte di pochi. Purtroppo per gli “scienziati ufficiali”, il concetto delle free energies, e il conseguente eventuale loro impiego, non è assolutamente in contrasto con alcuna legge fisica. Forse non a caso Tesla non accettava completamente le teorie di Einstein: la Relatività, non esclude la possibilità di energia infinita praticamente gratis, ma la rende inutilizzabile poiché incontrollabile (la nota equazione E=mc2 di fatto conduce a conclusioni del genere). Tesla forse intuì, grazie allo studio delle concezioni scientifiche Vediche, che l’energia libera è uno stato della materia, piuttosto che un risultato di una sua manipolazione. Compatibilmente con Einstein, comunque, era sicuro che la materia fosse energia. Qual è allora la differenza fra il modo di vedere la natura in Occidente e quello in Oriente? I Veda contengono tutte quelle concezioni e quel vasto corredo di termini scientifico-filosofici che Tesla studiò e con i quali descrisse la natura così come lui la vedeva, realizzando i progetti tecnologici che da ciò scaturirono. Inoltre contengono le cronache e le descrizioni di eventi storici avvenuti più di 5000 anni fa in India e personaggi e mezzi che vi presero parte. I velivoli descritti in battaglie e scontri epocali sono i Vimana, macchine volanti con una tecnologia avanzatissima per l’epoca storica a noi nota e rivoluzionaria per la nostra civiltà, in quanto messaggio cifrato di conoscenze tramandate da millenni. La commistione percepibile nei testi Vedici fra filosofia e scienza, mondo spirituale e mondo fisico, con termini (fra i quali quelli acquisiti da Tesla) comuni all’uno o all’altro campo, fa intuire che vi fosse una mentalità all’epoca degli eventi descritti (non più considerabili, a questo punto, come mitici) completamente diversa e in sintonia con la Natura. Ne è esempio il concetto orientale dei Chakra (vortici di energia) sul corpo umano, portali energetici (amplificatori) fisici e psichici, del tutto simili alle descrizioni dei sistemi di propulsione adottati dai Vimana. Disegno di Shakuna Vimana Vortici di materia (mercurio) incendiati con il fuoco (energia), che genererebbero una sorta di lenti amplificatrici di energia, in grado di far sostentare nell’aria questi ordigni, fanno intuire, come allora in India non vi fossero differenze fra mondo spirituale e fisico. Se guardiamo, invece, alla storia dell’Occidente, tale dicotomia è presente da sempre. Che Tesla avesse trovato nei termini Vedici totale correttezza descrittiva delle sue teorie, fa capire che avesse immaginato ciò che, oggi, predicano i fautori della free energy. Il mondo materiale e spirituale sottostanno ad uguali leggi che governano anche il microcosmo ed il macrocosmo. Questi sistemi di propulsione del tutto innovativi potrebbero essere stati applicati nell’ambito della ricerca e progettazione aeronautica nazista, proseguita dopo la seconda guerra mondiale negli Stati Uniti. In questi ultimi anni vi è un’espandersi del fenomeno ufologico, da una parte all’altra del globo, che non pare abbia precedenti statistici. E’ pur vero che l’aumento degli avvistamenti è oggi più evidente grazie (o a causa) dalla rete web, che mette in grande risalto filmati (veri o fasulli), da siti, blog e forum nati ad hoc, ma tutto questo induce comunque ad una constatazione in relazione agli UFO: non conosciamo tutta la verità. Una verità che potrebbe essere taciuta soprattutto dal settore della ricerca e tecnologia militare, all’interno della quale potrebbe essere finalmente spiegata l’origine degli oggetti volanti non identificati. Per l’appunto, si ipotizza la disponibilità da parte dei militari di una tecnologia segreta, tutta terrestre, con la quale si è riusciti a costruire velivoli le cui fattezze sono del tutto simili agli oggetti che da decenni volerebbero sulle nostre teste. Tesla scrisse: “come affermato in una precedente occasione, quando fui studente all’Università, io concepii una macchina volante, abbastanza diversa da quelle presenti. Il principio sottostante era solido, ma non poté essere messo in pratica perché volli un movente primario di sufficientemente grande attività. Negli anni recenti, ho risolto questo problema e sto ora pianificando una macchina aerea “priva di piani di sostentamento, alettoni, propellenti ed altri attacchi esterni, che saranno capaci di immense velocità e saranno molto probabilmente in grado di fornire potenti argomenti per la pace nel prossimo futuro.” Nikola Tesla scrisse questo ad un manager della Westinghouse Electric Company nel 1912. “Non dovrete sorprendervi affatto se un giorno mi vedrete volare da New York a Colorado Springs in un apparecchio che somiglierà ad un fornello a gas e peserà tanto uguale e, se necessario, sarà in grado di entrare e partire attraverso una finestra”. In realtà, il “fornello volante” di Tesla usava un sistema di elettropropulsione, che doveva essere alimentato da alimentatori esterni e dal sistema wireless di trasmissione dell’energia o con un generatore di potenza interno al mezzo. In un articolo del 1911 su The Sun Tesla descrive la sua macchina volante: “Il Dr. Nikola Tesla la notte scorsa si poggiò comodamente alla sua poltrona a Waldorf, e parlò con calma di aeromobili senza ali, propellenti o altri meccanismi degli aeroplani ora familiari che si muovevano nello spazio a incredibili velocità, o più lentamente portando pesanti carichi, e in ogni caso sempre con sicurezza, come il più prosaico dei veicoli a ruote”. “L’applicazione di questo principio darà al mondo una macchina volante diversa da qualsiasi cosa sia mai stata esistita in precedenza. Non avrà ali, reattori o strumenti del genere usato fino adesso. Sarà piccola e compatta, straordinariamente veloce e, soprattutto, perfettamente sicura nella più grande tempesta. Può essere costruita di qualsiasi misura e portare qualsiasi peso si desideri”. Chi abbia familiarità con i principi operativi del cosiddetto “aeroplano convenzionale” comprende che la macchina volante di Nikola Tesla descritta in questi passi del 1911 deve essere un veicolo con “anti-gravità” quindi un vero “disco volante”. Ipotesi di macchina volante immaginata da Tesla Molto simili per descrizione e funzionamento agli Haunebu disegnati dai nazisti. Secondo voci mai confermate, le SS E-IV (Entwicklungsstelle 4), le occulte SS del Sole Nero (Schutze Sonne) sotto la guida del Reichsfuhrer SS Hans Kammler, sviluppando i progetti della JFM produssero un motore magnetico che gestiva la gravità come spinta propulsiva. Nel 1939 venne prodotta la RFZ-5 e le prove vennero effettuate nello stabilimento segreto Vril Arado di Brandeburg. Dallo sviluppo della RFZ sarebbe nato l’Haunebu I, di 24 metri di diametro, con motore Thule Tachyonator il cui prototipo volò ad una velocità di 4.800 Km/h con possibilità di evoluzione fino a 17.000 Km/h. Per resistere alle incredibili temperature prodotte dalle altissime velocità che tali mezzi permettevano, le SS E-IV fecero sviluppare uno speciale materiale resistente al calore, denominato Victalen. Il prototipo successivo, l’Haunebu II del diametro di circa 30 metri, poteva volare da 6.000 Km/h fino ai teorici 21.000 Km/h. L’autonomia era sempre limitata a pochi minuti di volo. L’Haunebu III avrebbe avuto un diametro di 70 metri e una velocità di 7.000 Km/h fino ad una possibilità teorica di 40.000 Km/h. L’ultima, Haunebu IV del diametro di 120 metri, con autonomia superiore alle 20 ore, in grado addirittura di viaggiare nello spazio, sarebbe rimasta solo un progetto sulla carta. I nazisti avrebbero voluto utilizzare questi strumenti come armi, per vincere la guerra. Tesla aveva obiettivi più nobili, fornire all’umanità la possibilità di usufruire di energia pressoché illimitata e soprattutto in forma libera, gratuitamente, così come era durante l’età dell’oro. Nessuno riuscì nel suo intento. Probabilmente oggi per sapere che fine hanno fatto questi progetti bisognerebbe chiedere ai servizi americani, detentori delle conoscenze tecnologiche raggiunte dai tedeschi in virtù della nota operazione Paperclip. L’automobile spinta dall’etere di Nikola Tesla Di Igor Spajic - tratto da Nexus Gold maggio-giugno 2005 www.nexusitalia.com La città di Buffalo, nel nord dello stato di New York negli USA, fu silenziosa testimone di un fatto straordinario nel corso di una settimana durante l'estate del 1931. Nonostante la depressione economica avesse compromesso la produzione e i commerci, la città nondimeno rimaneva una fucina di attività. Un giorno, tra le migliaia di veicoli che ne percorrevano le vie, una lussuosa automobile si fermò accanto, al marciapiede presso il semaforo di un incrocio. Un passante notò come si trattasse di una berlina Pierce-Arrow ultimo modello, coi fari che s'integravano con grazia nei parafanghi nel tipico stile di questa marca. Quello che caratterizzava l'auto in quella fredda giornata estiva era l'assoluta assenza di emissione di vapore o fumi dal tubo di scarico. Il passante si avvicinò al guidatore e attraverso il finestrino aperto commentò l'assenza di fumi dallo scarico. Il guidatore ringraziò il passante per i complimenti sottolineando che era così perché l'automobile "non aveva motore". Questa dichiarazione non è stravagante o maliziosa come potrebbe sembrare. C'era una certa verità in essa. Infatti, la Pierce-Arrow non aveva un motore a combustione interna; aveva invece un motore elettrico. Se l'autista si fosse preoccupato di completare la sua spiegazione al passante, avrebbe potuto dirgli che il motore elettrico non era alimentato da batterie - da nessun tipo di "carburante". L'autista era Petar Savo, e nonostante stesse guidando quell'auto non era il responsabile delle sue incredibili caratteristiche. Queste erano il lavoro dell'unico passeggero, un uomo che Petar Savo conosceva come uno "zio": non altri che il genio dell'elettricità Nikola Tesla (18 56-1943). Negli anni '90 del 19' secolo Nikola Tesla aveva rivoluzionato il mondo con le sue invenzioni per sfruttare l'elettricità, dandoci il motore elettrico a induzione, la corrente alternata (AC), la radiotelegrafia, il radiocomando a distanza, le lampade a fluorescenza ed altre meraviglie scientifiche. In realtà fu la corrente alternata polifase di Tesla e non la corrente continua di Thomas Edison ad inaugurare la moderna epoca tecnologica. Tesla non rimase a dormire sugli allori ma continuò a fare scoperte fondamentali nei campi dell'energia e della materia. Scoprì i raggi cosmici decenni prima di Millikan e fu il primo a sviluppare i raggi-X, il tubo a raggi catodici e altri tipi di valvole. Comunque, la scoperta potenzialmente più significativa di Nikola Tesla fu che l'energia elettrica può essere propagata attraverso la Terra ed anche attorno ad essa in una zona atmosferica chiamata cavità di Schumann. Essa si estende dalla superficie del pianeta fino alla ionosfera, all'altezza di circa 80 chilometri. (Continua):

19) Le onde elettromagnetiche di frequenza estremamente bassa, attorno agli 8 hertz (la risonanza di Schumann, ovvero la pulsazione del campo magnetico terrestre) viaggiano, praticamente senza perdite, verso ogni punto del pianeta. Il sistema di distribuzione dell'energia di Tesla e la sua dedizione alla free energy significavano che con l'appropriato dispositivo elettrico sintonizzato correttamente sulla trasmissione dell'energia, chiunque nel mondo avrebbe potuto attingere dal suo sistema. Lo sviluppo di una simile tecnologia rappresentava una minaccia troppo grande per gli enormi interessi di chi produce, distribuisce e vende l'energia elettrica. La scoperta di Tesla finì con la sospensione dell'appoggio finanziario alle sue ricerche, l'ostracismo da parte della scienza ufficiale e la graduale rimozione del suo nome dai libri di storia. Dalla posizione di superstar della scienza nel 1895, Tesla nel 1917 era virtualmente un "signor nessuno",, costretto a piccoli esperimenti scientifici in solitudine. Nei suoi incontri annuali con la stampa in occasione del suo compleanno, una figura sottile nel cappotto aperto di stile anteguerra avrebbe annunciato ai giornalisti le scoperte e gli sviluppi delle sue idee. Era un triste miscuglio di ego e genio frustrato. Nel 1931, Nikola Tesla compì 75 anni. In una rara dimostrazione di omaggio da parte dei media, la rivista Time gli dedicò la copertina e un profilo biografico. L'anziano ingegnere e scienziato appariva emaciato anche se non sofferente, i suoi capelli ancora di un nero lucido e lo stesso sguardo lontano nei suoi occhi di sognatore. Le Auto Elettriche Rimangono Indietro All'inizio del ventesimo secolo, per le automobili elettriche le prospettive erano luminose. Futuristi come Jules Verne avevano anticipato veicoli elettrici alimentati da batterie che erano meccanicamente più semplici, silenziosi, inodori, facili da adoperare e con meno problemi di qualunque automobile con motore a benzina. Nell'automobile con motore a benzina occorreva regolare la valvola a farfalla, l'anticipo dell'accensione, pompare sull'acceleratore e far girare il motore con una manovella. In un'auto elettrica bastava soltanto girare una chiave e premere l'acceleratore. Rilasciando l'acceleratore l'auto rallentava immediatamente. Se necessario, in un'epoca in cui vi erano poche officine per auto, un normale elettricista poteva eseguire la manutenzione del semplice motore a corrente continua. Non vi era olio da cambiare, né radiatore da riempire, né pompe della benzina o dell'acqua da sistemare, nessun problema di carburazione, nessuna marmitta che si arrugginiva, nessun differenziale o trasmissione da controllare, e nessun inquinamento! Il grasso e l'olio erano limitati a un paio di cuscinetti a sfere del motore elettrico e ad alcuni raccordi del telaio. Per le loro consegne i grandi magazzini impiegavano camion elettrici. I medici iniziarono a recarsi alle visite al domicilio dei pazienti con “l’elettrica”, sostituendo il proprio cavallo e calesse con qualcosa di altrettanto semplice da mantenere. Le donne preferivano le auto elettriche per la facilità di guida. Poiché le vetture elettriche erano limitate in velocità e autonomia dalle loro batterie, diventarono popolari come trasporti cittadini. Al di fuori delle città, le strade dell'America di allora erano così primitive che diventarono riservate ai veicoli con motore a combustione interna, più veloci, con autonomia maggiore e in rapido progresso. Così, negli USA vi fu una specie di età dell'oro per i veicoli elettrici dopo che il resto del mondo iniziò ad abbandonarli. Detroit Electric, Columbia, Baker, Rauch & Lang e Woods furono le principali aziende tra quelle che producevano questo tipo di veicoli elettrici; si svilupparono nella loro nicchia di mercato con una serie di carrozzerie formali, spesso eleganti. Il tallone d'Achille delle vetture elettriche, comunque, fu sempre la densità energetica delle sue batterie, ovvero la sua scarsità. Le batterie erano dei tipo al piombo, pesanti e ingombranti, e sottraevano molto spazio prezioso. Il peso eccessivo riduceva la maneggevolezza e limitava le prestazioni, anche per gli standard di quegli anni. I veicoli elettrici non potevano superare i 70- 80 Km/h , poiché a queste velocità la batteria si poteva distruggere in un attimo. Spunti attorno ai 60 Km/h si potevano sostenere per tempi brevissimi, e la tipica gamma di velocità dei percorsi era di 25- 35 Km/h . Le batterie richiedevano ricariche ogni notte e l'autonomia massima superava difficilmente i 160 chilometri . Nessun costruttore di veicoli aveva mai installato un generatore elettrico di corrente continua, che avrebbe potuto restituire piccole quantità di energia alle batterie mentre il veicolo era in movimento, aumentandone così l'autonomia. Vi furono promesse su future potenti batterie innovative sin dai tempi di Edison, ma alla fine non se ne vide traccia. Non appena la velocità e l'affidabilità delle automobili a benzina migliorarono, le auto elettriche furono abbandonate e rimasero le preferite dai pensionati e dalle signore anziane. L'introduzione della messa in moto elettrica nelle auto a benzina mise il chiodo finale alla bara delle auto elettriche. La Comparsa di Nikola Tesla Negli anni '60 un ingegnere aeronautico di nome Derek Alilers incontrò Petar Savo e sviluppò una lunga amicizia con lui. Durante il loro sodalizio durato dieci anni, Savo gli parlò del suo illustre "zio" Nikola Tesla e delle sue realizzazioni negli anni '30. (Savo era un giovane parente di Tesla anche se non un nipote, ma si riferiva a lui come "zio".) Nel 1930 Nikola Tesla chiese a suo “nipote" Petar Savo di venire a New York. Savo (nato in Jugoslavia nel 1899, quindi 43 anni più giovane di Tesla) era stato nell'esercito austriaco ed era un esperto pilota, così colse fervidamente l'opportunità di lasciare la Jugoslavia (paese natale di Nikola Tesla). Si trasferì negli USA stabilendosi a New York. Nel 1967, in una serie di interviste, Savo descrisse la sua parte nell'episodio dell'auto elettrica di Tesla. Durante l'estate del 1931, Tesla invitò Savo a Buffalo, nello stato di New York, per mostrargli e collaudare un nuovo tipo di automobile che aveva sviluppato di tasca sua. Casualmente, Buffalo è vicina alle cascate del Niagara - dove era entrata in funzione nel 1895 la stazione idroelettrica a corrente alternata di Tesla che lo aveva innalzato al culmine della stima da parte della scienza ortodossa. La Westinghouse Electric e la Pierce-Arrow avevano preparato questa automobile elettrica sperimentale seguendo le indicazioni di Tesla. (George Westinghouse aveva acquistato da Tesla i brevetti sulla corrente alternata per 15 milioni di dollari all'inizio del 20' secolo.) La Pierce-Arrow adesso era posseduta e finanziata dalla Studebacker Corporation, e utilizzò questo solido appoggio finanziario per lanciare una serie di innovazioni. Tra il 1928 e il 1933 l 'azienda automobilistica presentò nuovi modelli con motori ad 8 cilindri in linea e 12 cilindri a V, i futuristici prototipi Silver Arrows, nuovi stili e miglioramenti di tecnica ingegneristica. La clientela reagì positivamente e le vendite della Pierce-Arrow aumentarono la quota aziendale nel mercato delle auto di lusso, nonostante nel 1930 quest'ultimo fosse in diminuzione. In una situazione così positiva, progetti "puramente teorici" come l'auto elettrica di Tesla erano all'interno di questa sfera concettuale. Nella tradizionale mistura di arroganza e ingenuità dell'azienda, niente sembrava impossibile. Così, per le sperimentazioni era stata selezionata una Pierce-Arrow Eight del 1931, proveniente dall'area di collaudo dell'azienda a Buffalo, nello stato di New York. Il suo motore a combustione interna era stato rimosso, lasciando intatti la frizione, il cambio e la trasmissione verso l'asse posteriore. La normale batteria da 12 volt rimase al suo posto, ma alla trasmissione era stato accoppiato un motore elettrico da 80 cavalli. Tradizionalmente, le auto elettriche montavano motori a corrente continua alimentati da batterie, dato che quella continua è il solo tipo di corrente che le batterie possono fornire. Si sarebbe potuto utilizzare un convertitore corrente continua/corrente alternata, ma a quei tempi tali dispositivi erano troppo ingombranti per essere montati su un'automobile. Il crepuscolo delle auto elettriche era già passato da tempo, ma questa Pierce-Arrow non venne dotata di un semplice motore a corrente continua. Si trattava di un motore elettrico a corrente alternata progettato per raggiungere 1.800 giri al minuto. Il motore era lungo 102 centimetri con un diametro di 76, senza spazzole e raffreddato ad aria per mezzo di una ventola frontale, e presentava due terminali di alimentazione indirizzati sotto il cruscotto ma lasciati senza collegamento. Tesla non disse chi costruì il motore elettrico, ma si ritiene che fu una divisione della Westinghouse. Sul retro dell'automobile era stata fissata un'antenna di 1,83 metri . L’Affare "Etere-Arrow" Petar Savo raggiunse il suo famoso parente, come quest'ultimo gli aveva chiesto, e a New York salirono assieme su un treno diretto verso il nord dello stato omonimo. Durante il viaggio l'inventore non commentò la natura dell'esperimento. Arrivati a Buffalo, si recarono presso un piccolo garage dove trovarono la nuova Pierce-Arrow. Il Dr. Tesla sollevò il cofano e fece qualche regolazione sul motore elettrico a corrente alternata sistemato al suo interno. In seguito si recarono a predisporre gli strumenti di Tesla. Nella camera di un hotel delle vicinanze il genio dell'elettricità si mise a montare il suo dispositivo. In una valigia a forma di cassetta si era portato dietro 12 valvole termoioniche. Savo descrisse le valvole “di costruzione curiosa", sebbene in seguito almeno tre di esse siano state identificate come valvole rettificatrici 70L7-GT. Furono inserite in un dispositivo contenuto in una scatola lunga 61 centimetri , larga 30,5 e alta 15. Non era più grande di un ricevitore radio ad onde corte. Al suo interno era predisposto tutto il circuito elettronico comprese le 12 valvole, i cablaggi e le resistenze. Due terminali da 6 millimetri di diametro e della lunghezza di 7,6 centimetri sembravano essere le connessioni per quelli del motore. Ritornati all'auto del l'esperimento, misero il contenitore in una posizione predisposta sotto il cruscotto dalla parte del passeggero. Tesla inserì i due collegamenti controllando un voltmetro. "Ora abbiamo l'energia", dichiarò, porgendo la chiave d'accensione a suo nipote. Sul cruscotto vi erano ulteriori strumenti che visualizzavano valori che Tesla non spiegò. Dietro richiesta dello zio, Savo mise in moto. “Il motore è partito", disse Tesla. Savo non sentiva alcun rumore. Nonostante ciò, coi pioniere dell'elettricità sul sedile del passeggero, Savo selezionò una marcia, premette sull'acceleratore e portò fuori l'automobile. Quel giorno Petar Savo guidò questo veicolo senza combustibile per lungo tempo, per circa 80 chilometri attorno a Buffalo, avanti e indietro nella campagna. Con un tachimetro calibrato a 190 chilometri orari a fondo scala, la Pierce-Arrow venne spinta fino a 145 km/h , e sempre con lo stesso livello di silenziosità del motore. Mentre percorrevano la campagna Tesla diventava sempre più disteso e fiducioso sulla sua invenzione; cominciò così a confidare a suo nipote alcuni suoi segreti. Quel dispositivo poteva alimentare le richieste di energia del veicolo per sempre, ma poteva addirittura soddisfare il fabbisogno energetico di un'abitazione - e con energia in avanzo. Pur se riluttante, inizialmente, a spiegarne i principi di funzionamento, Tesla dichiarò che il suo dispositivo era semplicemente un ricevitore per una "misteriosa radiazione, che proviene dall'etere" la quale "era disponibile in quantità illimitata". Riflettendo, mormorò che "il genere umano dovrebbe essere molto grato per la sua presenza". Nel corso dei successivi otto giorni Tesla e Savo provarono la Pierce-Arrow in percorsi urbani ed extraurbani, dalle velocità estremamente lente ai 150 chilometri all'ora. Le prestazioni erano analoghe a quelle di qualunque potente automobile pluricilindrica dell'epoca, compresa la stessa Pierce Eight col motore da 6.000 cc di cilindrata e 125 cavalli di potenza. Tesla raccontò a Savo che presto il ricevitore di energia sarebbe stato utilizzato per la propulsione di treni, natanti, velivoli e automobili. Alla fine della sperimentazione, l'inventore e il suo autista consegnarono l'automobile in un luogo segreto, concordato in precedenza - il vecchio granaio di una fattoria a circa 30 chilometri da Buffalo. Lasciarono l'auto sul posto, ma Tesla si portò dietro il suo dispositivo ricevitore e la chiave d'accensione. Questo romanzesco aspetto dell'affare continuò. Petar Savo raccolse delle indiscrezioni secondo le quali una segretaria aveva parlato delle prove segrete ed era stata licenziata. Ciò spiegherebbe un impreciso resoconto sulle sperimentazioni che apparve su diversi quotidiani. Quando chiesero a Tesla da dove arrivasse l'energia, data l'evidente assenza di batterie, egli rispose riluttante: "Dall'etere tutto attorno a noi". Alcuni suggerirono che Tesla fosse pazzo e in qualche modo collegato a forze sinistre e occulte. Tesla fu incensato. Rientrò assieme alla sua scatola misteriosa al suo laboratorio di New York. Terminò così la breve esperienza di Tesla nel mondo dell'automobile. Questo incidente dell'infrazione nella sicurezza può essere apocrifo, dato che Tesla non disdegnava di utilizzare la pubblicità per promuovere le sue idee ed invenzioni, sebbene quando questi dispositivi mettevano in pericolo lo status quo dell'industria egli aveva ogni buona ragione per essere circospetto nei suoi rapporti. L’azienda Pierce-Arrow aveva già toccato il culmine del suo successo nel 1930. Nel 1931 era in calo. Nel 1932 l 'azienda perse 3 milioni di dollari. Nel 1933 vi furono problemi amministrativi anche nell'azienda madre Studebacker che vacillò sull'orlo della liquidazione. L’interesse passò dall'innovazione alla pura sopravvivenza, e qui la Pierce-Arrow abbandona il nostro racconto. Un mistero all'interno di un enigma Circa un mese dopo la pubblicazione dell'episodio, Petar Savo ricevette una telefonata da Lee DeForest, un amico di Tesla e pioniere nello sviluppo delle valvole termoioniche. Egli chiese a Savo se i test lo avessero soddisfatto. Savo rispose con entusiasmo e DeForest lodò Tesla come il più grande scienziato vivente al mondo. In seguito, Savo chiese a suo "zio" sugli sviluppi del ricevitore energetico in altre applicazioni. Tesla rispose che era in contatto con uno dei principali cantieri nautici per realizzare una nave con un dispositivo simile a quello dell'automobile elettrica sperimentale. Tuttavia, non gli si potevano chiedere maggiori dettagli dato che era ipersensibile riguardo alla sicurezza del suo dispositivo - e non si può dargli torto. In passato, potenti interessi avevano cercato di ostracizzare Tesla, ostacolando ogni suo sforzo per promuovere ed applicare le proprie tecnologie. Chi scrive non è a conoscenza di alcun documento pubblico che descriva un esperimento nautico, o se quest'ultimo accadde. Non venne divulgata alcuna informazione. Il New York Daily News del 2 aprile 1934 riportava un articolo intitolato "Il sogno di Tesla di un'energia senza fili vicino alla realtà", che descriveva un "esperimento programmato per spingere un'automobile utilizzando la trasmissione senza fili di energia elettrica". Questo successe dopo l'episodio e non vi era menzione di "free energy". Nel periodo in cui l'automobile dovrebbe essere stata svelata, la Westinghouse Corporation , sotto la presidenza di F. A. Merrick, pagò per la sistemazione di Tesla al New Yorker, il più nuovo e lussuoso hotel di New York. In esso l'anziano scienziato visse gratuitamente per tutto il resto della sua vita. Tesla venne anche reclutato dalla Westinghouse per ricerche non ben specificate sulle trasmissioni senza fili ed egli interruppe le sue dichiarazioni pubbliche sui raggi cosmici. Forse che la Westinghouse comprò il riluttante silenzio di Tesla sulle sue scoperte free energy? Oppure venne finanziato per proseguire dei progetti segreti talmente speculativi da non costituire una minaccia per il complesso industriale nell'immediato futuro? Cala il sipario su un mistero all'interno di un enigma. Le invenzioni e sviluppi di Tesla includono il motore in alternata, la bobina a doppia spira, vari strumenti che usano campi magnetici rotanti, il sistema di distribuzione di potenza di corrente alternata polifase, gli strumenti fondamentali di sistemi per la comunicazione senza fili (priorità legale per l'invenzione della radio), oscillatori di radio frequenza, apparecchi per l'amplificazione di onde stazionarie, robotica, porte logiche per comunicazioni sicure in radio frequenza, apparecchi per raggi x, apparato per la generazione di ozono [2], strumenti per gas ionizzati, apparecchi per emissione di grandi campi, per raggi di particelle cariche, metodi per procurare livelli estremamente bassi di resistenza al passaggio di corrente elettrica, [3] mezzi per incrementare l'intensità di oscillazione elettriche, circuiti di amplificazione di voltaggio, apparecchi per scariche ad alto voltaggio, per protezione da illuminazione, la turbina senza pale, aerei a decollo verticale (VTOL), macchina per disattivare i terremoti. Recenti riferimenti ai suoi brevetti includono US5548819 (Metodo ed apparato per comunicazione di informazione), US5908444 (Generatore elettromagnetico per frequenza complessa pulsata e metodo d'uso), US4869598 (Pellicola superconduttiva sottile multistrato sensibile alla temperatura) e US6104107 (metodo ed apparato per la trasmissione di elettricità a singola linea). (Continua):

20) Americani numero brevetto – nome - note Primi 50 brevetti 1 (EN) United States Patent 0334823, United States Patent and Trademark Office. pdf- Commutatore per macchina elettrica a dinamo - 1886 26 gennaio- Elementi per prevenire scintille su macchine elettriche a dinamo; forma di tamburo con spazzole. 2 (EN) United States Patent 0350954, United States Patent and Trademark Office. - Regolatore per macchine elettriche a dinamo – 1886 19 ottobre – Regolazione automatica di livelli di energia;apparecchio meccanico per far scivolare le spazzole. 3 (EN) United States Patent 0335786, United States Patent and Trademark Office. - Lampada ad arco elettrico - 1886 9 febbraio -Lampada ad arco con elettrodi di carbonio controllate da elettromagneti o solenoidi e un meccanismo a frizione; corregge i primi difetti di progetto comuni alle industrie. 4 (EN) United States Patent 0335787, United States Patent and Trademark Office. - Lampada ad arco elettrico – 1886 9 febbraio - Lampada ad arco con interruttore di chiusura automatica quando l'arco si comporta in modo anormale, riattivazione automatica. 5 (EN) United States Patent 0336961, United States Patent and Trademark Office.- Regolatore per macchine elettriche a dinamo - 1886 2 marzo - Due spazzole principali a terminali a bobine ad elica; connessione con ramo di deviazione di punto intermedio per una terza spazzola. 6 (EN) United States Patent 0336962, United States Patent and Trademark Office.- Regolatore per macchine elettriche a dinamo – 1886 2 marzo – Spazzole ausiliari devianti una parte di tutta una bobina bobina ad elica; regolazione del flusso di energia,livello di corrente regolabile. 7 (EN) United States Patent 0359748, United States Patent and Trademark Office. - Macchina elettrica a dinamo – 1887 22 marzo – Migliora la costruzione, facilita una più semplice costruzione,riduce costi,armatura magnetica, motore sincrono a corrente alternata. 381968 - Motore elettromagnetico 8 (EN) United States Patent 0381968, United States Patent and Trademark Office. - Motore elettromagnetico – 1888 1º maggio – Modo e piano d'operazione di un motore elettrico da scivolamento progressivo, campo da magnete, armatura, conversione elettrica, economico,trasmissione d'energia, semplice costruzione, più facile costruzione, principi del campo magnetico rotante. 9 (EN) United States Patent 0381969, United States Patent and Trademark Office. - Motore elettromagnetico – 1888 1º maggio – Nuova forma e modo operativo, bobine che formano circuiti energizzanti indipendenti, connesso ad un generatore a corrente alternata, motore sincrono. 10 (EN) United States Patent 0381,970, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di distribuzione elettrica - 1888 1º maggio – Corrente da una singola fonte di alimentazione nel circuito principale o trasmittente da un apparato ad induzione, circuiti indipendenti,distributore elettrico,sistema di distribuzione elettrica. 11 (EN) United States Patent 0382,279, United States Patent and Trademark Office. - Motore elettromagnetico – 1888 1º maggio – La rotazione è prodotta e mantenuta da attrazione diretta, utilizza poli che scivolano, motore ad induzione magnetica. 12 (EN) United States Patent 0382,280, United States Patent and Trademark Office. - Trasmissione elettrica di potenza - 1888 1º maggio – Nuovo metodo o modo di trasmissione, conversione per motore a dinamo con due circuiti indipendenti per trasmissioni a lunga distanza, trasmissione a corrente alternata, include un commutatore,economico,efficiente. 13 (EN) United States Patent 0382,281, United States Patent and Trademark Office. - Trasmissione elettrica di potenza - 1888 1º maggio – Migliorie in motori elettromagnetici e modi e metodi d'operazione,il motore è avvolto con spire indipendenti sull'armatura, l'armatura è montata per ruotare fra due differenti poli, l'armatura evidentemente si sincronizzerà con quella del generatore, spire avvolgenti e bobine sui campi dei magneti, esposizione a corrente continua per mantenere un campo permanente. 14 (EN) United States Patent 0382,282, United States Patent and Trademark Office.- Metodo di conversione e distribuzione di Correnti Elettriche - 1888 1º maggio – Legato a sistemi di distribuzione elettrica, la corrente proviene da una singola fonte principale o eventuale circuito trasmittente,induzione in un circuito indipendente, divisione della corrente da una fonte singola,trasformazione,scoperta di un metodo per evitare precedenti e pericolosi metodi, vera induzione dinamica. 15 (EN) United States Patent 0382,845, United States Patent and Trademark Office.- Commutatore per macchine elettriche a dinamo - 1888 15 maggio -Relativo a macchine o motori a dinamo elettriche, migliorie negli strumenti per accumulare o trasmettere correnti, evita la distruzione e logorio di macchine, evita regolazioni a causa di distruzioni e logorii,abilita la costruzione pratica di macchine o motori a dinamo elettriche molto grandi con il minor numero di segmenti di comunicazione, incrementa salvezza e sicurezza. 16 (EN) United States Patent 0390,413, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di distribuzione elettrica - 1888 2 ottobre – relativo a precedenti sistemi di distribuzione elettrica scoperti dal dottor Tesla, esempi di sistemi in operazione con motori o convertitori, o entrambi in parallelo, esempi di sistemi in parallelo,esempi di sistemi in serie. 17 (EN) United States Patent 0390,414, United States Patent and Trademark Office. - Macchina a Dinamo Elettrica – 1888 2 ottobre – Relativo a brevetti del dr.Tesla e Charles F. Peck numeri: US381968 e US382280;ordinarie forme di sistema di correnti alternate o continue possono essere adattate al sistema di Tesla, con leggeri cambiamenti al sistema, effettua la propria forma,sono presentate solo le migliori soluzioni pratiche alle tre più comuni forme dell'apparecchiatura applicabili, sono illustrati i circuiti continui (o chiusi) delle macchine, macchine che possiedono armature con bobine connesse diametralmente (conosciuti come 'circuiti aperti'), macchine con spire d'armatura di cui hanno un giunto comune. 18 (EN) United States Patent 0390,415, United States Patent and Trademark Office. - Macchina o motore a Dinamo Elettrica - 1888 2 ottobre –Migliorie nella costruzione di dinamo o macchine magneto-elettriche, nuova forma della struttura campi da magneti che rendono le macchine più robuste e compatte nella struttura., richiede meno parti, meno difficoltà nella costruzione, basse spese, utili per macchine a correnti alternate e continue. 19 (EN) United States Patent 0390,721, United States Patent and Trademark Office. - Macchina a Dinamo Elettrica - 1888 9 ottobre – Relativa principalmente alla macchina a corrente alternata inventata da Tesla, ai brevetti numero US381968 e US382280, cerca di evitare attriti meccanici di macchine che girano ad alte frequenze, efficiente a basse velocità, producenti poli magnetici rotanti in un elemento della macchina e guida gli altri ad una velocità differente. 20 (EN) United States Patent 0390,820, United States Patent and Trademark Office. - Regolatore per motori a correnti alternate – 1888 9 ottobre – Miglioramenti nella trasmissione elettrica, mezzi per regolare la potenza del motore o motori, usato primariamente con sistema di motori multipli (o sistemi con motori e trasformatori) che hanno circuiti indipendenti energizzanti per metter su poli magnetici progressivi o scivolanti (p.e. campi magnetici rotanti), controlla la velocità del motore. 21 (EN) United States Patent 0396,121, United States Patent and Trademark Office. - Motore Termo Magnetico - 1888 15 gennaio - Conoscenza generale che il calore applicato ad un corpo magnetico diminuisce la sua capacità magnetica; temperature alte abbastanza da distruggere il campo magnetico; potere meccanico da un'azione alternativa ottenuta dall'azione unita di calore, magnetismo, ed una molla o peso (o l'altra forza); In questo brevetto, l'applicazione di calore ad un corpo che è magnetizzato da induzione o altrimenti all'azione di calore finché il magnetismo è neutralizzato per permettere ad un peso o una molla di dare azione e diminuire l'azione del calore per ripristinare l'effetto magnetico per muovere il corpo nella direzione opposta. 22 (EN) United States Patent 0401,520, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per Azionare Motori Elettro Magnetici - 1889 16 aprile - Miglioramenti ad esempi precedenti di motori sincroni; esempi precedenti di motori sincroni non avviati da generatori di corrente alternata; scoperta Nuova del semplice metodo o piano di azionare tali motori; Non richiede altra apparecchiatura altro che il motore stesso; Conversione da un motore di circuito doppio e che si avvierà sotto azione di una corrente alternata in un motore sincronizzante; definizione motore sincrono. 23 (EN) United States Patent 0405,858, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettro Magnetico - 1889 25 giugno - Il momento, invece di essere il risultato nella differenza nei periodi magnetici o fasi dei poli o alle parti attraenti a qualsiasi altra cosa dovuta, è prodotto allo spostamento angolare delle parti che, sebbene movibili una rispetto all'altra, sono magnetizzati simultaneamente, o approssimativamente così, dalle stesse correnti; importanza per l'armatura e le laminazioni di campo del nucleo magnetico per maggiori attrazioni magnetiche; Migliori mezzi per realizzare questi risultati. 24 (EN) United States Patent 0405,859, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di Trasmissione di Potenza Elettrica - 1889 25 giugno - Metodo nuovo ed utile di portar su il motore ad una velocità desiderata; Forme di macchine di corrente alternata, collegato a generatori di corrente alternata, può essere fatto girare come motore sincrono; come prima, la corrente alternata non l'avvia; Costruisce un generatore con due bobine o set di bobine e li connette con un motore di bobine corrispondenti o set di bobine; per mezzo di due cavi di linea, il motore e generatore in questo modo; Riferito al US 390413 (per mezzi di avvio); opera come un singolo circuito che sincronizza il sistema. 25 (EN) United States Patent 0406,968, United States Patent and Trademark Office. - Macchina Elettrica a Dinamo - 1889 16 luglio - in relazione a classi di macchine assegnate come a una macchina "unipolare" (p.e., un disco o conduttore cilindrico è montato in mezzo poli magnetici adattato per produrre un'uniforme campo magnetico); Costruzione di una macchina con due campi, ognuno che ha un conduttore rotante montato tra i suoi poli; Discussa primariamente la forma del disco; La direzione del magnetismo od ordine dei poli in un campo di forza è opposta a quella dell'altro, così la rotazione del disco nella stessa direzione forma un campo dal centro alla circonferenza ed un'altra dalla circonferenza al centro; Contatti applicati alle aste formano terminali di un circuito per produrre una somma di forze elettromotiva dei due dischi; Se la direzione dei campi è la stessa, guidando i dischi nella direzione opposta si otterranno gli stessi risultati. 26 (EN) United States Patent 0413,353, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per Ottenere corrente continua da Correnti alternate - 1889 ottobre 22 -Discussa la superiorità di correnti alternate; Delinea macchine per convertire correnti alternate (o continue) per dirigere correnti a uno o più punti voluti; Ottiene correnti continue da correnti alternate; attiva resistenze ad un opposto carattere elettrico, da cui le correnti o onde di correnti di tipo opposto saranno deviate attraverso circuiti diversi. 27 (EN) United States Patent 0416,191, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettro-magnetico - 1889 3 dicembre - motore ad induzione con due o più circuiti stimolanti; correnti alternate di fasi differenti passano per produrre rotazione od operazione del motore; il modo semplice consiste di due circuiti; il modo alternato consiste in una linea che divide la corrente alternata nel circuito a motore ed effettua un ritardo artificiale in uno del circuito di diramazioni (come da una capacità di induzione diversa). 28 (EN) United States Patent 0416,192, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di Azionare Motori Elettro-magnetici - 1889 3 dicembre- Relativo ad US401520; Miglioramenti alternativi a motori sincroni; momento ed azioni sincrone in motori; circuito di campo diverso di induzione differente; Spire e deviazioni; aumenta la tendenza a sincronizzare. 29 (EN) United States Patent 0416,193, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettro-magnetico - 1889 3 dicembre - operazione di motore a induzione con due o più spire; che assicurano differenze di fase differenti; Fase proporzionale all'induzione ed inversa alla resistenza incontrata dalla corrente; un circuito (il circuito che stimola) dovrebbe avere induzione alta e resistenza bassa (insieme a possedere la più grande lunghezza o numero di spire) e l'opposto nell'altro (che ha pochi giri di filo migliore o filo che ha resistenza più alta); quantità magnetiche dei poli dovrebbero essere approssimativamente uguali; nuclei di autoinduzione sono molto più lunghi. 30 (EN) United States Patent 0416,194, United States Patent and Trademark Office. - Motore elettrico - 1889 3 dicembre - Disegni includono il motore visto in molte delle fotografie di Tesla; classico motore elettro-magnetico a corrente alternata; operazione di motore a induzione; Campo ed armatura di forze uguali o qualità magnetica; campo e centri di armatura di quantità uguali; Bobine che contengono quantità uguali di rame. 31 (EN) United States Patent 0416,195, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettro-magnetico - 1889 3 dicembre - operazione di motore a induzione a con due o più spire; Fasi differenti; Condizioni strutturali ed operative; condizioni di operazione dell'armatura e obbedienza al circuito energizzante e statore; Costruzione e principi di organizzazione 32 (EN) United States Patent 0417,794, United States Patent and Trademark Office. - Armatura per Macchine Elettriche - 1889 24 dicembre - principi di Costruzione dell'armatura per generatori elettrici e motori; Semplice ed economico; Bobine di cavo (o nastro) isolato conducente può essere avvolto o può essere formato in rocchetti; Posizione dei rocchetti che seguono le spire; Armatura ha proiezioni polari e massima esposizione di superficie del nucleo al campo dei poli magnetici; Riferito agli altri brevetti di applicazioni numero US327797, US292077, GB9013. 33 (EN) United States Patent 0418,248, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico - 1889 31 dicembre - generatore elettrico; lavoro di un'apparecchiatura di raffreddamento artificiale; Includendo la fonte di calore e quella porzione del circuito magnetico messa in mostra al calore ed artificialmente raffreddando la detta parte riscaldata; Combinazione di una fonte inclusa di calore applicata ad una porzione di detto centro; Centro magnetizzato o corpo ed un conduttore all'interno del campo di forza; Apparecchiatura di raffreddamento artificiale per ridurre di lì la temperatura della porzione riscaldata; mezzi per portare un gas di raffreddamento o fluido in contatto con la porzione riscaldata del centro, e mezzi per controllare l'immissione dello stesso gas; combinazione e avvolgimento di bobine coinvolte ed un collegamento con una caldaia per ammettere vapore nei canali, come esposto; nucleo magnetizzato che contiene passaggi o canali; mezzi per applicare calore ad una porzione del nucleo. 34 (EN) United States Patent 0424,036, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettro-magnetico - 1890 25 marzo - Cita poi lingua comune dei suoi motori assegnata come motori del "ritardo magnetico"; Un'altra forma del motore di induzione con due o circuiti più energizzanti con differenze di fase differenti passate per produrre rotazione od operazione del motore; Magnetismo rallenta parti elettriche di effetti energizzanti; Manifesta questi effettuano simultaneamente e non successivamente; Riferito ad US405858; momento è prodotto allo spostamento angolare di parti; Migliori mezzi per realizzare questi risultati; preferisce l'uso di correnti alternate. 35 (EN) United States Patent 0428,057, United States Patent and Trademark Office. - Generatore Elettrico Piromagnetico – 1890 13 maggio - Generatore elettrico; impiego di un'apparecchiatura di raffreddamento artificiale; includente la fonte di calore e quella porzione del circuito magnetico esposta al calore e raffreddata artificialmente la detta parte riscaldata; Combinazione di una fonte inclusa di calore applicata ad una porzione di detto nucleo; nucleo magnetizzato o corpo ed un conduttore all'interno del campo di forza; Apparecchiatura di raffreddamento artificiale per ridurre la temperatura della porzione riscaldata; mezzi per portare un gas di raffreddamento o fluido in contatto con la porzione riscaldata del nucleo, e mezzi per controllare l'immissione dello stesso; La combinazione e bobine avvolte attorno ed un collegamento con una caldaia per immettere vapore nei canali, come esposto; nucleo magnetizzato che contiene passaggi o canali; mezzi per applicare calore ad una porzione del nucleo. 36 (EN) United States Patent 0433,700, United States Patent and Trademark Office. (Continua):

21) Motore Elettromagnetico a corrente alternata – 1890 5 agosto - La rotazione di un motore elettromagnetico è prodotta dai movimenti magnetici o il massimo degli effetti magnetici del polo (o punto) dalle azioni congiunte (o i due circuiti stimolanti) attraverso cui le correnti alternate (o correnti simili rapidamente-varianti) passano attraverso; Multipli magneti sono motorizzati da correnti artificiali; Inverte la forza di magnetismo sullo statore per migliore la rotazione; Crea fasi multiple attraverso un circuito da una fonte di potenza 37 (EN) United States Patent 0433,701, United States Patent and Trademark Office. - Motore a corrente alternata – 1890 5 agosto- Due set di pezzi di campo-polo alimentati indipendentemente dalla stessa fonte; Deviazioni di ferro magnetiche chiuse o ponti in set o serie. 38 (EN) United States Patent 0433,702, United States Patent and Trademark Office. - Trasformatore elettrico O Apparecchiaturaa d Induzione – 1890 5 agosto- Nucleo magnetico principale e bobine primarie e secondarie frammesse da un scudo magnetico o protezione tra le bobine o attorno ad una delle bobine; le bobine possono essere avvolte su o possono essere costruite attorno allo scudo magnetico; Adattato ad o capace di essere magneticamente reso saturo da una forza corrente e predeterminata sotto il massimo nel primario. 39 (EN) United States Patent 0433,703, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico – 1890 5 agosto - Descrive la combinazione, in un motore di corrente alternata di una bobina che stimola ed un nucleo composte di due parti (uno essendo protetto dalla magnetizzazione dell'altro messo tra esso e la bobina); Un'armatura che ruota è mossa da campi indotti; Alternativamente, un campo magnetico composto di una bobina e un nucleo (con due sezioni in prossimità della bobina ed una sezione interna tra lo stesso); Anche, un campo magnetico ognuno composto di bobina e nucleo (con due sezioni in prossimità della bobina ed una sezione interna tra lo stesso). 40 (EN) United States Patent 0445,207, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico - 1891 27 gennaio - Descrive la combinazione, in un motore di un circuito primario che stimola (collegato ad un generatore) ed un circuito secondario in relazione induttiva al primario; Ogni circuito ha un caratteristica elettrica diversa, resistenza, capacità di induzione, o numero e tipo di spire. 41 (EN) United States Patent 0447,920, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per azionare lampade ad arco – 1891 10 marzo - Diminuisce o rende il suono impercettibile emesso da lampade ad arco che sono accese (o alimentate) con correnti alternate aumentando la frequenza delle alternazioni (o pulsazioni) sopra il livello uditivo. 42 (EN) United States Patent 0447,921, United States Patent and Trademark Office. - Generatore di corrente elettrica alternata – 1891 10 marzo - Un generatore che produce 15000 o più pulsazioni al secondo. 454622 - Sistema di Illuminazione Elettrica: apparato concepito per lo scopo di convertire e alimentare energia elettrica in una forma ottimale per la produzione di certi nuovi fenomeni elettrici; usato più tardi come un pratico alimentatore elettrico a Radio Frequenza. 43 (EN) United States Patent 0454,622, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Illuminazione Elettrica – 1891 23 giugno - apparato concepito per lo scopo di convertire e alimentare energia elettrica in una forma ottimale per la produzione di certi nuovi fenomeni elettrici, che richiede correnti di frequenze più alte e potenziali. Esso include un condensatore che immagazzina energia e un meccanismo a scarica sulla parte primaria di un trasformatore a radio frequenza. Questo è il primo dispositivo in assoluto (al mondo, ndt) di un pratico alimentatore a frequenze radio capace di eccitare un'antenna per emettere potenti radiazioni elettromagnetiche. 44 (EN) United States Patent 0455,067, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico - 1891 30 giugno - Motore a corrente alternata, con magneti di campo e circuito energizzante ad armatura-circuito ed un nucleo adattati per essere stimolati da correnti indotte nel suo circuito dalle correnti nel circuito di campo; Condensatore connesso con o facendo un ponte sull'armatura-circuito (p.e., l'elemento che ruota del motore); Stimolante circuito formato da bobine lì avvolte in relazioni induttive e diverse al campo e congiunte in serie continua o chiusa; Combinazione di un condensatore, le piastre di cui sono connesse, rispettivamente, ai congiungimenti dei circuiti o bobine. 45 (EN) United States Patent 0455,068, United States Patent and Trademark Office. - Metro elettrico – 1891 30 giugno - Metodo per calcolare l'ammontare di energia elettrica impiegata in un dato momento in un circuito elettrico; Opera mantenendo dalla corrente una differenza di potenziale tra due conduttori in una soluzione di elettrolita (o cella) uniforme in tutta l'estensione intera di tali conduttori esposti alla soluzione; Misurazione della variazione della resistenza in uno o ambo i conduttori dovuta al guadagno o perdita di metallo da elettro-deposizione; La cella elettrolitica e conduttori che passano attraverso la cella e collegato in serie con un'apparecchiatura che trasferisce; Uno o più resistenze connesse coi conduttori e cella per stabilire una differenza potenziale tra i due conduttori attraverso la soluzione della cella; Cella tubolare contenente soluzione elettrolitica e chiuso ad ogni terminale. 46 (EN) United States Patent 0455,069, United States Patent and Trademark Office. - Lampada Incandescente ed elettrica – 1891 30 giugno - Lampada incandescente che consiste di due conduttori refrattari isolati contenuti in vuoto non eccessivo ed adattato per produrre luce ad incandescenza; Globo o ricevitore svuotato al punto non da far emettere scariche con due corpi isolati montati (o fili di metallo) di materiale che conduce refrattario per emettere luce e sigillato; Terminale per connettere con una fonte di energia elettrica; Materiale che conduce refrattario per non essere reso incandescente rivestito o coperto con isolamento. 47 (EN) United States Patent 0459,772, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico – 1891 22 settembre - Motore elettrico a corrente alternata asincrono accoppiato con un motore di corrente alternata sincrono dove il primo aziona il secondo e lo getta nel sincronismo con la sua corrente azionante; Cambi meccanismo per dirigere la corrente attraverso uno o ambo i motori; Combinazione di due motori (uno un motore di momento a corrente alternata [p.e., spostando i poli via il circuito alimentatore] e l'altro un motore di corrente alternata sincrono) le armature di cui sono montate sulla stessa asta; Circuito che cambia che dirige la corrente alternata o correnti attraverso i molti circuiti di un motore o il singolo circuito dell'altro. 48 (EN) United States Patent 0462,418, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di ed Apparato per Conversione Elettrica e Distribuzione – 1891 3 novembre - Apparato concepìto per lo scopo di convertire e provvedere energia elettrica in una forma adatta per la produzione di certi nuovi fenomeni elettrici che richiedono correnti di frequenza più alta e potenziale 49 (EN) United States Patent 0464,666, United States Patent and Trademark Office. - Motore Elettromagnetico – 1891 8 dicembre - Motore a corrente alternata provvisto con due o più stimolanti o circuiti di campo; Un circuito connesse a una fonte di corrente e l'altro (o altri) in relazione induttiva; Un circuito connesso a correnti alternate e l'altro circuito costituente secondario ad alto potenziale; Condensatore interposto nel circuito induttivo. 50 (EN) United States Patent 0464,667, United States Patent and Trademark Office. - Condensatore elettrico – 1891 8 dicembre - Condensatore elettrico composto di piastre o armature immersi in olio; le piastre o armature possono essere variabili. Da 51 a 100 51 (EN) United States Patent 0487,796, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Trasmissione Elettrica di Potenza – 1892 13 dicembre - Generatore di corrente alternata che comprende circuiti ad armatura indipendenti formato da conduttori disposti alternativamente; Correnti sviluppate differiscono in fase e i poli dei magneti di campo in eccesso del numero dei circuiti armatura; Motore che ha circuiti energizzanti indipendenti connesso al circuito-armatura del generatore di corrente alternata; Macchina magneto-elettrica ruotante che produce un numero determinato di impulsi correnti o le modifiche per ogni giro o rivoluzione; Poli che in numero sono meno del numero di impulsi di correnti prodotte in ogni motore-circuito da un giro o rivoluzione; macchina multipolare a corrente alternata. 52 (EN) United States Patent 0511,559, United States Patent and Trademark Office. - Trasmissione elettrica di Potenza – 1893 26 dicembre - Metodo di azionare motori che hanno circuiti energizzanti indipendenti; Correnti alternate passanti attraverso circuiti e ritardanti le fasi della corrente in un circuito ad uno più grande; Correnti alternate dirette da una sola fonte attraverso ambo i circuiti di un motore e variando o cambiando la resistenza relativa o autoinduzione di circuiti a motore, producendo in differenze di correnti in fasi. 53 (EN) United States Patent 0511,560, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Trasmissione di Potenza Elettrica – 1893 26 dicembre - Motore che ha circuiti energizzanti indipendenti connesso con una fonte di correnti alternate; mezzi di traduzione gli effetti magnetici a circuito che stimola detto di differenza di fase; Armatura all'interno dell'influenza del circuito energizzante; Stimolando circuiti connessi in derivazione o arco multiplo e di resistenza attiva o variabile e diversa (o la auto-induttanza); Paia di terminali di rete collegati ed un circuito multiplo in differenziale di fase; Cambi di periodo di tempo di correnti che passano attraverso un'apparecchiatura elettro-motiva che cambia fase posta tra la rete e la destinazione; Include una correzione. 54 (EN) United States Patent 0511,915, United States Patent and Trademark Office. - Trasmissione elettrica del Potenza – 1894 2 gennaio - Metodo di azionare motori elettromagnetici; Correnti alternate passanti attraverso uno dei circuiti che stimolano ed incitando da così corrente nell'altro energizzante circuito o circuiti del motore. 55 (EN) United States Patent 0511,916, United States Patent and Trademark Office. - Generatore elettrico – 1893 19 agosto - Combinazione col pistone o elemento equivalente di un motore che è libero di alternare sotto l'azione di vapore o gas sotto pressione, del conduttore movente o elemento di un generatore elettrico in collegamento meccanico diretto; Motore e generatore che sono aggiustati dalla loro rettifica relativa riguardo a periodo per produrre correnti di periodo continuo; Generatore elettrico avendo inducente o indotti elementi uno dei quali è capace di oscillazione nel campo di forza, l'elemento movibile è portato dalla barra del pistone del motore; Relazione di come rispettare il periodo di vibrazione elettrica non disturbando il periodo del motore; Cilindro e pistone che si muovono avanti ed indietro da vapore o gas sotto pressione di una molla mantenuta in vibrazione dal movimento del pistone, ed il generatore elettrico, il conduttore movibile o elemento di che è connesso col pistone; metodo di costruzione e di adattare elementi; impartendo l'oscillazione di un motore all'elemento movente di un generatore elettrico e regolando il periodo di oscillazione meccanica dalla rettifica della reazione del generatore elettrico. 512340: Bobina per elettromagneti, esempio di una delle prime bobine bifilari. Conduttore elettrico514167; primo esempio di cavo coassiale. 56 (EN) United States Patent 0512,340, United States Patent and Trademark Office. - Bobina per Elettromagneti – 1893 7 luglio - sfruttato l'effetto di relazione reciproca di autoinduzione; parti esistenti formati da avvolgimenti di bobina adiacenti così che la differenza di potenziale è sufficiente per neutralizzare gli effetti negativi; tutto ciò per evitare condensatori costosi, ingombranti, e difficili; tecnica di avvolgimento per bobina bifilare. 57 (EN) United States Patent 0514,167, United States Patent and Trademark Office. - Conduttore elettrico – 1894 6 febbraio - Prevenzione perdita in conduttori di linea; Isolamento e stoccaggio conduttori con rivestimento connesso alla terra; Fodero o schermo; Cavo coassiale. 58 (EN) United States Patent 0514,168, United States Patent and Trademark Office. - Mezzi per Generare Correnti Elettriche – 1894 6 febbraio - Generazione ed utilizzazione di energia elettrica scoperta dal Sig. Tesla; riferito ad US454622 ed US462418; Manutenzione di un condensatore a scariche intermittenti od oscillatori di circuito appropriato contenente apparecchiature traslanti; Scariche hanno luogo in liquidi isolanti (come olio); diverse distanze di apertura di scarica (dello spinterogeno); mantiene un flusso circolante nel liquido; Illustra la maniera preferita. 59 (EN) United States Patent 0514,169, United States Patent and Trademark Office. - Motore alternativo – 1893 19 agosto - Offra un mezzi di motori che sotto le forze applicate come tensione elastica di vapore o gas sotto pressione che produce movimenti oscillatori e continui (in limiti ampi); il funzionamento è continuo trascurante dei carichi, di perdite d'attrito, o altri fattori (che degradano altri motori); Converte pressione in potenza meccanica; Meglio a temperature più alte e pressioni che dei motori precedenti; Gli stessi principi di questo motore appaiono più tardi nei moderni motori a benzina di automobili. 60 (EN) United States Patent 0514,170, United States Patent and Trademark Office. - Luce Elettrica incandescente – 1894 6 febbraio- Relativo ad US454622; Lampade elettriche ed incandescenti; Particolari forme della lampada nelle quali un piccolo corpo che dà leggero o bottone di materiale refrattario è sostenuto da un conduttore che contenuto in un globo vuoto spinto o ricevitore; uno schermo conducente circonda il conduttore di sostegno; tubo a vuoto a singolo nodo. 61 (EN) United States Patent 0514,972, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Binario elettrico – 1894 20 febbraio - Utilizza potenziali alti e frequenze alte; conduttore di alimentazione isolato e protetto lungo la linea di trasporto; Sbarra di induzione o placca in relazione induttiva al conduttore schermato ed un collegamento elettrico al motore 62 (EN) United States Patent 0514,973, United States Patent and Trademark Office. - Metro elettrico – 1894 20 febbraio - Metodo di misurare l'ammontare di energia elettrica spese in un momento di entrata determinato un circuito elettrico di correnti alternate; Scarica di alta tensione attraverso una gas rarefatto tra due conduttori; Calcolando dall'ammontare delle particelle sparate via dai conduttori o da uno di loro dall'azione della scarica dell'energia spesa; Bobina primaria in serie con un'apparecchiatura che trasla; Tensione alta secondario; Due conduttori di carbone sigillati in un ricevitore sotto vuoto e rivestiti con un materiale isolante su tre lati, un terminale di ogni conduttore è connesso ad un terminale di un secondario. 63 (EN) United States Patent 0517,900, United States Patent and Trademark Office. - Motore a Vapore – 1893 29 dicembre - Cilindro e pistone alternativo (con una molla) e controllante valvola scivolante di un motore adattata essere operata dal vapore o un sistema di gas sotto pressione di un motore controllato indipendentemente di periodo continuo che aziona la suddetta valvola. 64 (EN) United States Patent 0524,426, United States Patent and Trademark Office. - Motore elettromagnetico – 1894 14 agosto - motore a corrente alternata con bobine energizzanti adattato per essere connesso con un circuito esterno di nuclei di suscettibilità magnetica diversa così da esibire differenze di fase magnetica sotto l'influenza di una corrente energizzante; Armatura rotante di poli magnetici e bobine adattata essere connessa col circuito esterno che la circonda; nuclei costruiti in taglia diversa, lunghezza, massa, o materiale da cui differirà in durata la loro fase magnetica 65 (EN) United States Patent 0555,190, United States Patent and Trademark Office. - Motore alternato – 1896 25 febbraio - Relativo ad US381968 ed US382280; Modo e progetto di azionare generatori a motore dinamici elettrici con uno spostamento progressivo; Macchina magneto-elettrica; conversione di motore a Dinamo con due circuiti di corrente alternata indipendenti; Trasmissione di energia; Principi di campi magnetici ruotanti. 66 (EN) United States Patent 0567,818, United States Patent and Trademark Office. (Continua):

22) Condensatore elettrico – 1896 15 settembre - Condensatore costruito o provvisto con mezzi per eliminare aria o gas; Armatura composta da un liquido che conduce; Armature in due corpi separati di liquido conducente elettricamente isolato e contenuto in un ricettacolo; Sigillo liquido isolante sulla superficie dei liquidi conduttivi. 67 (EN) United States Patent 0568,176, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Produrre Correnti Elettriche di Alta Frequenza e Potenziale – 1896 22 settembre - Conversione di corrente continua in correnti di alta frequenza. Combinazione di circuito di alta auto-induttanza, controllori di circuito di bobina ostruenti adattati a chiudere ed aprire il circuito, un condensatore in cui la fem di ritorno si scarica quando interrotta, ed un trasformatore attraverso il primario su cui si scarica il condensatore; motore per guidare l'apparato di controllo; 'Corrente di alta forza elettromotrice (tensione) che è indotta ad ogni interruzione del circuito principale (f.e.m. di ritorno) e fornisce la corrente esatta per caricare il condensatore. ' 68 (EN) United States Patent 0568,177, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Produttore Ozono – 1896 22 settembre - Primariamente offre un semplice, conveniente, ed effettivo apparato per la produzione di ozono (o tali gas); ottenuto dall'azione di scariche elettriche ad alta-tensione; riferito ad US462418 (il 3 novembre 1891) ed US454622 (il 23 giugno 1891); In combinazione con un'autoinduzione bassa e circuito di resistenza di correnti continue, di un dispositivo di controllo per fare e interrompere lo stesso, un motore avvolto in serie incluso in o collegato con il circuito di carica e che guida il dispositivo di controllo; Un condensatore presso il punto di interruzione in un circuito attorno l'apparato controllore, ed un trasformatore attraverso il primario su cui il condensatore si scarica (producendo il potenziale necessario per la scarica sul primario e la bobina eleva il potenziale di tale scarica) e che è nel circuito di scarica del condensatore; Apparecchiatura per mantenere una corrente d'aria tra la superficie di scarica; Un motore-ventilatore (mantenendo una corrente d'aria tra le superfici di scarica) è connesso con il circuito di carica. 69 (EN) United States Patent 0568,178, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di Apparato di Controllo per Produrre Correnti Elettriche di Alta Frequenza – 1896 22 settembre - Citato da Tesla in "il Vero Senza fili" (illustrato in quell'articolo come fig. 10) nel campo wireless (senza fili) per circuiti sintonizzati e concatenati; regola l'energia emessa da un sistema per la produzione di correnti di alta frequenza e comprende un circuito di alimentazione la cui corrente è deviata in un circuito di carica di alta autoinduzione, un condensatore (caricato dal circuito di alimentazione), un altro circuito (con bassa autoinduzione) su cui lo stesso si scarica (ed aumenta il potenziale del condensatore), e mezzi per controllare la carica e la scarica dello stesso, il sistema comprende il metodo precedentemente illustrato che consiste nel variare la relazione delle frequenze diverse degli impulsi nel circuito. 70 (EN) United States Patent 0568,179, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di ed Apparato per Correnti Genaratrici di Alta Frequenza – 1896 22 settembre - usato nel laboratorio a New York, laboratorio di 35 Sud Fifth Avenue per assumere correnti di fase diversa; metodo per produrre correnti elettriche di alta frequenza che consiste nel generare una corrente alternata, caricando con ciò un condensatore durante determinati intervalli di ogni onda di detta corrente, e scaricando il condensatore attraverso un circuito di bassa autoinduzione; la combinazione con una fonte di corrente alternata, un condensatore, un circuito-controllore adattato per dirigere la corrente durante determinati intervalli di ogni onda nel condensatore per caricare lo stesso, ed un circuito di bassa autoinduzione in cui il condensatore si scarica; combinazione con una fonte di corrente alternata, un motore sincrono impiegato, un circuito di carica nel quale è immagazzinata l'energia di detta corrente, un circuito-controllore operato dal motore ed adattato ad interrompere il circuito di carica attraverso il motore a determinati punti di ogni onda, un condensatore connesso col circuito-motore ed adattato sull'interruzione dello stesso per ricevere l'energia accumulata immagazzinata dentro, ed un circuito in cui il condensatore si scarica. 71 (EN) United States Patent 0568,180, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Produrre Correnti Elettriche di Alta Frequenza – 1896 22 settembre - un interruttore meccanico isocrono usato nel laboratorio a New York, laboratorio di 35 Sud Fifth Avenue per impiegare diverse correnti; brevetto copre le possibili variazioni all'interno dei sistemi senza fili di Tesla; una combinazione con una fonte di corrente alternata, di un condensatore adattato essere caricato con ciò, un circuito nel quale il condensatore si scarica in una serie di impulsi rapidi e nel sincronismo con la fonte, ed un circuito-controllore per effettuare la carica e scarica di detto condensatore, composto di un set di conduttori suddivisi (un paio di terminali variabili angolarmente e due o conduttori ruotanti) movibili dentro e fuori in prossimità di (p.e., passando da) uno con l'altro, dove può essere mantenuto un arco elettrico tra loro ed il circuito chiuso durante determinati intervalli. 72 (EN) United States Patent 0577,670, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Produrre Correnti Elettriche di Alta Frequenza – 1897 23 febbraio. Due circuiti di ingresso sono eccitati ad impulsi ognuno con un 25% ciclo dativo. Inoltre, le spazzole sono messe in fase così che non siano le (scariche) mai in sovrapposizione. Il circuito di produzione ha un 50% di ciclo dativo in uscita, doppia la durata degli impulsi in entrata. La f.e.m. di ritorno risultante è rettificata ai condensatori, ed alimentata attraverso una bobina di Tesla ad un carico. 73 (EN) United States Patent 0577,671, United States Patent and Trademark Office. - Prodotti di Condensatori Elettrici, Bobine ed Apparecchiature Simili – 1897 23 febbraio - Miglioramenti di condensatori, trasformatori, bobine ad autoinduzione, reostati e altre apparecchiature simili; Usati in aree dove correnti di alti potenziali sono portate in stretta vicinanza; Metodo per eliminare gas o aria dall'ambiente dielettrico di tali apparecchiature; Materiale isolato reso fluido dal calore; Materiale che permea gli interstizi dell'apparecchiatura e mantenuto sotto pressione; Materiale raffreddato e solidificato sotto pressione. 74 (EN) United States Patent 0583,953, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Correnti Produttrici di Alta Frequenza – 1897 8 giugno- Relativo ad US568176; Conversione di corrente elettrica di carattere ordinaria in alta frequenza ed alto potenziale; Può usare entrambi continue (dirette) o correnti alternate. 75 (EN) United States Patent 05931,138, United States Patent and Trademark Office. - Trasformatore elettrico – 1897 2 novembre - forma nuova di trasformatore o bobina induttiva ed un sistema per la trasmissione di energia elettrica per mezzo dello stesso; Miglioramento di trasformatori elettrici; Sviluppa correnti elettriche di alto potenziale; Corregge finora principi di costruzione fabbricati; il più alto potenziale per trasmissione che sia mai stato praticamente impiegato finora; Libero dal pericolo di esser feriti dalla rottura dell'isolamento; sicurezza manuale; Alimentazione elettrica di alta frequenza per illuminare e altre applicazioni. 76 (EN) United States Patent 0609,245, United States Patent and Trademark Office. - Circuito elettrico Controllore – 1898 16 agosto - Un controllore di circuito (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719); fluido conduttivo chiude e apre il circuito; Imboccatura e costruzione di conduttori ed il loro metodo relativo di operazione; singola fonte di potenza per operazione; Imboccatura ed interazione di contenitore; Combinazione di ricettacolo ruotante e motore, un corpo magnetico nel ricettacolo, ed un corpo magnetico montato esterno. 77 (EN) United States Patent 0609,246, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 16 agosto - Un controllore di circuito (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719); fluido Conduttivo fa e rompe circuito; Terminali di formazione liquidi e conduttivi; Due fessure con movimento relativo che possono dirigere getti o flussi; Due compartimenti isolati; getti o flussi sono portati in contatto intermittente. 78 (EN) United States Patent 0609,247, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 16 agosto - Un " circuito controllore nel quale un terminale indipendentemente-montato opera in maniera simile ad un corpo che ruota di fluido conduttore può essere incluso all'interno di un contenitore di gas rarefatto"; fluido conduttivo chiude e apre il circuito; Una combinazione di un contenitore chiuso che contiene un fluido, un metodo per ruotare detto contenitore, un supporto montato, mezzi per opporre o prevenire il movimento del monte nella stessa direzione del ricettacolo, ed un terminale conduttore nel supporto; Terminale capace di ruotare sul suo asse o provvisto di contatti ruotanti; Fluido comprime il terminale opposto; Peso eccentrico ad un asse; terminale ruotante connesso con l'asse; contenitore montato per ruotare su un asse inclinato verticale; giroscopio nel contenitore; Armatura appesantita; il fluido è mosso dalla forza centrifuga. 79 (EN) United States Patent 0609,248, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 16 agosto - Un circuito controllore (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719) in quale corpo finale si muove intermittentemente attraverso getti o flussi ed intercetta getti o flussi; Fluido conduttivo chiude e apre il circuito; conduttore rotante; Un corpo finale si muove intermittentemente attraverso getti o fasci ed intercetta getti o fasci; Un terminale rigido riceve getti diretti o fasci; Combinazione in un contenitore di un disco che conduce ed un disco isolato; Tubo stazionario o condotto per dirigere emette a getti o fasci verso il conduttore attraverso il percorso di proiezioni intermittenti. 80 (EN) United States Patent 0609,249, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 16 agosto - Un circuito controllore (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719); fluido conduttivo chiude e apre il circuito; Combinazione in un controllore di circuito con un contenitore rotante e chiuso, di un conduttore rigido montato nello stesso ed attraverso cui il circuito è stabilito intermittentemente, e mezzi per dirigere un getto di raggi di un fluido che è contenuto nel ricettacolo, contro il corpo detto così da influenzare indipendentemente la sua rotazione del contenitore; contenitore rotante di un corpo o parte montato all'interno del ricettacolo e concentricamente montato, un terminale conducente sostenuto da detto corpo e capace di rotazione del contenitore così da opporre, per azione giroscopica, la rotazione del sostegno, e mezzi per dirigere un getto di fluido conducente contro detto terminale; Un contenitore rotante di un sostegno per un conduttore montato concentricamente col ricettacolo ed un disco girostatico portato dal sostegno ed adattato, mentre ruota, da opporre il suo movimento nella direzione della rotazione del contenitore. 81 (EN) United States Patent 0609,250, United States Patent and Trademark Office. - Candela Elettrica per Motori a Benzina – 1898 16 agosto - principi di sistema di accensione usati oggi in automobili; Operazione di una macchina che richiede una scintilla, fiamma, o altro effetto simile; Più certo e soddisfacente per uso di e controllo dalla macchina o apparato; caricando e scaricando un condensatore attraverso interruttore o comunicatore. 82 (EN) United States Patent 0609,251, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore Elettrico – 1898 16 agosto - Un circuito controllore (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719). Circuito comprendente, in combinazione un contenitore contenente fluido, mezzi per ruotare il contenitore, ed un terminale sostenuto indipendentemente dal ricettacolo ed adattato chiudere e aprire i collegamenti elettrici; contenitore contiene un fluido conduttivo e non-conduttivo; mezzi per ruotare il contenitore; Terminale adattato chiudere e aprire il collegamento elettrico col fluido conduttivo fra o sotto il fluido non-conduttivo. 83 (EN) United States Patent 0611,719, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 4 ottobre- Un circuito controllore (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719). fluido conduttivo chiude e apre circuito; La combinazione di un contenitore chiuso, di un controllore di circuito contenuto, e circondato da un mezzo inerte sotto pressione; Metodo di mantenere un'atmosfera inerte sotto pressione; Vaso che contiene una bgas inerte e liquefatto e metodo di comunicare con l'interno del contenitore; Un terminale è di un fluido conduttivo (come mercurio); Combinazione di conduttori di serie di cinduttori che costituiscono un terminale di un controllore di circuito, mezzi per mantenere un fascio o getto di fluido conduttivo come l'altro terminale col quale il conduttore fa contatto intermittente; contenitore vicino che contiene terminale; Metodo di escludere ossigeno da terminali; Apparecchio motore per ruotare conduttori; Forza-pompa nel collegamento diretto con conduttore per mantenere una circolazione di fluido conducente contenuta nel contenitore attraverso l'imboccatura o imboccature; Vite che ruota con conduttore ed estendendosi in un pozzetto in cui il fluido si raccoglie; Condotto o condotti che conducono dalla fonte a punti dai quali il fluido sarà diretto contro il conduttore che ruota; Nucleo magnetico montato su asse. 84 (EN) United States Patent 0613,735, United States Patent and Trademark Office. - Circuito Controllore elettrico – 1898 8 novembre - Un circuito controllore (si veda anche 609245, 609246, 609247 609250, 609251 611719). conduttivo chiude e apre circuito; Combinazione con conduttori rigidi e fluidi adattati essere portati intermittentemente l'un con l'altro in contatto; mezzi per impartire moto rotante a conduttori rigidi e fluidi; mezzi per ruotare dal movimento di un conduttore fluido. 85 (EN) United States Patent 0613,809, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di ed Apparato per Meccanismo di Controlling di Veicolo Movente o Veicoli – 1898 1º luglio - il brevetto del " Battello" di Tesla; Prima porta logica; Arte di controllare i movimenti ed operazione di un vascello o veicolo a distanza; Onde elettromagnetiche dirette al vascello attraverso il mezzo naturale e che rendono con propri mezzi il circuito di controllo acceso o spento; migliorie nuove e metodi utili di ed apparato per il controllo a distanza; Soluzione per controllare da un punto determinato l'operazione di meccanismi; Nessuno filo intermedio, cavi, o altra forma del collegamento elettrico o meccanico coll'oggetto; spiegazione di un metodo e apparato più pratico ed effettivo; radiocomando multicanale; riproduzione contemporanea di differenti frequenze d'onda senza interferenze. 86 (EN) United States Patent 0645,576, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Trasmissione di Energia Elettrica – 1900 20 marzo - riferito comunemente come il brevetto della radio; Riferimenti alla telegrafia senza fili; Trasmissione senza fili della potenza elettrica attraverso il mezzo naturale; Cita fenomeni di energia raggianti e ben saputi e gli esperimenti di William Crooke; Corregge errori precedenti nella teoria di comportamento usati da metodi e mezzi del Sig. Tesla; Scoperta di fatti estremamente importanti ed utili che finora erano ignoti; elimina dielettricità dell'aria quando imprime una forza di elettromotiva di un certo tipo e magnitudine ad essa; La conducibilità dell'aria aumenta con l'aumento della pressione e la rarefazione; Legge della conducibilità dell'aria è finora piuttosto diversa da ora in poi; Illustrazioni dei fatti. 87 (EN) United States Patent 0649,621, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Trasmissione di Energia Elettrica – 1900 15 maggio - Relativo ad US645576; nuove ed utili combinazioni impiegate; Bobina trasmittente o conduttore sistemata ed eccitata per provocare correnti od oscillazione per propagare attraverso conduzione attraverso il naturale mezzo da un punto ad un altro punto remoto ed una bobina di ricevitore o conduttore dei segnali trasmessi. (Continua):

23) Produzione di correnti di potenziale molto alto; stazione trasmittente e ricevente. 88 (EN) United States Patent 0655,838, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per Isolare Conduttori Elettrici – 1900 23 ottobre - Metodo e applicazione pratica di isolamento per raffreddamento e solidificazione; Esposizione dell'ipotesi di Faraday di congelare sostanze che fa possedere loro un livello dielettrico più alto per isolare conduttori di trasmissione; Miglioramenti nel metodo operato da Faraday; Metodo di isolare conduttori elettrici che consiste nel circondare o sostenere detti conduttori da un materiale che acquisisce proprietà isolanti quando si congela o si solidifica; Metodo per mantenere un conduttore all'interno di un agente di raffreddamento gassoso dalla applicazione continua di detto agente; conduzione con o attraverso agenti di raffreddamento circolanti; Ristampato come Brevetto Americano RE11,865. 89 (EN) United States Patent 0655,012, United States Patent and Trademark Office. - Mezzi per Aumentare l'Intensità di Oscillazioni Elettriche – 1900 21 marzo - Un metodo per produrre un grande aumento" nell'intensità e la durata delle oscillazioni (elettriche) eccitate in un circuito vibrante liberamente o risonante mantenendo lo stesso ad una bassa temperatura ". Produzione di aumento di intensità e durata di oscillazioni elettriche; Combinazione di un circuito per possedere le eccitazioni liberamente-vibranti e di mezzi per raffreddare artificialmente il circuito ad una temperatura bassa; circuito risonante a temperatura bassa; Usi di oscillazioni di impulso elettriche; Un circuito sul quale sono entusiasmate oscillazioni, e quale è adattato vibrare liberamente, in combinazione con un cilindro che contiene un refrigerante artificiale nel quale è immerso il circuito; Oscillatori a resistenza bassa in una serie di circuiti emittenti e riceventi in un sistema per la trasmissione di energia. [4] 90 (EN) United States Patent 0685,953, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Utilizzare Effetti Emessi a Distanza ad una Apparecchiatura Ricevente Attraverso il Mezzo Naturale – 1899 24 giugno - citati metodi di Hertz Heinriech; citato metodo di induzione; citato metodo di conduzione a terra; Metodi precedenti avevano limitazioni che danno luogo ai grandi svantaggi per l'utilizzo; citata trasmissione senza fili sviluppata dal Dott. Tesla; Bobina di trasmittente sistemata ed eccitata causare arbitrario o propagazione di oscillazione di intermitted ad un'altra punto ricevitore stazione bobina remota; L'aria è un isolatore eccellente; strati di aria usate per mezzi di conduzione per produzione di azioni generatrici ad una distanza; Uso di conduttore metallico; Apparato che emette segnali o intelligenza dovrebbe produrre effetto quanto più forte possibile; carica un condensatore per utilizzare l'energia potenziale. 91 (EN) United States Patent 0685,954, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per Utilizzare Effetti Trasmessi Attraverso il Mezzo Naturale – 1899 1º agosto - Utilizza effetti o disturbi emessi attraverso il mezzo naturale che consistono nel caricare un dispositivo di accumulo di energia da una fonte indipendente controllando la carica di detta apparecchiatura dalle azioni degli effetti o disturbi (durante intervalli successivi di tempo determinati da mezzi di tali effetti e disturbi che corrispondono in successione e la durata degli effetti e disturbi), ed usando contemporaneamente l'energia immagazzinata per azionare un'apparecchiatura ricevente; Fonte indipendente che può stare distante da un emettitore di energia elettrica; Circuito di apparecchiatura ricevente scarica l'energia immagazzinata ed accumulata (che può essere energia potenziale) e provoca variazioni in resistenza in un circuito incluso una fonte indipendente di elettricità ed un dispositivo di immagazzinamento; Effettuando il deposito (come, in un condensatore) durante ogni desiderato intervallo di tempo e sotto controllo di tali effetti di disturbi; l'energia accumulata può azionare un trasformatore (scaricando attraverso un circuito primario a durate predeterminate) che, dalle correnti secondarie, azionano l'apparecchiatura ricevente. 92 (EN) United States Patent 0685,955, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Utilizzare Effetti Trasmessi a Distanza Ad Una Apparecchiatura Ricevente Attraverso il Mezzo Naturale – 1899 24 giugno - Un apparato per emettere segnali o intelligenza attraverso il mezzo naturale da una stazione che spedisce ad un punto distante la combinazione di un generatore o trasmittente adattata per produrre variati arbitrariamente o intermittenti disturbi elettrici o effetti nel mezzo naturale a, e per utilizzare effetti elettrici o disturbi emessi attraverso i naturali media, la combinazione con una fonte di tali effetti di disturbi di un circuito di carica adattato essere stimolata dall'azione di tali effetti o disturbi tra che una differenza di potenziale è creato da tali effetti o disturbi, un dispositivo di memoria incluse nel circuito di carica ed adattato ad essere caricato con ciò, un ricevitore, mezzi per commutare, dirigere, o selezionare gli impulsi di correnti nel circuito di carica così come renderli appropriato per caricare il dispositivo di stoccaggio, un'apparecchiatura per chiudere il circuito ricevente,mezzi per fare in modo che il ricevitore sia azionato dall'energia accumulata nel dispositivo di accumulo ad intervalli arbitrari di tempo quando connettendo il circuito ricevente col dispositivo di accumulo per periodi di tempo predeterminati come ad una successione e durata, e mezzi per scaricare il dispositivo di stoccaggio attraverso il circuito ricevente ad intervalli arbitrari di tempo. 93 (EN) United States Patent 0685,956, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per utilizzare effetti trasmessi attraverso il mezzo naturale – 1899 1º agosto - Relativo al suo trasmettitore d'amplificazione (Magnifying Transmitter); Usato come parte di ricevitori di Colorado Springs del Dott. Tesla utilizzati come risonatori elicoidali ad alto fattore Q distribuito, reazione di radiofrequenza, effetti di eterodina grezza, e tecniche di rigenerazione; un apparato per emettere segnali o intelligenza attraverso il mezzo naturale da una stazione trasmittente ad un punto distante la combinazione di un generatore o trasmittente adattata per produrre vari arbitrariamente o intermittenti disturbi elettrici o effetti nel mezzo naturale; combinazione di una fonte di elettricità, un trasformatore, un'apparecchiatura normalmente di resistenza alta ma adattata ad avere la sua resistenza ridotta quando agìsce sugli effetti o disturbi, con un circuito ricevente connesso con un condensatore ed un derivatore adattato ad aprire e chiudere il circuito ricevente ad intervalli predeterminati di tempo. US patent 0685,957 Utilizzazione di Energia Radiante. 94 (EN) United States Patent 0685,957, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per l'Utilizzazione di Energia Radiante – 1901 5 novembre - 4 illustrazioni; Radiazione che carica e scarica conduttori; Radiazioni che considerano vibrazioni di etere di piccole lunghezze d'onda e ionizzano l'atmosfera; Energia radiante getta via con grande velocità particelle minute fortemente elettrificate; Raggi o radiazione che precipitano su un conduttore isolato connesso ad un condensatore, il condensatore si carica indefinitamente elettricamente; Radiazione (o energia radiante) include molte forme diverse; Riferito ad US577671; può essere usata energia trasmessa o naturale; Motori di corrente alternata azionati fotoelettricamente. 95 (EN) United States Patent 0685,958, United States Patent and Trademark Office. - Metodo per Utilizzare Energia Radiante – 1901 5 novembre - 2 illustrazioni; Modi di usare radiazione caricando e scaricando conduttori; Raggi o radiazione che precipitano su un conduttore isolato connesso ad un condensatore, il condensatore si carica indefinitamente elettricamente; Radiazione (o energia radiante) include molte forme diverse; Riferito ad US577671; Motori di corrente alternata azionati fotoelettricamente. 96 (EN) United States Patent 0723,188, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di Segnalazione – 1900 16 luglio - Elevata capacità trasmittente; Bobina; Elettrodo di terra; generatore di segnali; Base parziale di circuito della radio. 97 (EN) United States Patent 0725,605, United States Patent and Trademark Office. - Sistema di Segnalazione – 1900 16 luglio - Elevata capacità trasmittente; Bobina; Elettrodo di terra; Generatore di segnali; Apparato di e metodo per disturbi elettrici o impulsi; Trasmissione di messaggi intelligenti; dirige il movimento di un automa distante; Trasmissioni radio; Base parziale di circuito della radio. 98 (EN) United States Patent 0787,412, United States Patent and Trademark Office. - Arte di Emettere Energia Elettrica Attraverso il Mezzo Naturale – 1900 16 maggio - capacità trasmittente Elevata; Bobina; Elettrodo di terra; Segnali generatore; Apparato per generare e ricevere segnali elettrici; Circuiti risonanti e sintonizzati; Fisica di propagazione; Note non-hertziane; Globo terrestre come conduttore; Oscillazioni di bassa frequenza; Base della radio. 99 (EN) United States Patent 1,061,142, United States Patent and Trademark Office. - Propulsione fluida – 1909 21 ottobre - Trasmissione e trasformazione della potenza meccanica attraverso l'azione di fluidi; Propellente fluido mosso in un percorso naturale; Evita perdite; Facile; Semplice. 100 (EN) United States Patent 1,061,206, United States Patent and Trademark Office. - Turbina – 1909 21 ottobre - Miglioramenti in motori rotanti e turbine; potenza meccanica basata sul movimento di fluido per la potenza; Noto come la turbina di Tesla; Disegno di turbina senza pale; Utilizza un effetto degli strati di bordo; il fluido non ha un impatto sulle pale come in una turbina convenzionale. Da centouno in su 101 (EN) United States Patent 1,113,716, United States Patent and Trademark Office. - Fontana – 1914 13 ottobre - Miglioramento nella costruzione di fontane e mostre di acquario; grande massa di fluido in moto; Mostra di grande potenza; grande dislocamento di fluido con piccola spesa di energia. US patent 1,119,732 Terminale libero e circuito di grande superficie con struttura di sostegno ed apparato generatore . 102 (EN) United States Patent 1,119,732, United States Patent and Trademark Office. - Apparato per Emettere Energia Elettrica – 1902 18 gennaio - Alta-tensione, nucleo ad aria, trasformatore risonante e auto-rigenerativo; Oscillatore per trasmissione senza fili di energia elettromagnetica; bobina di Tesla. 103 (EN) United States Patent 1,209,359, United States Patent and Trademark Office. - Indicatore di velocità- 1916 19 dicembre - Miglioramento che usa l'adesione e la viscosità di un mezzo gassoso [preferibilmente l'aria] per misurare la velocità [o misura il momento torcente di trasmissione] tra indicatore e la guida; Durevole; Semplice; Economico; Affidabile. 104 (EN) United States Patent 1,266,175, United States Patent and Trademark Office. - Parafulmini – 1918 14 maggio - Nuovo e vantaggiosa costruzione di un protettore in accordo col vero carattere dei fenomeni; Corregge l'ipotesi di Beniamino Franklin, e costruzione susseguente, per parafulmini. 105 (EN) United States Patent 1,274,816, United States Patent and Trademark Office. - Indicatore di velocità – 1918 6 agosto - Tachimetro di cui possiede la caratteristica: Letture linearmente proporzionali di momento torcente; forti effetti torcenti a velocità bassa; non influenzabile da densità atmosferica, temperatura, né le influenze magnetiche; Rigido; Semplice; Economico. 106 (EN) United States Patent 1,314,718, United States Patent and Trademark Office. - Indicatore di velocità per nave – 1919 2 settembre - Nuovo vantaggiosa costruzione di tachimetro di una nave; Lettura istantanea di nodi o miglio-per-ora. 107 (EN) United States Patent 1,329,559, United States Patent and Trademark Office. - Condotto valvolare – 1920 3 febbraio- il Miglioramento di mezzi di un condotto o canale caratterizzati da azione valvolare; Condotto ha schermi, interruzioni, proiezioni, ingrandimenti, o secchi che irrigano molto più efficientemente il movimento uno del flusso; Diodo meccanico; Valvola a senso unico senza parti mobili. 108 (EN) United States Patent 1,365,547, United States Patent and Trademark Office. - Flussometro – 1921 11 gennaio - Relativo al metro di misurazione per la velocità e quantità di flusso fluido. 109 (EN) United States Patent 1,402,025, United States Patent and Trademark Office. - Frequenzimetro – 1922 3 gennaio - Misurazione della frequenza elettrica e oscillazione periodica elettrica dalla rotazione o contraccambio di un'apparecchiatura electromeccanica. 110 (EN) United States Patent 1,655,113, United States Patent and Trademark Office. - Metodo di Trasporto Aereo – 1928 3 gennaio - Aeroplano VTOL; Descrive un metodo di decollo verticale e realizzato, transizione ad e da volo orizzontale, e atterraggio verticale, con un rotore inclinabile. Incluso trasporto che consiste nello sviluppare dall'apparecchiatura che spinge una spinta verticale in eccesso del normale, mentre causa con ciò la macchina per sorgere in un approssimativamente direzione verticale, inclinandolo ed aumentando simultaneamente il potere del motore e con ciò la spinta di propulsore, gradualmente riducendo poi la spinta di propulsore come velocità diretta è guadagnata e le prese piane sul carico, mantenendo assennatamente così la forza di sollevamento continuo durante volo, inclinando di nuovo la macchina alla sua posizione originale ed alla stessa durata che aumenta il potere se il motore e spinta del propulsore ed effettuando un atterraggio sotto l'azione cautelata dello stesso. 111 (EN) United States Patent 1,655,114, United States Patent and Trademark Office. Apparato per Trasporto Aereo – 1928 3 gennaio - aereo VTOL; Include una correzione. Brevetti rinnovati 112 (EN) United States Patent 11,865, United States Patent and Trademark Office. Metodo per Isolare Conduttori Elettrici – 1900 23 ottobre - Esposizione sull'ipotesi di Faraday di gelare sostanze li fa possedere un livello dielettrico e più alto per isolare conduttori di trasmissione; Miglioramenti nel metodo di Faraday; Metodo di isolare conduttori elettrici che consistono nel circondare o sostenere detti conduttori da un materiale che acquisisce proprietà isolanti quando congelato o si solidifica; Metodo di mantenere un conduttore all'interno di agente di raffreddamento gassoso con applicazione continua di detto agente; Trogolo o condotto con agenti di raffreddamento circolanti. Anomalie Nel libro Un uomo fuori dal tempo ci sono riferimenti a brevetti mancanti[4]. Alcuni brevetti di suoi esperimenti infatti, sono ignoti alla storia, così come alcune delle note scientifiche e dei fogli concernenti i brevetti di Tesla. Questi, tuttavia, sono probabilmente contenuti negli archivi dell'FBI. I brevetti mancanti, infatti, possono essere fra gli effetti sottoposti a sequestro da agenti statali ed ufficiali delle intelligence militari dopo la morte del Dott. Tesla nel 1943. Per esempio, nei vari registri di brevetto, è registrato che Tesla ricevette il Brevetto Americano 613,819 per un "Tubo di Archiviazioni" (come la "Telegrafia Senza fili" di Charles Enrico Sewall - New York, 1904).[5][6] Tuttavia il numero associato a questo brevetto di Tesla non corrisponde a ciò cui si riferisce lo stesso numero presente nell'ufficio di registro brevetti U.S. (dove il numero corrisponde ad un brevetto pubblicato da G. Kelly per una torcia Illuminante"). Molti scienziati minori, riconosciuti per aver inventato qualcosa nel tempo in cui è venuto all'esistenza il telegrafo, la radio, ecc, ecc, sono scienziati minori che, in un certo qual senso, derivano da Nicola tesla

24) ENGLISH: Russian President Vladimir Putin has called on the international community to establish a new world order with the aim of preventing future conflicts. Speaking at an international discussion forum in Sochi, Putin affirmed the immutability of Russia’s position and called on the West to enter into a dialogue to solve today’s problems. Source: Russia Beyond the Headlines - http://rbth.co.uk/international/2014/10/29/time_to_establish_a_new_world_order_says_putin_40973.html) Russian President Vladimir Putin has accused the United States of precipitating the collapse of the international security system and abusing its role as global hegemon. Speaking on Oct. 24 in Sochi during a meeting of the Valdai International Discussion Club, an annual forum which brings together experts from dozens of countries to debate the role of Russia in the world, Putin called for priority to be placed on building a new system of relations that would prevent global and interstate conflicts. He laid the majority of the responsibility for today’s problems on the United States, whose policies he said have led to the collapse of the global security system and a series of coups in the Middle East and Ukraine. According to Putin, Moscow has no intention of isolating itself in foreign policy, despite the sanctions and souring relations with the West over the conflict in Ukraine. The Russian president said that the Kremlin was open to dialogue and to normalizing economic relations. Russia is also willing to engage in a substantive discussion about nuclear disarmament. U.S. policy and the new world order. U.S. claims victory in Cold War, wants to carve up world to suit own interests – Putin - The unipolar world order has proven unsustainable for a hegemonic world power, Putin said, arguing that this “unstable structure” has proven its inability to effectively counter threats such as regional conflicts, terrorism, drug trafficking, religious extremism, chauvinism, and neo-Nazism. “After all, a unipolar world is essentially an apology for a dictatorship over both people and countries,” the Russian president said. There are no guarantees today that the current system of global and regional security is capable of providing protection against upheavals, Putin said. Commenting on Putin’s speech, President of the Institute of Strategic Studies Alexander Konovalov pointed out that historically, shifts in world order had been determined on the battlefield. “Earlier, a new world order that defined the rules of the game and the behavior of world powers was developed as a result of major wars. The victors met in Yalta and Potsdam to develop new laws of relations: the principles of border inviolability, the principle of national self-determination, the creation of the United Nations,” he told RBTH. However, he added, although there is a greater need than ever for a new system, there has been no war that would determine the new world order: “The Cold War is over, but there was no peace agreement, nor was there an agreed principle of mutual relations. We need to create them, but no one knows who should define this new world order,” Konovalov said. Ukraine and future conflicts For Director of the Moscow Carnegie Center Dmitry Trenin, the difference between Putin’s notorious Munich speech of 2007 and his latest speech is that in 2007 the Russian leader was merely protesting against U.S. policy. “Now Russia is actively opposing Washington’s policy in Ukraine and in Syria. The key idea of the [latest] speech was that a unipolar world does not take Russia’s interests into account, and Moscow will defend its position on issues that are key to it,” he told RBTH, adding that Russia has no plans to act as a hegemon or global arbiter. In his speech, Putin warned of the growing probability of new regional conflicts, if not with the direct then at least the indirect participation of global powers: “Not only will traditional interstate contradictions become a risk factor, but so will the internal instability of particular states, especially with regard to countries located at the junction of the geopolitical interests of major states,” the Russian president said. Captive Russian engineer executed at hands of radical Islamists. According to him, Ukraine has evolved into just such a conflict. Putin stressed that Russia had pointed out the haste with which backroom decisions were made on Ukraine’s association with the European Union, decisions which were seriously risky, particularly for Russia as Ukraine’s largest trade partner, Putin said. “But they didn’t want to listen to us then. They said, ‘It’s none of your business.’ And instead of a complex – but, I stress, civilized – dialogue, they brought the matter to a coup d’état. They plunged the country into chaos, into the collapse of the economy and social sphere, into a civil war with enormous casualties,” Putin said. “Apparently, they endlessly want newer and newer color revolutions [a reference to the so-called ‘color revolutions’ that took place in Ukraine, Georgia and Kyrgyzstan in the early 2000s – RBTH], they consider themselves to be genius artists, they can’t stop, and they don’t think at all about the consequences,” he added. Nikolai Zlobin, president of the US-based Center on Global Interests (RIA Novosti): The main thesis was that Russia will definitely not become a totalitarian country. That was the main message that the world wanted to hear because it is that fear that has been troubling the international public opinion. Overall, I expected a far more belligerent stance towards America and tougher assessments of the situation. I think Putin is earnestly committed to a search for a compromise. His answers about Ukraine were full of compromise. I think Washington, having voiced its criticism of the speech, will probably try to see something positive in it. The positive thing was the absence of very harsh statements. One of the things that Putin will be criticized for is the absence in his speech of any criticism of Russia’s actions. When something goes wrong, it is important to try and understand what your fault has been. Russia shares in the responsibility for a deterioration of the international situation. This is not just to do with Ukraine, it started earlier. There have been many aspects in which Russia could have acted more wisely. Alexei Fenenko, a leading researcher with the Institute of International Security Issues under the Russian Academy of Sciences (RIA Novosti): The main point of the president’s speech is that Russia rejects the USA’s claim to establish a new world order. International relations still, just as in Cold War years, are based on US nuclear parity and the advantage it has in terms of military potential compared to all the other countries. I would say that we live not in a new world order but in a modernized version of the Yalta-Potsdam one. Stripped of its anti-American rhetoric, Putin’s speech says: we are entering a new period when there may start a discussion on revising the rules of the game. We are still living by the rules that were established by the victorious nations in 1943-1945. The whole logic of the development of the modern world system is moving towards the question of whether it will be revised. Putin is urging the Americans to revise the world order. What this revision will consist of, what the deal will be is not clear yet. But there is clearly an appeal towards it. ITALIANO: Il presidente russo Vladimir Putin ha invitato la comunità internazionale a stabilire un nuovo ordine mondiale, con l'obiettivo di prevenire futuri conflitti. Parlando ad un forum internazionale di discussione a Sochi, Putin ha affermato l'immutabilità della posizione della Russia e ha invitato l'Occidente a entrare in un dialogo per risolvere i problemi di oggi. Fonte: Russia Beyond the Headlines - http://rbth.co.uk/international/2014/10/29/time_to_establish_a_new_world_order_says_putin_40973.html) Il presidente russo Vladimir Putin ha accusato gli Stati Uniti di portare al collasso del sistema di sicurezza internazionale e abusando del suo ruolo come potenza egemone mondiale. Parlando il 24 ottobre a Sochi nel corso di una riunione del Club di discussione Valdai internazionale, un forum annuale che riunisce esperti provenienti da decine di paesi per discutere il ruolo della Russia nel mondo, Putin ha chiesto la priorità ad essere immessi sulla costruzione di un nuovo sistema di relazioni che potrebbero impedire conflitti globali e interstatali. Posò la maggior parte della responsabilità per i problemi di oggi contro gli Stati Uniti, la cui politica ha detto hanno portato al collasso del sistema di sicurezza globale e una serie di colpi di stato in Medio Oriente e l'Ucraina. Secondo Putin, Mosca non ha intenzione di isolare se stesso in politica estera, nonostante le sanzioni e le relazioni graffianti con l'Occidente sul conflitto in Ucraina. Il presidente russo ha detto che il Cremlino era aperto al dialogo e alla normalizzazione delle relazioni economiche. La Russia è anche disposto a impegnarsi in una discussione di merito sul disarmo nucleare. La politica statunitense e il nuovo ordine mondiale. Usa affermano vittoria nella guerra fredda, vuole spartirsi mondo per soddisfare i propri interessi - Putin - L'ordine mondiale unipolare è dimostrato insostenibile per una potenza egemone mondiale, Putin ha detto, sostenendo che questa "struttura instabile" ha dimostrato la sua incapacità di contrastare efficacemente le minacce quali i conflitti regionali, il terrorismo, il traffico di droga, l'estremismo religioso, lo sciovinismo, e neo-nazismo. "Dopo tutto, un mondo unipolare è essenzialmente una scusa per una dittatura su persone e paesi", ha detto il presidente russo. Non ci sono garanzie di oggi che l'attuale sistema di sicurezza globale e regionale è in grado di fornire una protezione contro le turbolenze, ha detto Putin. Commentando il discorso di Putin, Presidente dell'Istituto di Studi Strategici Alexander Konovalov ha sottolineato che storicamente, spostamenti di ordine mondiale erano stati determinati sul campo di battaglia. "In precedenza, un nuovo ordine mondiale che ha definito le regole del gioco e il comportamento delle potenze mondiali è stato sviluppato a seguito di grandi guerre. I vincitori si è riunito a Yalta e Potsdam per sviluppare nuove leggi di relazioni: i principi di inviolabilità delle frontiere, il principio di autodeterminazione nazionale, la creazione delle Nazioni Unite ", ha detto RBTH. Tuttavia, ha aggiunto, anche se vi è una più che mai bisogno di un nuovo sistema, non c'è stata la guerra che avrebbe determinato il nuovo ordine mondiale: "La guerra fredda è finita, ma non c'era un accordo di pace, e non c'era un concordato principio di relazioni reciproche. Abbiamo bisogno di creare loro, ma non si sa chi dovrebbe definire questo nuovo ordine mondiale ", ha detto Konovalov. Ucraina e conflitti futuri per la regia di Mosca Carnegie Centro Dmitry Trenin, la differenza tra il famigerato discorso di Monaco Putin del 2007 e il suo ultimo discorso è che nel 2007 il leader russo stava semplicemente protestando contro la politica degli Stati Uniti. "Ora la Russia si oppone attivamente la politica di Washington in Ucraina e in Siria. L'idea chiave del [ultima] discorso era che un mondo unipolare non prende gli interessi della Russia in considerazione, e Mosca difenderà la sua posizione su questioni che sono la chiave per esso ", ha detto RBTH, aggiungendo che la Russia non ha intenzione di agire come egemone o arbiter globale. Nel suo discorso, Putin ha avvertito della crescente probabilità di nuovi conflitti regionali, se non con la diretta, almeno la partecipazione indiretta delle potenze mondiali: "Non solo sarà contraddizioni interstatali tradizionali diventare un fattore di rischio, ma così sarà l'instabilità interna di particolare Stati, in particolare per quanto riguarda i paesi situati all'incrocio tra gli interessi geopolitici dei grandi Stati ", ha detto il presidente russo. Captive ingegnere russo eseguita per mano degli islamisti radicali. Secondo lui, l'Ucraina si è evoluto in proprio un conflitto. Putin ha sottolineato che la Russia aveva sottolineato la fretta con cui sono state prese le decisioni dietro le quinte riguardante l'associazione dell'Ucraina con l'Unione europea, le decisioni che sono state seriamente a rischio, in particolare per la Russia come partner commerciale dell'Ucraina, ha detto Putin. "Ma essi non vollero ascoltare noi allora. Hanno detto, 'E' affar tuo. 'E invece di un complesso - ma, sottolineo, civile - il dialogo, che ha portato la questione di un colpo di Stato. Hanno immerso il paese nel caos, nel crollo dell'economia e della sfera sociale, in una guerra civile con enormi perdite ", ha detto Putin. "A quanto pare, all'infinito vogliono sempre nuove rivoluzioni colorate [un riferimento alle cosiddette" rivoluzioni colorate "che hanno avuto luogo in Ucraina, Georgia e Kirghizistan nei primi anni 2000 - RBTH], ritengono di essere artisti geniali, che possono 't stop, e non pensano affatto delle conseguenze ", ha aggiunto. Nikolai Zlobin, presidente del Centro statunitense su interessi globali (RIA Novosti): La tesi principale era che la Russia sarà sicuramente non diventerà un paese totalitario. Questo è il messaggio principale che il mondo voleva sentire, perché è la paura che è stato preoccupante l'opinione pubblica internazionale. Nel complesso, mi aspettavo un atteggiamento molto più bellicoso verso l'America e le valutazioni più difficili della situazione. Penso che Putin sia seriamente impegnato alla ricerca di un compromesso. Le sue risposte su Ucraina erano pieni di compromesso. Credo che Washington, dopo aver espresso la sua critica del discorso, probabilmente provare a vedere qualcosa di positivo in esso. La cosa positiva è stata l'assenza di dichiarazioni molto dure. Una delle cose che Putin sarà criticato per è l'assenza nel suo discorso di qualsiasi critica le azioni della Russia. Quando qualcosa va storto, è importante cercare di capire che cosa il vostro difetto è stato. Russia condivide nella responsabilità di un deterioramento della situazione internazionale. Questo non è solo a che fare con l'Ucraina, ha iniziato prima. Ci sono stati molti aspetti in cui la Russia avrebbe potuto agito più saggiamente. Alexei Fenenko, un ricercatore leader con l'Istituto di questioni di sicurezza internazionale sotto l'Accademia Russa delle Scienze (RIA Novosti): Il punto principale del discorso del presidente è che la Russia respinge l'affermazione degli Stati Uniti di creare un nuovo ordine mondiale. Relazioni internazionali ancora, proprio come negli anni della guerra fredda, si basano sulla parità nucleare degli Stati Uniti e il vantaggio che ha in termini di potenziale militare rispetto a tutti gli altri paesi. Direi che non viviamo in un nuovo ordine mondiale, ma in una versione modernizzata di Yalta-Potsdam uno. Spogliato della sua retorica anti-americana, il discorso di Putin dice: stiamo entrando in un nuovo periodo quando potrebbe iniziare una discussione sulla revisione delle regole del gioco. Stiamo ancora vivendo secondo le regole che sono state stabilite dalle nazioni vincitrici in 1943-1945. L'intera logica dello sviluppo del sistema mondiale moderno si sta muovendo verso la questione se sarà rivisto. Putin sta esortando gli americani a rivedere l'ordine mondiale. Che questa revisione sarà composto, quale è il problema sarà non è ancora chiaro. Ma c'è chiaramente un appello verso di esso. 

25) (Copiato e incollato): TUTTI GLI SCHIAVI DISUBBIDIENTI VERRANNO UCCISI, O, ALMENO COSÌ, LO PENSANO E DESIDERANO I GESUITI, e quindi, il microchip che ucciderà' tutti gli schiavi disobbedienti, eccetto coloro che saranno fuori dal sistema, ossia, i sovrani! In questo falso processo di pace e sicurezza e sperata intronizzazione ufficiale del Nuovo Ordine Mondiale, viene dimostrato fino in fondo che l'uomo domina l'uomo a suo danno. Certo, per riprogrammare il cervello ed alcune delle proprie abitudini ci può voler fatica e perseveranza, ma, dopo aver faticato le situazioni a favore dovrebbero scorrere sempre più morbide. Il chip sottopelle trasmettendo in radiofrequenza RFID può aumentare la probabilità di contrarre il cancro, tuttavia, ai poteri forti ciò sta bene in quanto siamo in troppi, dal loro punto di vista e con questo tipi di capitalismo, naturalmente. Una delle prime strategie, quale potrebbe essere? Le persone che si rifiutano di ricevere la vaccinazione Ebola si troveranno ad affrontare gravi ostacoli. Noi abbiamo il libero arbitrio, tuttavia, il nostro cervello subisce una programmazione, e quindi, bisogna salvaguardare le proprie buone abitudini e buone compagnie. Da quando siamo nel grembo materno fino al momento presente, il nostro cervello in buna parte è stato programmato dai nostri genitori, dagli amici, dalle situazioni che abbiamo vissuto, ecc. ecc. Generalmente questo ci può essere di beneficio, tuttavia, spesso la programmazione del cervello può non corrispondere agli obiettivi che ci prefiggiamo, tuttavia, alcuni di questi obiettivi possono essere utili e di seria considerazione ma altri obiettivi possono essere vani ed esserci stati inculcati dai media e dalle persone che ci stanno intorno. Per far corrispondere la programmazione del cervello ai nostri desideri ed obiettivi, può volerci un certo sforzo e perseveranza, tuttavia, ci sono due cose, in particolare, che si dovrebbero evitare: la meditazione trascendentale e/o farsi inserire un chip nel corpo o nel cervello. I poteri forti, inculcandoci vani obiettivi da perseguire e metodi facili per programmare il cervello, in modo morbido possono tentare di convincerci a farci introdurre nel corpo un chip. Ovviamente, potendoci essere prima la scusa del vaccino, alcune strategie di convincimento, e, fino ad arrivare alla imposizione e minacce di alcuni svantaggi in caso di rifiuto. Tutto questo fa parte del falso processo di pace e SICUREZZA. La élite ebraica e gesuita costituisce in gran parte i così detti poteri forti? Ma, che cosa potrebbe accadere dopo il falso grido di pace e sicurezza essendoci già in programma la eliminazione di tutte le false religioni, ma, essendo sopratutto Geova Dio che metterà nel cuore dei governanti il desiderio di far eliminare tutte le false religioni con esproprio di tutti i beni? La élite ebraica e gesuita potrebbe non avere alcun problema, forse, dichiarandosi subito del tutto atea e propensa soltanto ai buoni affari, come, effettivamente lo è, tuttavia, dal falso grido di pace e sicurezza in poi gli angeli fedeli a Dio, probabilmente, cominceranno a lavorare direttamente per destabilizzare l'intero sistema mondiale, e quindi, c'è un poco da vedere e da scoprire se la eliminazione di tutte le false religioni ed il periodo immediatamente successivo comincerà subito a prendere anche dei risvolti anomali ed inaspettati dal punto di vista della stessa massoneria o elite degli illuminati che oggi sta governa il mondo. Alla fine della grande tribolazione a decimazione della popolazione completata, e, tentando di eliminare il popolo che professa la vera religione, i poteri forti maggiormente protetti grazie ai mezzi di sostentamento penseranno di potersi tenere tutto il mondo con il giusto numeri di abitanti loro schiavi? Inoltre, i poteri forti forse sperano e pensano che il principio della rana e dello scorpione non si applichi anche loro? “Uno pensava di essere invincibile e l'altro pensava di poter volare, ma, si sbagliavano!” Daniele 2: 44, 12: 1, Soffonia 1: 18, Apocalisse o rivelazione 11: 18 e 19: 19-21. NOTA: Ma, che dire delle morti per suicidio a causa della crisi economica? Io ne ho parlato diverse volte, in particolare, riferendomi a tutti quegli imprenditori che si sono tolti la vita sotto la dittatura di Mario Monti. Questo corrotto banchiere partecipa al club Bilderber fin dal lontano 1984. Gli auto-attentati come quello del 11 settembre 2001, le guerre a macchia di leopardo, il terrorismo S. p. A. come quello di Al Quaeda e dell'ISIS entrambi creati dagli USA, la esagerata immigrazione per manovre economiche a favore degli imprenditori e per mettere uno contro l'altro, ossia, italiani contro stranieri, le crisi economiche, le scie chimiche, fanno parte delle guerre morbide che i poteri forti stanno attuando per iniziare e dopo per far avvenire un auto sterminio della popolazione a livello mondiale. I poteri forti ed i politici corrotti che gli ubbidiscono stanno lavorando per una cospirazione che, secondo il volere dei banchieri internazionali ebrei e gesuiti, dovrebbe portare la popolazione mondiale dagli attuali 8 miliardi di persone a circa mezzo milione di persone. ovviamente, alla fine delle grande tribolazione, la situazione sfuggirà di mano anche ai poteri forti, e, loro stessi moriranno. Si, gli attuali suicidi di imprenditori e di gente comune, per colpa della crisi economica, fa parte delle guerre morbide, nascoste e non dichiarate che i poteri forti hanno già messo in atto. I suicidi per la crisi sono solo l'inizio, ma, i capitalisti ed i falsi medici possono dire: quelli si sono tolti la vita perché non erano normali, ossia, erano ammalati mentali o pazzi. Ovviamente, a sentir parlare così, hai tutte le ragioni per andare su tutte le furie. Beh, al falso grido di pace e sicurezza, che probabilmente sarà pronunciato dal consiglio di sicurezza delle nazioni Unite a New York, comincerà il delirio della grande tribolazione. (Ma, non basta, nel esprimere queste verità, una persona che conoscevo mi ha addirittura accusato di antisemitismo, tuttavia, io non so se esistono, ma: qualcuno mi accuserebbe se esclamassi la frase “banchieri internazionali giapponesi”? Probabilmente, no, tuttavia, se io parlo della verità secondo cui, la élite dei banchieri internazionali ebrei sta dominando il modo secondo un progetto diabolico, lo stupido mi accusa come antisemita. Probabilmente, se conoscessero il mio blog, gli stessi banchieri pur considerandomi scomodo mi potrebbero trattare con un certo rispetto.) NOTA: Altri stati usciranno dalla crisi o dopo aver subito il fallimento? Comunque sia, per i poteri forti significa: impoverimento al presente o al passato della popolazione, più soldi e quindi, il potere per corrompere la maggioranza del tessuto politico e della società in ogni nazione. Gli illuminati ed i commercianti viaggiatori prima guadagnano su ogni manovra per l'adempimento del falso processo di pace e sicurezza, e dopo, i banchieri internazionali sperano che le loro strategie abbaino completo successo, ed alla fine, gli illuminati pensano di poter acquisire il completo potere a livello mondiale, in una sorta di globo società per azioni, si, capitalismo e dittatura in assoluto. Ma, nel perseguire il loro obiettivi, gli illuminati hanno preparato molto bene il loro involucro essendo convinti di vincere la guerra. Gli USA-GB sono l'involucro principale dei banchieri internazionali ebrei e del Ior, almeno, fino al grido di pace e sicurezza. Gli Stati Uniti sono una super potenza militare con l'economia fondata sulla guerra, inoltre, sono ben organizzati e resi più forti grazie all'appoggio degli alleati che sono tenuti a rispettare il Patto Atlantico. E quindi, la forza di una super potenza non si misura soltanto nel numero dei carro armati e dei missili intercontinentali termonucleari, ma, in tutta la alleanza con altri stati ed all'organizzazione pratica dal punto di vista militare, ecc. ecc. NOTA: Oggi di, abbiamo i giorni contati e la vita in forse, eppure, io non posso fare un discorso confidenziale e/o serio sulla politica di soli 20 minuti con mia mamma, ecc, ecc, in quanto, c'è di mezzo l'orgoglio, la non vece in capitolo da parte mia, ed i programmi sul calcio. Si, potrebbe passare anche un anno, ma, l'interlocutore non ha mai il tempo. Viviamo in un brutto sistema di cose, tuttavia, la colpa è anche delle singole persone, e, la non considerazione ed attenzione per le persone e come i virus del raffreddore. NOTA: Massimo rispetto nel esprimere il messaggio, e dopo, che ognuno di noi, compresi i personaggi che fanno parte dei poteri forti, si costruisca e sia artefice del proprio destino. NOTA: Tante volte io ho menzionato la frase, banchieri internazionali ebrei, per esprimere alcune verità sulla politica internazionale che viene dominata dai poteri forti, ma, ho parlato di banchieri, una parola non discriminatoria. Se uno mi accusasse di antisemitismo, per quanto alcuni animi possano ancora essere caldi, vuol dire che per colpa degli stupidi che fungono da guardie carcerarie inconsapevoli al servizio dei poteri forti, io non dovrei neanche esprimere la verità associandola con l'élite dei banchieri internazionali ebrei, ma probabilmente, anche dei banchieri internazionali gesuiti. NOTA: Spesso e volentieri lo stato dichiara pubblicamente di voler proteggere l'incolumità delle persone e di voler favorire le nascite, inoltre, all'interno dello stato ci sono molte persone che operano credendo in quello che fanno ed essendo sufficientemente benigne verso i cittadini ed i pazienti che hanno bisognoso aiuto, tuttavia, i poteri forti, generalmente in parziale combutta con la politica non sempre del tutto ben informata informata, pianificano il prestito per rendere le persone schiave e pianificano la decimazione attraverso le guerre nascoste e di vecchi stampo. La prima condizione è più evidente, e quindi, molte persone hanno difficoltà a credere ed a capire che è in corso una cospirazione diabolica a livello globale. NOTA: L'Italia, ma, non solo, con la giustizia girata a piacimento come le balle di un porco a favore dei più potenti, dei più ricchi che possono difendersi legalmente e dei più furbi, generalmente con buona disponibilità finanziaria ed appoggi intrecciati ed in combutta con varie autorità. Nota: ANONYMOUS è un importante sito da parte di alcuni pirati informatici molto bravi e spinti da buone motivazioni. Il messaggio di giudizio ma di salvezza anche per il singolo illuminato e per tutti quelli che lo ascoltano, andrebbe trasmesso con rispetto. Per chi lo ha visto, ricordate il film con Steven Siga “Giustizia a tutti i costi”? Alla risposta di un mafioso che gli disse: ma, perché lo hai trattato così? Il poliziotto coraggioso e diventato persona onesta perché lo voleva, ma proveniente dalla stessa famiglia, gli rispose: lui è il tuo capo, non il mio. Ma, pur avendogli risposto così duramente, all'inizio del discorso in famiglia lui disse a tutti loro: come voi sapete io ho tantissimo rispetto per la famiglia. Spesso e volentieri io cerco di far ritornare alla mente le scene di alcuni film nel tentativo di scuotere un poco di più l'intimo del eventuale lettore, in quanto, non basta esprimere conoscenza e intendimento su alcuni argomenti e cause giuste, ma, può essere necessario tentare di far breccia sul cuore simbolico nel tentativo di spingere la persona a riflettere ed eventualmente anche a prendere posizione. NOTA: Molte attività sono costrette per legge a lavorare tramite banca in tutte le entrate ed uscite finanziarie, oppure, per tutti gli importi superiori ai 900 Euro. Inoltre, il governo è in combutta con le banche private e con i poteri bancari forti, e quindi, generalmente il comune cittadino e l'imprenditore è sia dipendente alla banca che al rischio di essere truffato in modo molto subdolo dalla banca, e, naturalmente, la verifica della contabilità costa fatica, tempo e soldi. NOTA: Oggi di, febbraio 2015, Barak Obama può affermare che l'America combatte contro l'ISIS, non contro l'islam, tuttavia, proprio come vogliono i poteri forti, le guerre tra i così detti estremisti islamici del ISIS contro i sedicenti cristiani, l'odio verso tute le religioni dovrebbe essere in aumento. NOTA: Che dire in merito del gruppo terroristico del ISIS e nel caso che molti soldati del ISIS possano odiare l'America? Comunque sia, l'ISIS è stata creata dagli Stati Uniti, inoltre, questo gruppo terroristico dei così detti estremisti islamici, contribuisce a preparare le situazioni propizie alle soluzioni imposte dai poteri forti. Una cosa curiosa riguardo al ISIS: non colpisce mai i giacimenti di petrolio, si, ma, “chi sa perché”? “E' strano”! NOTA: Dalle notizie trasmesse in televisione, che dire del rapporto tra la Grecia e l'Unione Europea? Inoltre, che dire del rapporto con la Grecia e la BCE? Ed in fine, che dire del eventuale rapporto che potrebbe esserci tra la Grecia e il Fondo Monetario Internazionale? Basta poco per capire che, sempre più nazioni sono diventate schiave delle grandi banche internazionali, e, sia che il prestito venga fatto o che non sussista il presupposto affinché la banca presti del denaro ad una nazione. Volente o nolente, i banchieri internazionali vogliono prendere possesso di tutto il mondo e decimare la popolazione a livello mondiale ad un numero voluto di per certo inferiore al miliardo, e proprio, come il capitalismo avido desidera. Comunque sia, anche se gli Stati Uniti si sono ripresi dalla crisi economica, gli USA si sono adeguati al Nuovo Ordine Mondiale desiderato dai banchieri, tuttavia, quando ci sarà il falso grido di pace e sicurezza, alcune nazioni potrebbero essere uscite dalla crisi economica ed essersi adeguate al Nuovo ordine Mondiale, mentre, altre nazioni potrebbero esser spinte ad adeguarsi al Nuovo Ordine Mondiale subito dopo il falso grido di pace e sicurezza. Il fatto che alcune nazioni potrebbero essere uscite dalla crisi economica, potrebbe costituire da falso segnale per spingere altre nazioni ad adeguarsi subito al Nuovo Ordine Mondiale nel caso riuscisse a diventare ufficiale immediatamente dopo il falso grido di pace e sicurezza. I banchieri internazionali ebrei, vaticani e gesuiti, sono molto furbi ed astuti, inoltre, sono molto abili nel manovrare le masse facendo pressione sui sentimenti. Ma, subito dopo il falso grido di pace e sicurezza, assolutamente, comincerà il secondo 11 settembre 2001, ma esso, sarà nei confronti di tutto il sistema politico ed economico a livello mondiale, compresi, i poteri forti. Morale del discorso? Il solito ritornello che farebbe in-re nero un “Vittorio Sgarbi” per le troppe ripetizioni: tutto il sistema di cose satanico ed i poteri forti capitoleranno alla completa distruzione.

26) DUE PICCIONI CON UNA FAVA? ECCO CHI DOVEVA MORIRE… Glenn Thomas, autorevole consulente dell’OMS a Ginevra, esperto in AIDS e, soprattutto, in Virus Ebola, era a bordo del Boeing 777 della Malaysia Airlines abbattuto ai confini tra l’Ucraina e la Russia. Glenn Thomas era anche il coordinatore dei media ed era coinvolto nelle inchieste che stavano portando alla luce le controverse operazioni di sperimentazione di virus Ebola nel laboratorio di armi biologiche presso l’ospedale di Kenema. Ora che questo laboratorio è stato chiuso per volontà del Governo della Sierra Leone, emergono ulteriori particolari in merito agli interessi che nascosti dietro la sua gestione. Bill e Melinda Gates hanno connessioni con i laboratori di armi biologiche situati a Kenema, epicentro dell’epidemia di Ebola sviluppatasi dall’ospedale dove erano in corso trial clinici sugli esseri umani per lo sviluppo del relativo vaccino, e ora, a seguito dell’avvio di un’indagine informale, emerge il nome di George Soros che, tramite la sua Fondazione, finanzia lo stesso laboratorio di armi biologiche. Glenn Thomas era a conoscenza di prove concrete che dimostravano come il laboratorio aveva manipolato diagnosi positive per Ebola [per conto della Tulane University] al fine di giustificare un trattamento sanitario coercitivo alla popolazione e sottoporla al trattamento sperimentale del vaccino che, in realtà, trasmetteva loro Ebola. Glenn Thomas aveva rifiutano di andare avanti con il cover up, a differenza di taluni che lavorano al nostro Istituto Superiore di Sanità e sono adesso ben sono consapevoli che Glenn Thomas è stato assassinato. I canali ufficiali dei media non hanno mai riportato una sola notizia in merito alla presenza del laboratorio di armi biologiche a Kenema, men che meno la disposizione di chiusura, né l’ordine di interrompere la sperimentazione di Ebola da parte della Tulane University. Quindi, quali altri canali ci sono rimasti perché queste informazioni diventino di pubblico dominio, e siano diffuse attraverso le reti sociali, se anche l’OMS e le istituzioni sanitarie evitano di rilasciare informazioni e di agire? Il miliardario George Soros, attraverso la Fondazione Soros Open Society, per molti anni ha attuato“investimenti significativi“ nel “triangolo della morte Ebola” della Sierra Leone, Liberia e Guinea. Pertanto,George Soros aveva: 1) un movente per uccidere il portavoce OMS Glenn Thomas per fermare la diffusione di notizie attraverso i canali ufficiali che l’epidemia di Ebola è stata orchestrata a tavolino in un laboratorio di armi biologiche; 2) un motivo per farlo tacere molto presto; 3) il mezzo per farlo tacere ….. che potrebbe essere stato l’incidente aereo pianificato in Ucraina? – Probabilmente sì in quanto George Soros ha collegamenti con esponenti del governo ucraino, controllato a suo volta dai banchieri, e stanno emergendo prove significative che dimostrerebbero coma la NATO ha oscurato le coordinate radar del missile. Tutto ciò confermerebbe l’ipotesi che il missile BUK è stato lanciato dal governo ucraino, e non è un caso che il Primo Ministro ucraino ha presentato le proprie dimissioni. L’Olanda è un paese frastornato dalla rabbia e dall’impossibilità di spiegare le ragioni del disastro, a tal punto da avanzare una indagine per crimini di guerra. Ancor più disorientato è il suo Primo Ministro che, dopo aver chiesto di rimpatriare 40 corpi delle vittime MH17, afferma che “le rimanenti 200 vittime saranno rimpatriate in treno“. Ma se gli olandesi erano solo in 193, da dove saltano fuori tutti gli altri? In merito al treno che trasporta i corpi delle rimanenti vittime, restano altrettante colossali incongruenze sui numeri riferiti dalle diverse fonti: gli esperti internazionali parlano di 282 corpi mentre Kiev riferisce che nei 5 vagoni refrigerati vi sono 252 corpi. Queste cifre fanno ulteriormente a cazzotti con la lista ufficiale dei 298 passeggeri. Tutto questo marasma è particolarmente interessante il totale silenzio dei media ufficiali in merito alla notizia della chiusura del laboratorio di Kenema pubblicata sulla pagina Facebook del Ministero della Salute della Sierra Leone Fonte: informare.overblog.itogoejjdjjbvjbjvsbjgbs

27) Chi ha ucciso Enrico Mattei? Di Eufemia Riannetti Enrico Mattei fu assassinato, il suo caso insabbiato, i testimoni messi a tacere. Ma una cosa è certa: l’aereo su cui viaggiava il presidente dell’ENI e che cadde la sera del 27 ottobre 1962 a Bascapé, alle porte di Milano, fu sabotato. Era un uomo che dava molto fastidio. La strategia di Mattei era volta a spezzare il monopolio delle “sette sorelle”, non soltanto per il tornaconto del nostro ente petrolifero, ma anche per stabilire rapporti nuovi tra i paesi industrializzati e i fornitori di materie prime. Una strategia semplicemente inaccettabile per le grandi compagnie petrolifere che si spartiscono le ricchezze del mondo. Dall’inchiesta della Procura di Pavia, riaperta a metà degli anni ‘90, risulta inoltre evidente che l’insabbiamento di quel crimine fu diretto dai vertici dei servizi. Per il sostituto procuratore di Pavia Vincenzo Calia il fondatore dell’ENI fu “inequivocabilmente” vittima di un attentato. Vincenzo Calia giunge vicino alla soluzione del caso e formula l’ipotesi dell’attentato, ma non può provarla. Scrive Calia: “L’esecuzione dell’attentato venne pianificata quando fu certo che Enrico Mattei non avrebbe lasciato spontaneamente la presidenza dell’ente petrolifero di Stato”. Calia ha dimostrato che l’esplosione che abbatté il bimotore Morane-Saulnier su cui viaggiavano il presidente dell’ENI, il pilota Irnerio Bertuzzi e il giornalista americano William McHale fu causata da una bomba collocata nel carrello d’atterraggio del velivolo. Le prove contenute nelle 208 pagine del fascicolo dimostrano anche che l’inchiesta del 1962, presieduta dal generale dell’Aeronautica Ercole Savi, conclusasi dichiarando l’impossibilità di “accertare la causa” del disastro, fu in realtà un mostruoso insabbiamento. Finora davanti alla sbarra è finito soltanto un contadino di Bascapé, Mario Ronchi, accusato di “favoreggiamento personale aggravato”. Secondo l’accusa vide l’aereo di Mattei esplodere in volo, rilasciò alcune interviste in questo senso a diversi organi di stampa e alla Rai e poi… si rimangiò tutto. Chi ha sabotato l’aereo? Chi sono i mandanti? Il pubblico ministero Calia non riesce ad accertarlo, ma è probabile che vi siano responsabilità di uomini inseriti nell’Eni e negli organi di sicurezza dello Stato. E ancora depistaggi, manipolazioni, soppressioni di prove e di documenti, pressioni che impediscono l’accertamento della verità. Il 27 luglio 1993 dal “pentito” di mafia Gaetano Iannì giungono dichiarazioni importanti. Secondo Iannì per l’eliminazione di Mattei ci fu un accordo tra non meglio identificati “americani” e Cosa nostra siciliana. A mettere una bomba sull’aereo di Mattei fuono alcuni uomini della famiglia mafiosa capeggiata da Giuseppe Di Cristina. Anche Tommaso Buscetta rivela che la mafia americana chiese a Cosa nostra il favore di eliminare Enrico Mattei “nell’interesse sostanziale delle maggiori compagnie petrolifere americane”. In Italia, poi, Mattei era un finanziatore della politica, nemico dei circoli economici e politici legati ai grandi interessi. La certezza è che il presidente dell’ENI Enrico Mattei, il più potente manager di stato italiano viene uccisola sera del 27 ottobre 1962 insieme al pilota Irnerio Bertuzzi e al giornalista americano William Mc Hale. Parallelamente all’inchiesta amministrativa condotta dall’Aeronautica Militare, la Procura di Pavia apre un’inchiesta per i reati di omicidio pluriaggravato e disastro aviatorio. L’inchiesta militare si chiude rapidamente, nel marzo 1963, senza avere sostanzialmente accertato la causa dell’incidente; Pavia chiude le indagini penali il 7 febbraio 1966, accogliendo le richieste della procura e pronunciando sentenza “di non luogo a procedere perché i fatti non sussistono”. A ridare fiato alla vicenda sul finire degli anni Settanta sono un libro e un film. Il libro, scritto da Fulvio Bellini e Alessandro Previdi, è intitolato “L’assassinio di Enrico Mattei”. Il film è “Il caso Mattei” di Francesco Rosi. Contemporaneamente Italo Mattei, fratello di Enrico, chiede che venga istituita una commissione parlamentare di inchiesta. Sono troppi i dubbi sull’incidente e inoltre la scomparsa di Mattei ha fatto comodo a troppe persone, in Italia e all’estero, dal momento che i suoi rapporti con i paesi del terzo mondo produttori di petrolio avevano urtato il cartello petrolifero delle sette sorelle. La riapertura delle indagini viene chiesta anche da una campagna stampa del settimanale “Le ore della settimana” e da una serie di interrogazioni parlamentari. L’interesse attorno alla misteriosa fine del “re del petrolio italiano” riceve nuovo impulso dalle indagini sulla scomparsa del giornalista dell’ “Ora” di Palermo Mauro De Mauro, il 16 settembre 1970. Una delle piste seguita dall’inchiesta sulla fine di De Mauro ipotizza infatti che il giornalista palermitano sia stato sequestrato e ucciso per aver scoperto qualcosa di molto importante circa la morte del presidente dell’E.N.I.: De Mauro aveva infatti ricevuto dal regista Rosi l’incarico di collaborare alla preparazione della sceneggiatura del film “Il caso Mattei”, ricostruendo gli ultimi due giorni di vita trascorsi dal presidente dell’E.N.I. in Sicilia. L’indagine sulla scomparsa di De Mauro si conclude in un nulla di fatto, nonostante la richiesta di ulteriori investigazioni formulata dal GIP di Palermo ancora nel 1991. Il procedimento viene archiviato il 18 agosto 1992: De Mauro non poteva aver scoperto nulla di particolare intorno alla morte di Enrico Mattei, dal momento che la magistratura di Pavia aveva ritenuto del tutto accidentale la natura del disastro di Bascapè. Il 20 settembre 1994 il gip di Pavia autorizza la riapertura delle indagini nei confronti di ignoti. La riapertura era stata chiesta dalla procura pavese che, per competenza, aveva ricevuto dalla procura di Caltanisetta l’estratto delle dichiarazioni rese da un pentito di mafia. Il 5 novembre 1997 il pubblico ministero di Pavia Vincenzo Calia giunge a questa conclusione: “l’aereo, a bordo del quale viaggiavano Enrico Mattei, William Mc Hale e Inrneio Bertuzzi, venne dolosamente abbattuto nel cielo di Bascapè la sera del 27 ottobre 1962. Il mezzo utilizzato fu una limitata carica esplosiva, probabilmente innescata dal comando che abbassava il carrello e apriva i portelloni di chiusura dei loro alloggiamenti”. Di più non si riesce a scoprire e le domande rimangono. Enrico Mattei stava per spezzare la morsa costruita attorno a lui dal cartello petrolifero che escluse l’ENI dal mercato petrolifero internazionale, negandogli concessioni nei paesi produttori alla pari con le altre compagnie petrolifere. Mattei allora dichiarò guerra al sistema neocoloniale delle concessioni, offrendo ai paesi produttori un accordo rivoluzionario, il 75% dei profitti contro il 50% finora offerto dalle compagnie, e la qualificazione della forza lavoro locale. Il cartello reagì furiosamente, giungendo a rovesciare governi, come quello libico, che avevano accettato l’offerta e aperto all’ENI prospettive di grandi forniture. Nel 1962, quando si andava prospettando la soluzione della questione algerina, Mattei era riuscito ad aggirare il blocco. Sostenendo il Fronte di Liberazione Nazionale (FLN), Mattei aveva ipotecato un trattamento preferenziale verso l’ENI dal futuro governo. Si pensava allora che l’Algeria possedesse, al confine con la Libia , le più vaste riserve di petrolio inesplorate del mondo. Parallelamente a Mattei si mosse De Gaulle, che decise di riconoscere l’indipendenza algerina. Come contropartita, la compagnia petrolifera francese ottenne gli stessi privilegi dell’ENI. L’ingresso trionfale dell’ENI sul mercato petrolifero era quindi quasi assicurato. Non solo, l’Executive Intelligence Review, attraverso una ricostruzione minuziosa del caso Mattei, afferma che il presidente dell’Eni, alla fine, era riuscito ad aprire un dialogo con la Casa Bianca , nonostante la stampa internazionale avesse dipinto Mattei come un pericoloso sovversivo anti-americano. Mattei, per l’Eir, era riuscito a far capire alla nuova amministrazione Kennedy che tutto ciò che desiderava era essere trattato alla pari, che egli non ce l’aveva con l’America ma con i metodi coloniali applicati dalle “sette sorelle” del petrolio. L’amministrazione Kennedy accettò il dialogo e fece pressioni su una compagnia petrolifera, la Exxon , per concedere all’Eni dei diritti di sfruttamento. L’accordo sarebbe stato celebrato con la visita di Mattei a Washington, dove avrebbe incontrato il Presidente Usa e ottenuto il conferimento di una laurea honoris causa da parte di una prestigiosa università statunitense. Alla vigilia di quel viaggio, il 27 ottobre 1962, Mattei fu assassinato. Un anno dopo, fu ucciso Kennedy. In un rapporto confidenziale del Foreign Office del 19 luglio 1962, si leggeva che “il Matteismo” era “potenzialmente molto pericoloso per tutte le compagnie petrolifere che operano nell’ambito della libera concorrenza (…). Non è un’esagerazione asserire che il successo della politica ‘Matteista’ rappresenta la distruzione del sistema libero petrolifero in tutto il mondo”. E quindi Mattei andava eliminato, in un modo o nell’altro. «Tutti assolti, come è giusto che sia». Gianni Tonelli, segretario generale del Sap, uno dei sindacati di polizia, nel commentare la sentenza sulla morte di Stefano Cucchi non fa sfoggio di diplomazia. Tutt’altro. «In questo Paese - scrive in una nota - bisogna finirla di scaricare sui servitori dello Stato le responsabilità dei singoli, di chi abusa di alcol e droghe, di chi vive al limite della legalità. Se uno ha disprezzo per la propria condizione di salute, se uno conduce una vita dissoluta, ne paga le conseguenze. Senza che siano altri, medici, infermieri o poliziotti in questo caso, a essere puniti per colpe non proprie». 

 

28) (Copiato e incollato): L’apparente inimicizia fra le nazioni ed i governi si rivela essere quindi un espediente astuto per realizzare diverse finalità: Giustificare agli occhi di centinaia di milioni di persone le spese militari, il continuo riarmo, i progetti militari di ricerca sulle nanotecnologie, ed i progetti di controllo mentale (ufficialmente studiati per fini bellici ma in realtà applicati al controllo della popolazione per scopi di dominio), gli studi sulle armi chimico-biologiche (anch’essi sviluppati ufficialmente a fini bellici ma in realtà utilizzati per colpire la popolazione). Giustificare l’esistenza di progetti militari segreti e di canali occulti di finanziamento per tali progetti con l’esigenza vitale di raggiungere una supremazia tecnologica sul (finto) avversario. Aprire ovunque nuove basi militari, e nello specifico basi aeree, per incrementare e rendere capillare l’operazione scie chimiche. Giustificare con tale tensione fra i due schieramenti lo scatenarsi di diversi conflitti locali come quello in Georgia e quindi rafforzare tutta la spirale già descritta nei punti precedenti. Incanalare i pensieri della gente entro binari prestabiliti portandola a pensare che “ciò che fanno i militari è per la difesa della nazione e quindi della collettività”, mentre in realtà succede l’esatto è l’esatto opposto, dal momento che le strutture militari sono attivamente impegnate in un’offensiva militare che ha per bersaglio la popolazione civile. Permettere ad una ristretta cricca di persone (i possessori di aziende che producono e commerciano armi e tecnologia bellica) di incrementare le proprie ricchezze. Chi tira le fila di questa cospirazione ovviamente ha come esclusivo interesse quello di dominare, controllare e sfruttare la popolazione mondiale senza esitare di ricorrere alle guerre per i propri biechi fini. E non chiedetevi come mai di queste manovre cospirative non avete mai avuto sentore, la risposta è fin troppo semplice: i libri di storia su cui avete studiato hanno sistematicamente censurato tutti i dati più scomodi, dalle cause dei conflitti mondiali allo scoppio della bomba atomica, utilizzata per massacrare centinai di migliaia di civili innocenti quando le trattative per la resa del Giappone erano già in corso. Un mio commento: E, QUINDI, LE DUE BOMBE ATOMICHE A MISURA DI QUELLE DUE CITTÀ, NON SERVIVANO. Se la gente avesse avuto accesso alla realtà storica senza i filtri degli storici avrebbe potuto capire, ed appunto per questo tale disciplina viene insegnata in conformità a quanto desidera il potere. Ma nei libri di storia che si usano a scuola non potrete mai leggere che da circa un paio di secoli le élite finanziarie, ovvero i possessori delle banche, avevano già di fatto più potere dei vari sovrani, che il capitale gestito da questi signori si è sempre incrementato per ogni guerra che si faceva (essi facevano credito agli stati in occasione delle varie guerre) che ogni guerra è un grosso affare per le banche che prestano soldi agli stati e per le industrie che fabbricano le armi. Da troppo tempo le guerre sono una scusa bella e buona per permettere a certi loschi figuri di arricchirsi sempre di più alle spalle di milioni di poveracci utilizzati come carne da macello, povera gente che viene sobillata e illusa da un pugno di propagandisti prezzolati ad “immolare la vita con eroico sacrifico per la patria”. Ciò che è successo nella prima guerra mondiale nel bacino minerario di Briey-Thionville è oltremodo significativo al riguardo: in quell’occasione l’esercito francese ha ricevuto ordine di lasciare indifese le proprie miniere di ferro per permettere all’esercito tedesco di conquistarle, lo scopo era quello di fare durare una guerra che altrimenti i francesi (ed i loro alleati) avrebbero vinto subito dal momento che i tedeschi erano a corto delle materie prime per fabbricarsi le armi, e come è noto senza armi non si può che perdere la guerra! Situazioni simili si sono verificate durante la seconda guerra mondiale quando la finanza USA ha sostenuto entrambi gli schieramenti e le industrie militari USA hanno venduto armi ad entrambi gli schieramenti, mentre Rockfeller forniva importantissima tecnologia militare indispensabile per la realizzazione della poderosa macchina da guerra tedesca. Del resto è pure noto (da documenti ufficiali dell’esercito USA accessibili a tutti) che il “proditorio attacco a sorpresa” dell’esercito giapponese a Pearl Harbour fu qualcosa di molto diverso da come ce la raccontano i film di Hollywood ed i libri di storia (due efficacissimi mezzi della propaganda di regime). Gli esperti di spionaggio dell’esercito USA avevano infatti decrittato i codici con cui i Giapponesi contavano di comunicare segretamente tra di loro, e nei documenti ufficiali statunitensi c’è la prova della trascrizione del messaggio decrittato con cui le unità Giapponesi che avanzavano verso Pearl Harbour si comunicavano l’obiettivo della loro missione. Il comando dell’esercito statunitense ha emanato tassativi ordini di tenere nascoste tali informazioni perché Pearl Harbour era la scusa ufficiale che serviva al governo degli Stati Uniti per giustificare agli occhi dei propri cittadini il coinvolgimento del paese nel secondo conflitto mondiale. La riprova di quanto appena scritto è che il generale Short e l’ammiraglio Kimmel, usati come capri espiatori per la disfatta di Pearl Harbour sono stati discolpati recentemente dal Congresso degli Stati Uniti con una riabilitazione postuma, in quanto erano stati tenuti all’oscuro dai loro superiori delle intenzioni bellicose dei Giapponesi. In realtà l’attacco di Pearl Harbour fu la conseguenza (prevista ed anzi auspicata) dell’embargo decretato nei confronti del Giappone, cui gli USA smisero di vendere petrolio e ed acciaio. Ciò costrinse i Giapponesi a rivolgersi alla conquista delle regioni dell’Indonesia ricche di petrolio e minerali, e sulla loro strada in questa conquista delle Indie Orientali olandesi c’erano solo gli USA (le altre nazioni erano sfinite dalla guerra in Europa). Spostando la flotta del Pacifico da San Diego a Pearl Harbour, Roosevelt fece diventare quella flotta l’ostacolo più concreto al piano giapponese per la conquista di materie prime indispensabili (particolarmente in un periodo di guerra). A ulteriore conferma di quanto affermato riporto che il 29 novembre, il Segretario di Stato Hull mostrò al giornalista della United Press Joe Leib un messaggio con l’ora ed il luogo dell’attacco, ed il New York Times nello speciale Pearl Harbour dell’edizione del 12/8/41, a pagina 13, riportava che l’ora ed il luogo dell’attacco erano noti in anticipo. La versione ufficiale governativa che la flotta giapponese avesse mantenuto il silenzio radio mentre si dirigeva verso le Hawaii è smentita dalle intercettazioni americane contenute negli archivi dell’esercito statunitense: in essi vi è il messaggio decodificato inviato dalla nave rifornimento giapponese Shirya che dice “procediamo alla posizione verso 30.00 N, 154.20 E. Pensiamo di essere sul posto il 3 dicembre”. Tremila soldati americani furono quindi sacrificati come carne da macello per portare gli USA in una guerra contro la Germania che probabilmente non era motivata dai nobili ideali tanto sbandierati (la lotta contro il dittatore sanguinario). Per ulteriori approfondimenti dell’affare Pearl Harbour cito il libro di R. B. Spinnett Il giorno dell’inganno, ed il Saggiatore, e questo mio lungo articolo. E cosa dire della storia più recente dello scandalo Iran-Contras quando due paesi ufficialmente ai ferri corti come USA ed Iran, nel 1982, l’anno successivo alla fine della crisi degli ostaggi (ambasciatori USA tenuti prigionieri in Iran) si accordano segretamente per una compravendita di eroina? La storia che ha dato luogo ad uno scandalo (ben presto dimenticato dalle masse) è veramente incredibile se non si pensa ad uno scenario in cui i governi fingono di manifestare ostilità l’uno con l’altro mentre nella sostanza collaborano nell’antica strategia del divide et impera: eroina iraniana arrivava negli USA con aerei della CIA, veniva venduta agli spacciatori statunitensi e coi soldi ricavati la CIA forniva armi ai terroristi che volevano abbattere il governo democraticamente eletto del Nicaragua. Da notare che tutto ciò è avvenuto sotto la presidenza del repubblicano Bush (padre) e che alle successive elezioni presidenziali il candidato democratico non ha utilizzato l’argomento dello scandalo Iran-Contras per denigrare l’avversario (come secondo logica avrebbe fatto una persona realmente intenzionata a vincere le elezioni), a riprova del fatto che la cospirazione ingloba i diversi partiti politici che fanno finta di lottare l’uno contro l’altro (ciò succede molto più facilmente se si creano due grossi schieramenti, come chi gestisce il potere sta cercando di realizzare anche in Italia - due schieramenti si controllano più facilmente di 20 partiti e partitini). A questo punto, se vi siete resi conto della realtà della cospirazione a livello dei vari governi che fingono di essere in contrasto credo ci voglia ben poco per comprendere che in ogni singolo stato vengono tessute delle trame occulte per attuare i folli piani di dominio delle élite che ci comandano. D’altronde credo sia difficile pensare che organizzazioni cospirative capillari e raffinate che hanno portato alla creazione di strutture come quella di Gladio (e quindi alla creazione del terrorismo di stato) siano fatti isolati creatisi negli ultimi 50 anni. Gladio e la loggia massonica segreta P2 (all'interno della quale sono state ordite delle trame segrete per permettere ad una ristretta cricca di persone di ristrutturare lo stato italiano per i propri fini di potere) sono in realtà da vedersi solo come quella piccola parte, che è venuta faticosamente alla luce, della ragnatela cospirativa italiana che regola e domina lo scenario politico: pensate forse che i magistrati abbiano scoperto tutto delle società segrete che operano dietro le quinte? D'altronde una volta sciolta la loggia P2 (senza nessuna sostanziale ripercussione sui suoi aderenti) il suo "maestro venerabile" Licio Gelli ha mantenuto attiva a Montecarlo un'altra società massonica denominata OMPAM (che nessuno ha mai sciolto) riuscendo ad evitare di scontare i molti anni di carcere a cui fu condannato (evasione, fuga all'estero, mancata estradizione per i reati più importanti) e conservando le sue enormi ricchezze. Nonostante la condanna, la fuga, il suo status di evaso, Gelli continuò ad essere rispettato e tenuto in considerazione da giornalisti e politici. Forse è il caso di ricordare che la loggia P2 è implicata ad esempio nelle seguenti stragi: treno Italicus, stazione di Bologna, Ustica, Piazza Fontana, rapido 904. Essa è implicata pure negli omicidi di Calvi, Pecorelli, Olof Palme, Semerari, nel colpo di stato militare in Argentina, nei due tentativi di colpo di stato (in Italia) di Junio Valerio Borghese e della Rosa dei Venti, nel tentativo di depistaggio durante il rapimento Moro, nel caso dei finanziamenti FIAT alla massoneria. Per approfondimenti su tutti questi ed altri episodi vi segnalo questo articolo da un sito dedicato alla loggia P2. Se volete verificare da soli quanto di quei progetti sia stato poi realmente attuato leggetevi il Piano di rinascita democratica (ritrovato e sequestrato alla figlia di Licio Gelli, gran maestro della loggia P2). In questa sede segnalo solo alcune righe particolarmente significative di tale piano. 1) Nei confronti del mondo politico occorre: a) selezionare gli uomini - anzitutto - ai quali può’ essere affidato il compito di promuovere la rivitalizzazione di ciascuna rispettiva parte politica (Per il PSI, ad esempio, Mancini, Mariani e Craxi; per il PRI: Visentini e Bandiera; per il PSDI: Orlandi e Amidei; per la DC: Andreotti, Piccoli, Forlani, Gullotti e Bisaglia; per il PLI: Cottone e Quilleri; per la Destra Nazionale, eventualmente: Covelli); c) in caso di risposta affermativa, affidare ai prescelti gli strumenti finanziari sufficienti - con i dovuti controlli - a permettere loro di acquisire il predominio nei rispettivi partiti; d) in caso di risposta negativa usare gli strumenti finanziari stessi per l’immediata nascita di due movimenti: l’uno, sulla sinistra (a cavallo fra PSI-PSDI-PRI-Liberali di sinistra e DC di sinistra), e l’altro sulla destra (a cavallo fra DC conservatori, liberali, e democratici della Destra Nazionale). 2) (...) Occorrerà redigere un elenco di almeno 2 o 3 elementi, per ciascun quotidiano o periodico in modo tale che nessuno sappia dell’altro. L’azione dovrà essere condotta a macchia d’olio, o, meglio, a catena, da non più’ di 3 o 4 elementi che conoscono l’ambiente. Ai giornalisti acquisiti dovrà essere affidato il compito di “simpatizzare” per gli esponenti politici come sopra prescelti. Per quanto riguarda i sindacati si prevede tra l'altro di "acquisire con strumenti finanziari di pari entità i più disponibili fra gli attuali confederati" e quindi "ripristinare per tale via il ruolo effettivo del sindacato di collaboratore del fenomeno produttivo". Appare quindi chiara la logica di un piano che prevede l'utilizzo di risorse finanziarie per comprare e asservire la stampa, le televisioni, i partiti, i sindacati e realizzare due nuovi schieramenti politici, uno di destra (mai sentito parlare di Forza Italia?) ed uno di sinistra (mai sentito parlare del Partito Democratico?) che (facendo finta di combattersi in parlamento) concorrano a realizzare i progetti di una élite occulta. D'altronde abbiamo visto all'opera in questi anni il governo di sinistra che (dopo avere utilizzato abusivamente la parola pace nel programma elettorale) finge di ritirare le truppe dall'Iraq ma lo fa così lentamente che non ce la fa in tempo, aumenta le spese militari. Ancora prima abbiamo visto gli esponenti della sinistra abbaiare contro i privilegi di Berlusconi senza poi abbatterne nemmeno uno in tutti quegli anni che sono stati al governo (ed avevano il potere di farlo). Più recentemente abbiamo visto il PD protestare (sulla carta) contro la riforma Gelmini e poi votare all'unisono con la maggioranza l'aumento delle spese militari che sottraggono fondi all'istruzione, così come anni prima la sinistra ha avversato la riforma Moratti dopo averne proposta una fin troppo simile (riforma Berlinguer). (Continua):

29) Per evitare al lettore l'imbarazzante pensiero che tale analisi sia una fantasia dello scrivente riporto le testuali parole di Tina Anselmi, presidentessa della commissione parlamentare d'inchiesta sulla loggia P2: "Bisogna stare attenti, molto attenti... Ho parlato del vecchio piano di rinascita democratica di Gelli e confermo che leggerlo oggi fa sobbalzare. È in piena attuazione ...". D'altronde lo stesso Licio Gelli in una recente intervista su Pandora TV si compiace del fatto che i suoi vecchi progetti siano stati in gran parte realizzati. Forse qualcuno si ricorderà del cambiamento politico avvenuto in Italia nel 1992 ed innescato (almeno apparentemente) dagli scandali della corruzione (vicenda "mani pulite"). Alla luce di quanto sopra esaminato, ed alla luce della banalissima considerazione che un'inchiesta a largo raggio sui politici corrotti può andare avanti solo se riceve il beneplacito dai piani alti del potere (non per niente tutte le denunce contro l'operazione di irrorazione chimica sono rimaste lettera morta, sepolte nei cassetti delle "autorità competenti"), si comprende che i veri burattinai non sono tanto i politici che vediamo recitare sulla scena della politica, quanto i boss della finanza e del sistema bancario, insieme ai tessitori di trame occulte (gli uomini al vertice delle logge massoniche e delle altre società segrete). Nel 1992 e negli anni seguenti, dietro la copertura dello "scandalo di mani pulite" si portavano avanti da una parte la privatizzazione degli enti statali e la ristrutturazione finanziaria (culminata nella creazione della Banca Comune Europea e dell'euro che ci ha resi tutti più poveri), dall'altra la ristrutturazione delle formazioni politiche italiane secondo le indicazioni del summenzionato piano di rinascita democratico (per maggiori dettagli su questi avvenimenti rimando a questo ottimo articolo sul blog informati e liberi). La politica non è quello che appare dai resoconti di giornali e telegiornali (ammaestrati), ma è qualcos'altro che si gioca in riunioni segrete di società occulte e nelle riunioni a porte chiuse di organismi (sconosciuti ai più) come il CFR (Council on Foreign Relations) , il gruppo Bilderberg, la Commissione Trilaterale, organismi non governativi che però prendono decisioni alle quali si conformano tanto gli enti sovranazionali della globalizzazione (come ad esempio il Fondo Monetario Internazionale o la Banca Mondiale) quanto i vari governi nazionali. Senza entrare in un'analisi di tali organismi (per i quali rimando ai link precedenti oltre al già citato libro Il lato oscuro del Nuovo Ordine Mondiale di M. Pamio, Macro edizioni) segnalo in questa sede che nel maggio 2007 il CFR ha proposto (nel numero di maggio-giugno della propria rivista Foreign Affairs) l'abbandono del sistema delle monete nazionali e l'adozione di una moneta unica mondiale, il sogno nemmeno tanto nascosto di coloro che complottano per l'instaurazione di un nuovo ordine mondiale, dittatura globale orwelliana. Forti sono i legami tra la loggia P2 e Gladio, una struttura nata da un accordo segreto (e quindi assolutamente illegale, anticostituzionale) di cui pochissime persone all’interno delle istituzioni repubblicane erano a conoscenza. Essa era una struttura segreta articolata in 40 nuclei, dei quali sei informativi, dieci di sabotaggio, sei di propaganda, sei di evasione e fuga, dodici di guerriglia. Le persone che facevano parte di tale struttura segretissima venivano reclutate ovviamente solo se altamente affidabili, ma affidabili per chi? Dirà il magistrato Libero Mancuso: "Il capo della 'Gladio' statunitense Mike Sednaoui, vice capo della Cia a Roma, reclutava nella P2: se non si era della P2, difficilmente si dava quella garanzia di affidabilità richiesta". L'inchiesta su Gladio portata avanti dal magistrato Felice Casson e dai sostituti procuratori militari di Padova Dini e Roberti, mostra che i "gladiatori" siano stati addestrati alla realizzazione di attività a dir poco terroristiche come: Azioni intimidatorie (lancio di bombe contro sedi di partito). Azioni provocatorie, come pestaggi ed altre azioni che facessero degenerare delle manifestazioni pacifiche in scontri con la polizia (il nesso con i fatti di Genova 2001 è fin troppo evidente). Atti di terrorismo da addossare ad altri. Ed in effetti la struttura segreta Gladio risulta coinvolta nei seguenti fatti delittuosi: omicidio Mattei, omicidio Calbresi, strage della questura di Milano, sequestro Sossi, sequestro ed omicidio di Aldo Moro, omicidio di Mauro Rostagno, omicidio Li Causi, omicidio del giudice Occorsio (che aveva indagato sui tentativi di colpo di stato in Italia e sulla strage di Piazza Fontana, intuendo un'unica regia criminale dietro queste vicende), omicidio del giudice Amato (che aveva ereditato i fascicoli del collega Occorsio). Da notare che il 23 giugno 1980 (10 giorni prima del suo omicidio) il giudice Amato ha affermato davanti al CSM: “sto arrivando alla visione di una verità d'assieme, coinvolgente responsabilità ben più gravi di quelle stesse degli esecutori materiali degli atti criminosi”. Le indagini su Gladio sono non sono potute andare molto lontano perché la direzione del Sismi (servizio segreto militare) ha distrutto o manipolato i documenti d’archivio. Il magistrato veneziano Felice Casson ha scritto: “Gli archivi dei servizi segreti sono stati debitamente epurati, se non addirittura saccheggiati”. Ciò è successo proprio nei giorni in cui egli si doveva recare a consultarli [ringrazio Solange Manfredi per la copiosa mole di informazioni pubblicate nel suo articolo gladio, il segreto principale della repubblica, alle quali ho attinto nella stesura di queste righe]. La loggia P2 è stata molto attiva anche all'estero, restando coinvolta nel golpe militare fascista in Argentina, manovrando in seguito per il ritorno di Peron, è implicata nel conflitto delle isole Malvinas fra Argentina ed Inghilterra, ed è attiva in numerosi altri paesi come Uruguay, Brasile, Venezuela, Stati Uniti, ed in diversi paesi europei fra i quali è da notare la Romania comunista di Ceausescu. Abbiamo qui una vastissima rete occulta di intrighi a livello internazionale che avviluppa paesi e regimi apparentemente nemici sullo scacchiere internazionale, comunisti e capitalisti. E ciò la dice lunga sulla rete cospirativa globale che i menzogneri disinformatori affermano ripetutamente "non esiste, non può esistere, non potrebbe mai esistere!". A questo punto sembra evidente che ci troviamo nelle mani di una cricca di persone che è di fatto al di sopra delle leggi e degli ordinamenti costituiti e che ordisce trame e cospirazioni, orchestra guerre, cris e colpi di stato, ordina genocidi, progetta campagne di avvelenamento dei propri sudditi per renderli più docili e manipolabili. Il vero governo contro cui bisogna prendersela non è quello degli USA, né quello della Russia, né quello italiano o quello cubano, ma questo "governo ombra" che segretamente ordisce le trame che avvelenano il nostro presente e cancellano le nostre speranze in un futuro migliore. Sono questi burattinai (spesso identificabili nei vertici delle oligarchie finanziarie) che hanno fatto massacrare i popoli l'uno contro l'altro nel corso di atroci guerre senza senso, e che adesso per controllarci e schiacciarci sotto il proprio dominio stanno preparando un'altra escalation militare mentre ci avvelena costantemente con le scie chimiche. A chi ha aperto gli occhi sulla realtà delle trame occulte che condizionano e dirigono la politica e l’informazione di massa appare quindi ridicola ogni disputa (finta) fra partiti di destra e di sinistra i cui politicanti (soprattutto ai più alti livelli) sono poco più che brillanti attori nel cui copione è stato scritto che devono fingere di farsi la guerra per dare a noi l’illusione che possa esistere una libertà di voto tramite la quale i cittadini possano scegliersi il proprio governo. Sappiamo benissimo per esempio che in Italia il governo di centro sinistra non ha mai attaccato minimamente i privilegi di Berlusconi, non è mai intervenuto a regolare il conflitto d’interessi, ed egli detiene ancora il suo monopolio sull’informazione televisiva. Dopo una campagna elettorale in cui si denunciava pesantemente (a parole) il conflitto d’interessi non c’è stato poi nessun serio provvedimento volto a risolvere il problema. Il mio commento: i massoni non vanno in prigione, ma, solo gli scomodi, così, se c'è una o più illegalità da parte dello scomodo, i poteri forti fanno leva su queste, vedi: Giulio Andreotti, Bettino Craxi e tantissimi altri. NOTA: L'ignoranza e stupidità nella maggioranza in seno ai popoli in tematica di politica internazionale corrisponde a dominio delle masse e dittatura completa. Un esempio che a molti sfugge: alcuni combattenti dell'ISIS odiano l'America e molti europei odiano gli estremisti islamici e temono per la cultura del così detto cristianesimo? D'altronde, l'ISIS e un gruppo terroristico paramilitare che fa guadagnare soldi a palate sia ad aziende europee che statunitensi, inoltre, i poteri forti che per lo più giacciono sopratutto sia in Europa che negli Stati Uniti, vogliono preparare i popoli alla eliminazione di tutte le false religioni, ma, non secondo il proposito del Onnipotente, ma, per rendere la terra come una società per azioni, sebbene, subito dopo il falso grido di pace e sicurezza, Geova Dio metterà nel cuore dei governanti di distruggere tutte le false religioni espropriandogli tutti i beni, di fatto, un grosso capitale. NOTA: Più di un secolo fa la massoneria ha favorito l'insorgere del comunismo che oggi viene bandito come se fosse un nemico, ma, perché? Forse, non tanto tempo fa la massoneria aveva l'idea di un unico governo mondiale dal sistema comunista e/o la ragione principale potrebbe esser stata quella di creare due fronti opposti, ossia, i paesi così detti comunisti in contrapposizione ai paesi capitalisti. La divisione divide i popoli, spesso li rende più deboli e due fronti opposti possono favorire le guerra dalle quali i banchieri ci possono ricavare molto profitto.
30) (Copiato e incollato): La prima scena non l’ha dimenticata nessuno. Chi era vivo e presente in America ricorda con esattezza dov’era e che cosa faceva. Tutti gli altri, dovunque, ne hanno una memoria precisa: alcuni colpi, all’improvviso, hanno fatto esplodere una testa e un mondo. John Fitzgerald Kennedy, ucciso a Dallas da colpi sparati dall’alto mentre salutava la folla di Dallas (e accanto a lui c’erano la moglie Jacqueline e il governatore Connally) era molto più di se stesso. Per uno strano evento che neppure i biografi più affettuosi e attendibili hanno saputo spiegare, Kennedy portava con sé la Storia e, con il suo stare al centro della scena, cambiava la Storia. Bisognava mettere uno stop a questo cambiamento che minacciava di dilagare. È stato fatto. Alcuni anni dopo, mentre seguivo di tappa in tappa le elezioni primarie di Bob Kennedy, e c’era l’abitudine delle passeggiate serali con il suo cane, prima o dopo l’ultimo discorso della giornata, ho potuto notare che Bob usava sempre lo stesso modo di parlare dell’uccisione del fratello. Diceva, per esempio, “When they killed my brother…” “the day they killed my brother…” (“quando hanno ucciso mio fratello…” ) e non ho mai tentato di chiedergli “They who?”. Perché usava il plurale? Diciamo meglio: non ho osato. Perché mi ero accorto che nessuno dei Kennedy (non solo Bob, che pure era un leader appassionato e capace di dire cose durissime, ma anche Ted, fedele al suo ruolo ininterrotto di senatore, ma anche Jean Kennedy Smith, grande attivista del volontariato ma anche nella politica, poi ambasciatrice americana di Clinton a Dublino, e alle sorelle più presenti e più socialmente attive, Eunice e Pat) ha mai, una sola volta, voluto parlare del delitto o accennarne. C’è stato un solo momento grande e alto in cui Bob Kennedy ha parlato in pubblico del delitto, l’unica volta in cui ha aperto e condotto il discorso su quel massacro (i pezzi di testa sparsi nel fondo azzurrissimo del cielo) di un uomo solo che occupava lo spazio di una generazione. Avevano appena ucciso Martin Luther King, Washington era in fiamme, nella morsa di una disperata rivolta nera. Bob Kennedy, arrampicato prima sul cofano di una macchina, poi alla rete di un campo da gioco, con la luce da sotto di un unico faro, ha detto al microfono che uno di noi gli teneva alto: “A Dallas hanno ucciso mio fratello. A Memphis hanno ucciso un altro fratello, mio e vostro. Noi siamo travolti dal dolore. Voi conoscete il mio. Io conosco il vostro. Ma non è una ragione per uccidere. Non qui. E neppure quando facciamo i guardiani del mondo”. La folla – prima i più giovani, tra cui molti bambini – comincia a gridare il suo nome e a ripetere “Stay here, Stay here” ( non te ne andare). E lo tenevano alto, sopra la folla. Avevano capito che in quelle parole c’erano il senso e il contesto del delitto di Dallas e del delitto di Memphis. E questo sarebbe stato, fra poco, il senso e il contesto del delitto dell’Hotel Ambassador di Los Angeles (appena due mesi dopo). Non ho mai chiesto (adesso direi: non ho fatto in tempo a chiedere) a Bob Kennedy il perché di quel plurale quando parlava dei colpi che hanno centrato e distrutto la testa del presidente. Avrebbe potuto dirmi che, nel parlato americano, il plurale sta per l’impersonale. Dire “il giorno in cui hanno ucciso mio fratello…” non significa far pensare se quel giorno, in quel luogo, lo sparatore accusato era davvero il colpevole e non era solo. Di certo non ho mai sentito, in decenni, il nome di Oswald in conversazioni con qualcuno dei Kennedy. Probabilmente è per questo che mi sono sempre tenuto lontano dalle teorie del complotto. Perché sono plausibili e impossibili da provare, come la versione ufficiale (il Rapporto Warren), come l’uccisione di Martin Luther King (di cui non era certo colpevole James Earl Ray, tanto che i figli di King ne hanno chiesto la scarcerazione, anni dopo). L’assassinio di Robert Kennedy, mentre aveva vinto tutte le primarie e stava per essere eletto presidente degli Stati Uniti (con la sua tenue e mai discussa verità del patriota palestinese) è diventato il chiodo che blocca le altre bare: questa è la loro morte. Sappiamo tutto delle conseguenze, e della regolarità a cui è tornato il mondo, non solo il mondo americano, dopo l’uccisione esemplare di John, di Bob e di Martin Luther King. Ma non sappiamo nulla di quello o quelli che hanno portato la morte, e la giostra può continuare a girare. L’impressione è questa: più gira e più porta lontano. Mi ha aiutato a schivare le teorie del complotto la conversazione durata 30 anni con Arthur Schlesinger, amico da prima e amico per sempre nel dopo. Devo a lui quello che so e che ho capito e che cerco adesso di condividere. Chi ha preso la decisione di togliere di mezzo quel presidente aveva capito bene che John Kennedy provocava di per sé un cambiamento che non era un suo piano, ma era la conseguenza naturale del suo arrivo e del suo stare alla Casa Bianca. L’eroismo non sta in John Kennedy, ma nello strano e misterioso rapporto che si era formato fra Kennedy e i suoi cittadini (non tutti, di certo, ma una parte viva e attiva di essi) e che “faceva nascere nel vecchio giardino un grande albero nuovo”. John Kennedy, in apparenza (e certo in principio) meno deliberatamente innovatore di Roosevelt, seguiva però, con una certa agile intuizione, sentieri radicalmente nuovi. Uno era il rapporto con la cultura, che mai, prima o dopo, è arrivata in forze alla Casa Bianca. Si pensi, per capire, che per un certo periodo, si erano trasferiti da Harvard a Washington sia Schlesinger sia Kissinger (anche se il periodo kennediano di Kissinger è restato poco noto). Sia McGeorge Bundy (preside della School of Art and Science di Harvard) sia lo scienziato Jerome Wiesner , non solo star del Mit, ma anche pacifista dichiarato. E Walter Rostow, forse il più noto economista del mondo accademico americano in quegli anni. Ma c’era anche la presenza ferma, benevola, priva di intonazioni tragiche (spesso un espediente della politica) e rassicurante come una garanzia. L’altro fatto nuovo era il rapporto, naturale, istintivo con le persone giovani, a cui portava la felice intuizione della “nuova frontiera” che è certo, ha contato molto nella nascita di tutta la parte mitica degli anni 60, da Camelot a Bob Dylan. NOTA: In Italia il 71% degli antibiotici viene usato sugli animali da allevamento, anche quando sono sani. Una pratica crudele per farli sopravvivere in condizioni tremende e produrre di più a costi irrisori. E che sta anche generando super-batteri resistenti alle medicine, che possono ucciderci. Molti degli altri paesi europei hanno già ridotto drasticamente l’uso di antibiotici negli allevamenti, e ora l’Unione Europea potrebbe finalmente imporre queste leggi a noi e al resto del continente. Si salverebbero vite umane riducendo al tempo stesso le crudeltà sugli animali: non dovremmo neppure stare a parlarne. Persino McDonald’s ha deciso di non usare più polli cresciuti con determinati antibiotici. Ma le multinazionali farmaceutiche e della carne stanno facendo di tutto per bloccare queste decisioni. Domani, lunedì, c’è un incontro tra i ministri europei e molti non hanno ancora preso una decisione. Denunciamo l’abuso crudele e mortale degli antibiotici negli allevamenti intensivi inviando 1 milione di firme a ognuno di loro. Firma ora e condividi la petizione: https://secure.avaaz.org/it/antibiotics_factory_farming_esfrdeit/?beppTfb&v=58122 L’Organizzazione Mondiale della Sanità dice che questi super-batteri rendono gli antibiotici completamente inutili contro malattie infettive come tubercolosi e polmonite. Gran parte della medicina moderna, inclusi i trattamenti contro il cancro e quelli chirurgici, dipende dagli antibiotici. Se non li salviamo, si stima che nel 2050 moriranno 10 milioni di persone in più ogni anno. L’abuso di antibiotici, sia sull’uomo che sugli animali, li rende sempre meno efficaci. Solo in Europa ogni anno muoiono 25.000 persone a causa della resistenza eccessiva agli antibiotici! Nonostante questo, non stiamo facendo abbastanza per limitarne l’enorme uso negli allevamenti e l’Italia è il terzo Paese europeo per uso di antibiotici sugli animali. Danimarca, Svezia, Norvegia e Paesi Bassi hanno dimostrato che si può produrre carne usando molti meno antibiotici. Ma finché le regole non saranno le stesse per tutti servirà a poco. Sono in tanti a voler chiudere questi allevamenti dell’orrore una volta per tutte. Queste nuove leggi europee possono migliorare enormemente il benessere degli animali e la salute dell’uomo. Ma secondo gli esperti i ministri pensano che ai cittadini non interessi. Noi possiamo dimostrare il contrario. Firma ora e condividi la petizione: quando avremo raggiunto un milione di firme, Avaaz dimostrerà con sondaggi nei Paesi chiave che l’opinione pubblica è schierata e porteremo la petizione in aula un momento prima del voto al Parlamento Europeo: https://secure.avaaz.org/it/antibiotics_factory_farming_esfrdeit/?beppTfb&v=58122 Milioni di avaaziani hanno agito in difesa delle balene, dei polli d’allevamento e di tanti altri animali. Facciamolo di nuovo per proteggere il futuro della medicina moderna, degli animali e di tutti noi. Con speranza, Alex, Allison, Laila, Alice, Antonia, Alaphia, Ricken e tutto il team di Avaaz ULTERIORI INFORMAZIONI Troppi antibiotici negli allevamenti (Wired) http://www.wired.it/scienza/medicina/2015/03/23/antibiotici-allevamenti-animali/ “Farmageddon” racconta l’orrore degli allevamenti intensivi (La Repubblica) http://www.repubblica.it/ambiente/2015/02/17/news/philip_lymbery_farmageddon-107532569/ Resistenza agli antibiotici e allevamenti intensivi: un pericolo “paragonabile al terrorismo” (Il Fatto Quotidiano) http://www.ilfattoquotidiano.it/2014/04/18/resistenza-agli-antibiotici-e-allevamenti-intensivi-un-pericolo-paragonabile-al-terrorismo/956842/ Resistenza agli antibiotici, l'allarme dell'Oms: "Infezioni minori rischiano di tornare a uccidere" (Repubblica) http://www.repubblica.it/salute/medicina/2014/04/30/news/resistenza_agli_antibiotici-84867869/ McDonald’s e i polli agli antibiotici (Stampa) http://www.lastampa.it/2015/03/10/blogs/cibo-e-salute/mcdonalds-e-i-polli-agli-antibiotici-9dGFukMpLyP4qW37hrj5dL/pagina.html Perché fermare la resistenza agli antibiotici già in allevamento (EurActiv - in inglese) http://www.euractiv.com/sections/health-consumers/why-antibiotic-resistance-must-be-tackled-farm-too...

31) SCIENZA: Tutti noi discendiamo da Adamo ed Eva, tuttavia, io per cosa potrei intavolare il discorso sui negri e sui bianchi? Per fare guerra alla teoria dell'evoluzione! NOTA: Una caratteristica tipica della odierna teoria dell'evoluzione, seppure molto diramata e in parte contraddittoria, tutti i ragionamenti che gli stanno intorno è questa: se, forse, probabilmente, supponiamo che, e, simili. Tuttavia, il progresso della scienza tende a smentire la teoria dell'evoluzione, ma, il problema è che, sia gli scienziati che i poteri sono soggetti a varie psicologie che deviano la scienza. NOTA: La struttura esagonale degli alveari è studiata dagli stessi ingegneri aeronautici per poter costruire aeromobili più leggeri ma resistenti. La natura non è venuta per evoluzione, ma, per creazione, e, lo stesso uomo che è molto più intelligente del caso, da decenni se non da secoli, continua a studiare la natura per migliorare la propria scienza e tecnologia. Inoltre, nessun scienziato è riuscito a definire con precisione il miracolo della vita, ossia, l'essenziale differenza tra la materia inorganica ed inanimata dalla materia organica ed animata; per non parlare poi, di tutte le difficoltà ed impossibilità di passare dalle così dette forme di vita più semplici alle forme di vita più complesse. La vita non ha niente a che fare con le normali forze od energie comuni nel cosmo inanimato, e, anche se alcuni che amano le pratiche di spiritismo affermano che la terra e l'universo hanno vita di per se stessi. Eppure, nelle scuole si continua a insegnare la teoria dell'evoluzione, inoltre, la propaganda di questa teoria continua ad essere difesa a spada tratta e chi non la accetta può essere considerato non un uomo di scienza. E, per fortuna che nella ricerca e catalogazione scienza non ci dovrebbe essere alcuna interferenza di tipo psicologico. Si, per capire la verità su alcune questioni non occorre essere scienziati, d'altronde, anche molte persone altamente istruite sono sviate, ma, si vuole buon senso, umiltà, sincerità di cuore ed amore per la verità, non essendo succubi della voce della autorità costituita sul momento per ragioni di potere e di interessi economici. NOTA: Quali sono alcuni motivi per cui la Bibbia può essere compresa nel modo giusto solo con un adeguato impegno e perseveranza? Dio si lascia avvicinare sopratutto dalle persone che manifestano umiltà ma senza per questo essere ingenue, e quindi, le persone devono esser disposte a lasciarsi istruire ma potendo capire quale è la vera organizzazione di Dio nella nostra epoca se sincere. Inoltre, Dio vuole che noi lo serviamo con amore e senza scoraggiarci, e quindi, alcune scadenze ed intendimenti vengono dati ai veri servitori di Dio solo nei modi e tempi giusti. Siccome la Bibbia è un anche libro profetico, esso ci mostra la storia futura in generale per quanto riguarda le cose spirituali ed il popolo di Dio e con il giusto grado di accuratezza nei particolari, ossia, ne troppo ne poco. E questo, anche in merito alla scienza la dove la Bibbia sfiora o tocca gli argomenti scientifici che al tempo giusto o con l'avvento della conoscenza e con nuove tecnologie di supporto sarebbero stati scoperti. Un argomento scientifico compreso in tempo moderno può dare testimonianza che la Bibbia è ispirata da Dio se tale argomento è stato citato indirettamente nelle scritture. NOTA: L'antrace può rimanere nel terreno per decenni ed è letale sia per gli uomini che per gli animali e le sue spore vengono usate nelle guerre batteriologiche. NOTA: Il motore a scoppio è ok, in quanto, vi si può appiccare diversi tipi di carburante come: benzina, nafta, ma anche, il gas, od ancor meglio, l'idrogeno ed altri carburanti non inquinanti e non ad effetto serra. Basta l'applicazione al motore per ogni tipo di carburante. NOTA: L'interesse per la completezza ma il desiderio di liberarsi delle nuove idee, può dare un poco di frenesia ed influire sul modo di agire. NOTA: Come funziona il motore degli aerei a reazione? (Copiato e incollato): Sfrutta una corrente di gas ad altissima velocità che, in uscita dal propulsore, fornisce per reazione una spinta in avanti. L’aria viene aspirata dall’esterno tramite un compressore. Sfrutta una corrente di gas ad altissima velocità che, in uscita dal propulsore, fornisce per reazione una spinta in avanti. L’aria viene aspirata dall’esterno tramite un compressore (avviato da un motorino ausiliario) che la comprime nella camera di scoppio. Qui entra il combustibile, cioè il cherosene, si miscela con l’aria, brucia e produce gas ad alta temperatura e pressione. Il gas fa girare una turbina, che aziona il compressore durante il volo, ed esce poi dagli ugelli posteriori alla velocità di 500-600 metri al secondo. La spinta che permette agli aerei di volare proviene in realtà dall’energia chimica del cherosene, che reagisce con l’ossigeno dell’aria, cioè brucia, producendo energia termica. Il propulsore fornisce così l’energia meccanica (12 chilowattora per ogni chilo di cherosene) necessaria per l’accelerazione e il decollo, e vincere le resistenze dell’aria e la gravità durante il volo. NOTA: Gli evoluzionisti hanno sparato falsità per dimostrare che il megalodonte non esiste più, lo squalo gigantesco, ed ora, ci vogliono molte prove per dimostrare il contrario di ciò che è stato “dimostrato” dalle illazioni sorrette dalla voce dell'autorità? Quando la scoperta scientifica va contro corrente agli interessi del capitalismo, si trova a dover affrontare un corso d'acqua in salita senza alcun vortice a favore. Si, proprio come nel film “Lo squalo”, e, proprio come una certa Simona mi rispondeva, “ma, è vero”, esiste lo squalo gigante che fa affondare le piccole imbarcazioni e che ti prende come se tu fossi un panino, e quindi, andare a caccia del megalogonte non è come andare a caccia di sardelle o di merluzzi, perché lo squalo ti prende e ti mangia! NOTA: La struttura esagonale degli alveari è studiata dagli stessi ingegneri aeronautici per poter costruire aeromobili più leggeri ma resistenti. La natura non è venuta per evoluzione, ma, per creazione, e, lo stesso uomo che è molto più intelligente del caso, da decenni se non da secoli, continua a studiare la natura per migliorare la propria scienza e tecnologia. Inoltre, nessun scienziato è riuscito a definire con precisione il miracolo della vita, ossia, l'essenziale differenza tra la materia inorganica ed inanimata dalla materia organica ed animata; per non parlare poi, di tutte le difficoltà ed impossibilità di passare dalle così dette forme di vita più semplici alle forme di vita più complesse. La vita non ha niente a che fare con le normali forze od energie comuni nel cosmo inanimato, e, anche se alcuni che amano le pratiche di spiritismo affermano che la terra e l'universo hanno vita di per se stessi. Eppure, nelle scuole si continua a insegnare la teoria dell'evoluzione, inoltre, la propaganda di questa teoria continua ad essere difesa a spada tratta e chi non la accetta può essere considerato non un uomo di scienza. E, per fortuna che nella ricerca e catalogazione scienza non ci dovrebbe essere alcuna interferenza di tipo psicologico. Si, per capire la verità su alcune questioni non occorre essere scienziati, d'altronde, anche molte persone altamente istruite sono sviate, ma, si vuole buon senso, umiltà, sincerità di cuore verso la verità, e, non essendo succubi della voce della autorità costituita sul momento per ragioni di potere e di interessi economici. NOTA: Anche le piante odono, comunicano e temono. Negli anni 80 un assassino è stato incastrato dopo anni grazie ad una pianta, tuttavia, l'uomo ha progredito molto in scienza e tecnologia su come uccidersi e procurarsi dolore, e, essendoci un sistema che funziona bene con la ricostruzione e la distruzione. NOTA: Man mano che la scienza e la strumentazione sulla astronomia va avanti, alcune teorie sulla evoluzione dell'universo vengono smentite a favore delle creazione del Cosmo da parte di Dio. NOTA: La materia oscura potrebbe essere collegata con lo spirito santo di Dio, energia che lui usa per supervisionare l'andamento del cosmo con tutti i suoi grappoli di galassie? Essenzialmente, noi esseri umani materiali siamo composti da materia che dovrebbe consistere in energia imprigionata, la materia, più la forza vitale, mentre gli angeli dovrebbero avere un corpo spirituale, sempre fatto di energia ma in un'altra dimensione che a noi esseri umani può essere quasi impossibile comprendere, salvo che, Geova dio stesso non c'è lo faccia comprendere. Gli angeli possono essere indipendenti dalla materia e dalle forze fisiche connesse alla materia, tuttavia, queste creature spirituali possono interferire sulla materia e sull'energia cosmica, ma, noi non possiamo interferire fisicamente sul reame spirituale, e forse mai, nemmeno sulla materia oscura, sebbene, le nostre scelte giuste o sbagliate possano far gioire il cuore simbolico di Geova Dio o di Satana, il suo oppositore numero 1. NOTA: Oggi di, un contadino può fare agricoltura intensiva facendo poca fatica ed in tutta comodità, tuttavia, l'era moderna con le sue tecnologie spesso usate in modo indiscriminato sta producendo molti effetti collaterali. L'uomo si è fatto due dei principali nella nostra epoca: i soldi e la scienza. Quindi, a livello di sistema l'uomo è un poco come un adolescente, in quanto, grazie alla scienza pensa di poter fare a meno della supervisione da parte di Dio. NOTA: Domanda: un orologio smontato, messo in una lattina, e sbattuto anche per mille anni, per il cieco caso più rimontarsi? Eppure, un orologio meccanico è infinitamente meno complesso di un essere umano in vita! NOTA: Anche se non vogliono confermarlo, man mano che la scienza sulla astronomia va avanti, anche grazie alle tecnologie sempre più sofisticate, la teoria del grande scoppio e della evoluzione dell'universo dal presunto grande scoppio viene sempre di più smentita dalle nuove scoperte. NOTA: Il momento presente, l'istante, in realtà è l'unico tempo esistente nello spazio. Se si va molto veloci, quasi come la luce, in teoria, il tempo dovrebbe dilatarsi per chi viaggia veloce rispetto a chi sta fermo in senso relativo. Ma, il popolo deve pensare che noi discendiamo dalle scimmie mentre gli eletti pensano di essere la progenie eletta da parte di Dio, tuttavia, entrambe le due versioni non corrispondono alla verità, in quanto, è vero che Dio ci ha creati e che tutti quanti discendiamo da Adamo ed Eva, tuttavia, la élite gesuita ed ebraica non è la razza eletta dal punto di vista di Dio, e, il loro lavoro intelligente ma diabolico, ne è una conferma, dopo tutto, anche Satana è molto intelligente, per giunta, Satana è molto più intelligente dei banchieri internazionali inoltre ha anche molta più esperienza. NOTA: I fenomeni paranormali come la telepatia, la percezione extrasensoriale, la chiaroveggenza e la psicocinesi vengono acquisiti con il tempo da coloro che hanno il dono? Tutti questi fenomeni paranormali sono prodotti dai demoni, e quindi, anche un sensitivo è un individuo posseduto, anche se, alcune possessioni possono far stare male ed altre in apparenza meglio, tuttavia, in parte dipende anche come la persona vive la possessione, ad esempio, quando sente le voci e vede fantasmi. NOTA: Nel famoso lago scozzese possono esserci alcuni esemplari di plesiosauro o di basilosauro che si riproducono e che ogni tanto vengono avvistati, parzialmente fotografati e filmati, si, dopo tutto, niente di tanto particolare, ma, negare tale esistenza ormai è assurdo. NOTA: Una persona con la sua barca è stata perquisita e derubata dai militari sulle prove del uomo sirena, tuttavia, è riuscito ha tenere dei filmati sul suo telefonino. Anche un pescatore con delle reti ha pescato una sirena, ma, questa si è arrampicata sulla rete ed è tornata in acqua. Molto probabilmente queste testimonianze sono veritiere, mentre, le testimonianze ufficiali su libri e su internet possono non essere affidabili, compresa, Wikipendia. NOTA: Ma, io per cosa potrei intavolare il discorso sui negri e sui bianchi? Per fare guerra alla teoria dell'evoluzione! NOTA: Un fiume sotterraneo che in gran parte fosse alimentato dall'acqua che passa attraverso la terra, potrebbe dare acqua potabile molto meno inquinata dalle scie chimiche, pur non trattandosi di acqua molto più pura che giace sotto il suolo. Ma, il Timavo che alimenta Trieste ha in parte questa caratteristica?

32) Tutto il sistema è storto e l'immigrazione è uno dei tanti effetti collaterali:(copiato e incollato): Interi popoli tra i più perseguitati al mondo stanno cercando di fuggire dalle violenze via mare, su vere e proprie "bare galleggianti", ma invece di soccorrerli, i nostri governi li stanno lasciando morire di fame o addirittura annegare in mare. Ora non è più solo il Mediterraneo: anche l’Oceano Indiano sta diventando un cimitero. E mentre siriani e africani continuano a rischiare di annegare a migliaia cercando di raggiungere le coste italiane, dall’altra parte del mondo la Birmania sta letteralmente cacciando un intero popolo: i Rohingya. Migliaia di famiglie che, in queste ore, dopo essere state respinte da Malesia, Thailandia e Indonesia, sono disperse in mare, arrivando a dover bere le proprie urine per non morire di sete. Mai, dalla Seconda Guerra Mondiale, si era arrivati a un tale numero di rifugiati nel mondo, lasciati morire dai governi, a volte nell’indifferenza, altre addirittura per razzismo. NOTA: Che dire se un paese non allineato volesse rimanere tale o diventare tale nei confronti di Washington e avesse ricco sottosuolo? Inoltre, che dire se tale paese non acconsentisse al signoreggio bancario e alle guerre morbide a fuoco lento per fare ingrassare i pezzi da 90 del capitalismo e per ridurre in modo morbido la popolazione? Alla faccia dei paesi NATO che si dicono democratici ed alla faccia di Pier Ferdinando che da sempre ragione alla così detta democrazia, questo paese potrebbe subire un conflitto armato con la morte del capo del governo, oppure, pesanti sanzioni economiche ed embarghi. Tuttavia, se questo paese Tale dei Tali si preparasse ad una risposta mediante missili intercontinentali, di per certo, i mass media europei, statunitensi ed australiani non trasmetterebbero la verità ai rispettivi popoli, ma, farebbero sembrare tale stato come: uno Stato sovversivo, uno Stato contro la sicurezza nazionale ed internazionale, uno stato contro la pace, uno Stato terrorista, ecc, ecc. NOTA: I banchieri internazionali ebrei pensano di essere gli eletti? Di fatto, sono guidati da Satana che per ora sembra avere apparente successo almeno fino al grido di pace e sicurezza. Le Sacre scritture parlano: E certamente ti volterò e metterò uncini nelle tue mascelle+ e ti farò uscire con tutte le tue forze militari,+ cavalli e cavalieri, tutti vestiti con gusto perfetto,+ una numerosa congregazione, con scudo grande e scudo piccolo, maneggiando tutti le spade;+ 5 Persia,+ Etiopia*+ e Put+ con loro, tutti con scudo piccolo ed elmo; 6 Gomer+ e tutte le sue schiere, la casa di Togarma,+ [delle] più remote parti del nord, e tutte le sue schiere, molti popoli con te.+ 7 “‘“Sii pronto, e ci siano preparativi da parte tua, tu con tutta la tua congregazione,+ quelli congregati insieme a te, e devi divenire la loro guardia. 8 “‘“Dopo molti giorni ti si presterà attenzione. Nella parte finale degli anni verrai al paese+ [del popolo] ricondotto dalla spada, radunato da molti popoli,+ ai monti d’Israele, che sono stati di continuo un luogo devastato; sì, [un paese]* che è stato tratto dai popoli, [dove] hanno dimorato al sicuro, tutti quanti.+ 9 E sarai costretto a salire. Verrai come una bufera.+ Sarai come nuvole per coprire il paese,+ tu e tutte le tue schiere e molti popoli con te”’. 10 “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘E deve accadere in quel giorno che ti saliranno cose in cuore,+ e certamente escogiterai un disegno dannoso;+ 11 e dovrai dire: “Salirò contro il paese di aperta campagna.+ Andrò su quelli che non hanno disturbo, che dimorano al sicuro, che dimorano tutti senza mura,+ e non hanno nemmeno sbarra e porte”. 12 Sarà per prendere grandi spoglie+ e per fare molta preda, per rivolgere la tua mano su luoghi devastati abitati di nuovo+ e su un popolo raccolto dalle nazioni,+ [un popolo] che accumula ricchezze e proprietà,+ [quelli] che dimorano al centro*+ della terra. 13 “‘Saba+ e Dedan+ e i commercianti di Tarsis+ e tutti i suoi giovani leoni forniti di criniera,+ ti diranno: “Vieni per prendere grandi spoglie? Hai congregato la tua congregazione per fare molta preda, per portare via argento e oro, per prendere ricchezze e proprietà, per prendere grandissime spoglie?”’ 14 “Perciò profetizza, o figlio dell’uomo, e devi dire a Gog: ‘Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: “In quel giorno, quando il mio popolo Israele dimorerà al sicuro, non [lo] saprai tu?+ 15 E certamente verrai dal tuo luogo, dalle più remote parti del nord,+ tu e molti popoli con te, tutti montati su cavalli, una grande congregazione, sì, numerose forze militari.+ 16 E di sicuro salirai contro il mio popolo Israele, come nuvole per coprire il paese.+ Accadrà nella parte finale dei giorni, e certamente ti condurrò contro il mio paese,+ affinché le nazioni mi conoscano quando mi santificherò in te davanti ai loro occhi, o Gog”’.+ 17 “Il Sovrano Signore Geova ha detto questo: ‘Sei tu+ lo stesso di cui parlai nei giorni precedenti per mano dei miei servitori i profeti d’Israele, che profetizzavano in quei giorni — anni — in quanto a farti venire su di loro?’+ 18 “‘E deve accadere in quel giorno, nel giorno in cui Gog verrà sul suolo d’Israele’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova, ‘che il mio furore mi salirà al naso.+ 19 E nel mio ardore,+ nel fuoco del mio furore, dovrò parlare.+ In quel giorno accadrà sicuramente un gran tremore nel suolo* d’Israele.+ 20 E a causa di me i pesci del mare e le creature volatili dei cieli e le bestie selvagge del campo e tutte le cose striscianti che strisciano sul suolo e tutto il genere umano* che è sulla superficie del suolo dovranno tremare,+ e i monti saranno realmente abbattuti+ e le vie scoscese dovranno cadere, e anche ogni muro cadrà a terra’. 21 “‘E certamente chiamerò contro di lui in tutta la mia regione montagnosa la spada’, è l’espressione del Sovrano Signore Geova.+ ‘La spada di ciascuno sarà contro il suo proprio fratello.+ 22 E certamente verrò in giudizio+ con lui, con la pestilenza+ e col sangue;+ e farò piovere un rovescio di pioggia inondatrice e chicchi di grandine,+ fuoco+ e zolfo su di lui e sulle sue schiere e sui molti popoli che saranno con lui.+ 23 E certamente mi magnificherò e mi santificherò+ e mi farò conoscere davanti agli occhi di molte nazioni; e dovranno conoscere che io sono Geova’.+ NOTA: Gli Stati Uniti hanno appena dato a Shell, il gigante del petrolio, il via libera a trivellazioni nell’Artico che mettono a rischio l’intero ecosistema dell’oceano. Ma c’è un modo per fermarli. Prima di raggiungere l’Artico, le mega navi della Shell devono attraccare a Seattle. E lì c’è una persona che può negare alla Shell l’ultimo permesso di cui ha bisogno: il sindaco ambientalista di Seattle Ed Murray, che ha già vietato alle navi l’accesso al porto. Ma Shell ha praticamente dichiarato che a loro non interessa, e che le navi attraccheranno ugualmente, che la città sia d’accordo o meno. Ora tocca al Sindaco di Seattle scegliere se cedere alla prepotenza della multinazionale o opporsi con tutte le sue forze a queste trivellazioni nell’Artico. Sappiamo che è dalla nostra parte, ma non gli sarà facile mettersi di traverso a una delle più grandi multinazionali al mondo. Ma gli possiamo dimostrare che il mondo intero è dalla sua parte e dalla parte dei cittadini di Seattle, nel fare tutto quello che serve per dire “Fermiamo Shell!” e le trivellazioni nell’Artico, firma subito: https://secure.avaaz.org/it/shell_drilling_loc/?beppTfb&v=58520 Gli esperti dicono chiaramente che trivellare nell’Artico è estremamente pericoloso e fin troppo rischioso per l’equilibrio già critico del nostro clima. La Guardia Costiera più vicina dista più di 1500 chilometri, due volte la distanza tra Venezia e Palermo. Se qualcosa andasse storto, cosa che la stessa Shell ha definito probabile, non ci sarebbe letteralmente nessuno in grado di intervenire. Ma non è finita qui. La cosa ancora più incredibile è che stanno anche pensando di sperimentare un nuovo di tipo di trivellazioni, che secondo gli scienziati è assolutamente incompatibile con la lotta al cambiamento climatico. Che cos’è più importante, i guadagni della Shell o il clima globale? La scelta dovrebbe essere ovvia. La tensione a Seattle è altissima. Pochi giorni fa, gli ambientalisti locali hanno convinto il sindaco Murray a dichiarare che i permessi già rilasciati alla Shell non bastano. Ma le navi della Shell sono comunque dirette a Seattle, violando apertamente la legge. Murray è sempre stato dalla parte dell’ambiente, ma ora ha la possibilità di agire per milioni di persone in tutto il mondo e impedire alle piattaforme della Shell di devastare l’Artico. Ora dipende da lui: diamogli il sostegno di cui ha bisogno per fare la cosa giusta. Firma ora: https://secure.avaaz.org/it/shell_drilling_loc/?beppTfb&v=58520 Non si tratta solo di proteggere gli orsi polari e le specie dell’Artico. Qui si tratta di dire chiaramente no alle trivellazioni in uno degli ultimi luoghi incontaminati del pianeta, e di mostrare alla persona che può fermare la Shell che c’è un’intera comunità pronta a sostenerlo. A marzo siamo riusciti a convincere il governo italiano a rallentare con una consultazione pubblica il progetto di trivellazioni nell’Adriatico. Facciamo vedere anche stavolta che siamo pronti a lottare ovunque affinché in tutto il mondo si vada verso il 100% di energie pulite. NOTA: Gli buoni affari possono non essere in armonia con la cosa giusta, e questo, che in particolare, sta sfuggendo al comportamento da parte dei banchieri internazionali ebrei e gesuiti. I banchieri internazionali per mandare avanti le loro guerre morbide ed a fuoco lento, fanno leva anche sul egoismo e desiderio di quieto vivere da parte di coloro che hanno un certo potere in seno ad una istituzione centrale o locale. Dopo, queste pedine agiscono favorendo l'impoverimento della gente e la perdita dei beni delle persone facendo la volontà dei poteri forti che vogliono sia impoverire la popolazione pensando di averla di più sotto controllo che spaccare le famiglie per rendere la società ancora più debole e facile da plasmare. (I genitori, avendo più esperienza, possono aiutare il figlio ad assumere un maggior senso di responsabilità ed una maggiore capacità di pensare, e, lo stesso amore che possono manifestare i genitori può influire sulla capacità di pensare del figlio, ovviamente, oggi di, ci sono sempre più genitori non in grado di allevare i propri figli. Comunque sia, le famiglie forti o ben piazzate, generalmente possono dare una società forte, una cosa che i poteri forti non vogliono. Anche un insegnamento che comporta più fatica, aiuta a sviluppare la capacità di pensare, e quindi, viene proposta l'informatica per istruire la gente comune in quanto non è un insegnamento che comporta meno fatica ma che lascia molto di meno il segno senza sviluppare bene la capacità di pensare e di connettere). NOTA: Ilaria Capua per entrare in parlamento è stata disposta ad accettare un invito di Mario Monti: probabilmente, lei è stata avvantaggiata nel entrare in parlamento e lui voleva avere nella sua lista civica una scienziata virologa che potesse dare maggiore credibilità alla sua lista, tuttavia, la gente non è tanto stupida. Morale del discorso: Al Salone degli Incanti a Trieste Ilaria ha parlato del diritto delle donne ad entrare nella politica, tuttavia, non si è preoccupata di parlare dei tanti imprenditori che si sono tolti la vita proprio sotto il governo Monti. (Ilaria Capua è venuta a Trieste nel agosto di una recente estate). NOTA: Io mi chiedo: le analisi sulla politica internazionale e sul modo di pensare dell'alta massoneria, (i banchieri internazionali ebrei e gesuiti), e, se in qualche modo ben studiate a tavolino, e, nel qual caso venissero diffuse per email nei posti giusti ed anche versate in rete per spargere l'idea e la cultura, potrebbero aiutare la causa legale del TLT? O, tale ipotesi sarebbe sopratutto una mia utopia forse troppo remota o improbabile nella realtà e nella pratica di ciò che si può fare? NOTA: Negli USA i banchieri internazionali tendono a finanziare il candidato che si mostra promettente dal loro punto di vista e/o avendo dei legami con loro e che ha buone speranze di vincere la campagna elettorale. NOTA: O, voi politici come Giuliano Amato, sapete che dall'inizio della grande tribolazione tutti i vostri risparmi perderanno molto velocemente tutto il loro valore estrinseco ed intrinseco? Ma oggi voi accettate i biscottini essendo disposti a portare verso la distruzione il sistema che da sostenga a voi che governate e agli stessi poteri forti. Un governo che ha successo nel tempo, non dovrebbe mettere gli affari al primo posto, ma, l'amore e la giustizia. NOTA: Purtroppo, anche tra la gente comune ci sono alcune persone che pensano di essere di principio che tuttavia è condizionato dalla convenienza, dall'idolo e dalla idea che più piace. NOTA: Magari, dopo aver guidato gli eventi per favorire la povertà, anche nel promuovere una politica di sostegno sociale per alcune categorie meno abbienti e come piano di anti-povertà, può far parte di un piano per poter avere meglio sotto controllo tutta la popolazione dei vari Stati sotto il signoreggio bancario, o almeno, così dovrebbe essere dal punto di vista dei banchieri internazionali. 

33) TLT - ITALIA: “Movimento Trieste Libera | Svobodni Trst | Slobodni Trst | Free Triest" è diventato / has become "Territorio Libero - Svobodno Ozemlje - Free Territory of Trieste". "Movimento Trieste Libera – Quello vero". NOTA: Il pubblico ministero Carlo Mastelloni ha fatto aprire le indagini nei confronti del secondo p.m. Federico Frezza? Il capo della mobile e dell'arma dei carabinieri sono già stati trasferiti? A questo punto, il pubblico ministero Carlo Mastelloni potrebbe fare aprire le indagini nei confronti di tutta la gang del PD e anche nei confronti di molti politici delle destra locale. Carlo Mastelloni condivide il processo di pace e sicurezza di stampo bancario verso la sperata ufficializzazione del Nuovo Ordine Mondiale? Beh, se le cose stessero veramente così, se Carlo Mastelloni contribuisse a far traballare l'attuale amministrazione comunale, provinciale e della regione, potrebbe favorire e/o anticipare la liberazione del TLT dalla occupazione italiana, e se le Nazioni Unite acquisissero un presunto maggiore potere liberando Trieste dalla occupazione italiana, una cosa che ormai molta gente a conoscenza del TLT ed a favore del TLT considera come una illusione, le Nazioni Unite potrebbero acquisire sempre maggiore credibilità di fronte alla gente comune sia con la liberazione di Trieste dalla dittatura del PD che con altri avvenimenti o risvolti a catena. Oggi di, le Nazioni Unite sotto la supervisione dei banchieri internazionali ebrei e gesuiti, essendo il rappresentante formale di molte nazioni, è uno strumento internazionale con il compito di portare la “Pace e sicurezza” a livello globale, e quindi, un maggiore potere e credibilità a favore della Nazioni Unite potrebbe favorire la conclusione di questo processo di pace che, tuttavia, si concluderà ad un tempo già stabilito da Dio. Ma, che dire dell'attuale Francesca Garuffi che è nel ruolo di prefetto italiano per la maggioranza dei cittadini di Trieste che sono ignoranti e/o non favorevoli al allegato ottavo del trattato di pace, ma, che agisce nel ruolo di commissario di governo o di governatore a livello internazionale? La Garuffi si trova tra due fuochi che bruciano tanto e con una patata bollente tra le mani, probabilmente, non vedendo l'ora di andare in pensione senza dover firmare per far trasferire parte del demanio del porto franco al comune di Trieste. Federico Frezza è un giudice così corrotto che ha fatto uccidere una persona da alcuni poliziotti, poco per bene, per questione di soldi. Ma, non è il solo, Altri che sono caduti sotto la tribolazione e le minacce di Federico Frezza, ma, avendo troppa paura ed essendo senza testimoni, aspettano soltanto di farsi uccidere od anulare in un modo morbido o più cruento. E quindi, che cosa è Federico Frezza? Operando ancora a Trieste, Federico Frezza è pubblico ministero colluso indirettamente o direttamente con la mafia, in quanto, aiuta la gang di Cosolini sullo scandalo del demanio del porto franco, inoltre, Federico Frezza è un giudice corrotto che mette in causa sopratutto le persone benestanti ed è pure un assassino che uccide i cittadini in uno stato straniero. (Tuttavia, Federico Frezza è furbo, ad esempio, le minacce lui le fa via orale e in assenza di testimoni. Quindi, se mi dovesse accadere qualcosa, il primo indagato potrebbe dover essere proprio Federico Frezza, e pure, con riconoscimento a livello internazionale!/?) NOTA: Il pubblico ministero Federico Frezza è indagato sia per fuga di notizie che per aver posto denuncia ad alcune persone che partecipavano ad una manifestazione con regolare per messo, inoltre, questo giudice ha mandato avanti altre denunce compiendo calunnia e/o intimidazione nei confronti di persone che legalmente volevano ottenere i loro diritti ma essendo non gradita la loro azione alla classe politica attuale del PD, in più, è stata denunciata una persona che non era presente alla manifestazione comunque autorizzata, e, come se non bastasse, Federico Frezza assieme al deficiente giornalista Corrado Barbacin ha spinto più di una persona alla suicidio dopo averla rovinata, e, fra qualche mese poterebbe esserci un altro suicidio. Di per certo, Federico Frezza non è un pubblico ministero irreprensibile ed intaccabile essendo oggi indagato, e quindi, chi ha subito e/o che sta subendo tribolazione per mano di questo giudice corrotto, farebbe bene ad unirsi al vero movimento del TLT, ingaggiare un bravo avvocato ed avanzare tutte le accuse contro Federico Frezza, comprese, alcune minacce apparentemente difficili da dimostrare. NOTA: Uno slogan per il TLT dovrebbe essere istruttivo e veritiero, ad esempio, nel ex ristorante “La voce della luna” con una bomboletta spray di colore rosso o nero si potrebbe scrivere: Demanio del T.L.T. Ma, che dire se un idiota alla italiana per commissione del comune venisse a cancellare la scritta affinché non la veda la gente? Un cecchino sconosciuto potrebbe sparargli, così, al indomani la notizia andrebbe su molti giornali. Certo, non bisogna uccidere, ma, l'idea è: ci vole qualche strategia per infrangere il silenzio imposto dalla politica ai media riguardo il TLT che secondo Aldo Moro doveva morire. NOTA: Dopo aver letto e soppesato gli articoli del allegato ottavo del trattato di pace, ed eventualmente, dopo aver letto l'articolo 10 della Costituzione Italiana andata in vigore alcuni mesi più tardi del Territorio Libero di Trieste, ed eventualmente, anche dopo aver parlato con le persone giuste del vero movimento di Trieste Libera, la persona dovrebbe capire che non è il caso di farsi sviare dalle proprie emozioni e situazioni che lo stato Italiano può averci indotto ad amare con il tempo, ad esempio: io posso essere grande amico di uno o più carabinieri, oppure, posso nutrire particolare apprezzamento per l'arma dei carabinieri, tuttavia, se io non mi lascio sviare dai miei sentimenti, posso dare la priorità al ragionamento secondo il quale non devono esserci istituzioni militari nel TLT, inoltre, se io ho simpatia per i carabinieri, un'altra persona potrebbe avere simpatia per la milizia del ex Jugoslavia che dovrebbe poter avere un presunto pari diritto a quello dei carabinieri italiani di operare nel TLT. Io posso nutrie diversi sentimenti, emozioni e desideri, come mi sono stati inculcati dalla occupazione italiana, tuttavia, prima dovrei conoscere a fondo tutti il diritto che regolamenta la zona in cui vivo, e dopo, dalla accurata conoscenza e buona dirittura delle cose, io posso anche abituarmi ad amare le realtà istituzionali. Un altro esempio: una moglie può dare sempre ragione a suo marito anche se fosse un noto criminale ed assassino? Eppure, la moglie di questo criminale dovrebbe esser consapevole nel proprio intimo che suo marito opera nel male, ma, la persona che si fa guidare dal sano ragionamento, dalla logica e dal diritto, non darà mai la sua approvazione alla illegalità, che sia questa da parte di un mafioso o che sia questa da parte di una classe politica collusa con la mafia pur di poter fare buoni affari e poter incassare tangenti molto ricche. Un altro esempio: una persona ama la cultura italiana e si sente italiana pur avendo vissuto sempre a Trieste? Per giunta, tale persona ha vissuto male il TLT e se lo ricorda in modo negativo, ma, senza sapere che, la colpa principale è stata da parte dell'Italia, non tanto da parte dei cittadini che si sono lasciati disinformare, ecc, ecc, più altre manovre per fare andare via i triestini nativi, e anche, della guerra fredda? Se tale persona mettesse da parte il sentimentalismo, lei potrebbe capire che il ritorno del TLT comporterebbe il rispetto dei suoi diritti come cittadino di Trieste, ma, non per questo tale persona avrebbe perso la propria cultura, in quanto, o la cultura la hai acquisita nella tua mente oppure non la hai mai avuta, tuttavia, non è che se una persona godesse di grande cultura, finirebbe di averla nel momento in cui il TLT venisse riconosciuto a livello politico. E quindi, prima il buon ragionamento e il diritto, e dopo, si può coltivare il giusto sentimentalismo, ma, se io amo uno stato che mi ha rapinato per 60 anni, politicamente parlando sono stupido e idiota. Tuttavia, anche se una persona a coltivato in modo profondo dei falsi idealismi ed errati sentimentalismi, bisogna aiutarla ad uscire dalla idiozia inculcata dall'Italia e dargli un poco di tempo per mettere la testa a posto. Anche un drogato con problemi con la legge generalmente sa che la sua vita è dissoluta, tuttavia, se lo vuole e se si mette d'impegno, gli ci può volere del tempo per mettere la testa a posto, essendo in gioco sia la dipendenza fisica che quella psicologica. NOTA: Ma, è in accordo segreto che le multinazionali non pagano le tasse sul guadagno in ogni paese in cui lavorano? Io non so se si tratta di un accordo segreto, tuttavia, è un dato di fatto: le multinazionali non pagano le tasse, tuttavia, solo negli stati che non richiedono del tutto il pagamento delle tasse, come Montecarlo, le multinazionali possono non pagare le tasse per tutti gli immobili necessari. Se entro la fine del 2015 svenisse riconosciuto il TLT come Stato, dal punto di vista politico, le multinazionali e grandi imprenditori potrebbero venire a lavorare nel porto franco di Trieste e senza dover pagare alcuna tassa per gli immobili, oppure, soltanto una piccola tassa comunale, per l'occupazione del immobile, ed eventualmente, di tutte le altre strutture necessarie per il lavoro. Le tasse sui profitto, sono una cosa a parte, in quanto, le multinazionali non pagano le tasse a nessuno stato. (Riccardo Illi, a capo di una multinazionale del caffè, di fatto, sta usufruendo del porto franco di Trieste per non pagare tutte le altre tasse che “dovrebbero” andare al comune e all'Italia.) NOTA: Una bella lama che ha fatto molta ingiustizia e tribolazione ingiusta od esagerata a molti cittadini: Federico Frezza, l'attuale secondo pm per la gerarchia del tribunale di Trieste, è indagato per aver aperto delle denunce contro delle manifestazioni autorizzate, inoltre, essendoci stata l'anomalia di circa 20 persone denunciate tra circa 400 manifestanti, e, una delle quali nemmeno era presente alla manifestazione del 8 febbraio 2013, se non sbaglio, inoltre, Federico Frezza è indagato ed accusato per fuga di notizie. Generalmente si verifica che molte notizie devono essere accertate, in quanto, se non corrispondono a verità possono anche ledere la persona che si trova ad essere calunniata. (Beh, almeno ogni tanto l'Italia comincia a muovere la giustizia contro qualche giudice corrotto, tuttavia, come dopo andrà a finire, è tutto da vedersi.) NOTA: Ultimamente sono stati rimossi e trasferiti anche il capo della mobile e dei carabinieri di Trieste. NOTA: Ma, quale è un punto forte a favore della deviata e corrotta psichiatria triestina pseudo-basagliana e pseudo-democratica? Diversi utenti non scomodi e con lievi disturbi mentali o con semplici problemi di personalità presi come disturbo mentale, si trovano bene e, per così dire, vengono aiutati anche a 360° dalla psichiatria, tuttavia, questi utenti spesso vengono rovinati inutilmente mediante l'assunzione di troppe medicine o di psicofarmaci troppo “impegnativi”. NOTA: Io ho aiutato un certo Loris a fuggire dalla Maddalena mentre era sotto un trattamento sanitario obbligatorio del tutto abusivo, in quanto, Loris aveva rotto le balle al comune e al corrotto Cosolini, tuttavia, dopo esser scappato, Loris non si è sentito braccato come un pericoloso delinquente, e quindi, come minimo questo ex dipendente del comune, troppo pesantemente tribolato e rovinato finanziariamente da Federico Frezza, potrebbe rifiutarsi di presentarsi al centro CIM di Barcola. Certo, essendo stato un ex benestante, il suo assenteismo sul porto di lavoro ha fatto molta più notizia e quindi come capo espiatorio potrebbe essere maggiormente braccato rispetto a Loris che fuggi dal TSO, tuttavia, questa è solo una mia ipotesi. Ma, ora è il momento per fare guerra ad oltranza al pubblico ministero Federico Frezza, e, senza alcun pelo sulla lingua. NOTA: Ci vorrebbe una pena proporzionale alla gravita del reato sia che lo compia un dipendente del comune mal visto che il sindaco di Trieste essendo corrotto e colluso con la mafia, idem, se ci sono più reati sia da parte del ex dipendente che da parte del politico del PD, un partito che oggi di fa ancora di più quello che vuole. Il TLT è uno stato già riconosciuto e quindi sarebbe soltanto da appiccare le norma del allegato ottavo, e quindi, quanto è colpevole uno stato amministratore che si è trasformato in sovrano e che oggi si è preso pure la libertà di rapinare i cittadini del TLT? Se venisse data una pena equa a tutti i delinquenti del PD, sarebbe fumo!!
 

34) Dopo tutto, i banchieri internazionali ebrei potrebbero essere interessati alla attuazione definitiva del Territorio Libero di Trieste, ma, perché? I banchieri internazionali non ci stanno facendo la guerra sia con il clima che, sopratutto, con la crisi economica che si sta acuendo sempre di più? Se Trieste portasse via parte del lavoro all'Italia e ad alcuni porti italiani favoriti in precedenza dall'Italia a scapito di Trieste, la crisi economica potrebbe essere ancora più sentita in molte parti della penisola, inoltre, l'Italia pressata dalla crisi e volendo sostenere bene la corruzione avrebbe meno introiti mancando la zona di Trieste, seppure sia una piccola fetta di territorio. Anzi, potrebbero far installare un'altra base HAARP per fare alta pressione sopra Trieste e circostanze, senza però prosciugare i fiumi che danno acqua a Trieste, ma, esasperare ancor più la penisola con le alluvioni. Una mezza Hong Kong nel TLT che in pochi anni si potrebbe espandere anche per quasi 20 chilometri, se solo fosse stato necessario, con qualche grattacielo, ecc, ecc, e, se venisse l'America, la Russia e l'Austria a costruire parte del nuovo porto, il Territorio Libero di Trieste attivato potrebbe far risentire ancora di più la crisi su tutta la penisola italiana essendo un territorio molto più grande, e quindi, visto che i banchieri internazionali ebrei vogliono esasperare le nazioni per indurle ad accettare un po' meno di mala voglia il Nuovo Ordine Mondiale, forse, il TLT potrebbe rientrare nei loro interessi. Si, il piano degli illuminati è criminale, tuttavia, il TLT forse potrebbe fargli comodo? Ma, l'attuale staticità e declino del sistema, sembra inamovibile. NOTA: Loro non sono dei falliti, ma, sopratutto dei corrotti: La gang di Roberto Cosolini ha ricevuto 10 milioni di Euro dalla 'Ndrangheta per eliminare l'ente porto e con una manovra permettere alla 'Ndrangheta di costruire case di civile abitazione, alberghi ed altro, tuttavia, il vero movimento di Trieste libera ha subito fatto pressione sulle Nazioni Unite e sulla Unione Europea in merito a questa manovra. Roberto Cosolini od un elemento della sua gang, naturalmente, ha accusato il movimento di Trieste libera di essersi opposto. Ora, questa manovra non è più possibile, essendo diventata la questione internazionale, e quindi, la 'Ndrangheta non se la può più prendere minacciando i leader di Trieste Libera, ma, la 'Ndrangheta vole indietro i 10 milioni di Euro dalla gang di Roberto Cosolini. Beh, oggi, come, oggi, non vorrei trovarmi al posto di Roberto Cosolini, sebbene, il mandare avanti la causa per il TLT non sia un gioco, ma, una questione seria con dei rischi. NOTA: Ettore Rosato fece una campagna elettorale quasi interamente fondata sulla emotività ed oggi è colluso con la Ndrangheta specialmente nel dare appalti illeciti favorendo il cemento selvaggio a danno dell'ambiente, del commercio e dei cittadini residenti. Ma, l'essere collusi con la mafia per la politica è normale, trattandosi di buoni affari che si possono più o meno nascondere. NOTA: Essendoci già la base legale per il territorio libero di Trieste dal 1947 che l'Italia ha accettato di amministrare firmando nel 1954, se almeno 50 mila cittadini triestini mobilitassero Trieste con l'auto-governo, probabilmente le Nazioni Unite dovrebbero subito intervenire assegnando un governo provvisorio nel TLT nel tempo di circa un solo mese, teoricamente parlando. (Comunque, i grandi imprenditori del commercio dovrebbero avere buone garanzie e le tasse di un porto franco, prima di poter investire e venire a lavorare alla grande a Trieste, ma, essendo una cosa che l'Italia non permette, anche per i prezzi d'uso del porto troppo esagerati. L'attuale combriccola di Roberto Cosolini del PD e di Roma, fa di tutto e di più per tenere all'oscuro la maggioranza dei cittadini di Trieste, e, anche il bugiardo quotidiano "Il Piccolo" di Trieste lavora sodo per sviare e fare psicologia di massa. Un politico di turno nella galleria del palazzo Tergesteo, ha perfino usato la fama di Nino Benvenuti, un famoso pugile di Trieste in voga negli anni 60-70, per fare psicologia di massa fuorviante durante una presentazione di un libro di Nino.) NOTA: (Io, lo scrivente, ero presente ed ho tenuto uno striscione dall'inizio alla fine del corteo): All'inizio del corteo del 8 febbraio 2015 partito da Piazzale Venezia, Vito Potenza con alcuni dei suoi collaboratori si sono avvicinati al vero movimento del TLT con Roberto Giurastante. Vito Potenza con alcuni dei suoi collaboratori ha cercato di far baruffa a scopo intimidatorio dicendo anche una frase di questo tipo: “te buto zo!“. All'occasione vicino era presente anche la Digos, un corpo di polizia italiana, più, la polizia e i carabinieri, e, mentre Vito Potenza cercava di istigare pretendendo che il movimento di Roberto Giurastante tirasse via gli striscioni, uno dei collaboratori di Vito Potenza aveva paura e si è subito calmato temendo di poter finire di nuovo in prigione di nuovo. Se il 9 gennaio Il Piccolo di Trieste afferma che ci sono stati conflitti verbali tra Roberto Giurastante e Giorgio Marchesich, allora, tali dichiarazioni del quotidiano di Trieste Il Piccolo sono false, in quanto, tra il gruppo di Roberto Giurastante è Giorgio Marchesich c'è stata una stretta collaborazione, inoltre, Giorgio Marchesich ha partecipato dal podio alla assemblea che si è tenuta alla mattina del 8 febbraio al Hotel Jolly. (Giorgio Marchesich fa parte del gruppo indipendentista del 1947 fondato da suo padre, inoltre, Giorgio Marchesich pensa in modo molto simile al vero movimento di Trieste libera, tuttavia, il suo modo di pensare è difettoso in quanto lui pensa di poter diventare sindaco di Trieste, ma, lo statuto del TLT prevede solo un governatore che, per valide ragioni, non deve essere italiano e/o di Trieste e/o della Slovenia.) Ma, a parte questa parentesi, dove sta l'inganno da parte degli indipendentisti di via Roma 28 del tutto comprati dalla dittatura del partito italiano del PD? I falsi indipendentisti con sede in via Roma 28 hanno sfilato in prima linea al corteo del 8 febbraio, in apparenza, per opporsi alla alla cessione della parte nord e della parte sud del demanio del porto franco di Trieste al comune. In questa legge che dovrebbe essere inserita nella finanziaria governativa del 2015 c'è la combutta di Francesco Russo con Matteo Renzi, l'attuale premier italiano messo a capo del governo italiano dai poteri forti. Il falso gruppo degli indipendentisti con sede in via Roma 28 hanno lo scopo di togliere aderenti al vero movimento per il TLT con sede in Piazza Della Borsa 7. Ma, alla fine del corteo è stato offerto salame e formaggio alle persone che si sono messe a capo del corteo assieme ai falsi indipendentisti, inoltre, queste stesse persone sono stati invitate a firmare una carta contro la manovro illegale di Francesco Russo e di Matteo Renzi in merito al demanio del porto che doveva passare al comune ma senza autorizzazione a livello internazionale. L'allegato ottavo del trattato di pace del 47 garantisce l'integrità del demanio del porto franco di Trieste, il demanio appartiene a 21 nazioni firmatarie più l'Italia che avrebbe potuto usufruire di questo come porto internazionale. Ma, come pianificato dal PD, questo atto sarebbe stato spedito alle sede delle Nazioni Unite di Ginevra, ma, la sede di Ginevra si occupa dei diritti umani violati. La richiesta con tante firme contro questa manovra illegale avrebbe dovuto essere inoltrata al consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite che si trova a New York, e quindi, tutte le persone che hanno firmato questa petizione, ed eventualmente, i portuali nel caso avessero firmato, hanno appoggiato una causa corrispondete ad un pugno di mosche, ossia, un nulla di fatto dal punto di vista legale. Tutti i facchini che lavorano in porto, più, uno di loro che temporaneamente è senza lavoro ma che era presente alla assemblea del otto febbraio tenutasi di mattina al Hotel Jolly, sono stati truffati dal PD che supervisiona i falsi indipendentisti con sede in via Roma 28. Vito Potenza e la sua gang, non essete da problemi con la legge, non ha alcuna competenza sulla politica e sugli atti legali relativi al allegato ottavo del trattato di pace che garantisce il TLT ed il porto franco di Trieste come ente del TLT, ma di fatto, appartenente a 21 nazioni firmatarie. NOTA: Il movimento di Vito Potenza con sede in via Roma 28 è sotto la supervisione e finanziamento del partito italiano del PD. La maggioranza dei cittadini di Trieste e dintorni hanno subito il lavaggio del cervello da parte della ingannevole politica italiana, inoltre, dal 1954 la dittatura italiana ha cominciato ad occupare il TLT facendolo vivere sempre di più come se fosse territorio italiano sotto la sovranità dell'Italia. Ci vuole un intervento da parte delle Nazioni Unite e dei paesi firmatari anche se i cittadini di Trieste consapevoli dei propri diritti sono di gran lunga inferiori al migliaio di persone. Oltretutto, i falsi indipendentisti che ricevono il sostegno finanziario dalla politica italiana locale, mai più potranno portare Trieste verso la liberazione dalla occupazione italiana, ma, se si verificasse l'impossibile, vi immaginate una politica del TLT supervisionata da un Vito Potenza e da altri suoi collaboratori che hanno problemi sia con la legge che con la droga? Vito Potenza, all'inizio del corteo pomeridiano del 8 febbraio iniziato in Piazza Venezia, è andato verso il vero movimento di Trieste libera cercando di incutere timore, Vito voleva imporre alla squadra di Roberto Giurastante di togliere gli striscioni e ha pure minacciato ad una persona del vero movimento dicendo in dialetto di Trieste: te tiro zo! (Ti stendo a terra con un pugno!) E, come se non bastasse, il Piccolo di Trieste riportava la dichiarazione che secondo Vito Potenza il movimento di Trieste libera non esiste più, e quindi, come se la causa del TLT fosse portata avanti solo dal movimento con sede in via Roma 28. Di fatto, Vito Potenza ed altri suoi collaboratori sono stati dissociati dal movimento con sede in Piazza della Borsa 7, inoltre, alcuni membri del corpo direttivo che sono andati via assieme con Vito Potenza, ha rubato la pagina di Facebook al movimento di Trieste libera e dalla scissione fino ad oggi, febbraio 2015, i falsi indipendentisti di via Roma 28 al servizio del PD hanno sferrato continui attacchi e calunnie ai danni di Roberto Giurastante e G. P. Parovel. Per concludere, Vito Potenza ha abbandonato la causa legale del TLT con la speranza di poter entrare nella politica italiana, ma, un partito della politica italiana deve sottostare alla politica imposta dello Stato Italia, e quindi, il cittadino di Trieste può solo provare a pensare: se si verificasse l'impossibile, ossia, che il TLT venisse liberato dall'Italia, come funzionerebbe lo stato di diritto del TLT sotto la supervisione di un balordo ed idiota come Vito Potenza? La cittadinanza di Trieste passando dall'Italia a Vito Potenza e come se passassero dalla pendola con acqua bollente alla brace! E' evidente che Vito Potenza non ha alcuna competenza legale sulla politica, inoltre, il leader dei falsi indipendentisti non è in grado di tenere un discorso coerente e specifico sul allegato ottavo del trattato di pace e sui diritti che esso comporta. Il facchino portuale del C. L. P. T., “Internazional Dokers”, ha ben potuto constatare che sul palco non cerca Vito Potenza, una pedina del PD senza la minima competenza riguardo la causa legale del TLT. 

35) In giugno sarà pronto un documento per fare vari tipi di richiesta al prefetto: vari tipi di disubbidienza fiscale a norma di legge, la richiesta di residenza come cittadino del TLT, ecc, ecc. Se il prefetto nel ruolo internazionale di commissario di governo non risponderà, tale rifiuto verrà reso noto all'ONU e ai 21 o 25 paesi associati e firmatari del trattato di pace del 1947. NOTA: -Quale scusa può estrapolare l'Unione Europea per non intervenire conto l'Italia per la violazione dei diritti umani che ha perpetuato nei confronti di molti cittadini di Trieste. Ci sono stati molti episodi di abuso di potere da parte di alcune istituzioni, ad esempio, la psichiatria in combutta con la giustizia ha commesso molta ingiustizia, specie, dal 2004 fino ad oggi. Ma, il Territorio Libero Di Trieste non è uno stato della Unione Europea, e quindi, l'Unione Europea non può intervenire, tuttavia, sia il consiglio di sicurezza dell'ONU che l'UE sono stati negligenti permettendo all'Italia di impossessarsi di nascosto del TLT, per poi, trasformarlo gradualmente in provincia fantasma. L'Italia ha anche fatto morire gradualmente il porto di Trieste togliendoli il suo lavoro, per darlo ad alcuni porti italiani, si, Trieste è stata cotta a fuoco lento dall'invasione italiana. NOTA: Un vero “sindaco” del TLT dovrebbe prestare giuramento al TLT e al suo statuto. Ma, è previsto il sindaco di Trieste? NOTA: In che modo principale il PD ha cercato di dividere il vero movimento del TLT? Sopratutto facendo leva sui interessi personali delle singole persone che appartenevano al corpo direttivo, ed in particolare, comprando la sede in via Roma 28, ora, di proprietà degli indipendentisti, pagando due segretarie, facendo esonerare dall'affiato una o più persone per almeno 5 anni, dando lavoro permanente senza più alcun problema nonostante le attuali politiche, e, tramite alcune tangenti e promesse di carriera politica. Ma, in quanto a quest'ultimo regalo, quando gli indipendentisti non serviranno più al PD per cercare di demolire il vero movimento, gli indipendentisti saranno destinati a sparire, e quindi, essi non hanno futuro sia che la causa del TLT vada in porto o che le Nazioni Unite non intervengano mai a Trieste per liberarla. NOTA: Sopratutto, il PD fa aprire sentenze legali contro il vero movimento di Trieste libera con sede in piazza della Borsa 7, ma, se la causa intimidatoria senza contenuto giuridico viene aperta il giorno tale dei tali, il giudice in accordo con il PD la fa rimandare, e dopo, pure archiviare, in quanto, ogni abuso e scorrettezza legale viene resa trasparente a livello internazionale dal movimento vero del TLT. Se gli indipendentisti di via Roma 28 hanno una causa legale contro il vero movimento di Trieste Libera, il tribunale o il PD avvisa gli indipendentisti sul fatto che la causa è rimandata, ma, il vero movimento non viene avvertito. Tutti questi attacchi servono per stancare, per far perdere risorse e per far perdere tempo al vero movimento del TLT affinché abbia meno possibilità e risorse per mandare avanti altre cause nazionali e internazionali contro l'Italia ed affinché il movimento non abbia il tempo di pubblicare “La voce di Trieste” ed altri giornali veritieri per informare i cittadini. Eppure, il PD si vanta di essere democratico ed il maggiore partito d'Italia. La realtà è una sola: il PD comprato dai banchieri internazionali ebrei e dalla banca vaticana sta facendo dittatura nei confronti del popolo italiano e nei confronti di uno stato sovrano che ha occupato, il TLT. NOTA: Che dire se gli indipendentisti di via Roma 28 fanno un commento positivo sul operato di Roberto Giurastante e/o su Giorgio Paolo Parovel e sul vero movimento del TLT? Ogni socio del vero movimento del TLT con sede in piazza della Borsa 7, assolutamente, non deve cliccare mi piace sul commento. Il vero movimento del TLT e sotto gli occhi di tante persone importanti a livello internazionali. Comunque sia, tutte questi attacchi non democratici da parte della dittatura del PD, significano che la causa legale del TLT ha buone speranze di spuntarla, e quindi, tutte le poltrone dei politici italiani nel TLT sono in pericolo. NOTA: NOTA: Niente affatto: questa ed altre manifestazioni, si spera con più gente, avranno lo scopo di salvare il porto franco di Trieste. Se la maggior parte dei cittadini rimarrà apatica o con il pensiero secondo cui non si può fare più niente, e, sul fatto che anche il MTL fa soltanto i propri interessi, e se questo fosse l'ultimo treno, dopo, a livello di maggioranza e di tutta la gente che pensa solo ai propri interessi davanti al proprio naso, non dovrete mai più lamentarvi della politica italiana e di come essa vi sfrutta, in quanto, sarà anche colpa vostra. Tuttavia, è anche vero che se un domani alla improvvisata intervenissero delle nazioni potenti e le Nazioni Unite, tutto quello che eventualmente la 'Ndrangheta avrà costruito, (grazie all'appalto concesso del Comune ed alla legge varata dal Governo, votata dal parlamento e se firmata dal presidente della Repubblica come elemento da inserire all'interno della finanziaria), potrebbe anche essere immediatamente demolito. NOTA: Dalla comunità cattolica allo stato: esso è ipocrita nel permettere le sigarette ma proibendo la Maria e la marijuana, ma, essendo giusto proibire gli altri tipi di droga. In quanto anche sul "buon fumo", alcuni politici dicono: altrimenti diventeremo un paese di drogati. A parte la psicologia di massa e la propaganda menzognera in sovrabbondanza, comunque sia, spesso e volenti alcuni personaggi e grandi banchieri fanno buoni affari e combutta con le varie mafie, e, anche se si tratta su grossi quantitativi di droga. Come dire: il povero cittadino deve dimostrare di essere onesto e spesso subisce pur essendo onesto ma non potendosi difendere dal punto di vista legale, tuttavia, il polito e/o giudice disonesto e spesso intoccabile deve esser dimostrato disonesto con molta fatica da parte del cittadino che in Italia si ritrova anche senza potere contrattuale.(Comunque sia, io per mia scelta non fumo ne sigarette ne la pipa ne il buon fumo mischiato al tabacco normale od avvelenato delle sigarette). NOTA: NOTA: Per la moglie di Ettore Rosato o di Francesco Russo, noi cittadini siamo tutti piccolo popolo da guardare dall'alto verso il basso, mentre, per Ettore Rosato io sono matto. Ettore Rosato perse in una campagna elettorale a sindaco di Trieste contro Roberto Di Piazza, inoltre, quando Ettore fece campagna elettorale ai Topolini di Trieste, parlando con un suo aiutante di me senza aver nemmeno fatto la minima conversazione, disse che io sono un matto, e quindi, per forza di cose io sono ancor meno del normale popolo. Secondo alcune testimonianze, sembrerebbe che alcune autorità e/o singoli individui come, psichiatri, psicologi, educatori, assistenti sociali, volontari,.ecc. ecc., (non entro nei particolari), guardano con ansia ogni giorno questo blog anche per vedere cosa pubblico di nuovo, e sembrerebbe, che lo stesso vice sindaco sia disturbato. Ma, forse, io credo e non credo a queste testimonianze, anzi, la cosa è impossibile, poiché se Ettore Rosato alcuni anni fa vedendomi ha detto al suo aiutante che io sono matto, tutto ciò che io dico e scrivo è un completo delirio senza senso. Tu temeresti un matto delirante che parla male di Te? Qualche hanno fa Ettore Rosato durante una campagna elettorale diede già la risposta e pose una etichetta su di me, inoltre, circa nel stesso periodo, anche un politico di destra che fece campagna elettorale in via San Nicolo, sempre a Trieste, mi ha classificato come eccentrico e fuori di testa, e quindi, non in grado di fare alcun commento sulla politica, infatti, stavo portando due arance biologiche in un piccolo sacchetto di nailon. Ma, non è finita, non avendo io dimestichezza nel parlare al telefono ma sopratutto non avendo voce in capitolo, il 19 luglio del 2001, una signora della Mondadori mi disse che un qualsiasi mio discorso sulla politica sarebbe stato sconcertante. O forse, nessuno dei politici e/o di altre autorità pensa di farmi causa legale per paura di far pubblicità a tutto quello che ho io ho pubblicato in rete su di loro? O forse, non sono andato sufficientemente in specifico a livello di prove in una causa per il tribunale da controbattere? O forse, i corrotti sanno che la situazione può esplodere a loro sfavore da un momento all'altro, specialmente, dal momento in cui Putin è venuto a Trieste? La lista non è finita, comunque stiano le cose e chiudendo questa mia piccola parentesi a livello personale, nessuno non mi ha in minima considerazione, non ho voce in capitolo, non ho laurea di università e sono stato classificato matto da Ettore Rosato ai Topolini di Trieste durante la stagione estiva, e quindi, tutti i miei deliri chi li può temere? Assolutamente, nessuno! E, figuriamoci se può temerli la crema che conta. NOTA: Se veramente fosse preoccupata, ma, non lo è, basterebbe che il vice sindaco parli con Ettore Rosato per tranquillizzarsi, inoltre, il problema non esiste, nemmeno io ci credo! NOTA: il porto franco di Trieste, con buon fondale e posizione geografica strategica, può anche dare molte buone opportunità grazie a lunghe vie di comunicazione. NOTA: Ovviamente, queste sono tutte soluzioni incerte e temporanee, ma, quale è la migliore scelta in assoluto? La Germania è alleata agli Stati Uniti e l'Europa si unirà all'America ed altri stati che probabilmente andranno per un attimo sotto il dominio capitalista del Nuovo Ordine Mondiale a livello globale, o quasi. Tuttavia, spesso e volentieri l'America esagera con il suo neo colonialismo e controllo militare sugli alleati. La Merkel ha fatto mandare via le spie dalla Germania? Trattandosi di agenti molto astuti e scaltri, per un governo scomodo può non esser facile trovarli e neutralizzarli. Ma, se un domani non tanto lontano Trieste fosse finalmente amministrata da un governatore austriaco, l'Italia potrebbe mandare degli agenti segreti per cercare di destabilizzare sua politica essendo il TLT scomodo per l'economia italiana? Una nazione potente e ben preparata come la Russia, con diversi uomini esperti in spionaggio ed agenti segreti, avrebbe potuto aiutare la politica del TLT proteggendolo da eventuali agenti segreti italiani e/o americani? Molti stati NATO meriterebbero di essere umiliati e di ricevere una buona lezione essendo degli invasori senza alcun rispetto dei diritti umani e degli stati sovrani. L'America del 2014 si potrebbe opporre anche a questo piccolo stato sovrano, seppure, molto vantaggioso ad eccezione dell'Italia e stabilito in buona parte dagli stessi USA nel 47? Certo, è giusto pensare prima alla liberazione di Trieste ed alla venuta del governo provvisorio e dopo di quello definitivo, tuttavia, non si può escludere del tutto questa ipotesi, ossia, che possa esserci un tentativo di destabilizzare il TLT appena diventato operante e subito con un commercio ben piazzato. Qualche boma in porto per impaurire gli investitori, disordini tra alcuni cittadini per mano di alcuni idioti facilmente manovrabili e/o persone che hanno problemi con la legge, ecc, ecc. Nei decenni scorsi il partito della Democrazia Cristiana ha fatto di tutto e di più per affermare un capitalismo spietato e avido a favore dei pochi anche in Italia, vedi: la strage di Bologna, lo scoppio nel treno in galleria, la strage di piazza Sette Fontane, il tentativo di depistare la strage di Ustica quando gli americani od i francesi abbatterono un aereo civile nel tentativo di far fuori Gheddafi ed altri. Anche se è vero che il leader libico era molto benestante, sembra che egli avvia governato bene la Libia dando un certo benessere alla popolazione ed istituendo pure un modello da seguire, ossia, una banca africana non sotto le grinfie dei banchieri internazionali ebrei, e, non solo. (Si, queste cose sono così ben pianificate e la psicologia di massa è tanto efficacie che se ti esprimi secondo verità, con conoscenza e giusto intendimento, di fronte ad alcune persone ben propagandate fai la parte del matto). NOTA: Il TLT non facendo parte della Unione Europea può avere più difficoltà a farsi difendere dall'Europa contro gli abusi da parte dell'Italia? Eppure, alcune norme europee per ora vengono fatte rispettare anche nel TLT nonostante non faccia parte dell'Europa, per giunta, l'Italia trasgredisce volontariamente due norme europee in quanto l'introito con due tasse illegali è superiore delle due multe dall'Europa. NOTA: Tu non sei tanto attaccato ai soldi, e, questa è una cosa buona, ma, speri a tutti i costi in una società simile a quella del Canada con la venuta del TLT? Con il TLT potresti avere alcuni vantaggi economici e lavorativi, ma, il cambiamento di una società è sopratutto utopia.

36) Anche Gianfranco Fini è stato comprato dal neo colonialismo anglo americano, e per questo, gli è stata garantita una carriera politica. Lo scopo era quello di togliere completamente la sovranità anche al partito di destra, avendo il partito di Berlusconi troppa sovranità, essendo scomodo e dovendo esser diviso. Mentre, il gruppo che oggi si chiama Partito Democratico si è già venduto all'imperialismo USA-GB, allo stesso tempo, in combutta con la Germania della Merkel e la Francia di Sarkozi, l'ex premier francese. Anche se alcuni stati fossero usciti dalla Unione Europea, forse non accadrà, comunque, ad ognuno di questi stati viene sempre più a meno la sovranità diventando sempre di più delle perfette colonie per il signoreggio dei banchieri internazionali ebrei ed i capi delle multinazionali. (C'è una grande scacchiera tra i banchieri ebrei, i vari capi delle multinazionali per lo più americani, il governo degli USA, della GB e di altri paesi NATO, nonché, di molti eserciti a cominciare dal Pentagono, i forti interessi tra Arrabbia Saudita e Stati Uniti, ecc, ecc.) I cittadini dei vari stati europei vanno a votare pensando di essere ancora in democrazia? Oggi di, la democrazia in Europa è pressoché nulla, si, ancora più inesistente rispetto alla manutenzione pressoché nulla della Vespa 125 Primavera della Piaggio, anni 70-80. Allo stesso modo alcuni socio fondatori del movimento di Trieste libera potrebbero esser stati da prima o subito dopo comprati dagli agenti segreti italiani in combutta col neo colonialismo anglo americano. Oggi di, molto probabilmente gli USA non hanno più interesse che il territorio libero di Trieste riacquisti i diritti di uno stato sovrano anche se dal 1947 al 1954 Trieste è stata amministrata dagli americani pur potendo parlare italiano. Ora bisogna attendere che tutte le basi legali del territorio libero siano costruite e/o fatte valere a livello internazionale, compreso un governo del territorio libero di Trieste che abbia capacità giuridica ma senza bisogno che lo voti la maggioranza dei triestini essendo la maggior parte di essi troppo sviati e propagandati. La Russia, l'Austria ed altri paesi probabilmente chiederanno la liberazione del territorio libero affinché ridiventi il quinto porto internazionale, tuttavia, in che modo reagiranno le Nazioni Unite rappresentative di tanti stati, ma, succubi per lo più del neo colonialismo anglo americano? Vladimir Puttin ed altri potenti personaggi molto probabilmente non sono ancora in combutta col neo colonialismo USA-GB, e forse, "lo spero", mai lo saranno. Salvo che non lo stiano già facendo. Putin ed altri uomini del KGB potrebbero ben informare tutta la popolazione russa e possibilmente quella di altri paesi in merito alla politica estera degli USA-GB e sul modo di agire della CIA e della SAS? Potrebbe essere di aiuto che i russi iniziassero a parlare ed analizzare la situazione dal 11 settembre 2001 fino ad oggi. Putin potrebbe spiegare in che direzione sta portando tutta questa cospirazione USA-GB a livello internazionale. Salvo che il piano non sia già in atto, i russi potrebbero attuare un piano segreto per dare la caccia e scovare eventuali agenti segreti della CIA che si fossero introdotti in Russia nel tentativo di destabilizzare le situazioni interne al paese per il successivo sgretolamento della Russia. Come alcuni strateghi pensano: avendo il dominio del cuore della Russia, si può più facilmente controllare e dominare il mondo. NOTA: Portare avanti la causa dei diritti umani per il Territorio libero di Trieste potrebbe servire poco o niente, e pure, continuando a portare aventi i processi da presso ai nostri stessi strozzini che giudicano solo secondo gli interessi di Roma. Queste parole, i diritti umani, danno soltanto parvenza di democrazia e di rispetto alle persone da parte degli organismi intenzionali e dello stato, ma, essendo una causa che non esiste in politica e nella così detta guerra giusta. Ogni cosa viene programmata prima per l'esito dei buoni affari. Per la causa del territorio libero ci vuole: interessamento soltanto per la zona A in relazione al atto legale del 1947 ancora esistente, (non entro nei particolari per esprimerla in modo più semplice); non aver niente a che fare con le liste italiane sia per come è l'atto legale ma per quello che è la politica italiana; la formazione di un governo che abbia una capacità giuridica, anche se votato da una stretta minoranza dei triestini; l'interesse per il porto franco di Trieste come zona geopolitica; forse, anche come eventuale precedente internazionale utile ad altri paesi; ma, con la questione dei diritti umani violati, lasciati all'ultimo posto o non più discussi. Le persone che cercano soltanto i propri interessi personali o che sono state comprate fin dall'inizio, ben presto si sviano dalla causa comune e/o tendono a disgregare e dividere il gruppo ed a sviare i nuovi proseliti proprio come ha fatto Gianfranco Fini con la destra, ma, non essendo stato ne il primo ne l'ultimo a farlo. Si, una situazione può indirizzarsi favorevolmente per una parte per poi deviare da essa in modo subdolo per dividerla, inoltre, la politica spesso fa leva sugli interessi personali dei singoli per dividere un gruppo oppure c'è chi parte mal motivato fin dall'inizio. Ma, se una cosa è partita ben camuffata fin dall'inizio per poi dividersi quasi nella legalità, poteva anche esserci dietro una strategia da parte dello stato italiano. (La carta di identità plasticata dell'Italia, mostra l'Italia senza il territorio di Trieste, e, non si tratta di un errore o di una approssimazione di stampa). NOTA: Cosolini ha respinto dal porto franco di Trieste perfino la Philip Morris, la più grande multinazionale del tabacco, probabilmente, non per il fatto che le sigarette fanno male, ma sopratutto, per paura che posso crearsi una situazione di eventi a catena che avrebbero potuto portare alla liberazione della zona A dalla dittatura italiana. Tuttavia, alla 'Ndrangheta, Cosolini gli ha accettato 10 milioni di Euro, tuttavia, dai nuovi sviluppi non sarà facile per Cosolini dare l'appalto alla mafia calabrese. NOTA: Non entrando troppo nei particolari, ma, riferendomi ad un evento verificatisi nel 2013 durante il governo Letta, è possibile che un potente leader politico abbia dato un aiuto al vero movimento ad ottenere delle prove a livello internazionale sul fatto che l'Italia ha violato o sta violando in modo palese il trattato di pace del 1947. Nel corso della disubbidienza fiscale a norma di legge, il commissario di governo si troverà tra due fuochi, e quindi, anche se non darà mai risposta, la violazione contro il trattato di pace verrà dimostrata, tuttavia, a quel punto, le Nazioni Unite e i 21 paesi firmatari del trattato di pace, agiranno contro l'Italia? NOTA: E, che provi a dirmi qualcosa Giuliano Amato, che dalla sera alla mattina ha fatto detrarre il 6 per mille dal conto corrente di ogni italiano! Il commando di Dio è chiaro: non uccidere. Lo sterminio degli ebrei, sopratutto, per finanziare la guerra, e, l'attuale sterminio della popolazione mondiale, già iniziato, attraverso alcune guerre nascoste, (le scie chimiche, le crisi economiche, gli 11 settembre 2001, ecc. ecc.), e, le guerre convenzionali sospinte dal terrorismo e dagli 11 settembre per mettere uno contro l'altro, ecc. ecc., sono quasi tutte situazioni favorite dai poteri forti. Tutto questo, assolutamente, non va bene! E quindi, non si può dire o messaggi-are che si dovrebbe riaprire la risiera di Trieste neanche per uccidere e per cremare tutti i politici italiani corrotti, è sbagliato solo far partire l'idea, sebbene, sia ancora più sbagliato sterminare la gente in nome dei buoni affari e del Nuovo Ordine Mondiale attraverso le tante guerre nascoste e non dichiarate attraverso di cui sopra. Ma, nei confronti dei corrotti politici italiani, alcuni dei quali venduti ai poteri forti, io proporrei qualcosa di molto peggio che l'apertura della risiera di San Saba, ossia: eventualmente un anno di prigione non ai domiciliari, esproprio di tutti i beni immobili e mobili in Italia ed all'estero, confisca di tutti i conti in banca in Italia ed in Svizzera, ogni anno per almeno “dieci volte” su tutti i giornali e in televisione dovrebbe esser trasmesso il ricordo, con tanto di foto e di nome e cognome di tutti i politici corrotti che tutti ridotti in condizioni di semi povertà, si dovrebbero ritrovare con pensione minima, in case popolari e con affitto non scontato, e, se qualche proprietà fosse stata trasferita a nome di qualche famigliare, lo stesso, esproprio coatto. Oltretutto, se fra qualche anno lo stato Italia dovesse fallire o precipitare in una crisi simile a quella del 29, che cosa avrebbero fatto gli onorevoli personaggi come Giuliano Amato, che pur essendo corrotti, continuano a rifuggirsi dietro le leggi sulla privaci? Si sarebbero comportati come alcuni politici dell'Argentina che hanno abbandonato il loro paese avendo messo gran parte delle loro ricchezze per cinque generazioni in salvo all'estero od in un bel conto in Svizzera esentasse. Ormai, per il politico italiano, ad eccezione di alcuni politici onesti in ogni partito con le mani legate, le raccomandazioni, i super privilegi, le prebande, la non democrazia ai congressi del partito, il governo tecnico per evitare quel poco di sovranità popolare a favore dei buoni affari ed i buoni affari di gran lunga più generosi degli già alti stipendi, sono cosa normale e di diritto per tutte le serpi velenose della casta, si, sconvolto e corrotto è ormai tutto il loro modo di pensare, e, pagare con la more immediata sarebbe troppo poco per loro. Oltre ai politici, segretari ed operatori che lavorano direttamente per la politica, ci sono circa un milione di persone che in Italia vivono con la politica, inoltre, la politica italiana costa oltre 150 miliardi di Euro all'anno all'Italia. Essendo l'Italia una dittatura al 100% camuffata in democrazia, probabilmente, è molto meglio una dittatura come quella in Kazakistan, molto più efficiente e che costa di meno ai contribuenti. E che dire di tutti i politici italiani che sono residenti e che lavorano nella provincia fantasma di Trieste, ossia, il Territorio Libero di Trieste? Dovrebbero alzare i tacchi ed andare in Italia, salvo che, non abbandonino la politica e la cittadinanza italiana, alcuni politici italiani onesti ed incorruttibili, probabilmente, esistono ancora, sebbene forse, gli puoi contare sulle dita di una mano! E, se stiamo così male, non è soltanto per colpa dei poteri forti, ossia, della dittatura europea e della banca BCE, ma sopratutto, è per colpa della corrotta politica italiana. Per giunta, noi di Trieste subiamo una occupazione che negli anni 50 fu spacciata come liberazione dalla zona A. Si, il nonnismo nelle caserme probabilmente aveva un limite, ma, il giro vizioso con aumento delle tasse e modo di pensare sempre più corrotto da parte dei politici italiani, assolutamente, non hanno un limite! E, almeno per una volta al mese in televisione dovrebbe essere ricordato a tutti questi ex politici corrotti: siate contenti di essere ancora mantenuti e di avere una pensione minima e che nessuno mi abbia fatto del male, fisicamente parlando. (E, che provi a dirmi qualcosa Giuliano Amato, che dalla sera alla mattina ha fatto detrarre il 6 per mille dal conto corrente di ogni italiano!) 

37) Probabilmente la clausola del TLT nel trattato di pace del 47 è stata stabilita dagli stessi USA-GB, e quindi: Un messaggio, non dagli USA, ma, dal TLT. Trieste non è Italia: tu, prossimo candidato alla presidenza degli stati Uniti, una possibile strategia per farsi aiutare dai banchieri internazionali ebrei e gesuiti per vincere la campagna elettorale come successivo presidente degli Stati Uniti nel 2016, ossia, proporre un risvolto non previsto dalle masse, anche se desiderato da alcuni, per dare maggiore autorità alle Nazioni Unite, e quindi, secondo il programma segreto per la ufficializzazione del Nuovo Ordine Mondiale. Più autorità alle Nazioni Unite, più efficace il processo di pace e sicurezza di stampo bancario: Visto che oggi le Nazioni Unite, pur rappresentando molte nazioni, sono il fulcro del Nuovo Ordine Mondiale, e, visto che per portare a termine il processo di pace e sicurezza di stampo bancario le Nazioni Unite stanno per acquisire maggiore potere politico, e, visto che questo piano diabolico deve comunque essere portato a termine fino alla dichiarazione unanime di “Pace e sicurezza”, 1° Tessalonicesi 5: 3, i banchieri internazionali ebrei e gesuiti potrebbero lavorare da dietro alle quinte per far liberare Trieste dalla occupazione italiana, proprio, come hanno stabilito gli USA-GB alla fine della seconda guerra mondiale. La maggioranza delle persone che vivono a Trieste ed in altre città italiane ed europee, pensano che Trieste non possa più liberarsi dalla schiavitù della dittatura italiana, e quindi, se le Nazioni Unite intervenissero per liberare il TLT, dopo, potrebbero susseguirsi più facilmente degli eventi a catena che conferiscono sempre più potere al consiglio di sicurezza delle Nazioni Unite con sede a New York. Anche se le multinazionali non pagano le tasse sul loro reddito in nessuna nazione, salvo, le tasse comunali per gli immobili in tutti gli Stati dove si i cittadini ed imprenditori pagano le tasse, forse, se le Nazioni Unite venissero investite di più potere e liberassero Trieste lasciando molte persone stupide, sia per il lavoro da dietro alle quinte della massoneria che per la crescente speranza della “maggioranza” nei popoli che potrebbe riporre maggiore fiducia nel potere delle Nazioni Unite di portare la pace, la liberazione di Trieste potrebbe essere vantaggiosa alla sperata ufficializzazione del Nuovo Ordine Mondiale. (Io sono pienamente consapevole che se il Nuovo Ordine Mondiale diventerà l'unico governo centrale a livello globale, la sua ufficializzazione durerà come una estate in Alaska a 2520 metri sulle pendici del McKinley, tuttavia, questo è un discorso a parte che comincerà ad adempiersi dopo il grido di “Pace e sicurezza” mondiale raggiunta. NOTA: Il commissario di governo corrispondente al governatore del TLT è l'unica autorità con reale voce in capitolo. Nazionalismo a parte, ma, il commissario di governo lavora nella prefettura, tuttavia, perché sulla facciata esterna che da su Piazza Grande, (o Piazza Unità per l'Italia), sventola la bandiera italiana, ma, non quella del TLT? Allora, la Garuffi agisce come un prefetto italiano violando in modo palese il trattato di pace del 1947 che l'Italia ha firmato. Tuttavia, gli abusi nel TLT e le violazioni del trattato di pace da parte dell'Italia, sono tante. Beh, sebbene le Nazioni Unite siano sopratutto una pantomima ed un organo nelle mani dei poteri forti, dal punto di vista formale che trionfa sulla sostanza, sarebbe stata una bella rivalsa di credibilità per le Nazioni Unite se fossero intervenute per liberare lo Stato del TLT dopo 60 anni di occupazione da parte di uno Stato delinquente, mafioso, testardo, opportunista e venduto per la soluzione più conveniente, quale effettivamente è l'Italia. Ovviamente, nel suo insieme, l'Italia è una bella nazione. NOTA: In teoria, alcuni grandi imprenditori russi e cinesi avrebbero potuto venire a lavorare nel porto franco di Trieste imponendo a Cosolini di far rispettare tutti gli articoli del allegato ottavo. Ma, che dire se Cosolini non avesse acconsentito, come, si sarebbe verificato? L'esercito russo e cinese avrebbero potuto imporre al comune di Trieste il corretto uso del porto franco, ed eventualmente, cacciando via con forza militare l'amministratore che per 60 anni si è comportato da sovrano. Ovviamente, gli USA potrebbero fare la stessa cosa! NOTA: Quanto costerebbe la benzina se non fosse tassata dall'Italia? Circa 750 centesimi di Euro. Questo è uno delle tante violazioni del trattato di pace da parte dell'Italia. NOTA: Pur non avendo voce in capitolo, tu sei diverso ma abilitato a pensare bene con la tua testa? Molte persone succubi della voce dell'autorità ed adagiate a questo sistema, tu prenderanno per matto! Informazioni da Radio Padania e da L. V.: Il prete Domirco Della Torre, della Caritas diocesana con i soldi pubblici facilita albanesi, rumeni, zingari, molti dei quali con problemi con la legge, facendogli andare alle terme di Lugano ed in alberghi lussuosi. In questa combriccola ci sono anche molti giostrai che in combutta con la chiesa e con le comunità cattoliche, ogni tanto complottano incidenti ai danni di alcuni bambini per poi avere grossi risarcimenti dalle assicurazioni. Per quanto riguarda la regione Friuli Venezia Giulia, la proposta di Debora Serracchiani, consistente nel dare un abbonamento rete annuo per soli 5 Euro agli esuli istriani e agli immigrati, è stata bocciato, tuttavia, sempre dai soldi pubblici, la curia fornisce 16 mila Euro mensili per pagare l'abbonamento rete mensile a tutti i pakistani. Morale del discorso: a causa delle losche manovre politiche ed economiche del PD, gli italiani vengono tassati con delle imposte che crescono e/o che aumentano di numero, molto più velocemente rispetto agli anni passati, mentre, gli immigrati, molti dei quali non sono neanche preparati al lavoro professionale, ricevono sussidi e facilitazioni incredibili. Per i cittadini di Trieste e zone limitrofe, la situazione è ancora più ingiusta, oltre agli esuli ed immigrati che sono favoriti rispetto ai residenti con norme contrarie a quelle del allegato ottavo, i cittadini di Trieste subiscono la dittatura e le ingiustizie di un altro stato, per giunta, la maggioranza dei triestini hanno perso perfino il ricordo della loro effettiva cittadinanza e storia. Si, siamo in pieno regime di violazione dei diritti umani con lavaggio del cervello di massa, e quindi, essendo la maggioranza del popolo nel TLT privata della propria consapevolezza e diritti, le Nazioni Unite ed i 21 paesi firmatari aventi diritto al uso del porto franco, dovrebbero intervenire anche se una stretta minoranza di cittadini di Trieste, facesse richiesta di avere i propri seggi vuoti presso la sede di New York delle nazioni Unite. Personalmente, se avessi potuto farlo assieme ad altre persone del movimento, io sarei andato da Putin al Cremlino già più di un anno fa. NOTA: In quanto all'Italia, sotto vari aspetti, il popolo italiano è un bel popolo, anche se sciocco a livello di maggioranza dal punto di vista politico, tuttavia, lo Stato italiano come entità politica è tra le più corrotte e mafiose del mondo alla pari della Colombia. NOTA: Evviva la giustizia e la coerenza dello Stato Italiano, un esempio:un ca-io artigiano, non bravo negli affari, può guadagnare 800 Euro al mese al netto delle tasse e di varie spese, compresa l'INPS obbligatoria, ma, una malata mentale del tutto improduttiva che fa soltanto presenza in un ufficio della regione guadagna 1500 Euro al mese. Magnifico, inoltre, evviva l'Italia che ci occupa!!! Spesso e volentieri è meglio ridere o prenderla con umorismo, in quanto, se avessimo a disposizione una pistola, faremo meglio a spararci subito in testa, “in Italia, l'aereo più pazzo del mondo, si può”, amen! NOTA:Quando si viene in contatto con gli assistenti sociali, ad esempio, per chiedere un aiuto finanziario, a che cosa bisogna stare molto attenti, specialmente se si ha qualche proprietà immobiliare? Se vengono consegnati dei fogli da firmare, ma appositamente con poco tempo a disposizione per leggerli interamente e con scrittura troppo piccola, lo stesso bisogna leggere attentamente tutto quello che c'è scritto onde evitare di firmare per dare il consenso agli amministratori di sostegno di amministrare i nostri beni che poi, generalmente ci vengono prosciugati in un brevissimo tempo. Se uno è seguito da un centro della così detta salute mentale in automatica o attraverso alcune astuzie può ritrovarsi sotto gli amministratori di sostengo, ma, questa situazione si verifica solo se la persona ha qualche bene di proprietà. La giustizia e la psichiatria di Trieste, da parte della occupazione italiana, ubbidiscono ai poteri forti, infatti, queste due istituzioni separano le famiglie a favore di una società più debole e tolgono la proprietà privata al cittadino. Queste manovre favoriscono una società più debole, più povera, meno istruita e più controllata dal punto di vista dei banchieri internazionali, inoltre, queste due istituzioni ne ricavano profitto, ed è proprio in questo modo, in particolare, che i poteri forti stanno prendendo possesso del mondo, ossia, comprando le politiche e gli organi istituzionali e garantendogli delle situazioni di vantaggio. NOTA: I piatti sporchi di pomeriggio lasciati nel lavandino, qualche piastrella sporca, troppo bucato non lavato, e, specializzane se nessuno dei due genitori ha un lavoro stabile e sicuro, se la situazione viene a conoscenza per una spiata e se l'assistente sociale visita la casa, non dovrebbero neanche farlo entrare, se ci fosse bisogno la famiglia non viene aiutata, ma, il bambino viene portato via dalla sua famiglia anche se lo stesso bambino vorrebbe restare con i genitori. L'attuale politica firmata da Laura Famulari e voluta dallo stesso sindaco Roberto Cosolini, favorisce tutte le associazioni e le cooperative, siano queste ok o delinquenziali, favorisce la gang degli amministratori di sostegno, quasi tutti disonesti, ma, taglia le gambe e le risorse alla famiglie con bambini ed adulti benestanti le cui proprietà si fanno desiderare. I cittadini di Trieste cotti a fuoco lento ed abituati a ragionare contro i loro stessi interessi, stanno vivendo sotto dittatura e sotto schiavitù per mano di uno stato invasore e che ancora ci occupa dopo 60 anni. NOTA: Dividendo le famiglie nel nome dei buoni affari, la gang degli amministratori di sostengo fanno la volontà degli illuminati massoni. (Oggi di, specialmente a livello centrale, (a parte, forse ancora alcuni parlamentari della destra), è la stessa cosa votare per la sinistra o per la destra, tanto, sono tutti comprati ed ubbidienti a Bilderberg.) NOTA: Certo, se uno non è benestante o se non tiene i conti in banca, gli amministratori di sostegno possono non essere interessati a “tutelare” la persona o possono non essere in grado di appropriarsi dei soldi della persona, si, qui a Trieste viviamo in un sistema che ha del incredibile. NOTA: Oggi di, specialmente a livello centrale, (a parte, forse ancora alcuni parlamentari della destra), è la stessa cosa votare per la sinistra o per la destra, tanto, sono tutti comprati ed ubbidienti a Bilderberg. NELLA VITA QUOTIDIANA: Che posso dire in merito alcuni fortini della normalità? Siamo già sottoposti a dittatura per colpa della politica corrotta italiana che è terreno fertile per gli illuminati, per giunta, dovrei io essere sottoposto alla ulteriore dittatura idiota e stupida dei fortini della normalità? Nella odierna situazione, alcuni di questi fortini potrebbero segnalarmi alla psichiatria. Ma, ci rendiamo conto in che sistema che stiamo vivendo? Tutti noi veniamo cotti a fuoco lento e tanti non se ne rendono conto. NOTA: Un signore è rimasto sconcertato per il fatto che un giovane è sceso dal bus in modo disordinato con una borsa sportiva aperta? Lui non ha ben compreso la mia risposta, tuttavia, gli ho detto: signore stia tranquillo, in Italia c'è molto di peggio anche se qui, efficientemente, non siamo in Italia, e quindi, sottintendendo una situazione ancor più o infinitamente peggiore di quello che noi possiamo vedere davanti al nostro naso nel nostro misero quotidiano. NOTA: Le COOP Consumatori Nordest più un'altra catena di super mercati, risanerà il conto prosciugato delle cooperative operaie di Trieste, Istria e Friuli e/o la combriccola di Roberto Cosolini farà come il bravo massone Mario Monti che ha appesantito ulteriormente i cittadini con altre tasse. Per ora, a dire il vero, Roberto Cosolini ha fatto posticipare il pagamento di una o delle due tasse, per la casa e per i rifiuti, dalla scadenza del 16 dicembre 2014 alla scadenza del 28 febbraio 2015. E forse, è possibile che non ci sarà alcuna manovra losca ad ulteriore impoverimento di tutti i cittadini di Trieste? Io, questo non lo so, ma, se a metà anno del 2015 i risparmiatori riceveranno il 30% del denaro versato nella banca della COOP, sarà già molto. Ricordate cosa è accaduto sull'isola di Cipro? Oggi di, la banca "supervisionata" da Mario Draghi presta soldi qua e la, ma, per aiutare popolazioni qua e la o sopratutto per renderle schiave? NOTA: I sette socio fondatori che si sono divisi, alcuni essendo forse deboli dal punto di vista psicologico e/o avendo problemi con la legge, sono stati comprati ed istigati dallo stato italiano sotto la supervisione della politica anche per mano della Digos che teneva sotto stretto controllo tutto il movimento. Inoltre, i componenti del corpo direttivo che hanno rubato al movimento per poi dividerlo, sono divisi perfino tra di loro, hanno una indole tendenzialmente violenta ed istigatrice e nei primi giorni di luglio hanno ricevuto anche il divieto dalla questura per potersi riunire ad una assemblea pubblica a causa delle condizioni provocatorie ed improponibili verso le stesse autorità. Questo divieto della assemblea subito dagli "indipendentisti", e, la precedente divisione che hanno provocato al movimento di Trieste libera, sono circostanze che hanno sviato molti cittadini dando una brutta impressione alla causa per Trieste libera. Molto probabilmente, il gruppo degli "indipendentisti", (dei fomentatori di dispute spesso in contrasto con la legge), è di breve durata in quanto si stanno distruggendo con le loro stesse mani. Il problema fondamentale per "la soluzione finale" della causa del TLT sta nel fatto che ci vorrebbero circa 50 mila persone, o forse meno, che dovrebbero voler fare l'autogoverno, per poi, aiutare il movimento a far sorgere un governo del TLT con una amministrazione provvisoria da un altro paese per spinger le Nazioni Unite a far liberare la zona A dalla occupazione italiana. Se questo non fosse possibile, un numero considerevole di cittadini dovrebbe fare l'autogoverno spingendo le Nazioni Unite ad agire per far togliere l'occupazione italiana e stabilire il governo del TLT. Sarebbe stato bene se i triestini avessero espresso una preferenza per un governo dall'Austria, dalla Svizzera, dalla Russia, ecc, ecc. Le poche centinaia di aderenti hanno più difficoltà a far scaturire e scoppiare la causa a livello internazionale, oltretutto, sapendo di che pasta è fatta la diplomazia. Con le poche centinaia di persone che appoggiano il movimento, le cose possono andare molto più per le lunghe, se non, decadere. La politica italiana truffaldina ha tentato per decenni di nascondere molte verità sul TLT e sue irregolarità per più tempo possibile, e, continuando ancora oggi a sviare la maggioranza dei triestini con la propagande menzognera e la psicologia di massa. Alcune realtà: la provincia di Trieste non è mai stata istituita, ma, l'Italia si è appropriata di questa zona a livello sostanziale pur avendo avuto da sempre solo il ruolo di amministratore. (Oggi, l'Italia inganna gli italiani dicendo di eliminare le province, tuttavia, è una cosa che non riguarda Trieste la quale non è mai stata una provincia del Friuli Venezia Giulia). L'Italia ha parlato del trattato di Osimo come di un evento in cui essa è diventata sovrana di Trieste e zone limitrofe, ma, a livello internazionale il trattato di Osimo non aveva niente a che fare con versamento della sua sovranità su Trieste, tuttavia, questo evento per delimitare i confini è stato usato come propaganda per sviare i cittadini di Trieste e dintorni nei paesi del Carso e sulla costa. Concludendo: Se fra sei mesi od un anno Trieste potesse realmente diventare libera, sarebbe stato giusto che la gestione del "Il Piccolo", il giornale bugiardo di Trieste, fosse data ad altre persone, oppure, che il giornale stesso sparisse definitivamente nonostante la sua storia di oltre 120 anni. Ma, almeno alcuni cittadini di Trieste dovrebbero svegliarsi, e, non pensando soltanto ai propri interessi sul momento per rimanere schiavo della dittatura italiana. La sola temporanea buona soluzione per Trieste fino al falso grido di Pace e sicurezza con probabile instaurazione del nuovo ordine mondiale assai di breve durata, su tutto il globo, o quasi. NOTA: Ma, anche alcuni socio fondatori per il movimento di Trieste libera sono stati comprati in segreto dallo stato italiano fin dall'inizio o costoro hanno messo da subito gli interessi personali al primo posto rispetto alla causa sociale di Trieste libera? NOTA: Il gruppo sociale di Trieste -TLT si è distanziato dal movimento vero di Trieste libera, ma, Comuzzi ha fatto bene a distanziarsi da Giurastante e Parovel? Questo gruppo afferma che le denunce contro gli abusi, ecc, ecc, vengono poco pubblicizzate sfavorendo la crescita degli aderenti ed alle lunghe esaurendo le risorse e la motivazione degli aderenti di Trieste libera per mancanza di risultati, inoltre, Comuzzi afferma che nel gruppo di Parovel e di Giurastante non c'è democrazia. Nel settembre del 2014 è stata fatta una sagra un Carso, sulla quale io ed un'altra persona abbiamo sconsigliato fin da mesi addietro causa il continuo mal tempo, ma, il gruppo di Comuzzi nel ottobre-novembre 2014 dava la colpa al movimento di Piazza della Borsa 7 per la perdita finanziaria subita con la sagra. Comunque, c'è da dire che, questa questione legale non è un gioco e per chi dirige il movimento c'è anche il pericolo di farsi ammazzare, un quanto, ci sono grossi interessi da parte del PD colluso con la mafia. In politica non si può esporre ogni singola manovra e denuncia ai quattro venti in quanto può esser facilmente smontata e distorta dai nemici sia per ingannare ulteriormente i cittadini che per minacciare i componenti seri ed onesti per la causa del TLT. In politica prima bisogna costruire una questione in modo maestoso affinché non sia attaccabile e poi la si può rendere nota ai quattro venti per cercare di far aumentare gli aderenti alla causa legale del TLT. Il gruppo di Comuzzi che si è appena distanziato dal movimento vero di Trieste libera si occupava di più della divulgazione delle notizie ai cittadini e di prendere posizione davanti le sedi degli assistenti sociali e in via Mazzini 25, la sede delle politiche sociali, mentre il gruppo guidato da Giurastante si occupa di tutto un insieme di questioni legali e di altro tipo, con equilibrio e cautela. Parovel e Giurastante hanno ricevuto molti attacchi ed anche qualche minaccia intimidatoria di morte. Questa situazione rallenta le cause internazionali in quanto il movimento spreca risorse ed energie per difendersi legalmente da questi attacchi, ovviamente, sta alle autorità italiane come polizia, carabinieri e procura, occuparsi di queste minacce prima che accada qualcosa di grave. Le cause internazionali sono la parte più importante e quella che più di ogni altra può aiutare la causa del TLT ad aver successo. Si, se la delinquente e viscida gang del PD con a capo Roberto Cosolini, (compresa Debora Serrachiani connessa alla politica centrale e della regione), sferrano tutti questi attacchi da dietro le quinte vuol dire che adesso la causa del TLT potrebbe anche spuntarla ed ottenere una vittoria.

 

 NOTA: Ma, uno potrebbe chiedersi, come mai l'ex titolare della "La voce della Luna" non si è rivolto al vero movimento di Trieste Libera? Oltretutto, considerando i gesti e dimostrazioni estremi che Marcello ha fatto sia a Trieste che a Roma? Forse, Marcello si sente troppo italiano ma non triestino oppure essendolo solo in parte, ma, a parte questa possibilità, forse, Marcello come tanti altri potrebbe considerare il movimento con sede in Piazza della Borsa 7 come uno dei tanti nulla di fatto che si sono presentati nel corso degli anni soltanto con scopi egoistici personali. Forse, Marcello può aver ricevuto soltanto qualche messaggio via internet da Trieste Libera attraverso uno degli associati, tuttavia, potrebbe essere necessario accertarsi attraverso un volontario che andasse a parlare con lui e che gli spiegasse come effettivamente stanno le cose, sopratutto, legalmente parlando. NOTA: Cosa disse il famoso premier inglese in carica durante la seconda guerra mondiale: io sono metà americano e interamente inglese! NOTA: Circostanze permettendo e non in pericolo eccessivo, io non riesco più a stare zitto e ad ubbidire come una pecora al sistema ed alle varie diramazioni di esso specialmente quando so di avere ragione e molto su cui lamentarmi su cose reali che non vanno bene e/o che sono ingiuste. NOTA: L'intelligenza dimostra di essere quello che dimostra di essere nei vari modi in cui essa affronta le varie circostanze con diverse difficoltà nei modi e forme migliori e/o più convenevoli. Se io avessi una attività e mi venisse la finanza per verificare se pago le tasse regolarmente all'Italia, una disposizione non estesa al TLT ma basata soltanto sulla ignoranza dei cittadini e sulla loro paura, io farei completa opposizione ai finanzieri specialmente se facessero finta di non capire e se fossero arroganti, dicendogli: io non pago un solo euro di tasse all'Italia, non ho intenzione di fermare il lavoro per causa vostra, si, al costo di combattere se ne avessi i mezzi e se fossi nella situazione di poterlo fare, ed eventualmente, vediamoci in tribunale per una o più udienze, per gradi superiori, e, anche con riflesso a livello internazionale, naturalmente. NOTA: Alcuni carabinieri e finanzieri, essendo dei militari, sono consapevoli del ACP 104 NATO, tuttavia, continuano a comportarsi come se lavorassero in territorio italiano. NOTA: Ma, che dire della Acegas, una azienda che fornisce acqua, luce e gas che da sempre è stata a Trieste? Ormai si è troppo italianizzata e la sua centrale è proprio in Italia. NOTA: Anche quando non si fa volontariato per la questione legale del TLT, può essere sempre utile parlarne anche per scherzo di modo da favorire tendenza sia tra i giovani che tra i meno giovani, sebbene, la restrizione ed il limite sia troppo abbondante. NOTA: Fra qualche giorno potrebbe intervenire l'ONU per liberare Trieste, visto che da alcuni giorni non c'è più l'illegale bandiera italiana che sventola dal punto più alto sito sul tetto del municipio? O forse, il comune ha fatto tirare via la nuova bandiera a causa del vento di Bora troppo forse che viene e che va specialmente in questo periodo dell'anno? Sarebbe bello il primo caso, ma, io penso che ci sia una futile ragione, oppure, qualcuno degli associati al vero movimento potrebbe anche aver convinto Cosolini a far tirare via la bandiera italiana, anche se si tratta sopratutto di una formalità. 

NOTA: Il diffuso vizio del fumo ed il fatto che una multinazionale domani potrebbe imporre a tutto il mondo i cibi geneticamente modificati, o, per lo meno questo è l'intento dei poteri forti e dei commercianti viaggiatori, tali tendenze e tale situazione dovrebbe favorire la decimazione della popolazione attraverso l'aumento dei tumori, una cosa che in parte si sta già verificando da molto tempo grazie al fumo di sigaretta, e, non solo. NOTA: L'imballaggio dei prodotti favorisce l'accumulo di rifiuti, e pure, l'imballaggio per la sicurezza seppure molto meno diffuso. NOTA: Grazie alla tanta propaganda che è stata assorbita, in che modo si potrebbe fare puzzare di pesce un nemico scomodo che dice la verità? Accusandolo e/o definendolo comunista! Di fatto, però, c'è sia il capitalismo che il comunismo che non va bene, come, d'altronde possono esserci dei capitalismi e comunismi un po' migliori in alcuni stati, sebbene, il sistema misto possa essere la miglior cosa. NOTA: Coloro che sono ciechi mentalmente in merito alla cospirazione a livello mondiale, sul programma delle scie chimiche, sulle verità nascoste del 11 settembre, sui metodi per far cadere nel momento giusto i governi scomodi e le situazioni non di comodo, compreso l'imminente giudizio da parte di Geova Dio, generalmente lo sono non per mancanza di intelletto ma sopratutto perché amano le cose che propone questo mondo, alcuni pensando di non poter far niente e volendo trascorrere una vita più tranquilla, tuttavia, non solo. NOTA: Negli Stati Uniti ci sono molti meno parlamentari, ed inoltre, essendo la popolazione americana più numerosa di quella italiana, tuttavia, negativamente parlando, i soldi e gli interessi economici sono ancora più determinanti nel fare andare in carica un dato senatore negli USA, ma, essendo la loro elezione a scadenza individuale e non come si verifica in Italia mediante successiva presunta elezione che coinvolge gli interi partiti, ma, che comunque rimangono sempre in politica gli stessi. NOTA: A livello internazionale stiamo assistendo ad una unione formale delle nazioni e ad un presunto maggior controllo delle popolazioni mediante varie strategie. Si, un pura follia: non avrebbero neanche dovuto proporre un processo di pace ed una dichiarazione di come portato a termine il processo di pace, cosa che solo il cristo può fare. NOTA: La Costituzione della repubblica italiana prevedeva tanti parlamentari anche per garantire che non possa subentrare di nuovo una monarchia? Il grande numero di parlamentari non è una totale garanzia contro la monarchia nel qual caso la manovra voglia essere fatto, ma sopratutto, l'attuale dittatura senza regole ed a favore dei corrotti che sono diventati intoccabili, ossia, la dittatura camuffata in democrazia che ora vige in Italia, sotto certi aspetti è una tra le peggiori dittature che ci possa non essere, inoltre, se una dittatura funziona bene può comportare molte meno spese per la politica rispetto a una repubblica piena di parlamentari e con alti costi per la politica, e, con esponenti politici che possono aver la pensione solo dopo due anni di legislatura, (ma, avendo sentito parlare di un politico che si è garantito la pensione avendo fatto un solo giorno di politica). Mentre, il cittadini normali in genere devono fare almeno 40 anni lavorativi prima di poter percepire la pensione. Si, una totale schiavitù ben camuffata. NOTA: La politica è corrotta mentre la maggioranza dei cittadini, oltre a non detenere vera sovranità, spesso non è neanche in grado di fare delle buone scelte quando va a votare, oltretutto, pressoché non essendoci un solo partito e candidato che dopo la campagna elettorale metta in pratica tutte le promesse fatte e agendo negli interessi della collettività. Che voti per una o per l'altra fazione, comunque sia, è una oligarchia che comanda, e, in altre parole, per quanto sbagliata sia la democrazia nelle sue scelte, nemmeno esiste la democrazia. NOTA: Che cosa ha proposto il bravo Cosolini per salvaguardare la salute dei cittadini ma mettendo sempre al primo posto gli interessi? La riduzione produttiva della ferriera da 37 mila tonnellate mensili a 34 mila tonnellate mensili. E' da oltre 30 anni che io ricordo di aver sentito un seguito senza fine di pantomime sulla ferriera, sul fatto che dovrebbe essere chiusa, sanificata, ecc, ecc, si, una infinita sequenza di pantomime simili a quella del grosso cambiamento per far lavorare di più il porto di Trieste, ma, che l'Italia ha pianificato di far morire come, per l'appunto, ha fatto per oltre 60 anni. NOTA: In Carso ci sono dei gruppi molto battaglieri, ma, essendo troppo isolati. Dovrebbero unirsi alla causa del TLT, e quindi, non mettendo al primo posto gli interessi personali e le cause personali, un po' come sta facendo Comuzzi che ormai si è probabilmente del tutto corrotto nel suo modo di pensare e per aver ricevuto poco o niente, ma, mettendo al primo posto la causa in comune riguardante tutto il territorio appartenente al TLT. Nota: La baia di Sistiana è stata rovinata dalla speculazione edilizia alla 'Tagliana. La gente del posto si è fatta comprare per pochi soldi, e dopo, il tutto è stato mandato avanti, dagli avvisi troppo vicini alla scadenza, dalla corruzione, dai finanziamenti. NOTA: Quale è il problema della maggioranza dei carsolini, una situazione un po' differente da quella della città? I cittadini che abitano nel Carso dovrebbero imparare, sopratutto a livello intimo, che per far valere i propri legittimi interessi dovrebbero mettere al primo posto la causa legale internazionale a favore del TLT. Ma, come si fa a comunicare con i carsolini e riuscire a convincerli fino nel profondo del loro intimo, e, dal momento che un gruppo molto agguerrito è riuscito ad ottenere qualcosa, nonostante la corrotta dittatura italiana camuffata in democrazia? Una cosa non facile e molto impegnativa, ma forse, non impossibile se su piccola scala, del resto, idem per la città. NOTA: Parlando in gergo triestino cosa si intende dire per quelli che stanno a guardare dalla finestra? Può trattarsi di quei cittadini che hanno un certo grado di consapevolezza sulla realtà del TLT, ma per lo più, essendo dei simpatizzanti e/o dei soci inattivi che forse sono un po' bloccati dal prendere posizione e/o dal fare volontariato sia dalla paura che dalle ansietà della vita. NOTA: I politici di turno, alcuni imprenditori e alcuni architetti, ci guadagnano pure sul nulla di fatto dovuto all'inattuabilità, ossia, ad esempio, per quanto riguarda il presunto passaggio del porto alla città, i consiglieri votano, mandano avanti l'istanza senza poter far niente, e dopo, politici e imprenditori e architetti si prendono i soldi avendo fatto assolutamente niente, e quindi, si parla di mazzette che possono corrispondere anche ai 17 mila Euro, si, delle leggere proprio alla 'Tagliana. E, alcuni di questi sanno come stanno le cose in relazione al trattato di pace, ma, di fronte alla “pila” o agli “scheit”, scelgono la cosa più conveniente per loro. NOTA: Essendo distratti facilmente si può passare con il rosso specialmente se si segue senza pensare il cammino di altri pedoni, tuttavia, anche i dissuasori mobili potrebbero far passare con il rosso il pedone novizio un poco distratto e/o confuso. NOTA: Oggi di, a Trieste non pagano le tasse i massoni possessori di un bar, ristorante od albergo, oppure, tutti gli associati al vero movimento che non hanno paura di far valere i propri diritti nei confronti del illegale Stato italiano. NOTA: Nel vero movimento e trattandosi di un movimento che è in grado di dare una buona formazione ai suoi soci volontari, ogni socio dovrebbe evitare di diffondere notizie non sicure e che potrebbero non corrispondere a verità. Inoltre, nel parlare alla gente, ci vorrebbe un approccio con la persona molto breve, sintetico e coinciso. NOTA: Può essere normale o con parziale colpa da parte dell'Italia se alcuni piccoli e medi esercizi commerciali si spostano ma rimanendo dentro alla città di Trieste o se chiudono i battenti, tuttavia, per colpa dell'Italia che ha seguito un piano studiato a tavolino, circa 40 grandi aziende sono sparite da Trieste, alcune per fallimento, ma, molte essendo state trasferite in Italia. NOTA: Molto meglio quando si parla uno alla volta, altrimenti, coloro che ascoltano e/o che comunicano possono fraintendere qualcosa od anche non capir niente, e spesso, proprio come accade ai dibattiti sulla politica o alle tribune politiche, e, proprio come voluto dai politici che desiderano il cittadino idiota e facilmente manovrabile per quanto riguarda le scelte nella politica. Inoltre, spesso e volentieri i politici rispondono ad una domanda sud un altro binario per sviare i telespettatori, si, sono senza fine. NOTA: Ci sono tante persone spesso acculturate e laureate che pensano e ragionano secondo la volontà di questo sistema malvagio di cose, e, se tu gli parli secondo verità, ti va bene se queste persone ti considerano un po' fuori di testa grazie al fatto che sei di famiglia o cos'altro. Questo sistema fa schifo e porta i suoi affiliati verso morte sicura, anche questa, uno schifo, per giunta, dopo una vita di sospiri, di breve durata e verso la fine pure senza speranza, si, come dire, meglio se non si fosse mai venuti all'esistenza.

NOTA: Che dire se qualcuno parlasse agli illuminati su di me dicendo che ho capito praticamente tutto sul loro modi di agire e di manipolare la gente? Ma, quelli come me sono una stretta minoranza, sopratutto, non per mancanza di intelligenza da parte di tutte le altre persone, ma, perché molti individui preferiscono mantenere la speranza in questo sistema, come se non ci fosse niente oltre a questo sistema ed alla effimera vita che ci resta da vivere. Oggi di, essendo molto vicino il tempo di giudizio apocalittico, si, proprio in un tempo che può cadere entro l'arco della nostra breve esistenza, non è che vada tanto bene mettere la testa sotto il cuscino o sotto la sabbia per non vedere e sentire niente, ma, per poter vivere tranquilli, per poter vivere con le cose semplici e senza timori, e, per poter dormire apparentemente più tranquilli alla notte. NOTA: Oggi di, in alcuni paesi come l'Italia, assistiamo ad un aumento esagerato di regole su regole ma con la politica ed i poteri forti che fanno sempre di più quello che vogliono. NOTA: Un lavoro per quanto non finito, può non dare troppe ansietà se nel procedere bene e ben annottato sulle cose che non sono andate bene e che devono essere ancora sistemate. (Mamma mia, in che e quanti squilibri che io sto vivendo). NOTA: Ci sono situazioni che all'inizio possono apparire molto negative ma che dopo si volgono particolarmente a favore, e, a volte basta soltanto riuscire a perseverare un poco ed abituarsi a certe avversità e cose a cui non si è abituati. NOTA: Il sistema è capillarmente così marcio che ogni sforzo e preoccupazione è inutile, nel qual caso si voglia riottenere alcuni diritti molto importanti che il truffaldino Stato italiano ci ha tirato via cercando di violare di nascosto molte norme importanti del trattato di pace del 1947? Inoltre, essendoci anche la colpa dal stesso consiglio di sicurezza delle nazioni unite che non ha monitorato l'amministrazione fiduciaria dell'Italia sul TLT, e quindi, potendo avere anche l'ONU un certo grado di colpa? Con la legalità e se ci sono degli interessi importanti, forse, ne potrebbe valere la pena almeno fino al aprile-maggio del 2016! (Questa è soltanto una delle mie tante analisi di massima, tuttavia.) NOTA: Giorgio Marchesich usa diverse strategie per cercare di avere più conoscenze e contatti su Facebook, tuttavia, ambendo troppo al posto di sindaco continua a commettere il grosso errore a volersi candidare presso le liste italiane, forse, come se si trattasse di una via più facile e che si può portare a termine. NOTA: Anche se fosse vero che il Tale dei Tali avesse la traduzione in inglese del trattato di pace relativo al TLT, non significa che sia un agente segreto che lavora per conto dell'ONU. NOTA: In seno al vero movimento ognuno dovrebbe capire di far parte di una squadra che lavora tutta insieme, e quindi, gli interessi personali e le proprie brame di potere e i propri desideri di gloria e di preminenza, dovrebbero essere lasciati a parte, in quanto, sconvenevoli e non adeguati a soddisfare le varie circostanze e gusti di tutti i soci. I propri punti di vista non necessari si possono esprimere ma lasciando libertà di scelta ed il rispetto reciproco. Comunque, inutile parlare per troppo tempo di cose vane non alla altezza della causa che perseguiamo tutti insieme. NOTA: Che dire se per qualcuno la forma artistica del palazzo Liberty in Piazza della Biorsa fosse depauperata dalla scritta di Trieste Libera sulla veranda e da altre frasi attinenti? Prima la sostanza e gli interessi di tutta la città e del suo porto franco internazionale, e dopo, tutte le scritte sulla veranda potrebbero anche essere tolte, e forse, con il movimento che cambierà pure la sua sede, tuttavia, essendo una eventualità. NOTA: F. L.. può vedermi male per quello che potrei avere pubblicato in rete e sul principale social network tuttavia potrebbe vedermi bene dal punto di vista che sono di parola e spesso presente come socio nel volontariato, e spesso, è dalla continuità del impegno o non che si distinguono alcune persone sia in bene che nel meno bene o nel male. NOTA: (Io non mi sono fatto idolo di nessun uomo politico e non considero nessun uomo infallibile, e quindi, non considerando come oro colato tutto quello che dice un leader di un movimento, seppure, onesto lui e ben “affiatato” il movimento): In seno al movimento R. G. è molto bravo nel mandare avanti le questioni legali, tuttavia, anche lui dovrebbe imparare ad essere un buon ascoltatore per quanto riguarda alcuni aspetti organizzativi, sul come comunicare alla gente e sulle modalità più efficaci per il volantinaggio. Se io ho capito quale potrebbe essere il miglior volontariato nel dare volantini, nel parlare con la gene più o meno disponibile e nel invitare le persone native di Trieste a firmare la delega, magari, stando anche davanti al banchetto, e, salutando in modo adeguato le persone con cui parlerò, io lo faro in nel modo che ritengo più efficacie, e quindi, non eseguendo un qualsiasi disposizione da R. G. sul come fare il volantinaggio, a parte, sul fatto che le informazioni date alle persone devono essere corrette. NOTA: Anche sul tema della politica e della giustizia spesso si può ben descrivere una situazione mediante un breve discorso per principio. NOTA: Importante salutare la gente ed eventualmente parlare di alcuni argomenti che possono interessare direttamente la persona, ad esempio, il fatto che i cittadini di Trieste e le imprese appartenenti ai paesi firmatari, compresa Trieste e dintorni, hanno il diritto di non pagare le tasse italiane e il debito pubblico dello stato italiano. Molta gente è stata cotta a fuoco lento dalla politica italiana anche per 61 anni, e quindi, è essenziale aver tatto e non arrabbiarsi quando si parla del TLT alla gente di passaggio per strada, inoltre, i soci volontari come rappresentanti dello Stato sovrano del TLT hanno il dovere morale di comportarsi bene e di far fare bella figura come di mente superiore allo Stato del TLT. Il messaggio del TLT dovrebbe poter essere trasmesso anche a tutti i gruppi di tutori dell'ordine, seppure, al servizio dello Stato italiano. NOTA: Generalmente non conviene prendersela con chi è già stato avvisato ma che si mostra caparbio dando l'impressione di non voler capire, in quanto, se le cose volgeranno per la giusta direzione dopo la situazione gli si rivolgerà contro se non si adegueranno, pur potendo esser questa nei loro interessi. NOTA: Che cosa ci vuole di indispensabile ad un socio del vero movimento? Essere consapevole sia del difetto di giurisdizione che della continuata esistenza del TLT fino ai nostri giorni, 2015-2016. Ma, quando c'era il servizio militare obbligatorio esteso anche ai cittadini di Trieste, ossia dal anno in cui il prefetto di Trieste fu indotto dallo Stato italiano ad estendere l'obbligo di leva, venivano imposte due alterative: o firmi una carta in bianco su cui dopo veniva apposto il timbro come volontario oppure vieni subito spedito in Italia in un carcere militare. Ma, oggi di, il movimento chiede dal mezzo milione di euro al milione di Euro per cittadino di Trieste che ha dovuto fare il servizio militare o la galera per conto di un altro Stato, l'Italia. NOTA: oggi di, ci sono tanti cittadini che si lamentano della politica e di come vadano sempre in peggio le cose, ma, molti di questi vogliono continuare a credere alle continue promesse da parte della politica come se non avessero altra alternativa, inoltre, i cittadino sono troppo apatici per credere in una soluzione ed hanno la tendenza a dire in cuor loro: che facciano gli altri, i politici, il lavoro che dovrebbero fare a favore di miei interessi, ma ovviamente, la situazione non volgendo mai verso il meglio, ma, sempre di più di male in peggio, per giunta, con i cittadini sempre di più abituarti a ragionare contro i loro stessi interessi grazie alla cottura a fuoco lento da parte dell'Italia e dei poteri forti. NOTA: L'Italia non ha messo in pratica le norme a lei scomode del trattato di pace del 1947? Anche se è vero che diversi trattati ed alleanze sono state violate nel corso di questi ultimi cento anni, e, non solo, un cittadino di Trieste medio potrebbe dire all'Italia. Vista come entità politica: beh, allora, se voi politici e giudici ed agenti segreti potete fare quel c-o che volete, e, se la politica è più importante del diritto, togliamo ogni legge e lo Stato di Diritto e così che dettino legge i più furbi e i più potenti e che ognuno faccia quel c-o che vuole. NOTA: Generalmente alle cose non vere a favore dell'Italia ed ai fatti negativi spesso a scapito dei falsi indipendentisti, viene data notizia e molta enfasi per scoraggiare i cittadini, mentre, pressoché tutti i successi da parte del vero movimento vengono taciuti e/o tata poca enfasi e/o distorti dai media. La corrotta politica italiana ed i media in Italia e sotto l'Italia emanano una tra le peggiori dittature della storia, sopratutto, dal punto di vista psicologico e finanziario. Inoltre, l'Italia si dichiara contro il fascismo, tuttavia, come entità politica si comporta da stato fascista, tra l'altro, molto probabilmente c'era più onestà e rispetto della proprietà da parte del fascismo degli anni 40 che di questo attuale fascismo particolarmente corrotto e camuffato in democrazia. NOTA: Due macchine, presumibilmente di un socio tra i gruppi dei falsi indipendentisti, sono state sequestrate? Prima di tutto bisogna capire per che motivo, inoltre, i falsi indipendentisti non ricevono una adeguata difesa legale oppure non la ricevono affatto mentre le colonne di quel falso movimento, oggi nel dicembre 2015 c'è ne sono tanti, ambiscono a poter entrare nelle poltrone della politica italiana. NOTA: Probabilmente, vista la troppa confusione creata a dock dalla politica italiana che ha fatto leva sulle persone più corruttibili per creare i tanti gruppi di liste per Trieste connesse alle liste italiane oggi esistenti nel dicembre 2015, potrebbe esser meglio non mettere mai mi piace sui post pubblicati dai falsi indipendentisti, compresi quelli da parte di Marchesich, che ha creato anche la pagina di Trieste austroungarica, nel contempo, poterebbe esser meglio togliere tutti i contatti di Facebook con i gruppi connessi alle liste italiane, di modo che, se le Nazioni Unite ci osservano anche da come ci comportiamo su internet, possano vedere che noi soci del vero movimento non abbiamo niente a che fare con tutti questi falsi indipendentisti connessi con le politiche di un altro Stato, l'Italia. NOTA: Un rappresentante del vero movimento non dovrebbe mai scaturire perdendo la calma con le persone indecise ed apparentemente stupide e/o assurdamente impaurite dall'Italia, dopo tutto, siamo stati cotti a fuoco lento dall'Italia per circa 60 anni, ovviamente, per tutti quelli che esistevano fin da prima del 1954 o che hanno ricevuto le informazioni distorte in seguito dai loro genitori ed altri conoscenti. Un comportamento ostile può allontanare una persona che forse potrebbe capire e che ha solo bisogno di un po' di tempo per capire e per accettare la realtà nascosta del TLT, inoltre, un comportamento discutibile può contribuire a rovinare l'immagine del vero movimento, e, per quanto meravigliosa e inappellabile sia la sua battaglia legale, psicologica e commerciale a livello internazionale. Comunque sia, visto che generalmente le nazioni Unite intervengono spesso senza successo ma solo in caso di spargimento di sangue, lo stesso, la speranza non la si dovrebbe considerare nulla, in quanto anche la massoneria bancaria potrebbe avere diversi interessi al presente e nel immediato futuro, ad esempio, sia per la maggiore credibilità che potrebbe acquisire l'ONU che per la maggiore crisi che si spargerebbe in Italia grazie al porto franco internazionale di Trieste che avrebbe potuto cominciare a lavorare molto di più e riprendendosi il lavoro che l'Italia gli ha tolto per darlo ai suoi porti settentrionali L'ONU interviene solo in caso di spargimento di sangue? Inoltre, l'ONU non ha il potere di liberare gli stati dalla oppressione da parte di altri stati? Se la massoneria considerasse questi aspetti, pur essendo diabolica e distruttiva, potrebbe spingere od aiutare sia i paesi firmatari che l'ONU a liberare Trieste dalla occupazione italiana come falso amministratore fiduciario. NOTA: La non risposta della Garuffi può corrispondere ad un assenso tacito alla nostra disubbidienza fiscale, per ora compiuta circa da 300 persone, tuttavia, il fatto che la Garuffi non abbia risposto di, si, dandoci ragione ma facendosi nemica dello Stato italiano, o, che non abbia risposto di, no, potendo compiere ulteriore violazione del Trattato di Pace, ha acconsentito ad Equitalia ed alle agenzie delle entrate ad agire avanti pretendendo le tasse anche dai cittadini che hanno cominciato a fare disubbidienza fiscale. Eventuali danni causati da questa non risposta che avrebbe dovuto verificarsi anche per le stesse leggi italiane, verranno giustamente attribuiti anche alla Garuffi che non ci ha mai dato alcuna risposta. (Probabilmente lo Stato italiano può aver intimato alla Garuffi di agire in un certo modo e di non esercitare pienamente tutti i suoi poteri, oltretutto, circa per metà gennaio la Garuffi dovrebbe andare in pensione). NOTA: Specialmente nei decenni successivi alla seconda guerra mondiale, l'Italia ha cercato di inculcarci la paura dell'introduzione del comunismo da parte della Jugoslavia, per farci percepire l'Italia come liberatrice da questo nemico, ma, di fatto, volendo lo Stato italiano farci dimenticare il TLT. NOTA: Come spesso gli estranei possono essere più ricettivi, anche gli stranieri sono più consapevoli della esistenza del TLT rispetto ai cittadini che oggi abitano a Trieste. NOTA: Internet e il computer è una cosa ok se lo usi con moderazione ossia senza sforare i tempi e per cose giuste, lo stesso dicessi se si usa il computer per diffondere la letteratura relativa al TLT: bisogna trasmettere informazioni esatte in linea con il vero movimento e senza mai usare linguaggi scurirli e antisemiti. NOTA: Questa non è la priorità, ossia, il vero movimento non lavora per l'arrochimento di alcune persone cardine come di solito si verifica nella odierna e passata politica, ma, il movimento di Trieste Libera con Giurastante e Parovel crede in quello che fa e lo vuole fare bene, e quindi, il vero movimento non si accosta alla grandi aziende sopratutto per avere soldi, ma, le invita a prendere posizione a favore del TLT e di alcuni diritti anche a favore delle aziende stesse che ne possono usufruire, e, naturalmente, se l'azienda fa da sponsor, tanto meglio in quanto il movimento necessita di soldi e di finanziamenti per poter portare aventi più facilmente la battaglia legale, tuttavia, non essendo il accumulare soldi la priorità del movimento, come dire, senza soldi oggi di non si fa niente, o, quasi niente. NOTA: Il TLT e il porto franco internazionale di Trieste, naturalmente, possono essere di vantaggio sia ai cittadini che sono residenti a Trieste, e, ancor più se risultano essere nativi di Trieste, secondo una certa legge emanata negli anni 40, che per tutti coloro ed aziende ed industrie di fuori ma che compiono lavoro e/o vendita anche nel Territorio Libero Di Trieste, essendo questo, esente dalle tasse e dal debito pubblico dello stato amministratore, visto che lo statuto del TLT prevede che il TLT sia amministrato da un altro Stato firmatario e/o rappresentato dalle Nazioni Unite, idem se si tratta di una organizzazione internazionale rappresentata dalle Nazioni Unite e le Nazioni Unite stesse. Oggi di, siamo governati da Satana, non c'è di che, tuttavia, le rispettive autorità sono permesse da Geova Dio, vedi Romani capitolo 13, fino alla scadenza del tempo utile fissato da Dio, oltretutto, se ci fosse la totale anarchia, essendo molta gente non in grado di vivere senza delle imposizioni, la vita e la nostra incolumità sarebbe molto più spiacevole ed a rischio. (Comunque sia, per tutte le aziende che un domani potrebbero investire mettendo delle filiali o basi nel TLT, lo spazio disponibile nel TLT che potrà essere usato non è infinito, mentre, un discorso un poco diverso per l'utilizzo del porto franco internazionale che è a disposizione anche delle stesse industrie ed aziende che per ora lavorano ancora in Italia). NOTA: Che si potrebbe dire al comunista, al fascista onesto e a chiunque sia tifoso di uno od altro partito, non necessariamente italiano? Prima deve venir rimpiazzato il TLT ed i nostri diritti da uno stato democratico e sovrano, e poi, tutto il resto purché nella legalità degli allegati del trattato di pace del 1947, cosa molto ben fatta e con lungimirante intendimento. Si, oggi di qui a Trieste ci sono tanti cittadini che parteggiano per l'America, nonostante che la sua politica sia guerrafondaia e sotto la supervisione dei poteri forti, tuttavia, questi stessi cittadini rigettano alcune cose che provengono sia dagli USA che dal UK, e, tra queste cose c'è anche il trattato di pace e il TLT che ad alcuni appare scomodo e/o antipatico e/o cosa UFO del tutto fuori luogo, storicamente, culturalmente e forse legalmente parlando. NOTA: Il volontario intraprendente e intelligente del movimento dovrebbe anche cercare di rubare con l'occhio alcuni dettagli e dovrebbe cercare di rubare con la mente alcune opportunità, anche se non direttamente consigliate dal movimento, tuttavia, avendone la conoscenza ed intendimento per poterlo fare. A volte basta soltanto un po' di impegno mentale in più e spirito di iniziativa in più. NOTA: Noi che abitiamo e/o che lavoriamo a Trieste abbiamo come una miniera d'oro, e quindi, siamo degli sciocchi se non ne usufruiamo soltanto per colpa di alcuni truffatori che vogliono ingannarci approfittando del loro ruolo istituzionale, tra l'altro, anche fuori giurisdizione. NOTA: Al limite, a me va anche bene, se quando faccio volantinaggio parlando anche alle persone più o meno disponibili, incontro una persona che risponde e fa le domande come se fosse l'avvocato del Diavolo, ma, basta che si tratti di una persona onesta. Inoltre, mi sento più spronato se mentre faccio volantinaggio mi sta osservando la colonna principale del movimento, e, anche per il fatto che manifesta uno spirito giusto ed in armonia con la causa legale in comune per il TLT, si, assolutamente non come fanno gran parte dei politici di professione. La Digos può apparire amichevole ma non essendoci amica, d'altronde alcuni agenti dello polizia municipale possono essere quasi del tutto ostili al movimento ed ai suoi rappresentanti, mentre, se ci sono alcune spie in seno al movimento e tra gli associati non è questo il maggiore problema e neanche se vi fossero appostate delle cimici, ma, quello che è forse più importante, sopratutto per me, è che mi sono liberato del consiglio e del rapporto di un mio falso amico che forse avrebbe potuto rivelarsi ancor peggio del mio peggior nemico. Ma, i buoni risultati potrebbero arrivare anche da parte di una persona che prima è stata discriminata e/o trattata male da qualcuno generalmente più problematico, si, ma, un poco come quando una donna od un negro con alcune capacità c'è la mette tutta o si mette di più di impegno per cercare di dimostrare agli altri componenti del gruppo che vale anche lui o lei. NOTA: La delega per la rappresentanza di Stato del TLT può essere firmata soltanto da cittadini nativi di Trieste, ossia, con almeno un famigliare nato a Trieste entro il 1940 o che sia nato a Trieste, mentre, per la carta dei diritti dei cittadini e delle imprese potevano firmare tutti i cittadini appartenenti ai paesi firmatari del trattato di pace del 1947. NOTA: La battaglia legale e mediatica è importante, tuttavia, anche il tempo e la disponibilità delle persone che fanno volantinaggio e banchetto non devono essere sprecati. Una battaglia legale ed economica eccellente può essere un po' rovinata se, ad esempio, i fogli per le deleghe al I.P.R. sono circondati dalla troppa riservatezza e diffidenza in quanto con banchetti e volantinaggio e discussioni si riesce a far firmare molte meno deleghe. NOTA: Ma, che dire se un Roberto Cosolini od Ettore Rosato si trovasse a fare un dibattito pubblico con Andrea Goitan? Per il politico italiano fuori giurisdizione nella provincia di Trieste che non esiste, metaforicamente parlando, sarebbe come fare un incontro di pugilato con Mike Tison. NOTA: Anche se una persona fosse di parte per l'Italia, se fosse onesto non dovrebbe opporsi a Trieste Libera in quanto è proprio la politica corrotta dello Stato italiano che ha violato sia il trattato di pace che le stesse sue leggi fondamentali e non. NOTA: Considerando che lei ha partecipato a mettermi al mondo e tutto quello che lei ha fatto per me quasi fino ad oggi, quanto meno io sento il dovere di andarla a trovare, salvo nei periodi in cui andarci mi facesse troppo male e non essendo neanche piacevole a lei. NOTA: Dal dicembre del 2014, periodo di tempo in cui mia mamma non mi sosteneva più da un po' di tempo, essendo ormai abbastanza sicuro che sarebbe subentrato il TLT, io ho smesso di pagare tutte le bollette Acegas e di EstEnergi, e, per ora essendo nel settembre 2015 la luce e il gas non mi è stato ancora chiuso. Il problema principale per me è la corrente, tuttavia, io intendo perseverare fino al cambiamento che ormai è sicuro pressoché al 99%. se non ancor più in maggiore percentuale. NOTA: Nel 54 l'Italia ha fatto una manovra per interpretare una annessione di Trieste all'Italia, facendo venire molti italiani a Trieste, promettendogli posti pubblici sicuri, spingendoli ad accogliere positivamente i bersaglieri, ma, l'Italia facendo tribolazione economica ai cittadini nativi di Trieste affinché emigrassero in altri paesi. Un cittadino che abita a Trieste che ha partecipato a questa manifestazione pantomima crede fermamente che Trieste sia diventata subito Italia. NOTA: La massoneria è contro gli indipendentisti, tuttavia, la liberazione di Trieste potrebbe dare dei vantaggi diretti e indiretti anche alla diabolica massoneria che comanda il mondo da dietro alle quinte. NOTA: A casa mia fin dall'inizio di ottobre subisco i sprechi sul riscaldamento ed i 25 gradi non di raro. Ancora per qualche giorno, e, come ho deciso di non pagare la stagione 2014-2015, potrei decidere di non pagare al amministratore anche la stagione di riscaldamento centralizzato che va dal ottobre 2015 al aprile 2016. Secondo una norma europea fuori giurisdizione, entro la fine del 2016 verranno imposte le valvole termostatiche a tutti i condomini, quando, si poteva già risparmiare qualcosa sul riscaldamento avendo soltanto un po' di buon senso? se queste valvole termostatiche hanno dei svantaggi, come ho sentito parlare proprio al movimento di Trieste Libera, io rifiuto di farmele mettere, oltretutto, per me è una spesa non indifferente, salvo che non mi aiuti mia mamma, ma, che poi, c'è la seccatura per l'esecuzione dei lavori per la messa in posa sui caloriferi delle valvole. NOTA: Anch'io faccio lo st-o: Che dire se un amministratore di stabili da 10 anni si assicura alla Generali per proteggersi dagli sbagli contabili? Inoltre, che dire se lo stesso amministratore assicura l'appartamento di suo figlio contro determinati sinistri? Se l'amministrazione stabili chiudesse l'attività con 250-300 mila euro in perdita o in debito, l'assicurazione Generale invece di rispondere immediatamente pagando subito tutti i debiti, può non rispondere per mesi e mesi, così, se dopo l'ex amministratore decidesse di far causa legale alla assicurazione per il fatto di essere stata sempre coperta dalla polizza ma non avendo ricevuto il risarcimento, l'assicurazione avrebbe potuto controbattere alla denuncia affermando che l'amministratore ha truffato tanti condomini facendoli pagare due volte alcune spese condominiali, per giunta, l'ex amministratore di stabili nel chiedere risarcimento alla assicurazione, dopo, si sarebbe tenuto tutti i soldi. Dopo questa ingiustizia, forse, l'assicurazione Generali potrebbe non cercare più di intimorire il figlio per pagare una assicurazione non obbligatoria come se fosse obbligatoria. Comunque sia, visto che l'Italia è in difetto di giurisdizione nel TLT, se io personalmente dovrò pagarmi le spese condominiali, e, visto che fino alla fine del 2014 si sono preoccupati i miei genitori, io non ho più intenzione di pagare la polizza di assicurazione che paga il mio amministratore stabili, anche se tale pagamento della assicurazione fosse stato deciso dalla maggioranza dei condomini o per una legge italiana. Le banche ed assicurazioni spesso e volentieri si dimostrano peggior della mafia, e, visto che mia mamma non è stata risarcita da questo pezzo da 80 del capitalismo, io non intendo più pagare il pizzo alle assicurazioni Generali. Ovviamente, io ho nutrito anche alcuni dubbi sia su mia mamma che su mio fratello, inoltre, non dovrebbero esistere circostanze di carattere finanziario troppo complicate che mia mamma non avrebbe potuto farmi capire, oltretutto, più di una volta mia mamma si è irritato per il solo fatto che io abbia menzionato le Generali, e prima, con quale assicurazione ti sei assicurato per 10 anni senza mai essere scoperta? Forse, la mia famiglia mi è ancora amica o forse mi vuole escludere come se fossi una pecora nera, evidentemente, non conforme a questo schifo di sistema. Personalmente, ora io non mi sento in grado di affrontare la situazione di vita quando subentrerà il crollo del sistema, tuttavia, io so che chi entra nel beneplacito di Geova dio prima del falso grido di pace e sicurezza, potrà avere il sostegno anche durante la grande tribolazione, pur potendo essere messo duramente alla prova anche durante tutta la grande tribolazione ed in particolare al suo culmine. NOTA: Non poche persone, in apparenza più brave, hanno scoperto in modo blando la verità riguardo a Trieste? La prova, la convenienza e la paura hanno disperso quasi tutti dal seguire la causa e dal seguirla nel modo giusto. Per giunta, ora la causa rischia di naufragare per mancanza di cittadini che prendono posizione? Oppure, la causa legale e gli interessi da parte di alcune nazioni cominceranno a porre in essere il cambiamento dell'amministratore, visto che di solito l'ONU non interviene se non in caso di spargimento di sangue ed essendoci sempre tante problematiche in varie parti del mondo fin dal 1947? (Nel 47 c'è stato il trattato di pace che ha posto fine alla guerra in modo ufficiale, ma, purtroppo in questo ultimo secolo sono state violati non pochi accordi ed alleanze fatte nei vari trattati di pace!) NOTA: Alcuni soci non sinceri a lieve condizione avversa di un certo tipo, potrebbero anche mollare e/o distanziarsi per un poco, comunque sia, io penso che continuerò a fare volontariato almeno fino al aprile del 2016 ed eventualmente dopo continuerò soltanto a prendere posizione firmando ciò che proporrà il movimento. NOTA: Può trattarsi di una cifra molto approssimativa, ma, comunque sia, si tratta di un grande debito che l'Italia ci dovrebbe pagare per tutti i danni diretti e indiretti che ci ha fatto nel corso di questi ultimi 61 anni: se l'Italia ci dovesse ripagare tutti i danni fatti, tutte le perdite per mancarti lavori e investimenti ed eventuale mora, potrebbe doverci dare circa 6 milioni di Euro a singolo cittadino di Trieste. Si, gli abusi che abbiamo sentito sono immensi, eppure, se io parlo con alcune persone a me vicine, queste possono rigettare ogni mia affermazione, non avendo io voce in capitolo ed essendo queste persone succubi delle informazioni ufficiali che pervengono dai media. NOTA: Da che io ricordo, negli anni 60-70-80-90 i bus venivano usati per molto più tempo, infatti, fin verso l'anno 2000 c'erano ancora bus di fine anni 60 che circolavano. NOTA: Ragionando con logica e per principio può esser più facile capire se una data cosa è per esposizione e/o se è in vendita. NOTA. Se l'operatore sbaglia o se tu non ti sei accorto di una cosa, generalmente non sarebbe giusto che rifai la fila, tuttavia, c'è caso e caso, e, chi riesce ad emanare sempre una giustizia equa? NOTA: Quando una persona si lava poco dopo molti giorni o non si lava del tutto, questo può fargli perdere molte amicizie e molti rapporti interpersonali, e, anche se la persona non fosse ammalata dal punto di vista mentale. In genere gli ammalati mentali tendono a trovare o vorrebbero trovare l'amicizia o buon rapporto con gli operatori di psichiatria, tuttavia, ogni storia è a se. NOTA: Spesso mi è capitato di voler prima fare il brutto e più antipatico lavoro per “sbagazzarlo” al più presto, e dopo, i lavori presumibilmente più piacevoli. NOTA: Alcune guarigioni sono lente come la ritirata dei nazisti dal territorio russo verso la fine della seconda guerra mondiale, tuttavia, essendo lo stesso delle convalescenze che si concludono in completa guarigione. NOTA: Nella attesa assurda per colpa del sistema st-o, per giunta, con musica alla improvvisata, lo stesso, meglio aspettare fino all'ultimo per vedere se si salva. Un servizio scadente, perditempo e per così dire bastardo, i biglietti del Bus sempre più cari essendoci nella TT anche Cosolini, inoltre, approfittando sul fatto che la provincia di Trieste non esiste, (si, come l'Italia come entità politica fa la st-a con noi, ora, anche io faccio lo st-o, tuttavia, non essendo tanto ok dal punto di vista spirituale), da una politica corrotta collusa con la mafia che spurga la qualità dai servizi per trattenersi parte dei soldi, da una politica in parte ignorante sul trattato di pace e spesso senza amore per la città di Trieste che, nel caso che tu dicessi la verità su di loro, e, avendo un po' di voce in capitolo, subito ti denunciano ritenendosi intoccabili, beh, io mi comporto nel loro confronti come se fossero dei nemici, per giunta, non riconoscendoli come autorità costituite, tuttavia, io non comportandomi come un balordo, naturalmente. I politici corrotti dovrebbero esser trattati come una persona del tutto inaffidabile e con cui non si vuole aver niente a che fare, ma, il problema è, che i politici italiani fuori giurisdizione hanno ancora il potere e la forza in virtù della ignoranza della maggioranza dei cittadini che in buona parte sono anche sviati nel loro modo di pensare. NOTA: Due soci volontari hanno cominciato ad ipotizzare di fare un giro in moto nel porto nuovo, giustamente senza chiedere il permesso? Ok, tuttavia potendo subire un abuso di potere per questo affronto ai 'tagliani, meglio se prima ne parlano a R. G. e dopo se qualcuno mi portasse con lo scooter verrei volentieri anch'io. NOTA: Ma, con la venuta del TLT, se ciò si verificherà nonostante i troppo pochi cittadini che prenderanno posizione e che hanno preso posizione, comporterà l'annullamento di alcuni debiti ed eventuali risarcimenti da parte dell'Italia? Tuttavia, potrebbero dover essere aperte ulteriori cause legali. NOTA: Nel farsi assumere come rappresentanti, spesso bisogna stare attenti a non farsi sfruttare e cenando al più presto di fare un discorso chiaro per prendere o lasciare. Anche in questo settore ci sono state molte truffe sia per i clienti che per i dipendenti sempre di passaggio. NOTA: Nel voler fare le cose troppo in fretta, si potrebbe operare come un cuore che va in aritmia maligna, con i battiti molto più veloci ma molto meno efficaci. Altre volte invece, la mossa audace ne valeva la pena, ma, deve esser calcolata. NOTA: in ospedale non obbligati a dirti che malattia hai e che infezione hai? Se è vero può esserci lo zampino dei così chiamati illuminati. NOTA: (Copiato e incollato): No, non è ancora il momento dell’orecchio. Yahoo è riuscita ad eliminare l’uso delle password per l’accesso alla posta elettronica con un metodo davvero ingegnoso, seppur non rivoluzionario. Spesso abbiamo scritto dell’importanza dell’autenticazione a due fattori per bloccare meglio l’ingresso di indesiderati all’interno del proprio account, ma qui si va oltre. In tempi non sospetti Yahoo aveva introdotto il doppio processo di identificazione permettendo agli utenti di ricevere un ulteriore codice di sicurezza sul proprio cellulare, dopo aver digitato il nome utente e la password. Purtroppo il sistema non è stato quel successo che l’azienda sperava, tanto che gli ultimi dati parlano di un’adozione del 4% sul totale di chi ogni giorno utilizza Yahoo Mail, circa 225 milioni di persone. La soluzione: Ecco allora la soluzione: invece della ricezione di un ulteriore codice da inserire nella maschera del sito, chiunque adesso può ottenere una notifica push sullo smartphone da accettare con un click per poi entrare nella sua casella di posta. Il funzionamento è tanto semplice quanto completo: se non si possiede il cellulare con il numero di telefono certificato, nessuno potrà insediarsi nell’email per rubare informazioni e leggere i messaggi ricevuti ed inviati. Come funziona: Il sistema si chiama Account Key ed è già attivo per chiunque abbia un indirizzo di posta Yahoo e presto arriverà anche per le altre app del gruppo, come Tumbrl, Flickr, News Digest e così via. Anche in questo caso si tratta di un sistema di autenticazione a due fattori, però più semplice. Fare a meno di un secondo codice può sembrare una rinuncia minima, ma per chi usa Yahoo di frequente e vuole mantenere un livello di sicurezza adeguato, si tratta di un vantaggio non da poco. Anche le Poste: Yahoo non è la sola ad aver adottato un escamotage del genere per semplificare la vita ai suoi clienti. Poste Italiane ha “invitato” gli utilizzatori delle proprie app (iOS e Android) ad associare presso gli Uffici un numero di telefono al conto personale entro la metà di settembre. Il beneficio è che per controllare le finanze ed effettuare operazioni in mobilità adesso non c’è più bisogno di inserire password lunghe e complicate visto che l’ingresso avviene in automatico attraverso il telefonino con numero verificato. NOTA: (Copiato e incollato): Google: chiave usb protetta da scrittura: Come formattare una chiavetta USB protetta: di Salvatore Aranzulla Stai tentando di formattare una chiavetta USB ma non ci riesci perché Windows ti dice che il drive è protetto dalla scrittura? Se il dispositivo in questione non presenta levette per attivare/disattivare la scrittura dei dati o non riesci a formattare il drive nonostante la protezione sia disattivata, devi agire a livello software. Questo significa che devi regolare le impostazioni di Windows o utilizzare apposite utility che consentono di formattare le chiavette USB anche quando queste risultano “bloccate”. Puoi provare vari metodi per riuscirci. Per scoprire in dettaglio quali, continua a leggere. Qui sotto trovi diverse procedure per formattare una chiavetta USB protetta illustrate passo dopo passo: con una di esse dovresti riuscire a risolvere il tuo problema senza inutili perdite di tempo. Se vuoi scoprire come formattare una chiavetta USB protetta, il primo tentativo che ti consiglio di fare è recarti nell’Editor del registro di Windows e disattivare da lì la protezione dalla scrittura dei drive USB. Premi dunque la combinazione di tasti Win+R sulla tastiera del PC per richiamare lo strumento Esegui…, digita in esso il comando regedit e premi il tasto Invio. Nella finestra che si apre, utilizza le cartelle collocate nella barra laterale di sinistra per recarti nel percorso HKEY_LOCAL_MACHINE SYSTEM CurrentControlSet Control StorageDevicePolicies, fai doppio click sulla chiave WriteProtect ed imposta il suo valore a 0. Se non trovi la cartella StorageDevicePolicies, creala facendo click destro sulla cartella Control e selezionando la voce Nuovo > Chiave dal menu che si apre. Per creare la chiave WriteProtect, clicca invece con il tasto destro del mouse sulla cartella StorageDevicePolicies e seleziona la voce Nuovo > valore DWORD dal menu che si apre. Adesso riavvia il computer e prova a formattare nuovamente la tua chiavetta USB. Se tutto è andato per il verso giusto, dovresti riuscire a completare l’operazione senza alcun problema. Un altro modo per formattare una chiavetta USB protetta è utilizzare lo strumento diskpart. Avvia dunque il Prompt dei comandi tramite il suo collegamento presente nel menu Start o nella Start Screen di Windows (su Vista e successivi devi avviarlo come amministratore) e dai i seguenti comandi: - diskpart - list disk (qui devi individuare la chiavetta da formattare) - select disk x (dove x è il numero associato alla chiavetta USB da formattare) - attributes disk clear readonly – clean - create partition primary - format fs=fat32 – exit. In alternativa, puoi provare l’utility HDD LLF Low Level Format Tool che consente di formattare le chiavette USB e gli hard disk in maniera avanzata. Per scaricarla sul tuo PC, collegati al suo sito Internet ufficiale e clicca sul link HDD Low Level Format Tool ver.4.40 che si trova a metà pagina. A download completato, avvia il programma HDDLLF.4.40.exe e clicca prima su Agree e poi su Continue for free. Nella finestra che si apre, seleziona quindi la penna USB da formattare e fai click su Continue. Recati infine nella scheda Low-level format e clicca su Format this device per avviare la formattazione del dispositivo. Seguendo una possibile via più facile, anche se l'Inux non ha sbloccato, potrei farmi togliere la scrittura da una persona che possiede il sistema Mec? ne dubito, tuttavia. oppure, dovrei cercare di seguire questa procedura o di farmi aiutare da uno che se ne intende. Cose che non occorrono descrivere, ma, che si fanno. NOTA: Se una modifica o ampliamento può comportare troppe problematiche, potendolo fare, può esser meglio ricercare bene gli spazi ancora disponibili ed eventualmente spostando o tirando via le cose inutili e/o di banale importanza che sopratutto riempiono ed eclissano le cose mediamente e/o più importanti. NOTA: Nel parlare contro i politici corrotti, ma, nel affermare che sarebbe sbagliato riaprire un campo di sterminio per eliminarli tuttavia proponendo qualcosa di peggio consistente nella immediata perdita di tutte le loro ricchezze, almeno, tra tutto quello che hanno rubato attraverso la politica dei privilegi e dei buoni affari per pochi, nel citare la risiera come soluzione da scartare, comunque sia, ho espresso l'idea sul fatto che potrebbero essere sterminati. Si, si sta preparando uno spirito adatto alla grande tribolazione, eppure, tanti politici corrotti come Amato pensano di esserne essenti. NOTA: Per un socio del movimento è meglio far vedere tutto quello che vorrebbe pubblicare in rete, inoltre, qualsiasi azione dovrebbe esser fatta secondo la direttiva del movimento, trattandosi di questioni molto delicate e non facili in cui muoversi. NOTA: Un insegnante di storia onesto ed amante della verità dovrebbe essere compiaciuta a parlare con Giurastante, con Parovel e con altri associati o simpatizzanti ben preparati. NOTA: la Garuffi, come altri suoi predecessori a Trieste, possono esser stati intimati a non esercitare a pieno tutti i loro poteri? Probabilmente qualcosa di genere si è verificato specialmente a Trieste. NOTA: (Ovviamente, non che tutti gli avvocati e giudici siano parziali e corrotti, pur trattandosi di avvocati e giudici italiani, tuttavia): Che dire in merito ad avvocati che si spartiscono la vittoria senza preoccuparsi della giustizia e di essere stati pagati forse anche contro voglia e non a torto da parte del cliente che può aver subito una ingiustizia? E' una cosa normale, lo sparti-mento della vittoria. Il capitalismo in vari ambiti si può dimostrare una dittatura con regole fluttuanti secondo il comodi di chi può far girare a proprio piacimento come una balla di un porco la giustizia. Beh, magnifico, eppure, sono in tanti ad amare o ad accettare questo sistema malvagio di cose presente in gran parte delle nazioni. NOTA: Specialmente le grandi imprese chiedono la riduzione dei salari e dei diritti dei lavoratori, e ciò sia da parte delle industrie che da parte delle cooperative di vendita? E' in linea con i propositi del signoreggio bancario, ossia, tanti grandi più facili da controllare e lavoratori sempre più poveri ed apparentemente sotto controllo, ma anche, per portare la popolazione verso l'auto sterminio sia attraverso l'indigenza che attraverso le varie attività lavorative che si fermeranno. 

NOTA: Che dire del decreto salva banche approvato da Renzi secondo cui le obbligazioni e azioni investite e magari pure consigliate come sicure dalla banca possono essere annullate dalla banca che potrebbe fare questa manovra anche solo per salvarsi dal fallimento? Anche questo è nei piani della massoneria ed a cui ubbidiscono i politici corrotti e/o che hanno bisogno di essere condonati dal punto di vista legale o per coprire gli sbagli della propria famiglia, si, ad esempio, come nel casi di Matteo Renzi. Il governo fantoccio da parte dei banchieri. Grazie a questo decreto un ex lavoratore del Enel, se non sono errato, si è tolto la vita. (Copiato e incollato): Che cos’è il decreto salva-banche? È un decreto emanato dal governo Renzi che salva degli istituti di credito dividendoli in due parti: una «good bank» - o banca ponte - cui sono stati conferiti gli attivi ad eccezione dei crediti in sofferenza, e una «bad bank», il contenitore delle suddette sofferenze. Non è tecnicamente un salvataggio di Stato, perché i soldi ce li mettono le altre banche: ben 3,6 miliardi. Quali sono gli Istituti di Credito coinvolti? La Banca Popolare dell’Etruria, Banca Marche, le Casse di Risparmio di Ferrara e di Chieti. Molti cittadini lamentano di aver perso tutti i propri risparmi, come sarebbe accaduto al pensionato suicida a Civitavecchia. Come è potuto succedere? Il decreto salva-banche del governo ha azzerato il valore delle obbligazioni subordinate. Secondo le stime di Federconsumatori, i risparmiatori toscani in possesso di obbligazioni subordinate di Banca Etruria sono fra i 30 mila e i 50 mila, e avrebbero perso una media di 15-20mila euro a testa. IL COMMENTO - Sul Monte Bianco in ciabatte (di FRANCESCO MANACORDA) Perché i risparmiatori hanno investito in obbligazioni subordinate? È vero anche che molti risparmiatori sarebbero stati indotti a sottoscrivere titoli della propria banca in cambio di condizioni di favore per prestiti e conti correnti, ma quelle obbligazioni hanno spesso garantito rendimenti piuttosto alti. Rendimenti maggiori, corrispondono a rischi più alti di perdere parte o totalità del capitale investito. Non solo, il tempo per accorgersi di quanto stava accadendo molti l’hanno avuto: le quattro banche virtualmente fallite (Banca Etruria, Cassa Marche, CariChieti e CariFerrara) prima di finire all’asta sono state commissariate per mesi (Etruria) o addirittura per anni, come CariFerrara. IL CASO - La moglie del pensionato suicida: “Qualcuno ora deve pagare” (di Flavia Amabile) Chi ha perso i propri soldi ha qualche speranza di essere rimborsato in futuro? Gli obbligazionisti subordinati dei quattro istituti oggetto del decreto salvabanche, come Banca Etruria, «sono liberi di protestare: e se sentono di essere stati non rispettati da qualcuno nei loro diritti, ci sono le autorità giudiziarie competenti della Repubblica, le autorità di vigilanza competenti sul mondo bancario, e quindi ci sono giudici in grado di dare risposte», ha detto Antonio Patuelli, presidente dell’Abi a La Stampa. Inoltre il governo sta lavorando a un fondo di solidarietà che prevede risarcimenti: si tratta, ha detto il ministro del Tesoro Padoan, di una «misura umanitaria». L’INTERVISTA - Antonio Patuelli: “Niente panico. Chi si sente danneggiato vada dai carabinieri” (di Giuseppe Bottero) Bankitalia ha accusato l’Europa di aver detto “no” ai salvataggi attraverso il Fondo Interbancario. Perché questo duello con l’Unione Europea? Dal primo luglio 2014 la Commissione tratta le iniziative, come il salva-banche, alla stregua di aiuti di Stato. Secondo il capo della vigilanza della Bankitalia Carmelo Barbagallo il mancato intervento con il Fondo Interbancario di Tutela dei depositi è stato stoppato per la «preclusione manifestata dagli uffici della Commissione Ue». I paletti di Bruxelles, dunque, avrebbero impedito un salvataggio meno doloroso. La Commissione ha però replicato che c’erano tre possibili strade per salvare le 4 banche italiane: una con fondi privati, una usando il fondo di tutela dei depositi, che comunque avrebbe fatto scattare la risoluzione e le perdite per gli obbligazionisti subordinati, la terza (poi percorsa) usando il fondo salva-banche. (naturalmente, non tutti se la sentono e/o sono in crado di intraprendere una causa legale contro la propria banca).


Nessun commento:

Posta un commento